La Babele della jihad globale: oltre 30mila foreign fighter da cento nazioni

Viaggio tra i foreign fighter europei che combattono la jihad: quanti sono, dove vivono e dove vogliono colpire. Sostieni il reportage

Uno dei nove cittadini britannici arrestati in Turchia perché volevano attraversare il confine con la Siria e probabilmente unirsi ai jihadisti dell’Isis è il figlio di un consigliere laburista nella città inglese di Rochdale. La decisione del 22enne Waheed Ahmed sta imbarazzando, e non poco, il padre Shakil Ahmed e anche il suo partito, proprio mentre entra nel vivo la campagna per elezioni politiche del 7 maggio. Ma, al di là dell'opportunità o meno di una speculazione politica in campagna elettorale, viene da chiedersi cosa ci facesse un giovane di buona famiglia al confine turco. Una domanda che trova risposta in un allarmante report delle Nazioni Unite pubblicato oggi dall'Huffington Post: nell'ultimo anno i foreign fighter sono aumentati del 71%. Solo nello Stato islamico sono piovuti da oltre cento nazioni ben 25mila combattenti. Altri 6.500 si troverebbero in Afghanistan, mentre a centinaia starebbero combattendo in Yemen, Libia e Pakistan. Persino tra i sanguinari al Shabaab somali e i facinorosi Boko Haram nigeriani ci sarebbero miliziani stranieri.

"Le migliaia di combattenti stranieri che hanno raggiunto la Siria e l'Iraq - si legge nel report dell'Onu - vivono e lavorano in una vera scuola di perfezionamento per terroristi, come succedeva in Afghanistan negli anni Novanta". Secondo gli analisti delle Nazione Unite non si tratterebbe soltanto di musulmani di seconda o terza generazione, come i fratelli franco-algerini Kouachi responsabili della carneficina alla redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo o il maliano Coulibaly responsabile della strage al supermercato kosher di Porte de Vincennes, ma anche convertiti all'islam. "Il numero dei convertiti è significativo perché rappresenta un quarto dei foreign fighter - spiega lo studioso Oliver Roy - non troviamo questa proporzione di convertiti in nessun'altra organizzazione musulmana". Questo perché i giovani non si radicalizzano in una società tradizionalmente islamica, ma attraverso i social network e i forum. È internet che li mette in contatto e li prepara alla battaglia. Secondo i dati in mano a Roy, infatti, tra i foreign fighter ci sarebbe un po' di tutto: giovanissimi in età da liceo, ma anche trentenni e, soprattutto, donne. La componente rosa dei combattenti è salite al 16%. Tutti questi, secondo Roy, "non sono prodotti né dalle moschee né dagli ambienti musulmani". "Rispecchiano un fenomeno di atomizzazione e individualismo - conclude - si radicalizzano tra giovani nel virtuale".

È l'Europa, terra di approdo di milioni di immigrati, il Continente dove si propaga più velocemente il germe della jihad. I musulmani radicalizzati e i foreign fighter vanno e vengono senza alcun problema. Lo dimostrano i contatti dei fratelli Kouachi con lo Yemen qaedista, a lungo sfuggiti all'intelligence francese, e la capillarità della cellula britannica "Beatles" di cui fanno parte Mohammed Emwazi (meglio conosciuto come Jihadi John, il boia degli ostaggi americani James Foley e Steven Sotloff) e i miliziani che lo seguono nelle esecuzioni. Anche loro sono sfuggiti ai controlli degli 007 dell'MI6 di Sua Maestà. Nel Vecchio Continente il Paese che "forgia più foreign fighter in rapporto alla popolazione è il Belgio: sono già partiti 440 combattenti su 11,4 milioni di abitanti. Seguono la Francia (1.200 combattenti), la Gran Bretagna (ufficilamente 600, ma potrebbero arrivare fino a 2.000 unità), la Germania (tra i 500 e i 600 miliziani che, però, già ricoprono importanti ruoli di comando nella gerarchia jihadista), la Svezia (tra i 250 e i 300), l'Olanda (tra i 200 e i 250), la Danimarca (tra i 100 e i 150) e Un po' meno la Spagna (tra i 50 e 100), la Norvegia (una sessantina), la Finlandia (tra i 50 e i 70) e l'Irlanda (una trentina). Dall’Italia ne sarebbero partiti un'ottantina. Un discorso a parte merita l'Austria: da qui ne sono partiti 150 ma, secondo l'intelligence, sarebbero già rientrati in 60. Questi sarebbero a piede libero, in giro per l'Europa. Anche dai balcani l'Onu ha riscontrato un boom di partenza: l'Albania ha "esportato" 90 foreign fighter, la Serbia 70, la Bosnia Erzegovina 340 e il Kosovo 150. Numeri che fanno raggelare il sangue.

Commenti

gabriel maria

Sab, 04/04/2015 - 19:35

da disperarsi...il buonismo e la tolleranza hanno operato questi bei risultati.ormai è troppo tardi.....In Italia poi abbiamo un Renzi che darà a loro pure il voto......cosi' portano tagliaci la testa in modo legale......Buona Pasqua...probabilmente una delle ultime,poi non sarà politicamente corretta e sarà abolita....Grazie Renzi.....Grazie papa Francesco....

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Sab, 04/04/2015 - 22:10

...E' giunta l'ora di ripristinare i confini nazionali, erigere muri ed abbattere ponti. Non so se sia storia o leggenda quella di quell'unico "uomo" vissuto a Gubbio, che aveva addomesticato un lupo; Storia o leggenda che sia, fu certamente un caso unico, che non si ripeterà. Gli imbelli governanti europei stanno facendo a gara a chi può approvvigionare più corde, pardon, coltelli che serviranno a tagliarci le teste. Non dimentichino, però, coloro che stanno commettendo questi errori ché, al momento giusto: "Quod non fecerunt barbari, fecerunt Barberini".

opinione-critica

Sab, 04/04/2015 - 22:10

L'Isis fa il suo lavoro di propaganda e reclutamento, se gli europei non hanno i cxxxxxxi non gli resta che prenderselo in cxxo (se gli va bene..),oppure convertirsi; il pensiero laico "debole" per definizione deve soccombere: libertà di professare le proprie idee politiche e religiose? Tutta roba da preistoria. Una nuova civiltà sta risorgendo. Essere atei o agnostici è un errore che sarà corretto con l'aiuto di Allah e le mannaie che mozzerà le teste. Complimenti Europa, addio secolo dei lumi, della ricerca scientifica, della scienza politica ecc...si sta avvicinando la verità che ci renderà liberi da questi falsi idoli. Buonisti di mxxxa che il vento vi disperga...

eternoamore

Sab, 04/04/2015 - 22:13

TUTTE TESTE DI CAZZO CHE MORIRANNO NEL GIRO DI 3 MESI

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 04/04/2015 - 23:02

Non chiamateli combattenti sono solo dei pazzi forsennati,tagliagole e criminali.Non incensateli con nomi che non si meritano per favore!!!!

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 04/04/2015 - 23:26

Cominciamo a domandarci chi c'è davvero dietro allo stato islamico e... con quale altro stato possa esso essere in conbutta per appropriasi e dividere l'attuale Iraq in tre stati ben distinti .....A chi gioverebbe uno shock della produzione del greggio? Quale altro stato potrebbe trarne vantaggio???

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Sab, 04/04/2015 - 23:56

La cosa che sconcerta è il silenzio dell'occidente e del Mondo. Difronte ai tanti AVVISI lanciati da tanti non ultimo l'ONU, si attende ancora. Ma l'attesa, a volte, NON E' producente!

Nonlisopporto

Dom, 05/04/2015 - 00:36

post comunisti e islamici gli italiani tra qualche anno

Pitocco

Dom, 05/04/2015 - 01:16

Il vero problema non sono queste bande di delinquenti comuni alla pari con i lanzichenecchi di manzoniana memoria. gente senza dio e senza patria, inutile terra in cui non cresce nemmeno una radice concimata con l'urina di un maiale. Gente inutile, disperata, senza nessuna qualità intellettiva incapace di pensare e programmare alcunché se non quando diretta e selettivamente preparata da altri, come ora sta accadendo. E' inutile pensare che queste bande siano il portabandiera di una religione se non si tiene conto quelle mani che la alimentano: Israele, Usa, Qatar, Arabia Saudita, Turchia, Europa (Francia, Germania e Inghilterra sopratutto!). L'ONU e tutte quelle organizzazioni umanitarie, tutte dipendenti dalle suddette nazioni non hanno preparato nulla che portasse allo smantellamento di questi criminali: servono eccome...> Ordo ab Chao!

francab

Dom, 05/04/2015 - 02:11

mi sembra di capire che jihad e consimili offrano ideali che ai ragazzi occidentali non sono mai stati dati, non necessariamente quello di vivere in un futuro paradiso, ma un qualcosa a cui tendere qualcosa che dia la sensazione di fare, di contare, o forse e' il gusto dell adrenalina, o meglio ancora la noia di una vita 'nornale'

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Dom, 05/04/2015 - 08:04

Attendo che il mondo cominci a capire che non si tratta piu' di gruppi terroristici piu' o meno organizzati. E'una guerra globale che si sta estendendo a macchia d'olio. Da una parte LA CIVILTA' imperfetta quanto si vuole ma pur sempre civilta'. Dall'altra la barbarie, un virus che ha trasformato esseri viventi in zombie afflitti da una malattia che priva di qualsiasi senso di umanita' e rende simili ad animali inferociti ed incurabili. E gli animali pericolosi ed incurabili vanno abbattuti senza troppo preoccuparsi di inevitabili effetti collaterali. Chi dara' inizio alla derattizzazione?

Pitocco

Dom, 05/04/2015 - 09:22

@Feyerabend I ratti, biologicamente, sono presenti sulla terra da prima dell'uomo e ci saranno anche dopo. Ad ogni ratto abbattuto ne seguiranno altri a migliaia. Non serve questo genere di pulizia, ma serve invece quella di non alimentare questa sottospecie di animali e sopratutto serve che quelle nazioni conniventi (Israele, Usa, Inghilterra, Qatar, Arabia Saudita) che forniscono loro armi, protezione e soldi vengano messe all'angolo dalla comunità internazionale. Presto ci sarà il collasso del dollaro. Vedremo come si finanzieranno con la carta straccia!

eternoamore

Dom, 05/04/2015 - 11:45

FARANNO LA FINE DEI TOPI E SPERO MUOIANO YUTTI.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 05/04/2015 - 11:56

Su sette miliardi di individui prima o poi trovi sempre un pitocco che si "prostituisce" per un piatto di lenticchie e finora non ho mai visto un "fariseo" che si mette a chiedere elemosina ... semmai se la fa dare da un altro dopo che l'ha plagiato.

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 05/04/2015 - 14:05

scassa domenica 5 aprile 2015 ...sonoitalianoma l...lei ha centrato esattamente la radice che accomuna i compagni e i musulmani assassini : " il lavaggio del cervello e i quattrini ! Quello che fa imbestialire e' che la parte sana del mio Paese debba sottomettersi a sti imbelli ladri e cretini ,proteggendo i sanguinari drogati di Allah' che si permettono persino un selfy con il sorrisino di sfottò ,come un Renzi qualunque !!! Quindi i figli di Allah ,come i nipotini di Stalin ,per denaro e non far niente ,si voltano e....incassano !!!!!!!!!!!scassa.