La Cina vuole manipolare il dna per creare "superuomini"

Oltre il 38% dei cinesi si dice favorevole a manipolare gli embrioni per aumentare il Qi. In Aprile i primi test su 86 embrioni

La Cina vuole intervenire sugli embrioni per creare super-uomini. È quanto emerge da una ricerca realizzata dall'agenzia Betc che ha analizzato la predisposizione delle varie popolazioni a intervenire sul codice genetico. Il 39% dei cinesi ha mostrato interesse all'eugenetica intellettuale. In realtà, spiega ancora Betc, la percentuale sale al 50% se si abbassa l'età degli intervistati.

Al di la dei sondaggi, già in aprile un gruppo di scienziati cinesi aveva ammesso di aver iniziato dei test di manipolazione degli embrioni. L'esperimento, realizzato con una tecnica CRISPR-Cas9, venne realizzato su 86 embrioni con l'inserimento della proteina Cas9. Alla fine ne sono sopravvissuti 71 ma solo pochissimi presentavano il nuovo materiale genetico.

Per i genetisti nei prossimi anni le tecniche di manipolazione consentiranno di manipolare il Qi fino a 60 punti in più. Oltre ai cinesi, anche gli il 36% degli indiani si dicono favorevoli alle manipolazioni. Il popolo più "bio-conservatore" sono i francesi, solo il 13% dei cugini d'oltralpe ha detto si alla manipolazione del dna.

Commenti
Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 30/09/2015 - 14:04

Fuffa!! E' risaputo che con i cinesi Madre Natura non è stata generosa in fatto di "dimensioni"... e ora vorrebbero farci credere di manipolare il DNA per farsi crescere il cervello più grande?? AH AH AH AH AH AH

i-taglianibravagente

Mer, 30/09/2015 - 14:12

...non mi meraviglia che tra i piu' entusiasti ci siano cinesi e indiani...gente che non sa neanche da che parte e' girata (A LIVELLO ETICO). E non mi venite a parlare delle rispettive culture millenarie...sono solo la riprova che non basta avere millenni alle spalle...ci vuole qualcos'altro..

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 30/09/2015 - 14:22

Attenzione che poi la natura si ribella, forse i cinesi sono troppi e questo è il sistema per far calare la popolazione

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Mer, 30/09/2015 - 14:41

I cinesi per soldi venderebbero anche la mamma, figurati l'utero!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 30/09/2015 - 14:42

@i-taglianibravagente.....condivido!

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 30/09/2015 - 14:55

E' inevitabile, questo è il futuro dell'umanità, che ci piaccia o no. E' un progetto al quale stanno già lavorando da molti anni i genetisti. Così come scienziati e ricercatori stanno lavorando a progetti segreti in campo industriale e di alta tecnologia. Ma non vanno certo a raccontarlo in televisione o alle riviste di gossip. Ma la gente crede davvero che l'informazione seria sia quella che passa sulla stampa ed in televisione? Siamo davvero sicuri di essere informati di cosa succede nel mondo? Nei laboratori segreti sono al lavoro per realizzare cambiamenti di cui la gente normale vedrà gli effetti, forse, fra qualche decennio. Ammesso che esista ancora la libertà di stampa e di informazione. Ma, soprattutto, se esisterà ancora una umanità in grado di pensare liberamente, di ragionare, di osservare criticamente la realtà, di intendere e di volere; ovvero, non geneticamente modificata.

agosvac

Mer, 30/09/2015 - 15:13

Francamente dubito che con manipolazioni genetiche si possa aumentare il livello d'intelligenza delle persone. Si può sicuramente aumentare la loro capacità fisica, ma non quella intellettuale semplicemente perché non si conosce ancora bene come funzioni il cervello umano. Mi risulta che delle funzioni del cervello ancora non si conosca che una minima parte. Tra l'altro il cervello sembra essere nient'altro che un super computer ma chi lo guida questo computer??? Non si sa!!! L'unica cosa che si sa è che se si ferma il cuore un uomo muore, se si ferma il cervello un uomo può continuare a vivere anche per svariati anni ma senza autocoscienza. Voglio dire : non è il cervello che comanda il cuore quindi la vita , è il cuore che comanda e che, forse, è proprio la sede dell'intelligenza, potrebbe essere lui a guidare il super computer che è il cervello umano.L'unica cosa che si sa è che se il cuore non funziona più si muore.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 30/09/2015 - 15:27

Eppure la questione non è nuova, anzi l'idea della manipolazione genetica per migliorare la specie umana risale all'ottocento. Ma anche di recente Francesco Cassata ne parla in maniera aperta e senza preconcetti nel suo libro "Eugenetica senza tabù". Il problema, come succede spesso, è che noi ne parliamo, gli altri fanno. E' quello che cercava di ottenere già 40 anni fa il miliardario americano Robert Graham, attraverso la selezione di geni di qualità col progetto "Banca del seme". E ancora prima quello era il progetto di eugenetica del nazismo. Mi sa che i cinesi non stanno scoprendo niente di nuovo, arrivano buoni ultimi.

Imbry

Mer, 30/09/2015 - 15:39

Non scherziamo con queste cose...

Fire_3

Mer, 30/09/2015 - 19:19

Piaccia o no , la selezione naturale è indispensabile per la sopravvivenza delle specie animali, quindi l'uomo può decidere se affidarsi alle crudeltà della natura o attuarla con metodi più umanitari. Purtroppo l'eugenetica è stata travisata in passato e i buonisti e i bigotti attuali l'aborrono perchè non sanno fare di meglio che identificarla con il nazismo,che a suo tempo l'ha deformata in una sorta di pseudoscienza reazionaria, sessista, razzista , antisemita,mentre i cinesi sono immuni da questi pregiudizi e molto pragmaticamente si preparano a sfruttare i vantaggi di questa discliplina scientifica. Buona bigotteria Fire

Kosimo

Mer, 30/09/2015 - 22:44

un giorno la terra sarà abitata da gialli, altro che mulatti

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/10/2015 - 06:50

Orrore.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/10/2015 - 06:55

L'intelligenza è solo una facoltà. Se non è guidata da uno spirito sano è inutile, anzi dannosa.

Maver

Gio, 01/10/2015 - 08:18

E' risaputo che a dare "il via" ad approccio scientifico ed empiristico allo studio della natura da cui trarre spunto per il successivo progresso tecnologico è stata la razionalità occidentale. Ma l'Occidente che con l'avvento della modernità ha sempre creduto doveroso condividere il suo sapere con tutti (in nome di un'utopia egualitaria e buonista), non ha mai voluto prendere seriamente in considerazione l'eventualità che a Civiltà differenti corrispondano valori etici e morali differenti. Oggi paghiamo la nostra "stoltaggine".