Arrestato Cesare Battisti: così è stato catturato

Prima il colloquio con la stradale poi l'arresto da parte della polizia federale: ecco la cattura di Battisti

Cesare Battisti in questo momento si trova in stato di fermo in Brasile. L'ex terrorista è stato fermato, come riportano le autorità brasiliane mentre tentata di fuggire in Brasile. La stampa locale ha ricostruito le fasi della cattura di Battisti. A quanto pare, secondo quanto riporta o Globo, la polizia stradale di Corrumba in un primo momento si è avvicinata all'ex terrorista chiedendo spiegazioni sul perché si trovasse lì. Battisti avrebbe risposto che stava andando a pesca nelle vicinanze ma pur sempre in territorio brasiliano. Dopo questa risposta i poliziotti brasiliano hanno lasciato andare l'ex terrorista. Ma subito dopo è scattato l'arresto da parte della polizia federale. E le manette sono scattate, sempre secondo quanto riferisce O Globo, mentre Battisti stava attraversando il confine con la Bolivia. Al momento della cattura Battisti aveva 5000 dollari e 2000 euro. Adesso dovrà attendere la decisione del giudice che deciderà se confermare o meno il fermo. Intanto i suoi legali, informati di quanto accaduto, hanno chiesto l'immediato rilascio con un ricorso alla Corte Suprema. Ricorso che probabilmente potrebbe essere rifiutato.

Commenti

Demy

Gio, 05/10/2017 - 06:10

A quando in carcere in Italia?

dagoleo

Gio, 05/10/2017 - 08:29

ERA ORA. SPERIAMO CHE QUESTO CRIMINALE UNA VOLTA PER TUTTE PAGHI CON LA GALERA IL MALE CHE HA FATTO. TERRORISTA AFFILIATO AI PROLETARI ARMATI PER IL COMUNISMO. ACCUSATO DI 4 OMICIDI COMMESSI IN RAPINE COSIDDETTE PROLETARIE, DUE COMMESSI IN PRIMA PERSONA E DUE IN CONCORSO. MANTENUTO IN ESILIO IN BRASILE DA UN GOVERNO FILO COMUNISTA (LULA E LA ROUSSEFF)(ORA INCRIMINATI ENTRAMBI PER GRAVI REATI FINANZIARI) IN COMBUTTA CON LA SINISTRA DEL NOSTRO PAESE. CHE BELLE PERSONE. CHE BEI COMUNISTI. CHE ESEMPI DI RETTITUDINE.