Afd, approvata mozione anti-islam

L'AfD è accreditato del 14% dei consensi

L’Islam non è parte della Germania e la sua versione più ortodossa è anticostituzionale”. Inizia così la mozione programmatica sull’immigrazione approvata oggi dal partito di destra AfD (Alternative für Deutschland), riunito in congresso a Stoccarda. “Un Islam ortodosso, che non rispetta il nostro ordine e pretende di combatterlo, che aspira a imporre la sua religione sulle altre, non è costituzionale” si legge nel documento. AfD è stato fondato solo tre anni fa con una programma apertamente anti-euro che, col tempo, ha assunto posizioni xenofobe e anti-Islam. Allo stato attuale non ha non ha deputati nel Parlamento federale ma conta rappresentanti in otto dei sedici Länder e registra una crescita costante nei sondaggi.

Gli ultimi lo accreditano al 14% e per questo rappresenta una minaccia i partiti tradizionali, soprattutto dalla CDU della cancelliera Angela Merkel in vista delle elezioni nazionali del prossimo anno. In queste giornate di congresso i delegati hanno approvato la proposta di rimuovere tutti i “simboli del potere islamico” come i minareti e i burqa e hanno contestato tutti i tentativi di “dialogo con la comunità musulmana”. Frasi forti dette in un Paese come la Germania dove vivono quasi 4 milioni di musulmani, provenienti perlopiù dalla Turchia e che rappresentano il 5% della popolazione. Frasi che possono innescare facilmente nuovi scontri dato che, come ricorda il Corriere della Sera, solo un mese fa il capo del Consiglio centrale dei musulmani tedeschi aveva paragonato i militanti di AfD ai nazisti di Adolf Hitler.

Commenti

sizmis

Dom, 01/05/2016 - 19:15

L'Islam é l'europa. Sono le parole pronunciate dalla Merkel, potete verificare. L'islam é l'europa per tanti motivi e primo fra tutti é la presenza di più di 40milioni di cittadini musulmani sul suolo del vecchio continente. Fatevene una ragione ritardati mentali che vi piaccia o no...

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Dom, 01/05/2016 - 20:57

Gli stranieri, compresi sopratutto gli islamici, DEVONO rispettare incondizionatamente le nostre leggi, i nostri usi e nostri costumi, diversamente devono essere spazzati via, anche con la forza delle armi.

Ritratto di Rames

Rames

Dom, 01/05/2016 - 21:42

Parole sante.Logica pura.L'Islam non è integrabile in un paese occidentale.Mai e poi mai.Le loro terre sono nel medio oriente,come le nostre sono al di sopra del 38esimo parallelo.Punto.Tutti quelli che ancora non lo capiscono sono purtroppo dei ritardati con le fette di ananas sugli occhi.Cosa diavolo vogliono da noi????Cosa???COSA????

nopolcorrect

Dom, 01/05/2016 - 22:19

Le minoranze se accettano le regole della maggioranza devono essere tollerate ma devono restare minoranze se non si vuole stravolgere il carattere etnico e culturale di un paese.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 01/05/2016 - 22:35

Le leggi senz'altro ma perché mai anche gli usi e costumi? O forse gli Stati europei non sono più Stati di diritto?

fisis

Dom, 01/05/2016 - 23:17

@sizmis Gli stati europei sono stati di diritto liberale. Perciò ognuno può professare la religione che vuole o nessuna, avere le preferenze sessuali che più gli aggradano etc. Ma ciascuno deve rispettare le leggi dello stato. Alcuni esempi, non si può girare per strada nascondendo il viso. Perciò no burka. Gli esseri umani hanno parità di diritti, siano di sesso maschile e femminile, perciò le donne non possono essere segregate in casa , picchiate o maltrattate. Se tradiscono il consorte, si può chiedere il divorzio, ma non le si può lapidare. I gay possono manifestare liberamente il proprio orientamento sessuale e non possono essere imprigionati o buttati giù dai palazzi, come succede nei paesi islamici dove vige la sharia. Potrei continuare...

joecivitanova

Dom, 01/05/2016 - 23:22

Se l'islam è l'Europa e se questa frase l'ha detta la Merkel la cosa è molto grave ed è la Merkel ad essere una ritardata mentale a questo punto. Che ci siano quaranta milioni di musulmani in Europa è un fatto, ma l'Europa è l'Europa e mi auguro che rimanga sempre laica e a maggioranza cristiana; questo non è un semplice fatto di piacere o meno, come sostiene qualcuno che si crede superiore, ma un fatto di far sopravvivere una civiltà che si è distinta da moltissime altre da più di duemila anni, e questo lo dimostra il fatto che milioni di persone vogliano stabilirsi qui e non il contrario. G.

PietroSoave

Lun, 02/05/2016 - 01:25

@sizmis Non credo sia il caso di dare dei ritardati mentali a chi pensa che l'islam sia incompatible con la cultura e societa' in europa. Se poi lo ha detto la merkel e' un motivo in piu' per dubitare... I musulmani in europa sono in gran parte stranieri o di recente immigrazione. Molti persone oneste. Altri no. Ma da qui a dire che il contributo dell"islam in europa sia significativo ancora ce ne passa; e visto lo stato presente delle cose direi che cosi' non va. Capisco perfettamente disagio di musulmani che si trovano in una cultura a loro estranea e non si sentono accettati, ma sono loro a dover cercare il modo di contribuire alla societa' senza voler imporre... altrimenti ci sarebbe la domanda: e' proprio necessario per chi viene in europa disprezzandola stare qui?

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Lun, 02/05/2016 - 04:19

grandi!

routier

Lun, 02/05/2016 - 07:40

Condivisibile o meno, questo si chiama parlar chiaro!

Lapecheronza

Lun, 02/05/2016 - 08:02

@ sizmis : Il suo commento trasuda di banalità e gratuite provocazioni. Come può essere l’Europa islamica se questi sono il 7,6% della popolazione ? Se conoscesse l’islam saprebbe che le correnti sono molte e nulla hanno in comune i turchi o Serbi con gli iracheni o siriani (del resto anche un testimone di Geova e un cattolico sono entrambi Cristiani). Gli ospiti, sono per definizione persone, che possono anche andarsene quando iniziano a ad avere pretese, che esigono con arroganza in casa altrui. L’Europa che l’ha fatta per secoli a vivere benissimo da sola…e può continuare a farlo, basta volerlo con politiche che destinano solo in Italia i 3,5 miliardi di € annui al sussidio di giovani coppie con più di due figli.

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 02/05/2016 - 09:23

Qual'é la novità ? Gli anglosassoni - non i latini - dicono: when in Rome do as the romans do. E quindi gli immigrati, sempre che abbiano un lavoro e si autosostengano e non vengano solo per vivere di assistenza, possono, in casa loro mantenere usi e costumi d'origine, conservare la loro religione ma in casa loro e fuori DEVONO RISPETTARE LE LEGGI DEL PAESE PRESCELTO COME NUOVA VITA. Altrimenti, se non sono contenti, tornino da dove sono venuti. Ai fautori della favoletta che anche gli italiani sono stati migranti in paesi più ricchi dobbiamo dire che è vero, MA SI SONO DOVUTI INTEGRARE, in nord o sub America, in Australia, in Germania, in UK ovunque.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 02/05/2016 - 23:15

L'islam è la negazione assoluta della nostra civiltà perciò quelli dell'AfD hanno ragione. L'islam è un corpo estraneo che non potrà mai venire assimilato dalla nostra cultura. Solo dei ritardati mentali possono pensare il contrario. LA PRESENZA DI MUSULMANI IN EUROPA È E RIMARRÀ COMUNQUE UNA ANOMALIA INACCETTATA.