Comey (Fbi): "Indagine sui legami tra Mosca e Trump. Gli hacker russi non hanno alterato voto"

Audizione alla Camera del capo dell'Fbi, James Comey: aperta un'inchiesta sulle interferenze russe nelle ultime elezioni presidenziali americane. "Hacker russi non hanno alterato voto". E su Obama: "Non ha fatto spiare Trump"

C'era molta attesa per l'audizione al Congresso di James Comey, direttore dell'Fbi, e del numero uno dell'Nsa, Mike Rogers. Vediamo com'è andata. Il capo del bureau ha confermato l'esistenza di un'indagine sui presunti legami tra la campagna di Donald Trump e la Russia nel corso delle ultime elezioni. "Seguiremo i fatti ovunque ci porteranno", ha detto Comey davanti alla Commissione intelligence della Camera dei rappresentanti, assicurando la massima imparzialità dell'inchiesta. Quest'ultima svolgerà gli accertamenti "su eventuali legami tra persone della campagna di Trump e il governo russo e se vi fosse un coordinamento tra la campagna (del candidato alla presidenza, ndr) e le iniziative russe".

Un altro aspetto molto importante reso noto da Fbi e Nsa è questo: gli hacker russi non hanno alterato i risultati elettorali dei cosiddetti "swing states", gli stati chiave per la vittoria di Trump. Alla domanda posta dal repubblicano Devin Nunes, presidente della commissione, sia Comey che Rogers hanno risposto che non ci sono prove di interferenze russe nel conteggio dei voti in Michigan, Pennsylvania, Wisconsin, Florida, North Carolina e Ohio.

Obama non ha fatto spiare Trump

Per Comey non esiste alcuna informazione a sostegno dell'accusa di intercettazioni a suo danno lanciate da Trump nei confronti del suo predecessore Barack Obama. "Con tutto il rispetto per il presidente - ha affermato Comey - non ho alcuna informazione di in grado di supportare tali tweet (il presidente aveva formulato le proprie gravi accuse tramite Twitter, ndr)".

Le preferenze di Mosca

Comey ha aggiunto che nelle ultime elezioni la Russia aveva una "preferenza positiva" per Trump rispetto alla sua rivale Hillary Clinton. L’indagine dell’Fbi è partita lo scorso luglio dopo l’hackeraggio dei computer del Partito democratico. Comey ha spiegato che Putin, "detestando" la Clinton, ha favorito Trump cercando di danneggiare la rivale. Poi ha aggiunto che il presidente russo preferisce gli "uomini d'affari" perché "è più facile trattare con loro e sono più aperti al negoziato". Comey ha quindi citato come esempi i nomi dell'ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder e dell'ex premier italiano Silvio Berlusconi.

Democratici all'attacco su Flynn

L'ex consigliere per la Sicurezza nazionale della Casa Bianca, Michael Flynn, dovrebbe essere indagato per aver accettato soldi dal governo russo. L'ha chiesto la deputata democratica Terri Sewell nel corso dell'audizione. Durante la quale è stato ricordato che Flynn, costretto alle dimissioni 24 giorni dopo la sua nomina perché erano emersi i suoi incontri con l'ambasciatore russo a Washington, nel 2015 accettò un pagamento di 35mila dollari per partecipare ad un evento dell'emittente russa RT, controllata dal Cremlino. E in un'intervista del luglio 2016 Flynn aveva negato di aver mai preso soldi dal governo russo.

Raffica di tweet del presidente

Poco prima dell'inizio dell'audizione Trump aveva sfornato alcuni tweet. In uno si legge che "i democratici si sono inventati ed hanno spinto la storia russa come scusa per aver fatto una terribile campagna: questa storia è fake news e tutti lo sanno". In un altro tweet ha lanciato la caccia alla gola profonda che fa trapelare le notizie riservate: "La storia vera su cui Congresso, Fbi ed altri dovrebbero indagare sono le fughe di notizie di informazioni classificate. Bisogna trovare subito il responsabile!". In un terzo tweet Trump ha rilanciato quanto dichiarato dall'ex capo del National Intelligence, che in un'intervista tv aveva detto di non essere a conoscenza di alcuna prova che colleghi Trump o la sua squadra alla Russia: "James Clapper ed altri hanno affermato che non ci sono prove che Potus (l'acronimo che indica il presidente degli Stati Uniti, ndr) abbia avuto relazioni con la Russia".

Commenti

tuttoilmondo

Lun, 20/03/2017 - 19:02

Gira e rigira... vedrai se non va a finire che le elezioni vinte da Trump verranno annullate. L'America e l'Europa, con i suoi futuri exit, sono nel casino totale. Se ne avvantaggeranno Russia e Cina soprattutto. Ma... se si dovessero rifare le elezioni in USA e vincessero i democrat... la III guerra mondiale sarebbe assicurata. E già! Non potrebbero i democratici farla passare liscia a Putin, corruttore di elezioni libere e democratiche. Ogni pretesto sarò buono per rompergli i cosiddetti. E siccome, da quelle parti, c'è pure il nord-coreano che ama giocare con i razzi... e la Cina che mira ad espandersi a macchia d'olio... Mamma aiuto!

brunog

Lun, 20/03/2017 - 21:25

Il risulato era scontato altrimenti sarebbe stata una crisi istituzionale e costituzionale dagli sviluppi imprevisti. Adesso il problema sara' come mandare a casa Trump, e questo problema sta a cuore ai repubbblicani perche' sanno che le prossime elezioni saranno perse in partenza.

disturbatore

Lun, 20/03/2017 - 22:25

Tutte schiocchezze . Servono a quella MAFIA INTERNAZIONALE DELL´INFOMAZIONE AD IMPORRE LE LORO VISIONI DEL MONDO . Hanno iniziato con la Siria e continuato sull´Ucraina , poi la Grecia. Quella mafia e´foraggiata da grandi capitalisti che giocano sulla pelle di molti milioni di persone . Oggi i golpe passano per i media .

nunavut

Lun, 20/03/2017 - 23:05

@brunog 21:25 certo che continuando a impedirgli di governaqre potranno vincere le prossime elezioni ma a quale prezzo ? Gli USA x 4 anni non avanzeranno per nullamentre altre nazioni che vogliono rubare la supremazia agli USA ne traaranno un immenso vantaggio e i democratici(se le vinceranno) si trveranno in "braghe" di tela, bel risultato in previsione.

Divoll

Mar, 21/03/2017 - 00:19

I documenti della NSA (National Security Administration) provano che non solo Trump, ma tutta la sua famiglia e' stata spiata per ordine di Obama. Vedasi su google: nsa documents prove surveillance on donald trump

ESILIATO

Mar, 21/03/2017 - 02:52

Brunog hai guardato la manifestazione di questa sera in Louisville Kentucky.....la popolazione e' definitivamente per Trump. Berlusconi aveva quella opportunità in Italia , ma l'ha bruciata.

Popi46

Mar, 21/03/2017 - 06:30

La storia si ripete quando la sinistra ( il cui DNA non conosce la democrazia) non gradisce le scelte del popolo, dalla stessa ipocritamente osannato. Ricordo l'interminabile riconteggio dei voti di cui fu oggetto all'epoca l'esito elettorale di Bush figlio.

Ernestinho

Mar, 21/03/2017 - 06:42

E' solo fantapolitica! Ma come si fa ad "alterare il voto"? Siamo all'assurdo!

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mar, 21/03/2017 - 08:32

Meno male che esistono legami fra Putin e Trump ! sono importanti per garantire pace e sviluppo ai loro paesi. Purtroppo in Europa non abbiamo personalità di spicco capaci di guidare il timone della barca EU che oggi sembra un guscio di noce in balia di un mare burrascoso.

Magicoilgiornale

Mar, 21/03/2017 - 08:53

Trump rompe le uova nel paniere ai finti buonisti

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 21/03/2017 - 09:04

che lo mandino a casa..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 21/03/2017 - 09:07

sarebbe più rapido una palla di piombo..daltronde non sarebbe il primo..basta vedere Lincoln Abramo.

Dani55

Mar, 21/03/2017 - 09:08

Come facilmente prevedibile si è trattato di una montatura anti-Trump, che come di consueto la maggior parte dei nostri media ha stupidamente preso sul serio, non comprendendo da servi sciocchi quali sono, che se le interferenze russe sull'esito delle elezioni fossero state confermate, i primi a essere messi in discussione sarebbero stati i servizi di sicurezza e la stessa amministrazione Obama.

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 21/03/2017 - 09:10

Mi sa tanto che questo Comey è sotto ricatto da parte di Soros, Clinton, Obama e partito Democratico. Cosa aspetta Trump ad usare lo spoil system e buttarlo fuori a calci? Che questo Comey tiri fuori le prove.

alox

Mar, 21/03/2017 - 11:13

@ ESILIATO ha il 37% dei consensi IL PEGGIORE DI TUTTI I PORESIDENTI... Solo l'ala estrema del KKK gli resta attaccata...ma questi non lo mollano anche se Trump gli sputa in faccia!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 21/03/2017 - 12:37

Le uniche elezioni alterate, specialmente da gli sms, sono quelle di Obama che con lo "Yes we can" prometteva il carnevale permanente, per uccellare lo sprovveduto yankee.

venco

Mar, 21/03/2017 - 14:43

Trump faccia indagare sui finanziamenti sauditi finiti alla Clinton a Obama e pure a FBI e CIA.

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 21/03/2017 - 15:20

So far the evidence of collaboration between Trump and the Russians to "interfere with the election" is not revealed (if any exists). My own guess is that Trump did nothing illegal and that this Comey is telling only lies perhaps because he is blackmailed.

Pietro2009

Mar, 21/03/2017 - 17:58

STIAMO AI FATTI: - "IL capo dell'Fbi, James Comey: è aperta un'inchiesta sulle interferenze russe nelle ultime elezioni presidenziali americane. "Hacker russi non hanno alterato voto". E su Obama: "Non ha fatto spiare Trump" - AGGIUNGIAMO CHE ANCHE LONDRA HA DETTO CHE I SUOI SERVIZI SEGRETI NON HANNO SPIATO TRUMP E CHE JAMES COMEY E' LO STESSO CHE A OTTOBRE RIAPRI' LE INDAGINI SULLE EMAIL DELLA CLINTON E CHE QUINDI NON PUO' ESSERE TACCIATO DI ESSERE UN DEMOCRATICO. E SE FOSSE INVECE COME SEMBRA UN "POLIZIOTTO" CHE FA IL SUO DOVERE E INDAGA SENZA GUARDARE IN FACCIA A NESSUNO! COMUNQUE LA POSSIBILITA' VISTO L'INSISTENZA DI TRUMP, SENZA PROVE, E LE SMENTITE RICEVUTE, SULL'ESSERE SPIATO, LA POSSIBILITA' CHE SIA "LEGGERMENTE" PARANOICO SONO DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE...NON SAREBBE IL PRIMO POTENTE AD AVERE DEI DISTURBI MENTALI. Buonasera atutti

alox

Gio, 23/03/2017 - 22:33

@jasper hahhaha blackmailed by who? Let me guess...Hillary Clinton? The same one put under investigation a week before the election by J. Comey ? Now is no more a good guy (by Trump)?