Clinton: "Con Trump è come tornare alle elementari"

Hillary Clinton ospite di uno show satirico ha risposto con ironia alle accuse di Trump: "Con lui è come tornare alle elementari". Biden: "Trump non sa cosa vuol dire essere nella Nato"

"Ho l'impressione che questa campagna presidenziale sia entrata in un universo parallelo", Hillary Clinton usa l'ironia per rispondere alle accuse che arrivano ormai con scadenza quotidiana dallo staff di Donald Trump. Ospite di uno dei tanti programmi satirici di seconda serata della tv americana, la candidata democratica alla presidenza degli Stati Uniti respinge le illazioni sul suo stato di salute e punge Trump, ritenuto troppo infantile. "Nel dibattito con Trump ho già messo in conto di dover andare a pescare nelle mie esperienze alle elementari", ha detto la Clinton riferendosi ai dibattiti televisivi previsti nelle prossime settimane. Il primo si terrà il 26 settembre nell’Università privata Hofstra di Hempstead, alle porte di New York. Intanto il vicepresidente degli Usa, Joe Biden critica Trum che aveva candidamente ammesso di "non sapere neanche cosa fosse l'articolo 5" della Nato.

Donald Trump nei giorni scorsi aveva sollevato dubbi sulle date dei primi due dibattiti che si sovrapporranno le partite del (seguitissimo) football americano. Secondo alcuni giornalisti il candidato repubblicano, in polemica con i rituali della politica tradizionale, potrebbe non accettare il confronto con Hillary Clinton. Lei comunque si dice pronta, ma non nasconde una certa perplessità per l’imprevedibilità dell’avversario: "Con lui bisogna prepararsi a cose assurde, pazzesche", ha detto durante il Jimmy Kimmel Live (talk show in stile "David Letterman Show", ndR). "Ho già messo in conto di dover andare a pescare nelle mie esperienze alle elementari".

Il conduttore, Jimmy Kimmel, a un certo punto ha osservato provocatoriamente con l’ex first lady: "Chi avrebbe mai pensato che l’opinione pubblica sarebbe stata così entusiasta della co-fondatrice dello Stato Islamico?", rievocando l'accusa lanciata dal miliardario a lei e a Barack Obama. "Esprimendosi come si esprime, Trump in realtà aiuta i terroristi", ha ribattuto lì per lì Hillary. Poi, abbandonati i toni seriosi: "A volte ho come l’impressione che questa campagna presidenziale sia entrata in un universo parallelo". Clinton ha anche risposto alle insinuazioni sulle sue condizioni di salute: "Sapete in qualche modo bisogna che io mi metta in testa di avventurarmi in una realtà parallela e, per esempio rispondere a domande sul fatto se sappia di essere ancora viva o meno". Kimmel le ha allora porto un barattolo di cetriolini sottaceto, invitandola a svitarne il tappo: tanto perchè Clinton potesse dimostrare di essere abbastanza in forze.

Biden: "Trump non sa cosa significhi far parte della Nato"

Il vicepresidente degli Stati Uniti, Joe Biden, parlando da Riga, dove si trova per ribadire l'impegno di Washington per la sicurezza di Estonia, Lettonia e Lituania, ha accusato Donald Trump di non capire che "essere membro della Nato implica entrare in difesa di qualsiasi alleato che viene attaccato". Ieri Trump aveva ammesso di non "sapere neanche cosa fosse l'articolo 5" dell'Alleanza atlantica, cioè quello che stabilisce che tutti gli alleati rispondono congiuntamente in caso di aggressione di uno di loro. In varie occasione il magnate ha definito la Nato 'obsoleta' mettendo in discussione la validità della solidarietà reciproca, oltre che ribadire che, un volta alla Casa Bianca, chiederà agli altri membri di aumentare i loro contributi. Secondo Biden, democratico, "un certo candidato alla presidenza di un altro partito" non può essere preso sul serio.