"Boeing, prove manomesse". Ma l'ispezione smentisce Kiev

L'Ucraina attacca i ribelli filo-russi: sciacallaggio sul disastro. Gli osservatori Osce entrano nella zona e trovano tutto intatto

Medici e militari ricompongono quel che resta delle vittime dell'aereo malese abbattuto

Tante accuse, poche certezze e, soprattutto, nessuna verità. A tre giorni dall'abbattimento le indagini sullo schianto del Boeing 777 colpito da un missile intorno al villaggio di Torez, nei territori dell'Ucraina controllati dai ribelli filo russi, sono ad un punto morto. In compenso la triste desolata campagna dove 298 cadaveri smembrati si consumano accanto ai rottami bruciati e ai giocattoli degli 80 bambini morti nel disastro sembra diventata un banchetto per gli avvoltoi della propaganda e della disinformazione.

I primi a cercar di approfittarne sono i responsabili del governo ucraino. Complice anche una prima pagina del quotidiano inglese The Guardian Kiev accusa i ribelli di spostare cadaveri e rottami manomettendo le prove e facendo razzia di denaro, carte di credito e preziosi sparsi nell'immenso cimitero a cielo aperto. Accuse parzialmente smentite da Michael Bociurkiw, il portavoce della squadra di osservatori internazionali dell'Osce (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) che dopo esser stata, venerdì, allontanata e minacciata dai ribelli è riuscita, ieri, ad accedere al luogo del disastro. «In verità nessuno sembra avere il controllo della zona» spiega il portavoce che - pur lamentando limitazioni nei movimenti a causa del comportamento non proprio «disponibile» dei filo-russi - sottolinea come «da quelle parti regni il caos». Secondo Bociurkiw i rottami dell'aereo non sono stati toccati e nessuno dei corpi sembra esser stato spostato. «Non penso che la scena del crimine possa ancora dirsi compromessa, i corpi sono ancora lì. Non sono stati rimossi. Abbiamo anche parlato con alcuni volontari civili che ci hanno detto di aver soltanto segnato dove si trovano i cadaveri». In compenso il portavoce dell'Osce cita la presenza tra i relitti di borse di liquori acquistati al «duty free shop» rimaste miracolosamente intatte nonostante lo schianto. Un particolare che escluderebbe l'ipotesi della razzia visto la nota ed irresistibile attrazione dei ribelli filo russi per gli alcoolici.
E a smentire Kiev arriva anche una troupe della Cnn che smentisce, in un reportage dalla zona dello schianto, gli atti di sciacallaggio ai danni di bagagli e cadaveri. Alex Borodai, primo ministro dell'autoproclamata Repubblica di Donetsk, nega invece le accuse di Kiev secondo cui i suoi uomini avrebbero portato in un obitorio di Donetsk i cadaveri di almeno 38 vittime.

Anche le prove sulla responsabilità dei ribelli filo russi nell'abbattimento del Boeing 777 stentano per ora a trovare una conferma effettiva. L'ambasciatrice Samantha Fox, la valchiria degli interventi umanitari che spinse Obama a bombardare Gheddafi e premette per l'intervento in Siria, interviene dai banchi del Consiglio di Sicurezza dell'Onu ammonendo Mosca ed avvertendola di non alterare le prove. Dalla Casa Bianca il presidente Obama cita invece un indagine d'intelligence «preliminare» e accusa i russi di aver fornito ai ribelli l'addestramento e i dispositivi necessari per lanciare il missile assassino. Nonostante queste apparenti certezze Washington continua a non esibire alcuna prova concreta. Una circostanza alquanto strana visto che l'area dell'abbattimento era sicuramente sotto il controllo dagli aerei Awacs in volo sui cieli del Baltico e dei satelliti Cia pronti a raccogliere prove sul coinvolgimento russo nel conflitto. La latitanza dei satelliti statunitensi appare ancor più strana alla luce delle foto esibite ieri dal capo del controspionaggio ucraino Vitaly Nayda.

Nelle immagini si vedono tre sistemi anti aerei Buk 1, dello stesso tipo di quelli che avrebbero abbattuto il Boeing, muovere dalle aree ribelli verso il confine russo. Le foto scattate nella notte successiva alla tragedia proverebbero che i tre blindati sono stati fatti velocemente rientrare in Russia. Ma come mai i sistemi di osservazione satellitare americani studiati e progettati per individuare l'emergere di minacce impreviste su territori ostili non ne hanno segnalato l'arrivo? E come mai, ore dopo lo schianto, gli stessi satelliti americani non hanno colto i movimenti dei sistemi d'arma immortalati invece dall'intelligence ucraina? Stranezze che fanno pensare. E dubitare. Anche perché il primo caduto di ogni guerra è sempre la verità. E la tragedia del Boeing malese non sembra fare eccezione.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 20/07/2014 - 09:07

Un governo menzognero di banditi degni dei loro mandanti a Washington, Tel Aviv e Bruxelles

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 20/07/2014 - 09:11

Gli Europei vogliono davvero farsi trascinare dai criminali di New York nella guerra alla Russia? La terza guerra mondiale suicida per l'Europa?

archivic

Dom, 20/07/2014 - 09:40

Allora c'e speranza ancora per l'Europa e per tutto il mondo! Se non tutto giornalismo pro-americano veramente c'e speranza!!! Dai! fate sforzo! rompete questa macchina da guerra americana.

linoalo1

Dom, 20/07/2014 - 09:55

Con le tecnologie di oggi e con tutti i satelliti spia di cui siamo circondati,trovo sospetto questo rimpallo della responsibilità del disastro!Cosa si vuole nascondere?E' ovvio che,svelando adesso la verità,qualcuno perderebbe la faccia!Quindi,come con Ustica,aspettiamo una cinquantina d'anni prima di sapere la verità!Nel frattempo le acque si calmeranno ed il fatto passerà nel dimenticatoio!Lino.

churchillone

Dom, 20/07/2014 - 10:02

Da par mio, il fatto che le autorità dell'aviazione civile ucraina non avessero interdetto il sorvolo di una zona di guerra già teatro di abbattimenti non è una prova, ma già un solido indizio. Pensare male è peccato, diceva uno che ci capiva, ma si azzecca quasi sempre.

vince50_19

Dom, 20/07/2014 - 10:16

Vediamo se troveranno intatte anche le scatole nere dell'aereo.. Ecco, a proposito di questo episodio e di timori per un'escalation molto pericolosa (si sa che le banche guadagnano sempre da conflitti con i prestiti usurari che mettono in pratica ed aumentano la loro "governabilità del debito" tenendo per le palle governi di mezzo mondo e anche più di mezzo mondo), è bene ricordare quel che disse Einstein, in tema: «Non ho idea di quali armi serviranno per combattere la terza Guerra Mondiale, ma la quarta sarà combattuta coi bastoni e con le pietre.» ABBRONZATO, rifletti bene su questa terribile affermazione, rifletti molto bene prima di lanciarti in accuse che potrebbero rivelarsi estremamente azzardate e fuorvianti. Con una guerra, ancor più se mondiale, perdiamo tutti, proprio tutti.

archivic

Dom, 20/07/2014 - 10:37

Solo il fatto che i file di telefonate tra militari russi e ribelli che l'ucraina ha disposto ufficialmente come la prova di coinvolgimento di Russia e ribelli nel abbattimento del'aereo in realtà una falsificazione creata un giorno prima (il fatto svelato da diversi esperti nel mondo) ci dice chiaramente che non e' neanche un caso ma una operazione progettata. Questo mi spaventa per il livello d'ipocrisia nel mondo.

Kosimo

Dom, 20/07/2014 - 10:37

L'Europa risponde a “capitan america” con un film mozzafiato “l’impero s’è desto”, ambientato nel 2058.. il conflitto mondiale tra gli alleati (Usa, Gb, Canada e Australia) contro i confederati (Cina, India e l'Eurussia, il grande impero dove non tramonta mai il sole, che si estende dall'atlantico al pacifico, fondato dalle nuove generazioni dalle ceneri della vecchia unione europea che non seppe soddisfare le aspettative economiche e democratiche e dalla frammentazione territoriale della Russia). La guerra è scoppiata perché gli Usa dopo aver stabilito il controllo sulle risorse energetiche siberiane e del medioriente e quelle minerarie dell'Africa, vogliono accaparrarsi lo sfruttamento del sistema delle piogge monsoniche a ridosso dell'Himalaya che rappresenta ormai l'unica grande riserva di acqua potabile…... Fantascienza? non direi proprio, la globalizzazione sta portando inevitabilmente il mondo a spaccarsi in due, non più destra e sinistra, capitalisti e comunisti, occidente e oriente, ma in due grandi geosistemi economici.. da una parte gli Usa con i suoi alleati storici e dall'altra il B.R.I.C.S, è già realtà, e la conflittualità che regnerà sarà quella di accorpare sotto il proprio controllo regioni geograficamente strategiche o ricche di risorse e di doverle difendere, la corsa alle risorse è già iniziata. Ma mentre le grandi potenze Usa, Russia e Cina hanno ben definite le linee guida dei propri obiettivi strategici per i prossimi 200 anni, l’Europa non riesce nemmeno a definire la propria identità di nazione nonostante l’abbia avuta già in 500 anni di storia dell’impero romano. L’amicizia tra Stati si sa è ben diversa dall’amicizia tra individui, per quanto se ne dica non contano i sentimenti ma gli interessi, quindi il dilemma che riguarda l’amicizia tra Europa e Usa è: potrà mai prevalere la logica della condivisione delle risorse sulla logica dell’egoismo, all’interno di una coalizione se è strutturata in modo tale che abbia una sola testa e tanti capacchioni? Siamo sicuri che la politica di quelli che si definiscono tali europeisti è fare gli interessi degli europei e non degli americani? da come viene messa a cuccia la diplomazia europea da quella Usa nella crisi ucraina, seppur parte integrante del territorio continentale europeo.. incomincio ad avere dei dubbi. L’Europa dell’unione degli Stati, spoglio di costituzione di Stato unico e indivisibile e al momento senza neppure il preambolo di patria.. rifletta, in un mondo globalizzato, sul proprio ruolo di sudditanza agli Usa, grande consumatore di materie prime e risorse energetiche e proteso a direttorio unilaterale sull’economia e militare, dato le proprie ambizioni a diventare un superstato di 500 milioni di abitanti, più della stessa Usa, per cui è bene tenerlo sempre in mente che non possono mai esserci interessi condivisi tra super potenze, interessi reciproci si.. mai condivisi. Fermiamo la finta Europa degli stolti e degli spiati, altrimenti ne uscirà con la schiena rotta e diventerà un campo per i regolamenti di conti geostrategici (iniziati già, Balcani e Ucraina) tra le superpotenze del futuro a causa della propria posizione geografica affacciata sul mediterraneo, all’incrocio dei grandi continenti, e fondiamo una vera Europa Super Stato che ci renda orgogliosi di essere tali.. cittadini europei

magnum357

Dom, 20/07/2014 - 10:54

Andate cari ucraini e ispettori Osce a vedere i tracciati radar registrati dai satelliti e non avrete piu' dubbi.

churchillone

Dom, 20/07/2014 - 11:00

Quando la tragedia ucraina finirà ( e spero presto ) la cosiddetta Europa, se vuole essere un attore geopolitico con una chiara consapevolezza dei suoi interessi, dovrà chiedere conto all'alleato americano sul perchè fu fatta fallire la sua opera di mediazione di febbraio (intrapresa di concerto con la Russia), per una soluzione politica del conflitto tra il presidente (legittimo) Yanukovitch e l'opposizione di piazza. Tutto ciò che è successo in seguito, comprese le tragedie come questa, è frutto di quello scellerato "Fuck EU!".

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 20/07/2014 - 11:02

Ahi, ahi, ahi, le balle hanno le gambe corte. La CIA sarà già all'opera per far cadere la colpa sui filo russi.

GMfederal

Dom, 20/07/2014 - 13:07

Nessuno tocchi Vladmir! Unico possibile salvatore dell'occidente cristiano e liberale.

nonnoaldo

Dom, 20/07/2014 - 13:19

Tre considerazioni, la prima scherzosa, le altre meno. 1) la prima gallina che canta è quella che ha fatto l'uovo, ebbene, la prima gallina è stata ucraina. 2) Come dar credito senza remore a ciò che dicono gli americani? Non dimentichiamo le famose armi di distruzione di massa che l'Iraq avrebbe avuto nei propri arsenali e che, guarda caso, nessuno è riuscito a trovare. 3) E' certo che gli americani, con Awacs e satelliti, stanno monitorando anche i peli del naso dei filorussi, specie sul confine. Ebbene, come si può credere che non abbiano rilevato chi ha lanciato il missile, visto che si tratta di un sistema d'arma complesso, un radar particolare inquadra l'obiettivo e guida, con impulsi radio, il missile che, tra l'altro, non è un giocattolino. Delle due l'una, o sistemi americani sono ridicoli o è impossibile che non abbiano rilevato e tracciato il lancio.

actelios

Dom, 20/07/2014 - 13:53

Sono italiano, ma vivo e lavoro in ucraina, da anni. Rimango sbigottito dalla superficialità e dabbenaggine dei soliti commentatori anti USA ed Israle (io sono uomo di destra premetto) che velatamente danno ragione ai russi e filo-russi e non ad un popolo come quello ucraino che sta solo facendo una battaglia per la libertà. Questo paese era governato da un 'putiniano' di ferro, tale yanucovitch che ha lasciato l'ucraina indietro di 50 anni, con il suo sistema di corruzione a favore degli amici degli amici, spendendo soldi per i suoi affari e non per il popolo. Ste cose bisgona averle vissute e non scrivere minchiate come tanti fanno da casa in italia pro-putin. Putin, contro ogni norma di diritto internazionale che si rispetti , ha annesso una parte di territorio ucraino, senza averne alcun diritto, le puttanate del referendum lasciamole agli infantili che si sprecano in questi commenti. Nessuno può violare l'integrità di uno stato neache se in tale stato si sia verificato un putch.Studiate legge. Siamo d'accordo su questo? L'esercito ucraino ha tutti i sacrosanti diritti di difendere quello che è terriorio ucraino da una masnada di mercenari, ceceni, kazachi, russi e chi più ne ha più ne metta che sparano e combattono per denaro (chi combatte per l'idea è solo perchè sviato dalle balle galattiche dell'informazione russa). I filo russi hanno buttato giù quel aereo di linea come hanno buttato giù gli altri aerei ucraini giorni prima , perchè sono appoggiati e foraggiati da un putin che è come hitler, influenza l'opinione pubblica come goebbles fece ai suoi tempi con contro-informazione terribile e incredibile. abbiamo amici in russia che credono l'aereo sia stato abbattuto d un caccia ucraino (sono senza benzina o quasi) perchè confuso con l'aereo di putin che rientrava dal brasile. Ma ci rendiamo conto di come il popolino sia manovrabile e stupido? Non mettetevi al loro livello per favore, qui la gente è stufa di vivere nei villaggi come nell'800 per colpa di un'ligarchia sovietica che ancora stenta a morire. Amen.

gamma

Dom, 20/07/2014 - 14:03

Dopo tutto ciò che ha rivelato Assange, poi Snowden sulle porcherie fatte dai servizi americani, poi l'imbroglio dei gas nervini attribuiti ad Assad ma in effetti lanciati da qualcun altro, poi il"fuck EU" della vice di Kerry sulla pseudo rivolta ucraina, infine il pasticcio delle spiate Cia nei confronti della Merkel, obiettivamente è diventato molto difficile fidarsi di ciò che dicono le autorità e i servizi segreti americani.

Ritratto di davide1967

davide1967

Dom, 20/07/2014 - 15:19

ACTELIOS, sei una voce fuori dal coro! ma quante puttanate scrivi. Non pensare che tutti quelli che scrivono di Putin lo fanno dal divano di casa e non pensare che perchè sei in Ucraina hai in mano la verità. al contrario ti hanno farcito il cervello anche a te. La Crimea è sempre stata russa, popolata da Russi che chiaramente nel referendum dove si chiedeva loro di essere russi o di accettare di diventare schiavi dell america che con il solito trucchetto hanno rovesciato il governo eletto e dell associazione criminale denominata Unione Europea, ovviamente hanno fatto la scelta piu logica. putin ha fatto quel referendum democratico per far scegliere alla gente con chi stare, mentre a noi ci hanno imposto euro e ue e se vogliamo fare un referendum ci dicono di andare a cagare. anche per questo motivo il referendum troppo democratico di Putin da fastidio ai sionisti americani ed europei.....

L'Anonimo

Dom, 20/07/2014 - 16:24

@ actelios - Dom, 20/07/2014 - 13:53 - Se proprio vogliamo partire dalla dabbenaggine e superficialità, ben si potrebbe incominciare partendo dal Suo commento. Mi pare che lo Stato ucraino sia sovrano e indipendente e se proprio vuole parlare delle ingerenze straniere non dimentichi di citare quelle statunitensi a cominciare dalla cosiddetta rivoluzione arancione del 2004. Il Presidente Yanucovich è stato un eletto da regolari elezioni democratiche, riconosciute tali da tutti gli organismi internazionali oltre che dai governi. Sarebbe bastato andare ad elezioni (si era in tal senso anche raggiunto un accordo), anziché dare inizio ad una guerra civile, per verificare il grado di consenso tra la popolazione. Che Putin abbia violato le norme del diritto internazionale annettendo la Crimea, è tutto da dimostrare, tra le tante cose, per il precedente del Kosovo, per il fatto che la Crimea aveva lo status di repubblica autonoma e per il fatto che pur sussiste il principio della autodeterminazione dei popoli. I ribelli ucraini dell’Est sono mercenari? Questo lo dice Lei, ma si sa che tra le file dei governativi ucraini oltre alle bande neonaziste e nostalgiche di Bandera vi sono anche i famigerati contractor della statunitense Academi (già conosciuta come XE Services, Blackwater Worldwide, Blackwater USA). Mi complimento con Lei, che già sa con sicurezza chi ha abbattuto l’aereo di linea malesiano, e questo già la dice lunga sulla parzialità del Suo punto di vista. I cacciabombardieri ucraini sono senza benzina? Strano, perché continuano a volare e bombardare obiettivi civili con il placet di USA e UE, che tuttavia non riconobbero tale diritto, ad esempio, alla Serbia e perciò la bombardarono. Sì, concordo con Lei che il popolino sia manovrabile e ingenuo (a dire il vero Lei ha scritto stupido) ed infatti Lei ne è l’emblema, abbeverandosi acriticamente alla propaganda degli USA e dell’attuale governo illegittimo (visto come si sono svolte le elezioni) ucraino. Vogliamo citare le bugie USA delle armi di distruzione di massa in Iraq o dell’uso di gas da parte del governo siriano? L’Ucraina dovrebbe smetterla di accusare la Russia dei propri guai, dacché dalla caduta del muro è diventata una colonia statunitense, se la prenda piuttosto con il suo padrone a stelle e strisce. E così sia.

mauriziosorrentino

Dom, 20/07/2014 - 16:32

Benvenuto Micalessin a sostituire ,nel commentare l'Ucraina ,quel gran paragnosta di Biloslavo,che vedo relegato alla "sezione pubblicità" e continua con il suo spot"gli uomini neri" a cercare volontari da inviare in aiuto al governo fascista di Kiev! Quello che di Lei ho letto,compreso il presente articolo,ho sempre apprezzato e giudicato onesto e coraggioso (sempre mediamente politicamente scorretto). Sulla vicenda del Boeing,vedo moltissimi indizi che fanno pensare a un "sceneggiata"e mi concentrerei ,non tanto su di chi è la responsabilità,(che risolverei con un" qui prodest?") ma piuttosto ,partirei,da dei particolari che emergono da dei video "a fresco" di contadini ucraini,sul posto al momento dell'accaduto, che spontaneamente affermavano : 1-"I cadaveri non sono di prima freschezza"-tradotto letteralmente dal video-"e emanano il classico fetore dei morti da diversi giorni". 2-"molti cadaveri ,nonostante sbudellati,risultano privi di sangue e già sbiancati". 3-Erano presenti negli istanti precedenti lo schianto due Caccia (i ribelli non ne dispongono). 4-Hanno sentito diversi colpi di artiglieria e poi visto il Boing scendere in avvitamento(c'è anche il video)privo della coda e poi disfarsi e i cadaveri " piovevano". Aggiungerei che: 5-Sono state ritrovate molte sacche di sangue e medicinali (incoerenti con quel volo). 6-i passaporti esibiti erano miracolosamente come nuovi di zecca (mi ricordano i documenti di identità degli attentatori del 11 settembre 2001). 7-Sembra (da verificare) risultino,per le vittime ,dei profili Facebook fittizi tutti creati il 21 aprile 2014 e privi di contatti e o foto personali. 8-l'aereo si trovava completamente fuori dell'abituale corridoio di volo (questa modifica può essere fatta solo da Kiev). 9-Non abbiamo potuto vedere i parenti delle vittime ad Amsterdam perchè"nascosti e protetti dalla violenza dei giornalisti!"....guarda un pò! Eppure dovevano essere almeno 500 o 1000 persone(se ti muore un figlio o un fratello all'aereoporto ci và tutta la famiglia!) 10-Una nazione che condanna a morte Soros,e non riconosce Israele impedendo ogni commercio con esso, non la definirei filo-occidentale,quindi la coincidenza con la sparizione del volo di tre mesi fa la interpreterei una reiterazione di un attacco portato alla Malaysia. 11-la sigla dell'aereo precipitato in Ucraina differisce per una sola "D" da quello scomparso tre mesi fa,potrebbe essere una "Riapparizione"? Di casus belli procurati,e poi rivelatisi fabbricati a tavolino dagli USA se ne conoscono a decine(i più noti:Tonchino,Saddam,Assad,Gheddafi ecc),confido nella sua tenacia Micalessin(non ne vedo altri in giro come Lei) ma anche nell'onestà intellettuale di molti commentatori"dell'altra sponda" che reputo competenti come Raoul Pontalti ad esempio. M.S.

mauriziosorrentino

Dom, 20/07/2014 - 16:57

ottimo e abbondante Davide1967! M.S.

Massimo25

Dom, 20/07/2014 - 18:53

davide 1967 d'accordo con te.Actelios non pensi che la gente che scrive qui beva le storie che i ns.media passano...la gente ha una sua testa e oggi la comunicazione ti da tutte le possibilità di verifica. Anchio vivo in giro per il mondo per il mio lavoro,Russia e Ucraina compresa ma non per questo ho il verbo della verità..uso l'esperienza e la conoscenza delle cose. Non credo a quello che passano gli USA,tutto falsificato e costruito a tavolino..gli anni di crimini di guerra da loro perpetrati sono li a tetimoniarlo... La CNN,dico CNN,ha affermato che l'OSCE dopo delle difficoltà iniziali stà lavorando sul luogo del disastro,hanno inventato una intercettazione e falsificato il contenuto...chiedono alla Russia di collaborare...a fare cosa??? Cosa fanno gli USA,perché in Kiev comanda la CIA,per collaborare..accusano,imputano colpe agli altri..bene se hanno queste prove VERE mostratele,ci sono i satelliti,hanno gli AWACS che controllano il cielo 24 su 24...nie3nte,ma sanzioni,sanzioni,sanzioni..signori la Russia non é la Siria o l'Iraq stiamo attenti giocano veramente con il fuoco...... L'Europa poi chiedo scusa ma é semplicemente ridicola,non ha una sua posizione..niente di niente..siamo in mano al nulla.

actelios

Dom, 20/07/2014 - 20:17

L'ignoranza (nel senso di non conoscenza del tema di cui si parla perchè belli seduti a casa in italia - non in ucraina come il sottoscritto ) delle risposte avute si spiega da sola. Siete tutti d'accordo sul fatto che l'Ucraina è un servo USA ? Lo siete vero ? allora conettete il cervello e capirete che , ad oggi, se stragi non sono state ancora fatte dagli ucraini (incluse le pseudo accuse che dite sull'abattimento) è perchè sono GUIDATI DA CONSIGLIERI MILITARI AMERICANI !!c'è mezza Cia a kiev che non consentirebbero mai l'ucraina di suicidarsi politicamente ed internazionalmente abbattendo un aereo civile. Vi sbugiardate da soli. stati zitti è meglio ! ANCHE I russi hanno i satelliti, capre che non siete altro e potrebbero provare le prove se davvero le avessero ad inchiodare l'Ucraina. Se avessero immagini pronte a provare che l'aereo è stato abbattuto dagli ucraini avrebbero già fatto il giro del mondo !Mi fate un pò pena, sfogate il vostro livore anit-europeo (che condivido per la gestione da principianti dell'affare ucraino) dando ragione a putin. Forse tra di vi c'è qualche imprenditore della riviera che vive delle mance a suon di centinaia di euro dei russi in vacanza per scrivere tante idiozie. Sognate e continuate a scrivere cazzate, italioti ce ne sono tanti in giro. me ne sono accorto anche qui, ma grazie a dio tanti hanno ancora onore e palle.Biloslavo è uno di questi perchè lui non sta in poltrona a scrivere minchiate ma gira i fronti. buona serata

Massimo25

Dom, 20/07/2014 - 20:20

Ho ascoltato le notizie che i telegiornali Italiani danno e fanno vedere notizie che sono già state smontate ancora ieri.....sono comici

swiller

Dom, 20/07/2014 - 20:45

Ma chi pensate siano stati ucraini e americani.

buri

Lun, 21/07/2014 - 11:05

e questi sono per i quali ci facciamo abbindolare da Washington che fa di tuttp èrt tovimare i nostri affari con Mosca

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Lun, 21/07/2014 - 22:37

caro micalessin, scrive " irresistibile attrazione dei ribelli filo russi per gli alcoolici" mentre ovviamnete gli altri est ucraini, polacchi e mercenari americani sono notoriamnete astemi. non lo sapevo, grazie.