Pugno duro della Bulgaria: "Subito rimpatri per i migranti violenti"

La scelta del governo dopo la guerriglia nel campo dii Hamanli, a ridosso del confine con la Turchia: "Inizieremo già a dicembre. Ci autorizza l'accordo tra Ue e Afghanistan".

Dopo l’impiego dei reparti antisommossa per sedare la rivolta esplosa nel campo di accoglienza, adesso il governo della Bulgaria sta organizzando l'espulsione dei richiedenti asilo protagonisti degli scontri con la polizia. La protesta, degenerata in violenti scontri tra rifugiati e poliziotti, è divampata nella tarda serata di giovedì, nella più grande delle strutture d’accoglienza del Paese, nel centro di Harmanli, città di poco più di 30mila abitanti vicina al confine con la Turchia di Erdogan e che ospita circa 3mila richiedenti asilo.

La rivolta degli immigrati, che secondo le forze dell’ordine risulterebbero provenienti per la maggior parte dall’Afghanistan, è stata domata non senza fatica e difficoltà dalla polizia bulgara. La rabbia dei richiedenti asilo sarebbe esplosa a causa dell’allarme sanitario che aveva costretto le autorità di Sofia a disporre un provvedimento di quarantena nei confronti dei migranti. Isolati dalle rotte del centro del Paese e dell’Europa, i rifugiati hanno inscenato una protesta che s’è trasformata in una vera e propria rivolta sedata con gli idranti dai poliziotti, tra le cui fila si sono contanti, alla fine degli scontri, ventiquattro feriti a fronte dei tre immigrati che hanno dovuto far ricorso alle cure mediche.

Dopo la guerriglia di Harmanli, però, succede che il primo ministro bulgaro ha deciso di gestire la vicenda con il pugno di ferro. Il campo sarà smantellato e le persone coinvolte negli scontri saranno rimpatriate nei rispettivi Paesi di origine. Come riporta l’Express on line, il primo ministro Boiko Borisov, che ha dovuto annullare la visita istituzionale in Ungheria, è furioso: “In base all’accordo tra Unione Europea e Afghanistan, noi abbiamo chiesto di iniziare a estradare queste persone già a partire dall’inizio di dicembre. Gli altri invece saranno trasferiti in campi chiusi, senza comunicazioni di sorta con l’esterno”.

Commenti

ziobeppe1951

Sab, 26/11/2016 - 14:08

Per quanto riguarda civiltà e democrazia, dobbiamo imparare dagli ex kkkomunisti....EX appunto

Una-mattina-mi-...

Sab, 26/11/2016 - 14:40

OTTIMO ESEMPIO DA SEGUIRE IMMEDIATAMENTE

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 26/11/2016 - 14:41

@ziobeppe.....proprio cosi',solo chi ha provato davvero il komunismo,non torna piu' indietro. Solo i beoti nostrani lo vogliono e...lo omaggiano pure.

istituto

Sab, 26/11/2016 - 15:28

Siamo NOI gli unici NON NORMALI CHE LI ANDIAMO A PRENDERE IN LIBIA E DA MALTA(CHE NON LI VUOLE). PERCHÉ ABBIAMO LA SINISTRA ABUSIVA DA TRE GOVERNI. Mandiamoli a casa votando NO in massa al REFERENDUM e poi andiamo a VINCERE alle elezioni votando CENTRODESTRA IN MASSA. ELIMINIAMO questo CANCRO ROSSO che sta distruggendo l'Italia.

gigetto50

Sab, 26/11/2016 - 15:53

...la differenza é che qua NON si vuole rimpatriare...nemmeno nei casi in cui veramente si potrebbe...fa comodo al business di tanti....

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 26/11/2016 - 16:11

Mi sarebbe piaciuto li rimpatriamo tutti......

Fjr

Sab, 26/11/2016 - 16:22

Solo la Bulgaria?e tutti gli altri, Uganda Nigeria Marocco, Algeria etc etc

Cheyenne

Sab, 26/11/2016 - 17:34

PAESI SERI

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Sab, 26/11/2016 - 17:42

E' il minimo....

WSINGSING

Sab, 26/11/2016 - 18:15

Occorre leggere bene: la Bulgaria non esplellerà i violenti. Indicherà loro la via dell'Italia

antonio54

Sab, 26/11/2016 - 18:16

E' un piacere avere politici di questo calibro, si vede che non sono smidollati come gli italiani. Visto che i signori clandestini non vogliono vivere secondo le regole di convivenza civile, bisogna farglielo capire intervenendo senza esitazione. Bene fanno i bulgari ad espellerli tutti. Il detto cinese non sbaglia mai, ed è sempre attuale: ""punirne uno per addestrarne cento"". Vedrà che gli altri, si metteranno subito in riga senza tante storie. Questa è la migliore cura, al momento non se ne conoscano altre...

Ritratto di Shard

Shard

Sab, 26/11/2016 - 19:33

Rispediteli TUTTI a casa, prima o poi creeranno grossi e irrisolvibili problemi!

@ollel63

Sab, 26/11/2016 - 19:47

loro non si preoccupano affatto: presto approderanno in Italia. Qui ogni delinquente è ben accolto e protetto da magistrati e sinistri.

Tarantasio

Sab, 26/11/2016 - 20:14

vedo che quando si hanno le idee chiare si può fare tutto e in fretta, in Austria come in Polonia e in Ungheria e adesso in Bulgaria, qui solo chiacchiere, un referendum inventato di sana pianta tanto per parlar d'altro e non affrontare la situazione e dopo il balletto delle cifre per almeno un annetto, fino allo sfinimento.... trallallero trallallà

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 26/11/2016 - 20:33

ma come mai loro riescono a rispedirli indietro e noi invece ci raccontano che ci vogliono gli accordi bilaterali? Ma che accordi bilaterali, sono cittadini dei loro Paesi e quindi che vogliono, prendi una grossa nave gli dai dell'acqua con dentro dei calmanti, tanti, e li sbarchi in Libia con al seguito un esercito eppoi che si aggiustino.

maurizio50

Sab, 26/11/2016 - 20:41

Non c'è dubbio. I governanti più idioti al mondo sono quelli Italiani!!!

edo1969

Sab, 26/11/2016 - 21:22

già che ci sono perchè non si riprendono pure tutti i bulgari che delinquono in italia?

lambi65

Sab, 26/11/2016 - 22:02

Ecco chi ha a cuore la sicurezza e la stabilità del proprio Paese. L'opposto che in Italia.

esulifiscali

Dom, 27/11/2016 - 01:02

Questa è la normalità, in Italia diventa una notizia....fa riflettere in che stato è questo paese

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 27/11/2016 - 01:12

edo1969 21:22 – La Bulgaria non avrebbe problemi a riprendersi i criminali che delinquono in Italia (e rivalutarli nelle bulgare galere) se solo l'Italia glieli recapitasse. Ma siccome abbiamo un serafico Angiolino, un originale Fonzie e delle insipide Boldrine, tutto ciò non avviene. Ah, dimenticavo, tutti ma proprio tutti i PiDioti affiancati dall'insulso Librandi & Affini, ripetono ogni santo giorno che è difficile fare accordi con i governi per i rimpatri. Se per loro è veramente così difficile, che si tolgano dalle sfere e vadano a raccogliere pomodori.

georgi

Dom, 27/11/2016 - 01:17

@edo1969 beh questo però lo stanno dicendo anche svizzeri,tedeschi..sulle mafie italiane,che operano nei territori appena citati, e non solo !

Pensobene

Dom, 27/11/2016 - 06:19

Chissà se dopo il 4 dicembre anche da noi le cose cambieranno!

mila

Dom, 27/11/2016 - 07:29

D'accordo, i governanti bulgari sono migliori di quelli italiani (non e' molto difficile), pero' vedo che anche loro hanno bisogno di accordi UE per fare delle vere espulsioni.

nomen-omen

Dom, 27/11/2016 - 09:29

Semplice buon senso. Non si può tollerare chi appena sbarcato già comincia a lanciare pietre contro i carabinieri o a bruciare il proprio centro di accoglienza.Bisogna rimpatriare in massa i clandestini, a cominciare da chi delinque.

edo1969

Dom, 27/11/2016 - 15:23

georgi 01:17 sì, e allora? l'argomento "ma anche noi italiani siamo sempre stati emigrati" "ma la mafia italiana", "ma al capone" non l'ho mai capito: che vuol dire? devo tollerare i delinquenti stranieri oggi in Italia perchè qualcuno "italiano come me" altrove e magari in un'altra epoca era mafioso? che senso ha? se uno delinque va messo al muro, italiano, bulgaro, cinese o marziano