Banan e le sue strade smart

Un distretto agricolo e povero diventa un caso di successo. Storia della "Quattro buone strade rurali" volute da Xi Jinping

Nell'ampio territorio del distretto di Banan, nella municipalità di Chongqing, si estendono numerose strade rurali che s’inerpicano sui monti. Esse sostengono le speranze di sviluppo dei tanti contadini che vivono in queste aree montuose e testimoniano il grande impegno di diverse generazioni di costruttori e di operai. Con l’intenzione di mettere in atto le parole pronunciate dal Segretario generale Xi Jinping sulla creazione delle “quattro buone strade rurali” e di centrare l’obiettivo di costruire, controllare, tutelare e usare in modo corretto queste vie di comunicazione, negli ultimi anni il distretto di Banan ha adottato diversi provvedimenti per diventare una zona esemplare. Grazie all’appoggio del governo, del partito, del dipartimento dei trasporti e del popolo, il distretto si è impegnato cioè a costruire e completare strade di buona qualità come sostegno al sostentamento dei propri abitanti. Tra tutti i 9 principali distretti di Chongqing, quello di Banan è considerato il tipico luogo di confine tra città e campagna. Si estende su una superficie di oltre 1.800 chilometri quadrati, di cui due terzi coperti da montagne. In passato le strade rurali erano generalmente in cattive condizioni e di scarsa tenuta, un vero limite allo sviluppo dell’economia locale. Per affrontare il problema in modo mirato, efficace e ragionevole, il governo locale ha coinvolto più parti nella raccolta di fondi, completando il progetto di una rete stradale - in grado di collegare i villaggi di queste zone - estesa per oltre 1.600 chilometri. Il distretto di Banan ha inoltre migliorato 11 arterie principali e di contea, risolvendo le difficoltà di 700 mila contadini pendolari che vivono nelle montagne. Shi Xing, ingegnere senior della stazione che monitora la qualità delle strade del distretto di Banan, ci racconta che il governo ha già adottato quattro misure per la viabilità rurale: “Abbiamo anzitutto aggiunto un’altra corsia per garantire più sicurezza del traffico; poi abbiamo predisposto attrezzature per il controllo delle strade 36 insieme a macchinari automatici per la produzione di calcestruzzo, con l’obiettivo di mantenere costante la qualità del manto stradale. In terzo luogo abbiamo ampliato la nostra piattaforma internet per diffondere dati sulle condizioni delle strade rurali, su come procede la costruzione e come vengono gestiti i fondi. Infine, abbiamo curato altri ambiti, ad esempio la preparazione del personale coinvolto nella costruzione delle strade, per migliorarne le capacità e la competenza tecnica”.

Banan è il primo distretto della municipalità di Chongqing che ha costituito una Commissione per la pianificazione e la gestione della riqualificazione delle strade. Il distretto ha inoltre ideato un piano di rete stradale rurale e stabilito un centro di raccolta documenti sulla costruzione di tale rete. Per assicurare l’uso corretto delle strade, l’amministrazione ha introdotto misure severe nei confronti degli autoveicoli che viaggiano in condizioni di sovraccarico. “Per rafforzare i controlli e la buona gestione delle nostre strade rurali”, ci spiega Liu Wei, vice direttore del distaccamento per la gestione degli affari stradali del distretto, “abbiamo creato nel 2010 dieci stazioni che effettuano controlli e ispezioni sugli automezzi sovraccarichi che viaggiano sulle vie principali a livello nazionale, provinciale e di contea. Ovviamente gli autisti che contravvengono alle regole vengono sanzionati. Nell’arco di un anno sono stati controllati 1,4 milioni di camion, tanti quanti ne passano per il distretto di Banan. Dal 21 settembre 2016 abbiamo aderito allo standard nazionale ed abbiamo eseguito controlli congiunti con la polizia stradale, per ispezionare ogni camion di passaggio e multare ogni conducente che non rispetta le regole”.

Per consolidare i risultati positivi ottenuti nei lavori di costruzione delle strade rurali, il distretto di Banan ha lavorato molto sui concetti di “strada sicura” e “strada informatica”, utilizzando quasi 200 milioni di RMB per la sicurezza, completando l’installazione di 940 chilometri di protezioni. Il distretto ha investito oltre 500 milioni di RMB per il progetto “Strada intelligente”. Incontriamo Zhang Ji, capo dell’Ufficio per la manutenzione stradale del distretto di Banan: “Abbiamo già realizzato l’informatizzazione delle strutture di controllo e tutela delle strade, nonché la raccolta, l’analisi, il monitoraggio della sicurezza di vie, condutture e ponti”, ci racconta.

"Nel controllo delle strade siamo riusciti ad integrare il lavoro umano e quello meccanizzato, migliorando l’ambiente delle aree circostanti e garantendo lo sviluppo economico della regione”. Per vedere da vicino i lavori occorsi per la costruzione delle strade rurali, alcuni giornalisti si sono recati sulla “via ecologica” del monte Yunzhuan, nel distretto di Banan. Questa via comprende tre diversi ambiti: trasporti, ecologia e cultura; è stata costituita nel 2015 con 3 milioni di RMB di investimenti e copre una distanza di 13,6 chilometri. Quest’area ha valorizzato l’agriturismo locale e l’impegno profuso negli ultimi anni ha portato il valore produttivo dell’area ad aumentare fino a raggiungere i 60 milioni di yuan; il reddito annuale dei contadini locali è aumentato di oltre 30 milioni di yuan, e le condizioni di vita della popolazione sono notevolmente migliorate. Al centro di quest’area si trova la Villa Heyunyuan, che comprende un “parco culturale” dedicato ai fiori di loto su una superfice di circa 14 ettari. Chen Yong, presidente di Villa Heyunyuan, afferma che questa strada ecologica ha fatto rinascere la sua azienda: “In passato qui c’erano solo piccoli sentieri tra i campi e i turisti erano costretti a parcheggiare le auto nella piazza principale del villaggio e fare 20 minuti a piedi per arrivare alla Villa... In seguito il governo locale ci ha aiutato a costruire questa “strada ecologica”, rendendo tutto più agevole. Ciò ha rappresentato una svolta per l’immagine della nostra azienda e ha portato un aumento del 30% del flusso di turisti, con una crescita di circa il 20% dei nostri guadagni.” Ecco che di pari passo con la costruzione delle strade rurali, negli ultimi anni più di 200 aziende turistiche e agricole si sono stabilite nel distretto di Banan. Le “Quattro buone strade rurali” hanno aperto una via di sviluppo per le imprese, esaltando un modello di turismo a breve distanza nelle aree periferiche di Chongqing. “Nella costruzione delle ‘quattro buone strade rurali’ abbiamo avuto a cuore la lotta contro la povertà, distribuendo anzitutto fondi speciali in cinque villaggi svantaggiati perché ricostruissero le strade e facessero in modo che la popolazione locale potesse affrancarsi dalla povertà” sottolinea Chen Zhikuan, vice Segretario del Comitato distrettuale del Pcc per la comunicazione. “I primi dati in nostro possesso ci dicono che le ‘quattro buone strade rurali’ hanno portato grande sollievo agli oltre 700 mila abitanti della zona e questo è stato ampiamente riconosciuto dalla società. La prossima fase? Cercheremo di includere nel progetto ‘Quattro buone strade rurali’ la realizzazione di infrastrutture, valorizzando al meglio i risultati raggiunti”.