La Cina adesso avverte Trump: "Rischio guerra su isole contese"

Gli Stati Uniti rischiano "una guerra su larga scala" con la Cina se si tenterà di bloccare a Pechino l'accesso alle isole nel Mar Cinese Meridionale

Gli Stati Uniti rischiano "una guerra su larga scala" con la Cina se si tenterà di bloccare a Pechino l'accesso alle isole nel Mar Cinese Meridionale. È quanto scrive il Global Times aggiungendo che se le recenti dichiarazioni di Donald Trump diventeranno realtà quando si insedierà, "le due parti faranno meglio prepararsi a uno scontro militare". Suscitando numerose polemiche dei Paesi vicini, la Cina ha costruito fortificazioni e isole artificiali nel Mar Cinese Meridionale. E Rex Tillerson, segretario di Stato nominato, ha sostenuto che a Pechino non dovrebbe essere consentito l'accesso alle isole, pur senza spiegare in che modo.

"Dovremo mandare alla Cina un segnale chiaro, prima di tutto che fermi la costruzione di isole, poi che il suo accesso a queste isole non sia consentito", ha detto nella sua audizione al Senato, paragonando il controllo cinese all'"annessione da parte della Russia della Crimea". "Tillerson farebbe bene a rafforzare le strategie nucleari se vuole che una grande potenza nucleare retroceda dai suoi territori", è stata la dura reazione espressa in un editoriale del giornale controllato dal Partito Comunista.

"La Cina ha sufficiente determinazione e forza per fare in modo che questo provocatore non abbia successo. A meno che Washington non abbia in programma una guerra su larga scala nel Mar Cinese Meridionale, eventuali altri tentativi per evitare l'accesso cinese alle isole sarebbero stupidi". La posizione dell'amministrazione Obama sulla sovranità della Cina nel Mar Cinese meridionale, ricorda il Guardian, è stata sempre di neutralità. Se la politica americana diventa più conflittuale, negando alla Cina l'accesso a isole che già controlla, "potrebbe avviarsi un devastante confronto tra Cina e Stati Uniti", ha affermato il China Daily. Ieri, in una risposta più diplomatica del governo cinese alle parole di Tillerson, il portavoce del ministero degli Esteri, Lu kang, aveva detto che le relazioni Cina-Usa sono basate su "mancanza di scontro, non conflitto, mutuo vantaggio e collaborazione win-win". Le osservazioni di Tillerson "non vale neanche la pena prenderle sul serio perché sono un miscuglio di ingenuità, miopia, pregiudizi logori e fantasie politiche irrealistiche", ha scritto ancora il China Daily, aggiungendo però che "se dovessero realizzarsi sarebbe disastroso".

Commenti

Royfree

Ven, 13/01/2017 - 17:00

Questo è un rischio minore. la stupidità immane che ha fatto l'occidente e dargli miliardi in commesse facendoli acquisire tecnologia e apparecchiature rendendoli ricchi e potenti. Ora contenerli è un impresa impossibile.

tuttoilmondo

Ven, 13/01/2017 - 17:15

Certo che... ce ne sono di contrasti in questo mondo che ci va sempre più stretto. E non possiamo andare in nessun altro posto. Forse su Marte. Ma chissà quando? E' più probabile una purga da 5 miliardi di individui. Forse anche di più. Gli USA stanno da per tutto. E non vogliono che altri si allarghino. Prima o poi ci scappa una pappata di atomiche da paura. Non credo che lo scudo stellare reggerà. Fra missili da crociera, balistici, sottomarini... tutti con testate nucleari multiple... nessuno si salverà. Le città che rischiano di più sono quelle sul mare. Mah! E per fortuna che la pazza non ha vinto. Trump sembra più cauto. Ma non può certo perdere la faccia. Io credo che Trump cercherà di mettere la Cina contro la Russia. Se ci riuscisse sarebbe un grande paraculo.

Algenor

Ven, 13/01/2017 - 23:49

@tuttoilmondo, se Trump persegue una politica anticinese (ed a giudicare dalle ultime dichiarazioni anche poco filorussa) non fara altro che rafforzare il legame russo-cinese in funzione anti-statunitense.

alox

Sab, 14/01/2017 - 00:01

@tuttoilmondo Trump piu' cauto? Trump e' solo imprevedibile e contradditorio...perfino coloro scelti nella Sua amministrazione lo smentiscono in poco meno di un giorno! Gen. James Mattis: la Russia e' il maggior pericolo per gli USA!

Ritratto di scappato

scappato

Sab, 14/01/2017 - 03:25

Lasciamoli le isole, ma cominciamo a boicottare i loro prodotti. Un po' di spesa in piu' e tanta me... in meno. Vediamo come faranno a gestire la perdita di 15-30 milioni di posti di lvoro.