"Camminavamo sui corpi, ha urlato Allah Akbar". A Istanbul 39 morti

Molti i morti nell'attacco al club sul Bosforo. A Istanbul il sangue scorre di nuovo

Sono testimonianze tremende quelle raccolte dalla stampa turca, che parlano di un'altra notte di sangue, questa volta in un club frequentato dalla ricca borghesia secolare, il Reina di Ortakoy.

Trentanove, secondo l'ultimo bilancio le persone che hanno perso la vita nell'ennesimo attacco a Istanbul, tra le quali ventiquattro stranieri e a cui si devono aggiungere 65 feriti. Numeri che potrebbero crescere, perché alcuni tra quelli che sono rimasti coinvolti nella sparatoria sono ora in condizioni gravi.

"Forse i morti sono più di quanti non si sappiano - dice alla France Press Sefa Boydaş, calciatore professionista del Beylerbeyi di Istanbul, che ieri si trovava al Reina -. Mentre camminavo, la gente calpestava i corpi".

Parole che descrivono la scena di caos scatenatasi quando un uomo è entrato nel club in riva al Bosforo, vicino al Ponte dei martiri, iniziando a scaricare i caricatori di un kalashnikov sulla folla. Secondo diversi testimoni, inoltre, prima di sparare l'attentatore avrebbe urlato "Allah Akbar".

Dura sette minuti il massacro, dall'1.15 all'1.22, poi l'aggressore si dà alla fuga e fa perdere le sue tracce, lasciando un'arma, che sarà poi ritrovata.

Poche le notizie che arrivano al momento da Istanbul, dove già da ieri è stato imposto il silenzio stampa, ormai una consuetudine nel Paese dove i momenti drammatici si susseguono ormai da mesi.

"Siamo consapevoli del fatto che questi attacchi scatenati da diverse organizzazioni terroristiche contro i nostri cittadini non sono indipendenti dai fatti nella nostra regione - ha detto in una nota ufficiale questa mattina il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan -. Siamo determinati a distruggere le minacce alla radice".

Ancora ignoto il gruppo responsabile dell'attacco. Secondo il governo turco è presto per fare un nome ma i sospetti, per le modalità dell'attacco puntano tutti in direzione del sedicente Stato islamico.

Commenti

antipifferaio

Dom, 01/01/2017 - 15:03

Ancora non odo prediche pontificie a continuare con l'integrazione...attendo con trepidazione!

Ritratto di SAXO

SAXO

Dom, 01/01/2017 - 15:33

Avvertimento mafioso del regime mondialista,quello della cupola dei poteri oscuri del nuovo ordine mondiale ,dovuti a drastici cambiamenti energetici e geopolitici nel Mondo , e alle nuove allenza di partenariato commerciale tra la Turchia di Erdogan e il loro nemico mortale, LA RUSSIA DI PUTIN!

Klotz1960

Dom, 01/01/2017 - 16:29

Vergognatevi per il titolo, siete proprio meschini

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 01/01/2017 - 16:46

E' l'evoluzione dei miracoli. Gesù camminava sulle acque, questi camminavano sui corpi.

Lugar

Dom, 01/01/2017 - 17:45

E' vero che non si debba fare di tutta l'erba un fascio, ma anche vero che più aumenta la percentuale di islamici e più aumenta il pericolo di attentati. L' islam a mio avviso si deve far carico di questa pericolosa minoranza e eliminarla al più presto possibile.

giginonapoli

Dom, 01/01/2017 - 18:24

Ma questo Allah e`sempre al Bar?

mifra77

Dom, 01/01/2017 - 18:49

E mentre i terroristi islamici stanno massacrando poveri innocenti in nome di Allah "il grande per eccellenza", in quel di Ravenna, il vescovo Cattolico, accompagnato da clero e numerosi fedeli, vanno in pellegrinaggio alla moschea cittadina, come se quel Dio grande che arma le mani di spietati assassini, possa essere lo stesso Dio Misericordioso e Padre che viene venerato dalla chiesa cattolica. Un gemellaggio per la pace che non trova un riscontro pratico, visto che da questa Moschea sono passati molti solerti attentatori che sparano e uccidono senza peraltro sapere su chi sparano. E monsignore ci invita a porgere l'altra guancia!

baronemanfredri...

Dom, 01/01/2017 - 18:57

ORA CHE DICE DON SCOLA DI MILANO, OPPURE QUELLO CHE E' ANDATO AD INGINOCCHIARSI DAVANTI AI CULI IN ARIA ASSASSINI CHE PERFINO HA VIETATO PREGHIERE DI NATALE CRISTIANE? DELLE PAROLE IDIOTE E RIPETITIVE DI DON FRANCISCO NE ABBIAMO ABBASTANZA. PAROLA DI CATTOLICO

roberto zanella

Dom, 01/01/2017 - 19:05

ho appena visto le foto dei killer ...è meglio che Salvini si tagli quella barbetta da islamico perchè sembra il sosia di uno dei tre

dakia

Dom, 01/01/2017 - 19:21

Tutto ciò come solito è orrendo e brutale però che non si racconti che con gli accordi presi tra Mosca e Turchia,gli omicidi recenti a berlino, tutte le capitali all'erta con mille di soldati in tenuta antisommossa anche per fatti di sangue non distanti,può entrare deliberatamente un tizio o più armato/i in una capitale varcare la soglia di un luogo fra l'altro esclusivo e fare un'ennesima carneficina? a questo punto non credo neppure all'organizzazione terroristica, qui i fatti saranno differenti e se non c'era un ingresso serrato data l'ora un cxxxxxo o due spalloni davanti a essa dovevano esserci a fermare chi entrava. No le cose si fanno sempre più strane oltre a complesse.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 01/01/2017 - 19:35

Sette minuti in cui un criminale svolge il suo lavoro sono una eternità per chi sa che rischia di essere preso. Possibile che non ci sia stato più di un poliziotto almeno nei paraggi ... chissà che sia stata l'epidemia come ai vigili di Roma colpiti guarda caso all'ultimo giorno dell'anno ... misteri orientali.

MgK457

Dom, 01/01/2017 - 19:36

La vera colpa? maometto, il corano e l'islam. E i nostri preti ci fanno l'ecumenismo con questi qua, si si, finchè non ammazzeranno anche in Piazza San Pietro un giorno, poi vediamo che scusa trovano per parlare e difendere ancora il lupo maomettano.

soldellavvenire

Dom, 01/01/2017 - 19:37

il puntatore prima di sganciare l'atomica su Hiroshima si è fatto il segno della croce: dio è molto più potente di allá

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 01/01/2017 - 19:37

MANNAGGIA! QUANDO SUCCEDE QUALCOSA DI IMPORTANTE QUELLO È SEMPRE AL BAR.

soldellavvenire

Dom, 01/01/2017 - 19:46

ha pensato "dio è grande", ad Hiroshima i morti furono centomila

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 01/01/2017 - 19:49

erdogan prima ne devi parlare con lasboldrina, sono sue risorse

Linucs

Dom, 01/01/2017 - 20:21

Problema anche razziale, basta guardarli in faccia.

Ritratto di italiota

italiota

Dom, 01/01/2017 - 20:59

io dico, ma se ALLAH E' sempre AL-BAR a bere, perchè non ci vanno anche loro, a riempirsi di alcool, anzichè prendersela con gli innocenti ?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 01/01/2017 - 22:18

SI GRIDI ANCHE JESUS AKBAR MANDATE VIA QUESTI SATANISTI MANIPOLATI DAI MASSONI DEL NUOVO ORDINE MONDIALE CHE NE SFRUTTANO LA LORO IGNORANZA E POVERTA'

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 01/01/2017 - 22:55

Poi c'è ancora qualcuno che qui ha il coraggio di scrivere che il Nicaragua è un paese pericoloso!!!! AMEN, Ieri notte abbiamo mangiato cantato e ballato senza problemi.

Klotz1960

Dom, 01/01/2017 - 23:00

Ah, ha urlato Allah akbar? Che importante! Grazie!

stefano.colussi

Lun, 02/01/2017 - 03:37

allah uakbar ?? quando uno spara nel mucchio e uccide 39 uomini (uno più o meno) .. mussulmani o cristiani o cattolici che siano poco importa .. può urlare ciò che vuole : la sostanza non cambia. E' un criminale .. Punto .. colussi, cervignano del friuli, udine, italy .. PS in questa storia drammatica c'è tanta puzza di bruciato !!