Barcellona, Nicolai Lilin attacca Boldrini: "Terroristi amici suoi"

L'autore di "Educazione siberiana" attacca Laura Boldrini dopo gli attentati di Barcellona dove sono morte 14 persone

Non usa mezzi termini Nicolai Lilin, il famoso scrittore di "L'educazione Siberiana". Dopo gli efferati attentati di ieri a Barcellona, dove i jihadisti hanno strappato la vita di 14 persone tra cui due italiani, l'autore edito da Einaudi ha scritto un tweet in cui attacca Laura Boldrini e tutta la sinistra italiana.

Nicolai Lilin è di origine russa, il suo vero nome è Nicolaj Verjbitkii: dopo aver fatto il cecchino in cecenia e il contractor per una società israeliana, è stato in missione in Iraq e Afghanistan. Un passato che lo ha portato a scrivere il suo romanzo "Educazione siberiana" e che forse ha influito sul suo mododi leggere gli attentati di Barcellona.

"Un altro nostro concittadino massacrato dai terroristi islamici, amici della Boldrini, sostenuti dalla sinistra Italiana". Chiaro, diretto, senza fronzoli. Così l'autore ha scelto di commentare la conferma arrivata dalla Farnesina della morte di Bruno Gulotta e Luca Russo sulle Ramblas di Barcellona.

La polemica non è certo nuova. E per comprendere le parole di Lilin bisogna tornare indietro di qualche settimana e rileggere le cronache politiche sorte sotto gli ombrelloni: le ong, i salvataggi in mare, l'immigrazione e il terrorismo collegato ai flussi migratori.

Commenti

Demy

Ven, 18/08/2017 - 15:36

Adesso la sboldrineskaya lo denuncerà per offesa "diplomatica".

People

Ven, 18/08/2017 - 16:41

In questa emergenza terroristica vanno messe da parte tutte le inutili e dannose garanzie costituzionali quali: processi, magistrati, avvocati, garanzie difensive, e dare mano libera alla polizia in modo che possa agire autonomamente.

Juniovalerio

Ven, 18/08/2017 - 17:01

sacrosante parole, la boldrina è una mina vagante per l'occidente

tiromancino

Ven, 18/08/2017 - 17:17

Uuuuuuuuuuh ! Peccato mortale!! E mo ti becchi la querela . Chi la nomina verrà fulminato,dalla querela

cgf

Ven, 18/08/2017 - 22:51

Se ne faccia una ragione elkid, non tanto perché avete sangue simile, la verità quando distrugge le proprie certezze fa sempre male

swiller

Sab, 19/08/2017 - 15:05

Parole sante......diamo a Cesare quello che è di cesare.

adgarliveri

Dom, 20/08/2017 - 17:12

Il vero cancro da estirpare sono questi politici che per amor del vile denaro hanno venduto e vendono ogni giorno il nostro paese il nostro popolo il nostro sangue.... il Vero cancro sono loro.. .prima lo estirpiamo prima potremmo riprenderci le nostre vite il nostro sangue. W L'Italia è che Dio protegga il popolo Italiano