Arrestato dalla polizia antidroga il responsabile di Facebook Brasile

Il numero 2 in Sudamerica ha ignorato l'ordine di un giudice brasiliano che indagava su un sospetto narcotrafficante

Arrestato stamane a San Paolo Diego Dzodan, il responsabile di Facebook in Brasile oltre che vice-presidente per l’America latina della multinazionale fondata da Mark Zuckerberg. Il motivo? Non per narcotraffico, come alcuni hanno scritto sui social, ma per avere disubbidito all’ordine di un giudice verde-oro che stava indagando su alcuni narcos, evitando di “aprire” il WhatsApp degli indagati.

In Brasile il sistema gratuito di messaggeria – sia testo che vocale – che è di proprietà di Facebook era già stato chiuso per qualche ora lo scorso anno, per un motivo analogo. Ora, evidentemente, la giustizia del paese del samba ha deciso diversamente, forse per il ripetersi di questa “mancanza di collaborazione”.

Certo è che il caso ricorda quello statunitense della querelle FBI-Apple, con la prima desiderosa di avere tutti i dati dell’iPhone dei terroristi di San Bernardino, e l’azienda che risponde picche.

Qui invece di terrorismo si tratta di narcotraffico ma la questione, almeno dal punto di vista etico-morale, è simile ed induce ad una domanda: sin dove la privacy deve avere la meglio sulle inchieste della giustizia contro criminali?

Per quanto concerne invece lo specifico, il capo di Facebook Brasile – che tra l’altro è un argentino – è stato arrestato dalla polizia antidroga paulista mentre si stava recando nel suo ufficio dell’Itaim Bibi, quartiere bene di San Paolo perché ha disobbedito ad un ordine della giustizia verde-oro. Probabile che sia presto rilasciato ma non è escluso che WhatsApp possa di nuovo essere chiuso, magari temporaneamente, scatenando come qualche mese fa l’ira funesta di Mr Zuckerberg

Annunci

Commenti
Ritratto di elkid

elkid

Mar, 01/03/2016 - 18:10

---ogni paese ha la sua legislazione che è più o meno dura a seconda dei problemi contingenti----meglio un narcotrafficante in meno che qualche segreto personale in più--

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Mar, 01/03/2016 - 18:19

Giudici comunisti!!!!!!!!!!!!!

nunavut

Mar, 01/03/2016 - 19:51

@ elkid bravo oggi,per 2 volte, you made my day ancora d'accordo con te,aggiungerei anche un paio di terroristi in meno giusto per dire che anche negli USA dovrebbero obbligarli a sbloccare I cellular in casi analoghi(cioé sicurezza per I cittadini normali).

cgf

Mar, 01/03/2016 - 21:18

Se tanto mi da tanto a Lula da Silva/Dilma Rousseff dovrebbero fucilarli, la pena di morte solo per loro, ma loro... sono loro e LI altri so un ..... anche se se si chiamano facebook.

claudioarmc

Mer, 02/03/2016 - 06:26

Mela marcia avvisata

buri

Mer, 02/03/2016 - 11:34

non nascondiamoci dietro un dito. com la scusa della privacy si aiutano terroristi e delinquenti e questo non va bene