Giulietto Chiesa in cella a Tallinn: "Arresto preventivo per non farmi parlare"

Fermato in Estonia prima della conferenza La Russia è nemica dell’Europa?, il giornalista denuncia: "Grave violazione dei miei diritti"

“Dovevo parlare e dire delle cose poco gradite: hanno deciso bene di impedirmelo in questo modo”. Giulietto Chiesa motiva così lo strano e immotivato arresto di ieri in Estonia. Il giornalista e storico corrispondente da Mosca è stato infatti fermato dalle autorità della capitale, che lo hanno portato in prigione, impedendogli di partecipare alla manifestazione culturale “La Russia è nemica dell’Europa?”. A poche ore di distanza, Chiesa racconta a ilGiornale.it la disavventura di Tallinn, “un episodio che dice fino a che punto la degenerazione fascista in Europa ha proceduto”.

Giulietto Chiesa, cos’è successo a Tallinn?

“Una clamorosa violazione dei miei diritti come cittadino europeo: è stato un arresto preventivo per impedirmi di esprimere il mio pensiero”.

Come sono andate le cose?

“Ero in albergo quando sono arrivati quattro poliziotti in divisa: mi hanno comunicato che ero in territorio estone in condizione di illegalità. In sostanza mi hanno detto che ero entrato clandestinamente e di conseguenza sarei stato espulso nel corso delle successive 48 ore: dovevo fare le valigie e andarmene. Ma fino a prova contraria, al momento, non ho in mano alcun documento che giustifichi la decisione presa dall’autorità estone”.

Insomma, non sa ancora il perché dell’arresto?

“No, non so proprio niente del perché sia stato fermato, arrestato ed espulso dal Paese”.

Ed è finito in cella.

“Effettivamente, dietro le sbarre, ci sono rimasto per un’ora e mezza. È dunque intervenuto l’ambasciatore italiano Marco Clemente e le autorità hanno cambiato la loro versione, ammorbidendola: hanno detto che dovevo andarmene, ma nel corso dei prossimi 29 giorni”.

Qualcuno del governo l’ha contattata?

“No, non ho sentito nessun esponente del governo italiano. Sono stato (e sono tuttora) a stretto contatto con l’ambasciata italiana a Tallin, che ha svolto in modo ineccepibile il suo lavoro, difendendomi ed evitandomi di trascorrere la notte in prigione. Mi hanno offerto un tè e una pizza e abbiamo aspettato insieme che il Ministero degli Interni decidesse per il mio rilascio. Chi mi ha arrestato si è accorto di avere fatto un passo falso molto brutto: mi hanno liberato alle 22.00 consentendomi di trascorrere la notte in albergo”.

Adesso dov’è?

“Ancora qui, ma sta sera ho il treno per Mosca. Ho comunicato loro il viaggio in programma e non hanno obiettato: sono stati ben contenti di lasciarmi andare”.

Ma in Estonia potrà tornare o è stato “bandito”?

Allo stato attuale delle cose, leggendo il verbale del mio rilascio, il divieto di entrare in territorio lettone scade il giorno 13 gennaio 2015. A coloro che mi stavano interrogando ho chiesto lumi e cioè se sarei potuto tornare dopo quella scadenza: hanno risposto di sì.

Ieri sera aveva in programma la partecipazione alla conferenza “La Russia è nemica dell’Europa?”. Il motivo sarà questo. Ed sembra tanto una provocazione anti Mosca…

“Evidentemente sì. La domanda del titolo dell’incontro era scomoda e quanto pare non volevano che dessi una risposta. Visto che dovevo parlare e dire delle cose poco gradite, hanno deciso bene di impedirmelo in questo modo”.

Annunci

Commenti
Ritratto di kinowa

kinowa

Mar, 16/12/2014 - 17:13

Non lamentarti giulietto tornerai in italia e ti faranno guadagnare un sacco di soldi con ospitate e la pubblicazione di un libro che certamente scriverai appoggiato dalla sinistra.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 16/12/2014 - 17:14

Metodi uguali ma più soft di quelli che lui ha sostenuto da sempre. Mi spiace che non lo abbiano anche bastonato......

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 16/12/2014 - 17:20

Scusate ma perchè non se lo sono tenuto?

alberto_his

Mar, 16/12/2014 - 17:21

Vicenda imbarazzante per le autorità estoni che certo non ci fanno una bella figura. Solidarietà a Giulietto.

DIAPASON

Mar, 16/12/2014 - 17:26

Sig. Chiesa lasci stare i fascisti non e' cosa per lei. Quello che sta avvenendo in europa non e' altro che la riproposizione di un sistema che lei ha celebrato e incensato per 50 anni e che si sostiene e si afferma con l'evoluzione delle ideologie che le appartengono.

Libertà75

Mar, 16/12/2014 - 17:36

Penso che il diritto di parola sia inalienabile, tuttavia va ricordato a costui che il comunismo ha distrutto l'est Europa e lo sanno bene sia in Russia che nelle repubbliche balcaniche.

rossini

Mar, 16/12/2014 - 17:41

Hanno fatto benissimo!!! Il guaio è che tornerà in Italia a rompere i cosiddetti. Magari se lo fossero tenuto!

giovauriem

Mar, 16/12/2014 - 17:49

tu, giulietti, non hai nessun diritto perchè non ne hai mai concesso agli altri, stalinista eri e stalinista sei

biricc

Mar, 16/12/2014 - 18:02

Giulietto è antipatico in tutto il mondo, fa il saputone a pagamento ma stavolta gli è andata male. Il problema è che ce lo restituiscono e così dovremo sorbirci le sue stronzate comunistoidi.

filatelico

Mar, 16/12/2014 - 18:02

PURTROPPO Giulietto Chiesa RITONERA' in Italia!! Io l'avrei mandato in Siberia ad apprezzare la bontà del sistema carcerario stalinista . PECCATO!!

Ritratto di vkt.svetlansky

vkt.svetlansky

Mar, 16/12/2014 - 18:06

SUBITO SI OPERERANNO SIA IL GENTILINO MINISTRO ESTERI CHE LA ALTRA RENZIANA MONGHERINA PER FARLO RIENTRARE....DEI MARINAI IN INDIA A COSTORO INTERESSA MENO DI UNO FICO SECCO....VISTO CHE COSTORO SONO ANTIMILITARISTI..

Ritratto di kardec

kardec

Mar, 16/12/2014 - 18:15

Pagando qualche cosa (non vale granchè) non potrebbero tenerselo ?

clamajo

Mar, 16/12/2014 - 18:23

Giulietto parla di "grave violazione dei suoi diritti"...chissà se la pensava così anche dei dissidenti dell' urss spediti in siberia o arrestati per opinioni politiche...

villiam

Mar, 16/12/2014 - 18:25

io vivamente spero lo tengano in galera un bel pò di anni!!!!!

mila

Mar, 16/12/2014 - 18:25

Come gia' detto in altro mio commento, che senso ha dare sempre torto a Chiesa, anche quando ha ragione da vendere, solo perché si e' stati suoi avversari in passato? Adesso e' stato arrestato in modo platealmente arbitrario, solo per impedirgli di partecipare a una Conferenza, dove avrebbe espresso giudizi fastidiosi per gli Estoni, i quali, odiando a morte (a ragione o no, a noi non deve interessare) i Russi, si prestano a qualsiasi iniziativa dell'America-NATO per attaccare nell'informazione, e magari anche in modo militare (auguri!) la Russia. Il fascismo effettivamente non c'entra, ma neppure il comunismo. Si tratta solo di "liberaldemocrazia" all'americana e di metodi neonazisti dei suoi tirapiedi baltici. Chiesa dice parecchie cose giuste sui rapporti Russia-Occidente attuali.

vince50_19

Mar, 16/12/2014 - 18:29

Compagnuzzo Giulietto, adesso hai "capito" che aria tira da quelle parti?

pastello

Mar, 16/12/2014 - 18:33

" Mi hanno arrestato per non farmi parlare " E poi dicono che non esiste più il buon senso.

pastello

Mar, 16/12/2014 - 18:36

" Sono ben contenti di lasciarmi andare a casa " Loro si.

vittoriomazzucato

Mar, 16/12/2014 - 18:37

Sono Luca. Fatti coraggio, Giulietto, in Estonia di tipi come te li hanno avuti fino al 1989 e sono stanchi di PCUS-PCI. Cerca di capire e torna a casa. Il FattoQuotidiano ti aspetta a braccia aperte. GRAZIE.

niklaus

Mar, 16/12/2014 - 18:42

I partiti comunisti europei sostengono le minoranze russe negli stati baltici. Dietro c'e' lo zampino della Bielorussia comunista. Per questo gli estoni sospettano (o sanno) che i tipi come il veterocomunista Giulietto Chiesa agiscano come sobillatori.

maurizio50

Mar, 16/12/2014 - 18:48

E' un peccato che il "povero" Giulietto Chiesa non sia finito in un Gulag sovietico stile anni 40. Per un vecchio fedelissimo stalinista quale è , sarebbe stata una soddisfazione impagabile!!!

marvit

Mar, 16/12/2014 - 18:55

alberto_his. In Estonia non vogliono comunisti in quanto hanno vissuto il comunismo sulla propria pelle. E di imbarazzante in questa storia c'è solo lei e quello zombie di giulietto

Massimo Bocci

Mar, 16/12/2014 - 19:00

Certo da quando è crollato il suo PARADISO BOLSCEVICO (per fallimento e banca rotta CRIMINALE), e non c'e nemmeno più uno Stalin, per ripristinare........LA CRIMINALITÀ POLITICIZZATA!!!! Il TERRORE e il LADROCINIO fatto sistema!!!!

tormalinaner

Mar, 16/12/2014 - 19:01

Vanitoso e arrogante, chiesa pensa di avere la scienza infusa, gli Estoni sono più intelligenti di noi e per questo lo hanno arrestato. Dovevano tenerlo dentro come i marò.

irio

Mar, 16/12/2014 - 19:03

Hanno fatto bene.

irio

Mar, 16/12/2014 - 19:05

Potevamo mandare anche Vauro , per compagnia.

celuk

Mar, 16/12/2014 - 19:10

buttassero la chiave!

Accademico

Mar, 16/12/2014 - 19:12

@kinowa - Ma Giulietto, il libro, lo aveva scritto.. già prima di partire alla volta della F..estonia. Intelligenti pauca!

Dordolio

Mar, 16/12/2014 - 19:17

Chiesa mi sta sugli zebedei come pochi. Ma mi sto buttando via dal ridere. Il mondo alla rovescia. Il Chiesa FORSE voleva parlare a favore della Russia che OGGI è all'opposto dell'URSS che lui ha ancora in mente e nel cuore. E finisce in galera! Putin è il simbolo unico rimasto di leader di una Russia Cristiana e Occidentale. Dove i Valori sono quelli millenari. E Putin era nientemeno che un quadro del KGB! Mi manca solo di vedere Obama arrestato perchè distribuisce volantini del Ku-Klux-Klan e poi sono a posto.

giosafat

Mar, 16/12/2014 - 19:26

Prevenire è meglio che curare....e gli estoni, padroni a casa loro, hanno messo in pratica il vecchio adagio. Nessuna obiezione.

Andrea effe

Mar, 16/12/2014 - 19:38

Giulietto Chiesa è sempre stato di sinistra ma questo non toglie che ognuno ha il diritto di poter esprimere il proprio parere. I nazisti nel governo di Kiev ci sono grazie agli USA e io che sono sempre stato pro America non li apprezzo più. Gli USA ci stanno portando nel baratro, spero che il loro preannunciato crollo avvenga quanto prima. Anche se amo il popolo americano.

lorenzovan

Mar, 16/12/2014 - 19:51

se chiamo fasciocomunisti la maggior parte dei foristi qua' presenti...si offendono ??? penso proprio di no...lolololol

Gianni Cinarelli

Mar, 16/12/2014 - 20:06

Quanta premura il diplomatico! Lo stesso ambasciatore, in un'altra occasione riguardante un mio conoscente, stando a ciò da costui riferitomi, si comprò in tutt'altra maniera. Vedrete che nel prossimo libro di Giulietto troverà il dovuto spazio.

steacanessa

Mar, 16/12/2014 - 20:13

L'ignobile individuo è ben conosciuto in Estonia quale adoratore del comunismo sovietico che tanti danni ha fatto al paese. Sono stati buoni nei suoi confronti, i suoi amici comunisti lo avrebbero spedito in un gulag.

ego

Mar, 16/12/2014 - 20:27

Personaggio paradossale; ha subito un trattamento tipico di uno stato di polizia come quello che per 70 anni ha impeversato in Urss e tira in ballo SOLTANTO il fascismo.

Artorius11

Mar, 16/12/2014 - 20:40

...non sono un suo fun...ma leggendo la maggior parte dei commenti su questo articolo, capisco perchè siamo messi così male in Italia...i valori non sono neutrali ma si utilizzano come se si fosse allo stadio a tifare...le stesse persone che poi criticano certo potere in Europa, si comportano qui allo stesso modo...nel piccolo chiaramente...confermo che i mille problemi dell'Italia, derivano dalla mente marcia della gente che ci vive...gente così merita tutto il peggio di questo mondo..that's it and that's all..

frateindovino

Mar, 16/12/2014 - 20:46

Per quel poco che ho ascoltato del buon giulietto oserei dire che se non ha parlato non è che gli estoni si siano persi un granché.Tranquilli........

beowulfagate

Mar, 16/12/2014 - 21:01

Chiesa Giulietto idiota perfetto.

Ritratto di lettore57

lettore57

Mar, 16/12/2014 - 21:03

Questa mezza tacca di uomo, assieme a tanti altri conosce solo la parola .... diritti.... MAI che avesse pronunciato la parola dovere. Potevano tenerselo stretto stretto

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mar, 16/12/2014 - 21:03

Purtroppo ... vorrà dire che quello che voleva dire lì lo dirà qui!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mar, 16/12/2014 - 21:03

Purtroppo ... vorrà dire che quello che voleva dire lì lo dirà qui!

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 16/12/2014 - 21:25

Peccato sia un arresto preventivo, se lo tenessero per tutta la vita, questi "comunisti" demenziali non li vogliono neppure nei paesi comunisti

stefano.colussi

Mar, 16/12/2014 - 22:02

.. Chiesa è un comunista .. e correttamente stà valutando gli sviluppi della Unione Sovietica, dopo la caduta del Muro .. potrei sbagliare ma Chiesa (come me) è un estimatore di Vladimir Putin e come tale va subito messo a tacere dalla NATO .. che poi la NATO non serva a nulla, lo sanno anche i bambini dell'Asilo .. amen .. colussi, cervignano del friuli, ud, it, eu

killkoms

Mar, 16/12/2014 - 22:05

bellissimo paese quellovin cui arrestano i comunisti,solo perchè sono comunisti!

Ritratto di enkidu

enkidu

Mar, 16/12/2014 - 23:13

Oh Oh Oh ! merry Christmas mr. Church ! welcome to the free world !free to kick you off of course

mila

Mer, 17/12/2014 - 01:06

@ killkoms -Ma Lei non era contrario all'interventismo americano in Ucraina o Siria, mentre era favorevole a Putin che difende la Russia, i valori tradizionali eccetera? Oggi ha cambiato idea (come la maggior parte dei commentatori)? Molte idee ma confuse?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 17/12/2014 - 01:16

Hanno fatto benissimo. A forza di andare in giro a seminare zizzania con le sue stolte visioni di complottismi, che vivono solo nel suo cervello bacato, ha trovato qualcuno che lo ha messo a tacere. Solo in Italia trova giornalisti che LO INVITANO IN TV A SPARARE IDIOZIE SULLA TRAGEDIA DELLE TWIN TOWERS DI NEW YORK. Che si trattava di idiozie lo confermano oggi gli efferati attacchi degli assassini dell'ISIS e le vigliacche azioni dei vari fanatici dell'islam.

nicangel

Mer, 17/12/2014 - 02:14

Ma perche non se lo sono tenuto. Sto mangiapane a tradimento

ga1308

Mer, 17/12/2014 - 07:36

Vorrei far notare che il sig. Chiesa, è stato fermato DOPO la conferenza, quando dall'albergo stava per lasciare in treno Tallin. Mi auguro che i nostri ambasciatori sia altrettanto solleciti nei confronti dei nostri connazionali in difficoltà anche se non sono dei tromboni sfiatati in cerca di visibilità...

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 17/12/2014 - 07:48

PER ME TI CI POTEVANO PURE TENERE

venessia

Mer, 17/12/2014 - 08:37

tutta la mia comprensione al popolo Estone

BRAMBOREF

Mer, 17/12/2014 - 08:42

GIGI8Chi semina vento ( e lui ne ha seminato tant0) raccoglie tempesta! Speriamo se lo tengano loro.

gisto

Mer, 17/12/2014 - 09:24

Non so cosa avesse da dire in Estonia,ma so quello che dice in Italia.Le sue farneticazioni hanno spesso il senso del ridicolo,ma lui come tutti i fanatici non se ne rende conto.Gli Estoni,popolo serio che ha provato il comunismo, hanno pensato che fanno a meno delle sue parole.

alberto_his

Mer, 17/12/2014 - 09:24

Non posso che concordare con Mila, il cui post esprime buon senso ed equilibrio a differenza dei post dei soliti biliosi bananas

Ritratto di raffaelelupo

raffaelelupo

Mer, 17/12/2014 - 09:30

Certo, saranno rimasti atterriti vedendosi davanti addirittura Baffone redivivo. A proposito Giulietto, ma il tuo look così truce quanto ti costa? tra parrucchiere che ti cura capelli e baffi, e l'estetista per il resto, di sicuro il costo complessivo potrebbe mantenere una famiglia in Italia. Nelle Repubbliche Baltiche, ed anche altrove, il detto "Ha da venì Baffone" non è sentito, dopo tutte le preci di ringraziamento che hanno inviato al Cielo dopo la sua morte...

killkoms

Mer, 17/12/2014 - 10:08

@mila,io ero atlantico quando gli imbelli di"adda venì baffone" anelavano a fare da zerbini agli stivaloni dei cosacchi dell'armata rossa,e sono consapevole oggi che sulla questione ucraina la russia abbia più ragione degli Usa,e di quei soliti "poteri occulti" che vorrebbero appioppare all'imbelle europa una mega grecia!il problema di chiesa,veterocomunista e già(o ancora?) funzionario dello stipendificio rai,è che l'estonia,paese che è stato sotto il tacco(per giunta straniero) del comunismo reale per decenni,ha messo fuori legge tutto ciò che concerne il comunismo predetto,compresi i vetercomunisti d'importazione!

krgferr

Mer, 17/12/2014 - 10:43

La vera grande domanda che mi pongo è: "Che mai avrà da dire il Giulietto in Estonia?". E se poi qualcuno, a sua volta, si chiedesse il perché delle mie perplessità gli consiglierei un sito nel WEB titolato: "Perle complottiste"; è apolitico, interessante, divertente ed istruttivo, sia per quel che riguarda il Nostro che per molto altro. Saluti. Piero

nino47

Mer, 17/12/2014 - 10:59

Caro giulietto, abituato in italia dove puoi sparare cxxxxxe a vanvera dietro il dito della "democrazia" , non ti sei accorto che passare i confini comporta sempre rendersi conto degli umori e degli affetti del posto....

GMfederal

Mer, 17/12/2014 - 11:06

Lo dovevano sbattere in cella e buttare via la chiave questo bolscevico fuori dai tempi...

saltups

Mer, 17/12/2014 - 12:32

sig.Chesa e elencato nel lista nera di persone non gradita in paesi Baltici, e lui che fa finta di non sapere. Secondo nostri (Lettoni estoni) servizi secreti questo individuo fa la propaganda di Cremlino e nella lista paga di Putin. Pero Putin ormai può essere chiamato dittatore fascista e sua regime fa la politica russonazista, quindi fascista e nazista e stesso giornalista Chesa.

pietrom

Mer, 17/12/2014 - 13:22

Caro Giulietto, il Fascismo e' finito nel 1945, ed e' durato vent'anni. Quindi nulla di quanto accade oggi puo' essere legato al Fascismo. Il Comunismo e' invece ancora vivo e vegeto in molti luoghi ancora oggi. Questo giusto per mettere i puntini sulle i...

Ritratto di Svevus

Svevus

Mer, 17/12/2014 - 13:27

Solidarietà completa e totale a Giulietto Chiesa ! Un ringraziamento particolare al coraggio e all' indipendenza del direttore Sallusti ! Molti commentatori scrivono senza aver letto una sola parola di Giulietto Chiesa, e men che meno tutti i rapporti diplomatici e dei vari s-think-tank USA. Credo che non oserebbero più giudicare in maniera tanto balorda l' arresto di Giulietto Chiesa volto solo ad intimidire chi non si prostra all' unica super ultra potenza. Sarebbe opportuno rileggere il discorso di Alexander Solgenitsin ad Harvard, che qui riassumo in una frase : in Occidente si confondono gli oppressori comunisti sovietici ( URSS ) con i Russi gli oppressi.

Sapere Aude

Mer, 17/12/2014 - 14:09

@Svevus, ce lo racconti lei chi è Giulietto Chiesa! Visto che cita Solgenitsin. Da Mosca, Chiesa scriveva per l’Unità di stare col popolo russo (le ricordo che a quel tempo erano tutti sovietici) o con la gli oppressori sovietici?