Medici senza frontiere sotto le bombe. Colpito l'ospedale in Siria

Almeno 14 le vittime, ma molti sono i feriti gravi. La ong: "Le cliniche non possono finire nel mirino"

Veicoli carbonizzati di fronte all'ospedale Al Quds di Aleppo

Il bilancio è ancora provvisorio, ma già parla di almeno trenta vittime tra i civili, morte sotto i bombardamenti che oggi sono tornati a colpire Aleppo, città siriana che l'Unicef descrive come una nuova Sarajevo e dove è stata colpita una struttura ospedaliera gestita da Medici senza frontiere.

Da sei giorni la città è di nuovo sotto le bombe, come molte volte lo è stata in questi anni di guerra civile. A morire all'ospedale 14 persone, denuncia la Ong, anche donne e bambini e molti sono i feriti in condizioni particolarmente gravi, considerazione che dà modo di credere che il bilancio delle vittime salirà ulteriormente.

A essere colpiti in questi giorni sono stati i quartiere nella parte orientale della città, che sono ancora in mano ai ribelli e che le forze governative e filo-governative intendono riconquistare. L'Osservatorio siriano per i diritti umani, gruppo con sede a Londra, che per i suoi report utilizza una rete di attivisti sul campo, parla di 139 civili morti in sei giorni, mentre gli uomini di Bashar al-Assad preparano un'offensiva.

All'ospedale Al Quds, finito sotto i bombardamenti, "c'erano pronto soccorso, ambulatorio, terapia intensiva e sala operatoria - spiega la sezione italiana di Medici senza frontiere -. Ora è tutto distrutto". Nella struttura lavoravano 8 medici e 28 infermieri, in quello che era "il centro di riferimento principale per la pediatria" in città.

Tra chi ha perso la vita oggi c'era anche l'ultimo pediatra rimasto in città. Se le forze armate siriane hanno negato alla televisione di Stato di avere lanciato i raid che hanno colpito l'ospedale, Medici senza frontiere è tornata a ribadire che le cliniche non possono diventare obiettivo degli attacchi aerei.

Una circostanza fin troppo comune: a ottobre dello scorso un raid americano ha colpito l'ospedale della ong a Kunduz, in Afghanistan. In 22 hanno perso la vita allora.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Gio, 28/04/2016 - 16:20

A volte succede di sbagliare..Anche msf , con la nave acquistata con i soldi dei DONATORI(IO fino al 2015) sbarcano orde di clandestini sul suolo ITALIANO!!!

alox

Gio, 28/04/2016 - 16:28

Guerra civile? Sbagliato e' l'occidente, in particolare Obama, a creare tutto il male: se lo viene a saper il Santo Putler ti licenzia al volo!

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 28/04/2016 - 17:11

Ci sono troppi buonisti tra i paesi civili!!! Se i paesi in guerra non vogliono riappacificarsi che si ammazzino tra loro, peccato, perchè non si possono traslocare le popolazioni di continenti, solamente c`è una guerra!!! Ne andrebbe a descapito tutto il sistema creato nei secoli. Non per niente il Padreterno hà sfornato per ogni continente una razza di colore e di fisionomie diverse. Nei secoli passati, il trasporto non era celere come ora, tutto questo hà più a vedere a una invasione, che un problema umanitario!!!

Massimo Bocci

Gio, 28/04/2016 - 17:22

Da sempre affiliati Jihad Islamica, dove c'è l'uno non può mancare l'altra.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Gio, 28/04/2016 - 17:39

Azo, ma tu che sprofondi nell'ignoranza ogni mattina appena sveglio , riesci poi almeno ad uscirne per fare colazione? la tua immensa mancanza di zuccheri si legge!