Malpensa più accessibile con gli scooter elettrici di Mobility Center

Dopo il successo a Expo 2015, parte "Mobility to Fly", prima iniziativa in un aeroporto europeo che consente alle persone con ridotta mobilità di spostarsi facilmente nel Terminal 1 fino al gate d'imbarco. Personale dedicato e tariffa unica di noleggio a 16 euro. L'iniziativa presentata da Sea alla "Passenger Terminal Conference 2016" in corso a Colonia, in Germania

Scooter elettrici per consentire a tutte le persone con ridotta mobilità di spostarsi senza disagi e facilmente nel grande Terminal 1 dell’aeroporto di Milano Malpensa. E’ un nuovo servizio offerto a chi transita nello scalo dove è stato aperto il primo Mobility Center in un aeroporto europeo.

Si sviluppa così l’esperienza fatta a Expo Milano 2015 dove Mobility Center ha registrato 15.000 noleggi nei sei mesi dell'Esposizione Universale. E adesso Sea, la società che gestisce gli aeroporti milanesi, ha affidato a Mobility Center la sperimentazione del Mobility To Fly per Sea il servizio dedicato alle persone anziane o che non amano le lunghe distanze, permettendo di usufruire in autonomia dello scalo fino al gate del volo.

Mobility Center mette a disposizione una flotta di 20 scooter elettrici dalle ore 8 alle 23 con personale dedicato. Il servizio di noleggio avviene all'interno del banco informazioni all'ingresso del Duty free, dopo i controlli di sicurezza del Terminal 1. I mezzi vengonoconsegnati all’lnfopoint, e il viaggiatore può arrivare fino al gate di imbarco. La tariffa unica di noleggio è 16 euro, valida fino al momento dell'imbarco. Al termine di ogni noleggio, il passeggero parcheggia il mobility scooter nell'aera di sosta presente in ogni satellite e inserisce la chiave all'interno del totem dedicato.

"Quella di Expo è stata una sfida senza precedenti, dove per la prima volta in Italia abbiamo permesso a persone con esigenze speciali di mobilità di visitare l'Esposizione Universale grazie a questo nuovo servizio - dice Andrea Ferretti, direttore marketing e comunicazione di Mobility Center -. Abbiamo dato inizio a un nuovo modo di concepire il servizio alle persone anziane e alla disabilità. Con i nostri Mobility Center, quello per Sea è uno dei molti che apriremo nel corso dell'anno in tutta Italia in centri storici, musei, strutture fieristiche, centri commerciali, vogliamo rendere normali per tutti, utilizzando prodotti che vogliamo diventino di uso comune, esperienze che altrimenti non sarebbero godibili, sia da persone con ridotta mobilità sia per chi, pur non rientrando tra coloro che hanno diritto all'assistenza Prm, è penalizzato da lunghi percorsi a piedi. Siamo impegnati tutti i giorni, con i nostri partner come Jacuzzi, Fiat Autonomy, Missaglia, con le istituzioni e con il mondo delle associazioni, nel progettare nuovi prodotti e servizi funzionali a questo progetto".

"Grazie all'esperienza di Expo siamo riusciti ad attirare l'attenzione di aziende, istituzioni e associazioni sul mondo della terza età e della disabilità - commenta Alessandro Martelli, direttore Operations di Mobility Center -. Temevamo che al termine di Expo la luce si spegnesse su questi temi, invece con la sperimentazione iniziata con Sea possiamo continuare a costruire l'eccellenza italiana del turismo accessibile e a misura di tutti. Un primo importante riconoscimento è già arrivato, perché anche grazie al successo di Mobility in Expo oggi Milano può vantare l'Access City Award 2016, premio assegnato dalla Commissione Europea lo scorso 8 dicembre".

Dopo aver vinto l'Annual Aci Europe Best Airport Awards, Sea va avanti nel miglioramento della qualità dei servizi e dell’esperienza in aeroporto per i viaggiatori e Giorgio Medici, responsabile Customer care & Quality control di Sea, ha presentato il Mobility to Fly alla Passenger Terminal Conference 2016 in corso a Colonia, in Germania.