Cappuccetto rosso nel bosco con il fucile. Polemica negli Usa

La potente lobby americana delle armi, Nra, fa riscrivere i grandi classici per i bambini in "chiave armata"

Cappuccetto Rosso cammina per il bosco con il suo cestino di vimini dirigendosi verso la casetta della nonna. Visto che non vuole correre rischi ha con sé un bel fucile. Hänsel e Gretel, due bambini figli di un povero taglialegna, vengono abbandonati nel bosco dal padre e dalla matrigna. Trovano una casetta fatta di dolci e, colmi di felicità, si mettono a mangiare. La vecchietta che vive nella casa si offre di dare loro ospitalità. In realtà li fa prigionieri, perché li vuole mangiare, dopo averli cotti in un pentolone. Per fortuna i fratellini, armati di revolver, fanno fuori la vecchia strega.

Che strane storie sono mai queste? Si tratta di grandi fiabe per bambini rivisitate in chiave "armata". A promuovere l'operazione è la Nation Rifle Association (Nra), la potente lobby americana delle armi che conta 4 milioni e mezzo di iscritti. L'obiettivo è far vedere che non c'è nulla di strano nel possedere armi. E cosa c'è di meglio nel diffondere questa idea a partire dai bambini?

Si tratta di una vera e propria operazione culturale, quella messa in atto dalla Nra. Simile, per certi versi, a quella delle associazioni pro gender, che accostano la famiglia naturale a quella multicolor. L'autrice che ha iniziato a scrivere queste rivisitazioni è Amelia Hamilton. Come scrive il Washington Post l'iniziativa ha subito mandato su tutte le furie le associazioni che si battono contro le armi. Parte la controffensiva, a suon di articoli e di post, più o meno violenti, sui social network. Alla fine finisce tutto in politica. Come sempre. Con i sostenitori di Donald Trump (ma anche di Ted Cruz) che dicono di apprezzare le fiabe riscritte con le armi, e quelli della Clinton che si dicono sdegnati. Alla fine tutto passerà, comprese queste polemiche. Anzi, ne nasceranno di nuove.

Commenti
Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Sab, 26/03/2016 - 16:35

Queste favole andavano fatte leggere ai nostri magistrati quando erano piccoli, così avrebbero capito cosa significa "legittima difesa"

Fire_3

Sab, 26/03/2016 - 17:11

L'ossessione americana per le e armi è incomprensibile, io sono per il dialogo, anche con i delinquenti, si ottiene molto di più ragionando con toni pacati e parole gentili che sparando all'impazzata, anche se impugnare amichevolmente una grossa pistola può essere di aiuto... Buona moderazione Fire

agosvac

Sab, 26/03/2016 - 17:41

Egregio fire3, non c'è ombra di dubbio che l'urso delle armi, anche per difesa personale , andrebbe strettamente controllato per evitare che tali armi vadano in mano a folli. Il caso degli Stati Uniti è del tutto particolare. Loro la guerra d'indipendenza non l'hanno vinta con un esercito ma con cittadini che usavano le armi per andare a caccia di selvaggina o per difendersi dagli indiani, a volte, purtroppo, solo per sterminarli ed impossessarsi del loro territorio. Ma il concetto, sancito addirittura nella Costituzione americana, fu quello che ogni americano doveva potere avere un arma. Ovviamente oggi le cose sono diverse, oggi gli Usa hanno un esercito ed una polizia ben armati quindi il cittadino non "dovrebbe" avere bisogno di armi personali. Però questo "diritto" è rimasto impresso nella memoria e nell'immaginario collettivo. Il vero problema è che non ci siano adeguati controlli nell'acquisto delle armi.

Fire_3

Sab, 26/03/2016 - 18:07

Io rimango contrarissimo all'uso delle armi,ma non alla loro detenzione, nel caso di una rapina in casa per esempio non sparerei mai al ladro, al più userei la pistola come uno spazzolino da denti, per massaggiargli le gengive... Buon massaggio Fire

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 26/03/2016 - 18:11

agosvac - Mentre gli americani cacciavano selvaggina, sterminavano indiani e trafficavano in schiavi, in Europa si disquisiva sulla moralita` o meno della pena di morte e su altri dilemmi morali e filosofici. Il gap culturale arriva da molto lontano. Donald Trump ha detto ieri (intervista con Piers Morgan) che "le armi in se non sono pericolose, sono le persone che tirano il grilletto, non viceversa, pero` purtroppo ci sono troppi squilibrati mentali in America che dovrebbero essere in case di cura, e invece sono fuori, ed e` solo per questo che muore tanta gente causa piombo" (sic!) .

uberalles

Sab, 26/03/2016 - 18:31

Dopo Hansel & Gretel arrivano Heckler & Koch, niente paura: è un segno dei tempi

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 26/03/2016 - 20:38

OBAMA, IL BURATTINO E' COSTRETTO A FAR DEPORRE LE ARMI AL POPOLO IN QUANTO POTREBBE REAGIRE QUANDO CAPIRA' DI ESSERE SCHIAVO DEL NUOVO ORDINE MONDIALE ED ESSENDO ARMATO E' PERICOLOSO. SI PARLA E DISCUTE SU OGNI COSA MA MAI SULLA MASSONERIA, POTERI FORTI, TRILATERALE E CHI E DOVE VENGONO PRODOTTE LE ARMI. QUANTI DI VOI SANNO DOVE'E' LA BERETTA FABBRICA DI ARMI ITALIANA ? QUANTI OPERAI LAVORANO, IL FATTURATO E COSA E PER CHI PRODUCE ? SOLO UN ESEMPIO DI COME I MEDIA VI NASCONDONO E NON VI INFORMANO SU COSE MOLTO IMPORTANTI.

Una-mattina-mi-...

Sab, 26/03/2016 - 21:36

FAVOLA 2020- Cappuccetto rosso diventerà amante di Gretel, Hansel si metterà con quella vecchia lesbica della strega, dopo aver cambiato sesso e aver fatto outing. Gelosie interne e difficoltà nello spartirsi la casa di marzapane e le pantofole fatte con la pelle del lupo, porteranno ad un duello in diretta TV su sky con l'adozione delle più moderne armi. Per chi acquista durante la trasmissione sconto del 20% e in omaggio un Taser...

forbot

Sab, 26/03/2016 - 21:39

Gentili Signori, il problema non è avere un arma o non averla. Il vero problema è sapere in mano a chi viene data l'arma. Prima di tutto una accurata ricerca della psiche e nel fisico del soggetto richiedente il porto d'armi. Controllo dei suoi precedenti e quelli della famiglia dal quale proviene. Conoscere bene l'uso delle armi e le condizioni ammesse per adoperarle.! Poi la difesa personale e quella dei propri beni e dei familiari nella proprietà privata è un diritto il quale non può essere negato ad un cittadino. Se nò cosè? Una dittatura ?

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Sab, 26/03/2016 - 21:44

I cittadini sani di mente e incensurati devono, se vogliono, poter portare un'arma per difesa personale, perché i delinquenti le armi le portano comunque, con o senza permesso.

alox

Sab, 26/03/2016 - 22:34

@agosvac sono d'accordo che i tempi sono cambiati (non c'e' dubbio che un cittadino non possa far fronte alla propria nazione e tralaltro la piu' potete) ma il senso figuarativo del secondo amendamento e' quello di dare al cittadino il diritto e possibilita' creare una milizia e di difendersi da un eventuale governo tiranno: quando si giura fedelta' alla bandiera, alla costituzione la si deve difendere da eventuali nemici esterni ed interni (pensa alla lungimiranza dei fondatori: non considerano il Governo infallibile ed un Dio in terra)! Detto questo: Abraham Lincoln may have freed all men but samuel colt made them all equal:-).

ziobeppe1951

Sab, 26/03/2016 - 23:33

Pravda99...e tu pensa che in Italia come in Europa è vietato detenere armi però ci sono troppi squilibrati mentali anche d'importazione che dovrebbero essere nei manicomi ed invece sono fuori ed è per questo che muore tanta gente causa piombo (sic)

acam

Sab, 26/03/2016 - 23:35

idee con i bambini queste che fanno ribrezzo come quelli recenti degli spagnoli, cosa val l'organizzazione mondiale dell'infanzia o stanno li solo per i lauti stipendi?

roseg

Sab, 26/03/2016 - 23:41

pravda99 così per la cronaca i cosidetti che cacciavano sterminavano e trafficavano...mi sai dire da dove provenivano??? Per caso non erano gli stessi europei così democratici che tu hai descritto. STUPIDOTT!!!

Silvio B Parodi

Dom, 27/03/2016 - 05:13

avete tutti ragione solo che I delinquenti sono tutti armati noi no la polizia se spara vanno in prigione, quindi?????? buona pasqua.,

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 27/03/2016 - 11:05

Non mi preoccupo. Tra un po dovremo essere tutti armati. Il nostro futuro non lo vedo bene.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 27/03/2016 - 12:10

roseg - Scusi, perche' insulta? l'ho per caso offesa? Non sa discorrere e rispondere alle opinioni altrui da persona educata e matura? Ha problemi personali tanto gravi da trovare gratificazione nell'insulto gratuito protetto dall'anonimato? Comunque le rispondo, cosi` almeno impara qualcosa: L'America e` una democrazia giovane, anzi adolescenziale, avranno fatto passi da gigante in molti campi, ma non in democrazia, non per niente in USA vota solo la meta` degli aventi diritto, c'era ancora l'apartheid legalizzata sino agli anni 50-60, c'e` la pena di morte come nelle peggiori dittature mondiali, e guardacaso si muore per armi da fuoco tanto quanto in incidenti stradali (oltre 30mila ogni anno...si rende conto)? Quindi c'e` forse un legame logico tra la storia del Paese e cio` che succede e perche', non trova? E se gli Europei hanno creato gli USA, forse erano quella fetta fuoriuscita meno "preparata".

pinolino

Dom, 27/03/2016 - 12:13

1. In molti stati i controlli che fanno per vendere un'arma sono più blandi di quelli che si fanno in Italia per assumere un bidello in una scuola. 2. Tra le armi in libera vendita ci sono vere armi da guerra (fucili d'assalto) a cui è stata semplicemente tolta la raffica e talvolta ridotto il calibro delle munizioni. Il principio del secondo emendamento l'ha spiegato benissimo alox, siccome il diritto a portare armi è funzionale alla ribellione contro un eventuale governo tiranno, è facile comprendere come per un governo sia anche legalmente complicato introdurre delle severe limitazioni. Detto questo trovo azzeccatissimo l'accostamento che viene fatto con la propaganda pro gender, in entrambi i casi si tratta di diritti e desideri individuali che vengono esasperati fregandosene del prossimo o del bene comune.

alox

Dom, 27/03/2016 - 14:38

Pravada99; condivido sul fatto di non offendersi, ma quello che scrive non e’ corretto! Gli USA sono una Democrazia nata prima di quella Italiana; la loro costituzione (by,for e to the people) fu’ scritta nel 1787; la nostra nel 1947 nata dopo il periodo fascista; prima ancora avavamo la Monarchia: come tanti altri Paesi Europei! Gli USA Paese per definizione di immigranti, con tutti i difetti, sono stati il rifugio (e lo sono ancora) di persone perseguitate per motivi religiosi, politici e per la ricerca di un futuro migliore.