Regeni, la madre: "Sul viso di Giulio s'è riversato tutto il male del mondo"

La famiglia: "Era lì a fare ricerca, non in guerra. L'hanno torturato e ucciso"

"Verità per Giulio"; solo questo vogliono i genitori Paola e Claudio Regeni, che al Senato si presentano con la bandiera gialla creata appositamente da Amnesty International, con le parole di una campagna che chiede alle istituzioni italiane di non mollare e di continuare a pretendere dall'Egitto risposte a domande che da due mesi vengono poste.

Risposte che tardano ad arrivare e che sono avvolte in una fitta nebbia che al Cairo non sembra volersi diradare, nonostante le promesse fatte dal presidente Abdel Fattah Al-Sisi alla famiglia del giovane italiano ucciso, in un'intervista a Repubblica.

In sala Nassyria al Senato i genitori del giovane italiano, in Egitto per studiare e fare ricerca, sono accompagnati dagli avvocati Alessandra Ballerini e Gianluca Vitale e dal portavoce di Amnesty International, Riccardo Noury. Ricordano il dolore di vedere il volto devastato di Giulio, sottolineano che quello che è un unicum per l'Italia è la violenta normalità per decine e centinaia di famiglie in Egitto.

I dati parlano chiaro. Solo nel 2015 le ong egiziane hanno registrato 464 casi di sparizioni forzate, 676 casi di tortura. Quest'anno 88 persone sono state torturate nelle mani dello Stato, otto sono morte.

Non si tratta di "un caso isolato", ricorda la madre di Giulio, Paola, che rievoca il momento in cui con il marito ha dovuto riconoscere il cadavere del figlio, brutalmente torturato. Solo "la punta del naso" era riconoscibile. "Tutto il male del mondo si è riversato" sul volto del giovane italiano, in condizioni indicibili, tanto che dopo averne a lungo parlato i genitori e gli avvocati hanno deciso che no, le fotografie era meglio non mostrarle.

"Un'oltraggiosa messinscena", così avevano definito pochi giorni fa il tentativo della stampa egiziana di accusare la criminalità comune per la morte di Giulio. "Era il ragazzo più pulito del mondo", dice l'avvocato Ballerini. Era "un cittadino italiano, un cittadino del mondo", aggiunge la mamma. E soprattutto "Giulio non era andato in guerra. Era andato a fare ricerca e l'hanno torturato e ucciso".

La famiglia insiste nel ribadire che Giulio non aveva contatti con i servizi segreti. "È forse dall'antifascismo che noi in Italia non ci troviamo di fronte alla tortura", dice ancora la madre di Giulio Regeni. Una circostanza che non può essere dimenticata, quali che siano i rapporti esistenti tra Italia ed Egitto. Per questo Luigi Manconi, senatore del Partito democratico e presidente della Commissione per i diritti umani, chiede di pensare a richiamare l'ambasciatore in Egitto, per dare un segnale.

La prossima data da tenere a mente è quella del 5 aprile. Allora magistrati e inquirenti italiani ed egiziani si vedranno. E la famiglia Regeni chiede al governo di non stare a guardare. "Se sarà una giornata vuota, confidiamo in una risposta forte". Quella che finora è mancata.

@ACortellari

Annunci
Commenti

Vera_Destra

Mar, 29/03/2016 - 15:00

Repubblica titola "Giulio ha subito un trattamento nazi-fascista". Ovviamente, anche quando si parla di cose serie, il giornale della sinistra radical-chic non può fare a meno di dare etichette politiche che non c'entrano nulla con i fatti in questione. E poi, perché, i comunisti non torturavano come e peggio dei fascisti e dei nazisti?

gabryvi

Mar, 29/03/2016 - 15:11

Scusate, ma quanti casi irrisolti ci sono stati nella "democratica" Italia nel corso della sua breve storia? Vogliamo parlare di Ustica, ad esempio? Quindi, cosa ci possiamo aspettare da uno stato nella situazione di quello egiziano? Vogliamo parlare dell'India, Paese "democratico", che sono tre anni che ci tiene per le palle, per non fare un processo che la vedrebbe soccombere? Mi dispiace per il ragazzo, purtroppo si è trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato, ma non pretendiamo dall'Egitto quello che non sappiamo fare nemmeno noi con tutta la "democrazia" e tutti i mezzi che abbiamo!

agosvac

Mar, 29/03/2016 - 15:15

Capisco il dolore dei genitori di Regeni, chi perde un figlio non si chiede mai i motivi, solo soffre la perdita. Ma i genitori sanno cosa realmente faceva Regeni in Egitto??? Di sicuro non faceva ricerca scientifica, visto che non ce n'è traccia alcuna. Frequentava ambienti anti governativi, e questo invece si sa di certo. Ma che se ne stia facendo un caso nazionale, questa è un'assurdità. Non è che fosse in vacanza nel mar rosso, era al Cairo, in una città estremamente pericolosa. C'è andato di sua stessa volontà. Non vorrei essere mal giudicato, ma qualsiasi cosa gli sia successa se l'è cercata.

gian paolo cardelli

Mar, 29/03/2016 - 15:19

Posso solo ricordare quanto mi ha detto un amico che ha girato da solo l'Africa in lungo ed in largo: laggiù la vita umana vale ZERO, la delazione è all'ordine del giorno ed è proibito indagare su chi "comanda". Reggeni è andato a ficcare il naso in qualcosa che con la "ricerca" non c'entrava nulla e che i governanti egiziani ci tengono che rimanga di loro esclusiva competenza, e l'ha pagata: al più è stato ucciso per sbaglio. Temo di non essere andato troppo lontano dalla realtà.

antidoto

Mar, 29/03/2016 - 15:24

Con tutto il rispetto per Gulio, la famiglia, la fidanzata, la scienza e la ricerca, ma certi Paesi (soprattutto quelli islamici) vanno evitati come la peste! Bisogna lasciarli cuocere nella propria brodaglia! Se in millenni di storia certi popoli non sono riusciti a partorire un solo stato democratico, ma sostanzialmente solo dei regimi totalitari, una ragione ci sarà. Per il bene loro e del resto del mondo, certi equilibri è meglio non alterarli. R.I.P.

marygio

Mar, 29/03/2016 - 15:30

paese di santi poeti navigatori e....ricercatori.

Gaeta Agostino

Mar, 29/03/2016 - 15:34

Ed ecco svelato l'arcano. Il motivo per cui tutta la stampa e le TV di sinistra "vogliono a tutti i costi la loro verità". Manconi non si da pace fino a quando non diranno quello che vuole lui, non la verità, ma la versione dei fatti che più aggrada agli ambienti radicalchic di sinistra. Era una spia, niente di più e niente di meno. gli hanno riservato ciò che tutti i servizi di controspionaggio riservano alle spie nemiche quando li beccano. I servizi segreti torturano e a volte ammazzano, agiscono al di fuori della legge, altrimenti che servizi segreti sarebbero? Solo noi in Italia pretendiamo di regolarli con leggi e ci permettiamo di processarli come fossero comuni cittadini. Le spie non sono normali cittadini, ne se sono amici, ne se sono nemici e tra loro si ammazzano, non fanno processi.

Amazigh

Mar, 29/03/2016 - 15:35

Vi capisco, il messaggio é quello di non dimenticare e non fare dimenticare anche a quelli che non sanno ancora dove andare in vacanza. Tutto sommato condivido il ragionamento, teoricamente, becero. Almeno si minimizza la probabilità che certi orrori si ripetano (e penso soprattutto alla povera famiglia di Giulio).

roseg

Mar, 29/03/2016 - 15:41

Ma se Giulietto nostro se ne stava a casa sua????

dakia

Mar, 29/03/2016 - 15:48

dakia. Chedere verità è cosa essenziale, molto meno quando si comincia ad immischiarne una politica facendo riferimento ad epoche passate come si volesse intendere che i fascisti sono stati i giustizieri del mondo ed ora ciò che succede è per rendere loro il mal tolto, molto gravi certe affermazioni se non vogliamo confrontarle con le passate torture e stupri rossi, meglio un discorso sano rivolto all'accaduto e alle incompetenti personalità governative oramai compromesse di per sé e che non possono esigere nulla da nessun paese come per i marò, oppure per callipari dato agli usa come uno sbaglio di persona, ne uscirà un ennesimo deputato, il governo italiano è maestro in aggiustare le toppe in questo modo.

mauco

Mar, 29/03/2016 - 15:51

Intorno a questo caso vedo un sospetto e collimarsi di interessi:gli americani e gli inglesi che,a tutti i livelli, hanno prima di noi e con la grancassa dato la notizia,la stampa allineata nostrana e mondiale che non molla, tutto l'apparato del PD che fa roboanti proclami,dai Gentiloni ai Manconi di turno.L'obbiettivo è chiaramente mettere in difficoltà l'Egitto che,quando torturava con Morsi poteva fare con comodo.Arriva col 2016 la 2a primavera egiziana?Che poi gli egiziani facciano i loro giochi sporchi come tutti gli altri è un altro discorso ma tutta questa pietà sembra molto pelosa

canaletto

Mar, 29/03/2016 - 15:52

STESSA STRUMENTALIZZAZIONE FATTA PER GIULIANI. ADESSO NE ABBIAMO LE PALLE PIENE, STRACOLME. CI SONO COSE BEN PIU IMPORTANTI IN ITALIA DA VEDERE E NON UNO CHE VA ALL'ESTERO PER I FATTI SUOI. BASTA!!!!!!!!!

Ritratto di Aulin

Aulin

Mar, 29/03/2016 - 15:54

Probabilmente i suoi contatti con gli attivisti per i diritti dei lavoratori gli sono costati cari. Forse non era il momento migliore per trovarsi in un paese ancora con la giunta militare. Vero è che la vita di un italiano, per il governo in carica, non vale niente (come per molti governi precedenti). I due marò insegnano. Gli italiani purtroppo si meritano quello che hanno, perchè nessuno muove mai un dito per nessuno, tranne rarissimi casi.

Silvio B Parodi

Mar, 29/03/2016 - 15:55

e basta con questa storia!@@##$%^&*()_+ e' andato a cercarsi I guai in un paese dove uccidono per molto meno allora???? muoiono milioni di persone tutti I giorni.. cristiani specialmente e muoiono senza colpe, cosi!!! solo per essere cristiani o occidental!! e dopo due giorni cade tutto nel dimenticatoio, per questo povero illuso sono mesi che la menate!!!!! cosa volete fare ?? la guerra all'Egitto.?????

Ritratto di ALEX FORTY

ALEX FORTY

Mar, 29/03/2016 - 16:01

Con tutto il rispetto che posso provare per il dolore dei genitori (sicuri che non abbiano responsabilità nell'evoluzione politica del figlio ??), trovo alquanto sospetta questa insistenza nella ricerca della verità ( di chi ??), quasi gli stessi genitori e i politici (di sinistra) queste verità la conoscano molto bene !!!! Quel povero ragazzotto ""RICERCATORE"" cosa veramente cercava ??

dario348

Mar, 29/03/2016 - 16:10

Una domanda...Ma quanti casi Regeni ci sono stati? Per Regeni addirittura conferenza stampa a reti unificate (Sky,RAi e TGCOM24 in diretta ) in senato?? Come mai?..Addirittura si parla di un interessamento da parte degli USA. Per Sigg Failla e Piano uccisi in Libia qualche settimana fa? Qualche frasetta di circostanza e caso scomodo insabbiato in 48 ore. Dimostrazione di come una tessera PCI faccia la differenza anche da morti..

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 29/03/2016 - 16:10

@agosvac Mar, 29/03/2016 - 15:15: CONCORDO con il Suo pensiero. Rispetto per la perdita di un figlio ma adesso si sta esagerando. Non voglio pensare che in Egitto ci si scaglia contro il primo che passa ma sicuramente NON era li per la sola ricerca. A differenza dell'italia dove TUTTO è permesso in altri Paesi ci si entra in punta di piedi e si RISPETTANO le Leggi, usi e costumi. Troppa stampa in questo caso mentre, purtroppo, ci si dimentica di chi è MORTO per lavorare come i due Tecnici Italiani e, inevitabilmente, di due SERVITORI DELLO STATO ABBANDONATI in India.

hectorre

Mar, 29/03/2016 - 16:12

credo sia un obbligo dello stato pretendere spiegazioni sul come e il perché.....atteggiamento che dovrebbe essere tenuto nei confronti di qualsiasi italiano vittima di violenze in terre straniere e non solo per i sinistri caduti in disgrazia!!!!!!!!!!!

free62

Mar, 29/03/2016 - 16:13

Penso che quella controfigura che abbiamo come ministro degli esteri avrebbe potuto dedicarsi con più passione a farsi ridare quel figlio di tr..a di battisti dal brasile invece di perdere tempo con il cattocomunistello del momento, ma non vi ricordate le due idiote (simone) di questo stiamo parlando di gente che pensa di poter fare i propri comodi come nel paese di m..da dove sono nati

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 29/03/2016 - 16:13

Al Senato NON sono stati invitati i familiari dei due Tecnici Italiani morti in Siria ne i familiari dei due anziani pestati a morte in Sicilia per mano CLANDESTINA. Questa la dice lunga sulla DEMOCRAZIA in ITALIA!!

Massimo Bocci

Mar, 29/03/2016 - 16:14

Povero??? Evangelico Giulio, che pagato la per la sua ingenuità quando qualcuno lo ha assoldato a libro paga!! Per....ferma cosa???? Ricerche, di chi è di cosa, lui mandato allo sbaraglio in paesi appena devastati ( dalla primavera???) da chi lo pagava??? E per ricercare cosa ??? Trovare adepti per nuove criminali primavere Meticciate ??? Quale,quella dei fratelli mussulmani,dello sterminio libico e Siriani o quella delli golpe Ucraino, tutte ricerche stipendiate dai soliti sponsor dell'abbronzato meticcio, crandi misteri di ricercatore che non si capisce bene cosa andasse li ha ricercare, altri misteri dei regimi IVReich meticci???

fedeverità

Mar, 29/03/2016 - 16:18

Troviamo questi vigliacchi e SCANNIAMOLI!! E' STATO TRADITO!!!

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 29/03/2016 - 16:19

Chi ricerca la maniera di ficcarsi nei guai, prima o poi la trova. Ma chiedo per l'ennesima volta: perché Regeni è sempre in prima pagina, se ne parla in Senato, se ne occupa la diplomazia, il ministro degli esteri, il capo del governo, mentre degli altri quattro italiani, morti ammazzati di recente in Zimbabwe e Libia, non se ne occupa più nessuno? La domanda mi sembra lecita e meriterebbe una risposta. Ci sono morti di prima scelta, di seconda e di scarto? Ma il presidente della Commissione per i diritti umani è Luigi Manconi, quello che è cresciuto a pane e Marx, lotta di classe, “Fuori l’Italia dalla Nato”, “la proprietà è un furto”, quello che militava in Lotta continua? Quelli che hanno sulla coscienza la morte del commissario Calabresi, ammazzato dai brigatisti rossi? Quel Manconi? Allora siamo in buone mani.

cecco61

Mar, 29/03/2016 - 16:25

Mi associo a quanti mi hanno preceduto: studio e ricerca mal si accompagnano alla frequentazione di ambienti sindacali clandestini fomentati dall'integralismo religioso. Come se non bastasse, con tanto di pubblicazione di articoli di attacco ad un regime che, con ogni mezzo, sta cercando di riportare il Paese lontano da quelle idee che solo pochi giorni fa hanno mietuto vittime innocenti a Bruxelles. Quelle stesse idee che hanno ridotto in miseria milioni di persone venendo meno il turismo. I veri responsabili sono i professori che l'hanno indotto ad infiltrarsi in quegli ambienti dove la vita di un uomo vale meno di quella di un cammello. Si sta facendo un gran rumore per qualcuno che di fatto si accompagnava a dei "terroristi" (Fratelli musulmani) mentre si tace sui due ingegneri uccisi in Libia. La solita sinistra ipocrisia camuffata da giustizia.

lorenzovan

Mar, 29/03/2016 - 16:35

@vera destra..veramente l'ha detto la madre...l'ho sentita io in RaiNews 24...e per quanto io sappia i comunisti italiani hanno si fucilato i fascisti repubblichini...ma mai torturato...al contrario dei nazifascisti che delle torture avevano fatto il pane quotidiano...e questa e' storia condivisa...non facciamo gli acrobati sul pisello !!!!!

lorenzovan

Mar, 29/03/2016 - 16:39

mi divertono i commenti tipo "chi glielo ha fatto fare " sono i commenti dei pensionati pantofolai ormai senza scintilla di vita( e dubito l'abbiano mai avuta...)mi ricordano molto i commehti di mio padre..che quando ritornavo a casa dopo le manifestazioni contro l'invasione dell'Ungheria..e piu tardi contro il governo Tambroni...o contro la guerra del vietnam..a volte ben bastonato dai celerini di turno.. .sapeva solo dirmi...ma che te ne frega...pensa a guadagnare...

ullo

Mar, 29/03/2016 - 16:39

@vera destra. Il termine nazi_fascista è stato usato dalla madre in conferenza stampa. La stessa conferenza che tu non hai visto ma da vero_coglione commenti a sproposito.

flip

Mar, 29/03/2016 - 16:40

In Egitto ci è andato indubbiamente per un preciso scopo ed il suo interessamento e curiosità su una determinata condizione di vita gli è costato molto caro. I genitori credo sappiano il perché. Chi ha pagato il viaggio ed il soggiorno? Comunque l' ingenuo ragazzo è stato lasciato solo da chi lo ha probabilmente irretito. Non si và in una zona del mondo così pericolosa senza eventuali appoggi. Penso e sono convinto che Renzi e i suoi compagni di osteria siano al corrente di tutto. Ma stiano cercaqndo di salvarsi le chiappe.

moshe

Mar, 29/03/2016 - 16:43

Manconi (Pd): "Richiamare l'ambasciatore" ..... ..... ..... come è stato fatto per i MARO' ? ..... i soliti schifosi opportunisti komunisti !

hornblower

Mar, 29/03/2016 - 16:51

Grande mobilitazione per un ragazzo indottrinato, fin da piccolo, con faziosità politica e silenziatore per i due lavoratori italiani uccisi dal fuoco di uno degli autoproclamati governi libici. Il profilo basso, inizialmente adottato dal nostro Governo, ha fatto subito intuire che, nella brutta vicenda, siano probabilmente coinvolti i servizi. Viene il sospetto che il povero Giulio fosse un agente del Canvas:

Aleramo

Mar, 29/03/2016 - 16:51

Ho ascoltato per radio una parte dell'intervento della Sig.ra Regeni di fronte alla Commissione. Con tutto il rispetto, mi sembra che il dolore di una madre sia un'altra cosa rispetto alla performance della signora. Mi sembra di vedere ripetuta la storia di Carlo Giuliani, anche se Regeni non sembra essere stato un delinquente come l'altro.

caramella22

Mar, 29/03/2016 - 16:52

Una parola sola: VERGOGNA!! A tutti quelli che dicono che se l'è cercata. Allora se la sono cercata anche le ragazze di Colonia, se la cercano tutte le vittime di violenza. Mostruoso.

Dani55

Mar, 29/03/2016 - 16:57

Alcuni commenti mostrano scetticismo sull'attività di ricerca del Regeni, ma attenzione la ricerca scientifica non è prerogativa delle sole scienze "dure", anche nelle scienze umane si fa ricerca: in questo contesto chiunque si occupi di sociologia o economia può svolgere ricerche sulle cosiddette relazioni industriali, evidentemente a Cambridge erano interessati a questo argomento, altrimenti non avrebbero finanziato il ricercatore italiano. Quanto al nazifascismo il paragone è lecito, perché almeno in Italia quelle porcate sono state fatte in modo sistematico, organizzato, legittimato e incoraggiato dai massimi vertici politici, solo dai nazi-fascisti, (più dai primi che dai secondi a dire il vero).

tormalinaner

Mar, 29/03/2016 - 16:58

E' inutile che la madre pianga sul latte versato perchè se il figlio fosse stato meno "ideologico" e più intelligente avrebbe capito che interessarsi di fatti che non lo riguardavano era pericoloso. SE le andata a cercare poi fanno tutta questa pubblicità perchè di sinistra se era Critiano e magari pure legista non gli dara retta nessuno.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 29/03/2016 - 17:00

ma cosa si deve pensare? se fosse stato un omicidio di "stato" perchè "buttare" il corpo in strada e farlo trovare e riconoscerlo? e conseguentemente creare un ovvio caos diplomatico? sono così imbecilli i governanti egiziani? non credo, certo, poi il governo egiziano..non sa proprio come barcamenarsi e continua a fare capellate..ma se fosse soltanto qualche "zelante" funzionario non controllato responsabile dell'omicidio, perchè non isolarlo, dirlo e punirlo? rimane un caso veramente strambo.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 29/03/2016 - 17:04

Gaeta Agostino si ma non sarebbero tanto imbecilli da lasciare la "bava" della "lumaca" per poi farsi accusare da tutto il globo, a meno che non siano azioni di depistaggio verso il governo egiziano.

Dani55

Mar, 29/03/2016 - 17:05

Agostino Gaeta, c'è un piccolo problema in quello che dici, in primis l'Egitto dovrebbe essere un paese alleato, in secundis non è affatto scontato che i servizi segreti agiscano fuori da qualsiasi controllo, quando questo avvenisse, a quel punto anche le peggiori dietrologie sarebbero plausibili, come quella che dice che l'11 settembre è opera del Mossad

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 29/03/2016 - 17:08

vedremo presto la Sig Regeni in un banco del Senato..come la madre di Giuliani?..

Vera_Destra

Mar, 29/03/2016 - 17:16

@gr-ullo e lorenzovan. L'ha detto la madre? E allora? Anche la mamma può dire fesserie. La verità è che il nazifascismo - mi dispiace per voi e per Repubblica - non c'entra nulla con l'Egitto e con Regeni. Detto questo, tranquillizzatevi: i comunisti (anche italiani) hanno torturato e ucciso, esattamente come hanno torturato e ucciso i nazi-fascisti. Prima di andare a nanna, leggetevi qualche pagina di Arcipelago Gulag. Tipico atteggiamento da sinistra radical-chic: i "cattivi" sono i fascisti, i comunisti (specie se italiani) erano in fondo "buoni", sbagliavano ma erano pur sempre dei compagni...

nisei731

Mar, 29/03/2016 - 17:20

I casi sono due: o questa famiglia ha amicizie molto, ma molto influenti. Oppure questo caso fa comodo per motivi politici e viene strumentalizzato da alcune persone e partiti per raggiungere qualche obiettivo. Anche il fatto che abbiano fatto ritrovare il corpo vicino ad un autostrada è sospetto. Ma vi pare che in un paese come l'Egitto se fosse stato veramente il servizio segreto egiziano ad averlo ucciso, si sarebbe mai trovato il corpo?? Ma quando mai....

mariobaffo

Mar, 29/03/2016 - 17:34

I genitori li posso capire ma davvero ci illudiamo ti trovare la verità,abbiamo stragi che aspettano da 30 anni e siamo in Italia,ne uscirà una verità d'Egitto ,oppure concordata che va bene a tutti il povero Giulio deve aver pestato i piedi a qualcuno e li siamo in zone dove la vita di un uomo vale niente.oppure dobbiamo dichiarare guerra all'Egitto ?

lorenzovan

Mar, 29/03/2016 - 17:35

@moshe...solito scemetto del giornaletto...ti sembrabo eguali le due situazioni ???uno..studioso...sequestrato e torturato...gli altri due..per ben che vada sempre colpevoli di aver con leggerezza causato la morte di due esseri umani...uno in italia ..e l'altro in una comoda ambasciata italiana...possibile che l'unico neurone che hai stia sempre dormendo ???

cecco61

Mar, 29/03/2016 - 17:37

@ Dani55: sicuramente a qualcuno interessava quanto stava accadendo in certi ambienti egiziani. Che la posizione fosse molto borderline lo sapeva lo stesso Regeni il quale chiese al giornale per cui lavorava di non menzionare mai il suo nome se non addirittura di evitare alcuni suoi scritti. Il giornale se ne fregò altamente pubblicando di tutto e di più. Quello stesso giornale che oggi è sulle barricate a chiedere giustizia quando è uno dei primi responsabili della sua morte. Si potrebbe addirittura dire che è stato la vittima sacrificale per attaccare un regime che certamente non piace ad una certa parte politica nostrana.

lorenzovan

Mar, 29/03/2016 - 17:37

@caramella...non ti agitare...questo sono il peggio dell'italia...e si radunano qua' perche' neanche nei loro giornaletti nazifascisti li accettano...figurati un po....

citano39

Mar, 29/03/2016 - 17:38

Ho ascoltato la conferenza stampa di una madre che non ha piu' lacrime per piangere so figlio massacrato da belve mane.Ho n nodo in gola che ancora non mi lascia.

gbc

Mar, 29/03/2016 - 17:43

scusate la mia disattenzione.....qualcuno mi sa dire che ricerche stesse facendo, quale università le aveva commissionate e con quale contratto? ringrazio anticipatamente chi vorrà illuminarmi.

COSIMODEBARI

Mar, 29/03/2016 - 17:51

Mi fermo al titolo dell'articolo. Ed vedo gli occhi di luce e di felicità della mamma l'attimo dopo averlo partorito tra mille dolori ha partorito il figlio. E poi vedo gli occhi pieni di luce e di felicità del papà quando, per la prima volta, ha visto il figlio appena nato. E vedo gli occhi di tutti e tre, sempre l'attimo dopo della nascita. E vedo gli occhi spenti della mamma e del papà quando hanno dovuto riconoscere sempre lo stesso loro figlio, dopo che questi ha dovuto subire tutte le atrocità più atroci fino a modificare, persino quasi a togliere il suo viso. Ecco da qui bisogna partire, tralasciando qualsiasi religione, qualsiasi credo politico, qualsiasi forma di governo, qualsiasi colore della pelle, per poter arrivare a non dire più, "io ho un sogno", ma solo a dire "io ho una certezza, cambiare TUTTO costi quel che costi".

COSIMODEBARI

Mar, 29/03/2016 - 17:55

2) ..e "cambiare TUTTO costi quel che costi", appartiene solo agli uomini di buona volontà, quelli che riescono a mediare il tutto, lasciando fuori l'odio religioso, politico, culturale, militare, nonché l'affaristico delle armi

lorenzovan

Mar, 29/03/2016 - 17:57

@veradestra...invece di suonartela e cantanterla da solo..o andare a cercare stalin e i gulag...o pol pot..o tutankhamon...cita gli episodi di torture da parte dei partigiani o dell'esercito italiano del sud ai danni di fascisti catturati...se ne sarai capace ..chiedero' scusa tranquillamente

pastello

Mar, 29/03/2016 - 17:57

A parte il dolore dei genitori, che tipo di ricerca si può fare in Egitto?

fabioerre64

Mar, 29/03/2016 - 17:58

Per lorenzovan, Primo che i partigiani comunisti non abbiano mai torturato nessuno è tutto da dimostrare, di sicuro rubavano e stupravano, quindi da feccia del genere ci si può aspettare anche la tortura, è chiaro che poi la storia è stata raccontata diversamente. Secondo tuo padre aveva ragione...

cecco61

Mar, 29/03/2016 - 17:59

@caramella e lorenzovan: prima di fare commenti insulsi dovreste pensarci un po' su. Negli anni '70, in Italia, si poteva cercare lo scoop avvicinandosi ad ambienti tipo BR o NAR. Nel farlo sapevi che ti poteva andar male. Allo stesso modo, oggi, per rendere il rischio maggiormente eccitante, si può andare a Raqqa: se ti va bene, vinci il Pulitzer, se ti va male finisci nelle mani del Jihadi John di turno. Il parallelismo con Colonia è idiota e fuori luogo.

lorenzovan

Mar, 29/03/2016 - 18:04

leggo che giustamente molti oristi hanno dubbi sull'autoria dell'omicidio...effettivamente non e' ragionevole pensare che nel caso si fosse trattato dei servizi segreti...si sarebbe trovato il corpo cosi' facilmente...tutto vero...ma non dimentichiamoci che esistono pure i corpi paramilitari che non rispondono quasi a nessuno..tipo la banda Koch tra il 43 e 45..non dimentichiamoci fatte salve le enormi differenze dell'omicidio del vescovo Romero che contribui e come alla caduta del regime fascista di S.Salvador...in tutti i modi penso non si arrivera' mai alla verita'...come giustamente molti hanno detto...noi in Italia ne sappiamo qualcosa

onurb

Mar, 29/03/2016 - 18:10

Vera_Destra. Sono stato per tre volte a Vilnius, la prima nel 1994, ossia l'anno dopo che la Lituania era uscita dall'Unione Sovietica e dal Patto di Varsavia. Ho avuto anche la fortuna di ascoltare un briefing del colonnello dei paracadutisti che si schierò in difesa del parlamento lituano assediato dai sovietici. ogni volta che sono stato a Vilnius ho sentito quasi il dovere morale di visitare l'ex sede del KGB, diventata poi museo del genocidio. Consiglio ai giornalisti di Repubblica di fare una visita a questo museo: potranno, così, constatare di persona la gentilezza che i comunisti sovietici usavano verso i patrioti lituani e aggiornare, di conseguenza, il proprio vocabolario che puzza di stantio e di frasi fatte.

lorenzovan

Mar, 29/03/2016 - 18:11

cecco 61..i commenti insulsi e privi di empatia o emozioni umane...sono solo i vostri...per fanatismo politico e mancanza di umanita' siete solo superati dall'isis...non per niente avete lo stesso colore di referenza

lorenzovan

Mar, 29/03/2016 - 18:13

fabioerre 64...solo poche righe...hai una vita senza valore...hanno piu' importanza nel computo dei valori le ortiche dei campi...stammi bene e salutami le lumachine che ti mangeranno le foglie

lorenzovan

Mar, 29/03/2016 - 18:16

dovete farla finita di confondere nazifascismo con destra ...vi ci nascondete come parassiti e ne succhiate la linfa vitale ..fscisti sono fascisti e destra e' destra...le due concezioni di vita hanno pochissimi punti in comune...sono stati ad arte assimilati dopo il 22 per biechi interessi economici dalla era destra liberale..asservitasi all'ideale toitalitario per interessi facili

tzilighelta

Mar, 29/03/2016 - 18:24

Messaggio per le bestie! Care piccole bestioline, in omaggio alla vostra intelligenza vi illustro a gratis una breve lezione di apprendimento, allora il punto è, cosa faceva Regeni in Egitto, sono passati due mesi e voi piccole bestioline ancora non avete capito un mazzo! Dovete sapere che, i governi, le aziende, le lobby, persino i giornalisti quando devono relazionarsi con un governo straniero che ha subito uno stravolgimento politico come quello egiziano è necessario acquisire informazioni su come si sta evolvendo il mondo del lavoro e nel caso specifico se esiste un sindacato e in quale direzione la società si sta muovendo... segue

jeanlage

Mar, 29/03/2016 - 18:29

Giulio Regeni era un amico dei fratelli mussulmani, quelli che, quando sono andati al potere hanno cominciato sistematicamente a massacrare i Cristiani Copti. Forse la mamma avrebbe fatto meglio a consigliare a Giulio di non andare i luoghi dove c'è una spietata guerra, ma fare ricerche sociologiche in luoghi meno pericolosi. Poi, come al solito, per i comunisti grassi e magri, le istituzione, sono cosa loro, dove si piangono i compagnucci e si ignorano con fastidio gli avversari, che per loro sono nemici da abbattere.

tzilighelta

Mar, 29/03/2016 - 18:56

....adesso dobbiamo considerare i rapporti economici che abbiamo intrapreso con l'Egitto dopo la primavera araba, dopo Morsi con i fratelli mussulmani, dopo il golpe del generale Al Sisi, dopo le elezioni vinte da Al Sisi unico candidato! Noi abbiamo messo sul tavolo le eccellenze tecnologiche nel campo petrolifero e non, loro che non sono capaci di estrarre dal sottosuolo neanche un grillotalpa si presentano allo stesso tavolo con il cadavere di Giulio Regeni, prima dicendo che è morto di incidente stradale poi che è stato rapito ma i rapitori sono stati mitragliati prima di essere interrogati, e noi come deficienti ci dobbiamo bere queste balle facendo finta di niente, mi dispiace cari bananas ma il codardo non alberga qui, non da me.....

dietelmo

Mar, 29/03/2016 - 19:01

Straziante sicuramente è la condizione dei genitori di questo povero e incolpevole ragazzo distrutto dalle bestie e dalla faciloneria di chi lo ha mandato e usato in quel posto maledetto. Però lascino stare la politica e il fascismo. Non è bello. Un abbraccio per loro e un po' di disprezzo per il Manifesto.

Juniovalerio

Mar, 29/03/2016 - 21:21

vera_destra parole sante!

piero calca

Mar, 29/03/2016 - 22:00

Aggiungo : i comunisti non hanno ancora capito la differenza fra l'Italia (dove se linci un carabiniere ti dedicano un'aula del senato ) e l'Egitto , dove se non stai attento a quello che fai ti strappano le palle ( se tutto va bene).

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 29/03/2016 - 22:18

Le madri che hanno perso un figlio, e in modo così terribile,che rilasciano interviste a destra e a manca, suscitano la mia diffidenza, per cui penso che la signora in questione si stia preparando il terreno per la carriera politica e aspiri ad un seggio in qualche Parlamento.

vittoriomazzucato

Mar, 29/03/2016 - 23:34

Sono Luca. Io sulla morte di questo povero ragazzo una cosa la devo dire. E' stato ucciso ai primi di Febbraio di questo anno e i giornali ancora cercano di scoprire la verità sulla sua morte. Non è la verità che cercano, ma l'usare la sua morte per fini politici è questo lo scopo nel tener desto il fatto. Si potrebbero usare termini più pesanti, ma per rispetto della sua memoria e dei genitori non mi sento di forzare. GRAZIE.

raffa910

Mar, 29/03/2016 - 23:39

Vi invito a leggere un articolo sul blog di Federico Dezzani "Dagli all’Egitto! Chi c’è dietro Amnesty International e gli ex-LC che invocano la linea dura sul caso Regeni?"

Ritratto di ateius

ateius

Mar, 29/03/2016 - 23:54

Non capisco. il Medioriente ha mietuto centinaia di migliaia di vittime innocenti.. Donne bambini.- colpiti nelle loro terre da fanatici del luogo. Tutto il rispetto per questa vittima innocente. Ma nessuno credo lo ha obbligato a lasciare il nostro paese per inoltrarsi in quelle terre che di certo sapeva essere pericolose.- e dunque.....

Iacobellig

Mer, 30/03/2016 - 06:22

TROPPO RISALTO E SPAZIO È STATO DATO A QUESTO CASO! I MARÒ SONO ANNI, E SONO ANDATI PER CONTO DELLO STATO. QUESTO È ANDATO PER I FATTACCI SUOI E NON SI SA NEPPURE CON CERTEZZA PER COSA. NON È POSSIBILE CHE RAPPORTI TRA STATI SI INTERROMPANO PER CASI DEL GENERE. BASTA APPARIZIONI IN TV CON SPAZI LUNGHISSIMI! È UN CASI PRIVATI SE LA VEDESSERO I FAMIGLIARI, COSA VUOLE PRETENDERE LA MADRE DALLO STATO?

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Mer, 30/03/2016 - 08:35

Ma quanti sono gli italiani morti misteriosamente nel mondo? Tantissimi e nessuno se ne e'preoccupato perché si dice"se la sono cercata!". Ma questo non vale per il caso Re geni con una montatura mediatica senza precedenti.Nemmeno nel caso maro'si e'visto tanto ed era il caso visto che lavoravano per lo stato italiano in ambito della legge anti pirateria.C'è qualcuno in Italia che specula sul caso Regeni per mettere in difficolta'i rapporti con l'Egitto.Sarebbe bene indagare su questo e archiviare il caso come gli altri che"se la sono cercata"Il vecchio detto "a chi tocca non si ingrugna"e valido per coloro che per loro scelta privata rischiano in luoghi pericolosi

Holmert

Mer, 30/03/2016 - 08:53

Pietà per i morti, ma qualcosa a latere di quanto accaduto voglio dirla. Questa mattina sono stato attento alla lettura dei giornali fatta in TV dai vari t.giornali. Tra tutti l'editoriale di Travaglio sul "Fatto Q." e di Cazzullo sul Corsera. Che aspetta,dicevano, l'Italia a ritirare il suo ambasciatore in Egitto ? Questo il leitmotiv degli articoli. E poi,cosa facciamo ? L'Italia ha grossi interessi in Egitto,basti pensare ai giacimenti controllati dall'ENI, ai resort turistici gestiti da italiani,agli scambi commerciali. Già ci siamo messi in brache di tela con la Russia da mosca cocchiera degli USA quali siamo . Ora anche con l'Egitto perchè lo dice Travaglio e Cazzullo(nomen omen)? E di tutti gli italiani ammazzati dagli extracomunitari in Italia? Facciamo la guerra al mondo intero? E Manconi, vecchia cariatide del comunismo italico? Immarciscibile. Io a fare ricerca non sarei mai andato in Egitto e per di più ad intervistare i sindacati.

epc

Mer, 30/03/2016 - 09:05

La cosa che più mi ha stupito è stato il tono assolutamente indifferente della madre di Regeni. Mentre recitava la sua parte trasmetteva una totale assenza di commozione, anzi, sembrava che stesse raccontando l'ultima puntata di "Amici"... (il padre sembrava più emozionato). Comunque, visto che chiedono una "risposta forte", si può sapere che cosa vorrebbero esattamente? Dichiarare guerra all'Egitto?

epc

Mer, 30/03/2016 - 09:14

La cosa che più mi ha stupito è stato il tono assolutamente indifferente della madre di Regeni. Mentre recitava la sua parte trasmetteva una totale assenza di commozione, anzi, sembrava che stesse raccontando l'ultima puntata di "Amici"... (il padre sembrava più emozionato). Comunque, visto che chiedono una "risposta forte", cosa vorrebbero esattamente? Dichiarare guerra all'Egitto?

yulbrynner

Mer, 30/03/2016 - 09:26

e BASTA BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA non passa giorno che non se ne parli BASTA X DIO SANTO! trovino i colpevoli e gli facciano scontare la pena! che triste una famiglia che spettacolarizza il proprio dolore il proprio lutto.. io al posto loro lo vivrei come ho sempre fatto senza esternarlo ma TENENDOMELO X ME! una piccola lezione di stile... non mi piace pero' nemmenno CERTI COMMENTI DEL PISTULINO... fatti da chi non usa il cervello ma ragiona con il PISTOLINO.. davanti alla morte CARISSIMI BENEAMATI SQUALLIDI FIGURI si lascia da parte il colore politico qualunque esso sia x RISPETTO, credo che molti qui non conoscano il significato della parola.,..RISPETTO e nemmeno di BONTA D'ANIMO O SENSIBILITA' e infatti da IGNORANTI LO CONFONDONO CON BUONISMO CHE E' HA BEN ALTRO SIGNIFICATO

Keplero17

Mer, 30/03/2016 - 09:43

Francamente meglio uno stato di polizia che la presenza dell'isis e delle bombe di Bruxelles. I fratelli musulmani sono molto vicini all'Isis e hanno ucciso moltissimi turisti con attentati ai pullman. Distruggere il turismo in Egitto vuol dire eliminare una risorsa importante e togliere il pane alle persone che muoiono di fame.

Lotus49

Mer, 30/03/2016 - 09:56

La famiglia di Regeni, mutatis mutandis, mi ricorda quella di Stefano Cucchi. Prima lasciano che i figli si mettano in guai senza fine, poi, a omicidio avvenuto, accusano tutti, lo Stato, le istituzioni, l'Egitto, questo e quello. Ambedue i ragazzi sono stati malamente assassinati, non c'è dubbio, ma le famiglie dovrebbero chiedersi se non potevano fare di più per impedirlo. Se uno lascia che il figlio vada a fare "ricerche" in Iraq, o a Kabul, o a Casal di Principe, deve mettere in conto che ne possa uscire con le ossa rotte.

PietroSoave

Mer, 30/03/2016 - 10:07

Disgustosa litania di squallidi commenti. Giulio Regeni era una persona capace. Molto meglio di chi nella vita non ha mai fatto altro che abbaiare contro i comunisti (cosa peraltro di un certo valore), senza mai concludere niente di buono. Era un italiano, E' stato ucciso barbaramente. ci si aspetterebbe che tutti gli italiani (con le palle) chiedessero giustizia, e invece ecco un coro di falliti a sbraitare che non ci doveva andare, che era mezzo rosso pure lui. Non me ne frega niente di che colore fosse; ma che mxxxa di nazione e' quella che non vuole giustizia se uno muore torturato e ucciso?

babilonia

Mer, 30/03/2016 - 10:31

Leggo che Gentiloni si è finalmente arrabbiato! Infatti ha minacciato che se non si arriverà alla verità sulla morte di Regeni ci saranno serie conseguenze nei rapporti con l'Egitto. Gli egiziani tutti, appena saputo delle minacce italiane si sono messi a ridere a crepapelle e non riescono proprio più a smettere...

Lucky52

Mer, 30/03/2016 - 10:38

La madre parla di torture nazi-fasciste; forse che i paesi comunisti tipo Cuba trattavano diversamente chi se ne andava nel loro paese a mettere in discussione il governo? Certo che chi scriveva sul manifesto si sa da che parte politica stava. Nessuno gli aveva detto che non si può andare in un paese dittatoriale ( di destra o di sinistra è uguale) a cantare il demi demi, frequentare i sindacati e gli ambienti contrari al regime e sperare di farla franca? Se questo ragazzo anzichè di estrema sinistra fosse stato apolitico o di destra governo,quotidiani e giornalisti delle varie TV di stato se la sarebbero presa così tanto? Non mi pare si siano dati un così gran da fare per i due marò!

Lucky52

Mer, 30/03/2016 - 10:50

lorenzovan l'invasione dell'Ungheria da chi fu fatta? Non dai comunisti Russi vero? Delle torture fatte nei paesi comunisti non ne hai mai sentito vero? Delle uccisioni fatte dai partigiani con false accuse di fascismo a persone innocenti solo per portargli via beni e terreni non ne hai mai sentito vero? i massacri delle foibe sono falsi vero?

gneo58

Mer, 30/03/2016 - 10:53

ho visto la signora (e marito) in tv - mi avessero ammazzato un figlio non riuscirei a essere cosi' - mi sbagliero' ma questi stanno ripercorrendo la strada gia' battuta gei genitori di quel tal giuliani

linoalo1

Mer, 30/03/2016 - 10:58

Ormai il Caso è stato insabbiato e,forse,solo tra 20-30 anni si saprà la verità!!!Quando ormai non danneggerà più nessuno!!!Comunque,resto sempre dell'idea che il tutto è accaduto per un Riscatto non pagato!!!!

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 30/03/2016 - 11:07

Non un velo di commozione si è visto sul volto di quella donna (mamma sarebbe un eufemismo) quando ha descritto il proprio figlio torturato, ma ha saputo esprimere tutta la sua alterigia quando ha voluto paragonare le sevizie subite alla vecchia politica fascista. Perchè non quelle staliniste o, per rimanere in casa nostra, non quelle dei partigiani togliattiani, certamente ben peggiori in quanto perpetrate anche dopo anni la fine della guerra?

vince50_19

Mer, 30/03/2016 - 11:09

I miei conterranei hanno ragione a chiedere che sia fatta luce sulla morte crudelissima del loro figlio, però adesso il parlamento faccia i passi che reputa opportuni e la smetta di temporeggiare, di farsi consigliare "di là dell'Atlantico". Se è vero che Al Sisi è un dittatore che va del tutto ridimensionato, l'alternativa "fratelli musulmani" è un passo nel buio più pesto, visto che hanno legami con Al Qaeda e Is. Dai governo, se hai steel balls (..mmmmm..) tira fuori un "leone" dal cilindro, non un coniglio spaurito, mi raccomando.

gneo58

Mer, 30/03/2016 - 11:13

per lorenzovan, caramella22 & co. - non vi sforzate, pensare non fa per voi, anzi visto che ci siete prendetevi anche voi un bel volo per il cairo - non si puo' pensare di mettere la mano nella tana dei serpenti e ritirarla fuori senza essere morsi, pensare cosi' e' da deficienti

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 30/03/2016 - 11:21

@caramella,lorenzovan & altri.. perchè non valutate il momento storico in cui si sta trovando l'Egitto? Non avete mai sentito parlare di Isis, di eccidi, di attentati da parte di non ben identificate fazioni islamiche, quelle stesse che frequentava il Regeni? L'Egitto è in guerra e il suo governo agisce di conseguenza.

vince50_19

Mer, 30/03/2016 - 11:26

Vera_Destra - Non entro nel merito di questa discussione da lei posta in essere (ci sarebbe da fare troppi riferimenti e non ho tempo e voglia di farlo), tuttavia la Ue, in due risoluzioni (2005-2009) ha equiparato il comunismo al nazismo. Il fascismo, anch'esso una dittatura, secondo uno storico come Renzo de Felice (iscritto al Pci nel 1956), di cui ho letto diversi saggi fra cui quello afferente il fascismo, non ha mai raggiunto i livelli dittatoriali di quelle due forme di "governo/dittatura" sopra citate. Forse per questo motivo venne espulso da Pci.. Sta a vedere che adesso De Felice sarà stato un povero fesso per certa sinistra "illuminata", magari pure ignorante..

marcothai

Mer, 30/03/2016 - 11:36

Questa signora, con tutto il rispetto per la morte del figlio, mi ricorda molto una mamma ferrarese, quando non mancava giorno che facesse uscire sui giornali, articoli riguardanti la morte di suo figlio, noto spacciatore ecc. ecc.. Ora ci dobbiamo sorbire tutti i giorni le sternazioni della sig. Paola, ma vada a lamentarsi in Egitto, vada la' a fare le conferenze stampa, vada la a chiedere spiegazioni e chiarimenti o forse anche lei mira ad un risarcimento milionario.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 30/03/2016 - 11:42

-----regeni è stato ammazzato dai servizi israeliani ed angloamericani allo scopo di mettere in cattiva luce al sisi con il governo italiano e far saltare gli accordi economici tra italia ed egitto- l'ENI ha scoperto in egitto il giacimento gasifero di Zohr, capace con i suoi 850 miliardi di metri cubi di metano di regalare al Cairo l’indipendenza energetica e all'italia un contratto che vale solo per i primi 3 anni 7 miliardi dollari-- ai sionisti ed angloamericani questo non va bene oltre al fatto che vogliono rovesciare al sisi e dare nuovo impulso alle prinavere arabe--i vostri commenti sono di una ingenuità e superficialità imbarazzante--hasta la vista siempre

Vera_Destra

Mer, 30/03/2016 - 11:44

@vince50_19. Ha ragione, è un problema storiografico molto articolato e non politico, come mi sforzavo di far capire, ed è per questo che è completamente fuori luogo il riferimento al nazi-fascismo per le torture di Regeni. Avrei detto la stessa cosa se la mamma avesse parlato di torture comuniste (che comunque ci sono state, eccome!). Poi sarò libero di esprimere pacatamente e moderatamente il mio vomito per giornali come Repubblica, che sono sempre i primi a utilizzare in maniera strumentale e arbitraria le categorie (storiche!) del fascismo e del nazismo? @onurb: grazie per la sua testimonianza dalla Lituania, interessante

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 30/03/2016 - 12:31

Tranquilli,l'Egitto per rimediare,ha mandato,solo nelle ultime ore,circa 550 risorse boldriniane con i suoi barconi..Se vi sembra poco! P.s.: le torture sembrano più quelle della STASI!!!

Carlo36

Mer, 30/03/2016 - 13:04

Superficialità ed ignoranza hanno ucciso Regeni, chiunque abbia vissuto per anni in paesi islamici o misti come ho fatto io per quasi dieci anni (per lavoro) conosce le regole indispensabili per una sopravvivenza certa: Non parlare mai, mai e poi mai di religione e di politica con nessuno, non bere alcolici, non guardare mai le donne. Regole semplici ma sicure ed inderogabili. La Siria aveva, con Assad padre, 8 servizi segreti che si controllavano l'un l'altro a propria insaputa. Lo stesso valga in minore o maggior misura per gli altri paesi dell'area. Assurdo il comportamento dei genitori. La smettano di dire frasi e considerazioni inutili e fuori luogo e si chiudano nel loro dolore. Gentiloni? fa solo ridere, purtroppo.

vince50_19

Mer, 30/03/2016 - 13:15

Vera_Destra - Gli ideali politici del povero Regeni - finito in un "tritacarne" che penso neanche lui sospettasse - sono noti, quindi immagino che in casa sua quegli ideali siano stati assimilati se non trasmessi a lui dai suoi genitori. Nulla contro naturalmente, però certe affermazioni la dicono lunga sulla non "perfetta" conoscenza" di certi fatti storici anche più recenti. Ma non importa: ognuno dica quel che vuole, io mi sono limitato in altro mio intervento a sperare che questo governo prenda qualche decisione "AUTONOMA" nel confronti dell'Egitto. Però dubito che lo faccia in modo chiaro e netto. L'Egitto non è Is - Al Qaeda, però se in quella terra prevarranno i fratelli musulmani, allora mi sa che ci ritroveremo qui da noi anche molti egiziani...

onurb

Mer, 30/03/2016 - 15:18

PietroSoave. Davanti alla morte sparisce il colore politico: su questo siamo d'accordo. Ma fin dal primo momento il mio commento fu che questo giovanotto si era comportato da sprovveduto. Dissi che in Egitto non esiste democrazia e non può esistere, se si vuole un po' di ordine sociale. Iraq, Siria, Libia qualcosa ci hanno insegnato. Se dunque vai in un paese dove la parola democrazia è stata cancellata dal dizionario della lingua locale, prudenza vuole che non si intreccino rapporti con gli oppositori del regime. I genitori di Regeni e il nostro governo mi sembrano un tantino ingenui. Sappiamo benissimo chi e come ha ucciso Giulio, ma il governo egiziano non ammetterà mai che gli autori sono suoi agenti segreti, anche perché, a parte l'Italia, i servizi segreti hanno il compito di salvaguardare le istituzioni del proprio stato facendo il lavoro sporco e qualche volta prendendo delle cantonate.

onurb

Mer, 30/03/2016 - 15:28

elkid.11.30 Per fortuna che ci sono le persone informate come lei ad aprirci la mente.

baio57

Mer, 30/03/2016 - 15:44

Gentile signora innanzi tutto le mie condoglianze , resto però dell'idea che era meglio tralasciare l'accostamento ideologico ma tant'è ,voi sinistri non vi smentite mai neppure nelle situazioni estreme. Da buona kompagna si è però dimenticata delle nefandezze perpetrate dell'ideologia più nefasta e fallimentare del secolo scorso a cui la signora fa sicuramente riferimento. Gli orrori,le torture indicibili nei Gulag, nei Laogai, nei Kwalliso,negli Yodok, a Nazino, le pulizie etniche,l'Olodomor,le foibe ,sono forse meno gravi ?

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 30/03/2016 - 17:37

----onurb-----solo una domanda---secondo te al sisi che è sulla soglia di portare il suo paese alla indipendenza energetica facendo affari con l'eni che per puro caso ha scoperto in territorio egiziano un giacimento di gas praticamente infinito-- avendo bisogno dell'eni per l'estrazione---rischia di mandare tutto all'aria non solo ammazzando regeni--ma addirittura facendolo ritrovare? credi che al sisi sia così sprovveduto?- o non ci sia stata piuttosto qualche manina esterna che ha ucciso regeni torturandolo ( a guisa dei servizi segreti) e facendolo ritrovare apposta?---con il duplice scopo di far passare il presidente egiziano come sanguinario inaffidabile ed interrompere altresì la partnership commerciale con l'italia?- hasta siempre

baio57

Mer, 30/03/2016 - 18:15

elkid - ...Servizi segreti, colossi energetici finanziari,commesse miliardarie ,presidenti .....Ma non ti sembra di dare troppa importanza al ragazzotto ricecatore ?

Agev

Mer, 30/03/2016 - 19:37

Egregio raffa910 .. Non dando orecchio alla miseria/ignoranza umana.. Se pur conoscendola a fondo .. Ho seguito il suo suggerimento e pertanto ho letto l'articolo di Federico Dezzani- Dagli all'Egitto - Qui tutta la miseria e distorsione umana è ben visibile e rappresentata e pertanto Al Di La dei credo/credenze idiote ideologie lo trovo illuminante. Con affetto.. Gaetano

raffa910

Mer, 30/03/2016 - 20:20

elkid 17:37 Hai centrato nel segno ! Una prova in più che gli attuali politici sono dei venduti e traditori del popolo italiano

yulbrynner

Mer, 30/03/2016 - 21:04

Mina ognuno i lutti li vive a modo suo c'e ch isi emoziona c'e ch i si tiene tutto dentro ma che Kazzen giudichi ma quanti anni hai??? 5? 4 ? 3? ah 2? ah ho capito tutto..

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 31/03/2016 - 02:02

@yulbrynner... Che cosa c'entra la mia età con il menefreghismo della suddetta signora? Io trovo che sia un déjà vu: v.casi Cucchi & Giuliani.

onurb

Gio, 31/03/2016 - 09:11

elkid. A parte che di castelli in aria ne possiamo immaginare quanti ne vogliamo e sappiamo pure che, senza fondamenta, finiscono nella pattumiera, le chiedo se le sembra verosimile che gli USA e Israele per far chiudere i rapporti tra l'Italia e l'Egitto si servano di un illustre sconosciuto. C'è, inoltre, un concetto che non bisogna mai dimenticare: la ragion di stato o, detta in altro modo, la realpolitik. Lei crede veramente che la morte di Giulio Regeni, quand'anche si dimostrasse ordinata personalmente da Al Sisi, porterebbe alla chiusura delle relazioni diplomatiche tra Italia e Egitto? Se l'ENI se ne dovesse andare, verrebbe rimpiazzata da almeno altre 10 compagnie e a rimetterci sarebbe l'Italia, non l'Egitto.

Vera_Destra

Gio, 31/03/2016 - 10:59

@onurb. Ancora una volta sono d'accordo con lei per quanto riguarda le relazioni Egitto - Italia: gli accordi commerciali in essere sono la garanzia di posti di lavoro per decine di migliaia di connazionali, scatenare una crisi con l'Egitto non riporterà certo in vita Regeni. Sul discorso Al Sisi / Fratelli Mussulmani ho un'opinione leggermente diversa (Morsi non era Al Baghdadi), penso che comunque gli egiziani debbano scegliersi il regime politico che più li aggrada (democratico o autoritario non importa) senza che ci siano condizionamenti dall'esterno che provocano instabilità politica (e emigrazione a nostre spese) come accaduto in Libia.

onurb

Gio, 31/03/2016 - 15:01

Vera_Destra. Per quanto riguarda il fatto di quale governo gli Egiziani si devano scegliere sono perfettamente d'accordo con lei: tutti gli stati hanno diritto di scegliersi liberamente, senza condizionamenti esterni, il governo che preferiscono. Quanto all'instabilità politica dei paesi africani e medio orientali, più che derivare dall'esterno, è provocato dalle guerre che sorgono tra le varie tribù e che solo regimi dittatoriali riescono a tenere sotto controllo.

Barrett68

Lun, 04/04/2016 - 17:21

Vorrei esortare i Genitori di Giulio Regeni ad una maggior attenzione nell'uso pubblico di certi termini quali ad esempio RISPETTO, VERITA', SENSO dello STATO ecc.in un paese abituato da sempre a misera convivenza con concetti di ben altro spessore come ad esempio VERGOGNA,MENZOGNE,SERVILISMO,CORRUZIONE e via dicendo. potrebbero urtare il comune senso del pudore ormai assuefatto. Vostro Figlio è morto cadendo! probabilmente più volte...e da solo....fatevene una ragione! perché alla fine sarà l'unica che vi verrà data.