"Così Sarkozy ha consegnato l'Europa nelle mani di Stati Uniti e immigrati"

Marion Marechal-Le Pen: "Siamo diventati il braccio armato dei gendarmi del mondo". E accusa: "Nel nome degli Usa abbiamo dichiarato guerra alla Libia e destabilizzato il Medio Oriente"

Marion Marechal-Le Pen non usa mezze parole. "Sarkozy è un traditore. Si è fatto eleggere a Presidente della Repubblica promettendo di contrastare l’immigrazione e durante i suo governo ha permesso l’ingresso legalizzato in Francia di un milione di immigrati. Assicurava di voler fare della Francia una grande potenza globale ed equilibrata e invece ci ha riportato all’interno della Nato nel 2009, allineando così le nostre azioni internazionali agli interessi degli Stati Uniti. Siamo diventati niente di più del braccio armato dei gendarmi del mondo, in nome dei quali abbiamo dichiarato guerra alla Libia e destabilizzato l’intero Medio Oriente. Generando centinaia di migliaia di morti e flussi migratori senza precedenti. Così facendo non ha tradito solo i francesi, ma tutti gli europei".

In visita a Milano per incontrare Matteo Salvini, Roberto Maroni e l’assessore lombardo alla cultura Cristina Cappellini, la giovane rampolla della famiglia Le Pen ci tiene a parlare di politica estera. Senza accusare l’Italia, ma prendendosela con chi ha governato la Francia prima dell’attuale governo. Italiani e francesi, secondo lei, hanno gli stessi interessi nel contrastare una classe dirigente europea irresponsabile, impreparata e incapace di tutelare i propri interessi. In Europa, nel Mediterraneo e nel mondo. E che per questo ne paga le conseguenze.

"L’odierna Unione europea sta implodendo a causa di diversi problemi correlati, il principale dei quali è la questione migratoria, che vede le istituzioni comunitarie totalmente incapaci ad affrontare una tale emergenza. Questa immigrazione è figlia delle decisioni di alcuni governi europei che, capeggiati da Sarkozy, hanno abbracciato una visione del mondo filo-americana e tentato di esportare in Medio Oriente quello che dicono essere il migliore dei mondi possibili. Fallendo clamorosamente. E pagando ora per quello che hanno fatto".

La radice della crisi della Ue sarebbe dunque l’adesione agli interessi geopolitici d’oltreoceano, che sarebbero però in contrasto con quelli francesi ed europei. Perché? "Gli Stati Uniti vorrebbero un mondo che sia totalmente sotto la loro influenza, ma non è così. Per fare i nostri interessi dobbiamo accettare realisticamente il mondo in cui viviamo, che è multipolare. All’interno di esso la Francia dovrebbe dialogare con gli altri attori internazionali a testa alta e sullo stesso piano, promuovendo l’interesse dei propri cittadini. Che, non a caso, sono spesso gli stessi di quelli degli altri popoli europei".

"L’Europa è composta da popoli diversi, con culture, economie e identità differenti. Ma anche con bisogni comuni. Uno di questi è il dialogo e il commercio con la Russia, che è un partner economico indispensabile per ampi e strategici settori di molte delle nostre economie. E’ assurdo che si rinunci a commerciare e dialogare con Mosca in nome della ragion di Stato americana".

Il nodo centrale da risolvere è quello migratorio. “Ogni cittadino europeo è vittima dell’immigrazione che negli ultimi anni è degenerata più che mai. Ormai tutti, anche lo stesso Sarkozy, hanno dovuto riconoscere che intervenire militarmente in Libia è stata un’assurdità. I responsabili verranno per questo giudicati dalla storia. E questo processo è già in corso".

Ad avvallare i bombardamenti in Libia, però, fu anche l’allora Ministro degli Interni Roberto Maroni. Che Marion incontrerà questa sera a Milano per un incontro privato e lontano dai riflettori. In quell’occasione Marion potrà confrontarsi con l’attuale governatore lombardo anche su questo tema. Chiedendogli cosa lo spinse ad appoggiare una tale mossa suicida. Rispondendo Maroni potrebbe chiarire quali siano le strategie di politica estera della Lega Nord. Che fino ad oggi non sono mai state rese note. E molti osservatori ritengono addirittura non esistano.

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 16/03/2016 - 13:00

E' la pura e semplice verita' sulla quale i comunisti e sacristi possono ricamarci sopra all'infinito ma senza riuscire a convincere

Kosimo

Mer, 16/03/2016 - 13:15

il giornale adesso ha incominciato a capirlo che non esiste nessun complotto religioso? è un complotto tra superpotenze, W l'Europa con Roma capitale

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 16/03/2016 - 13:24

Sottoscrivo, del resto non dimentichiamo che la potente angela merker era Im Erika

giovauriem

Mer, 16/03/2016 - 13:26

cara le pen , sarkozy non è un traditore per il semplice fatto che non è un francese , come la sua donna , lui ,il nano ,è ungherese , e dunque non ha tradito la sua patria .

Una-mattina-mi-...

Mer, 16/03/2016 - 13:31

COSE TALMENTE EVIDENTI da apparire perfino imbarazzanti

ilbelga

Mer, 16/03/2016 - 13:44

Marion: una che dice realmente come stanno le cose. a parte che un ignorante come ma ha condannato subito l'intervento in Libia e prima ancora quello in Iraq. non si può imporre la democrazia in paesi che sono divisi in tribù lì ci vogliono solo e soltanto dittatori con il pugno di ferro.

Ritratto di combirio

combirio

Mer, 16/03/2016 - 13:47

MI sento più unito a un Francese o a un tedesco che la pensi come me, pittosto che a un idiota di sinistra catto- comunista Italiano!

Libertà75

Mer, 16/03/2016 - 13:57

bisogna essere diversamente intelligenti per non essere d'accordo... la verità è verità

MassimoR

Mer, 16/03/2016 - 14:00

vero

agosvac

Mer, 16/03/2016 - 14:12

Credo che le colpe di Maroni siano minime. La decisione d'intervenire in Libia era stata avallata dal Presidente della Repubblica italiana in quanto capo del consiglio della difesa. A questo punto né Maroni né Berlusconi potevano fare alcunché tranne che dimettersi. E, francamente, credo che avrebbero dovuto dimettersi invece di avallare simile porcata!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 16/03/2016 - 14:29

COME;SI PUO DARE TORTO A QUESTA BELLA RAGAZZA; CON UN CERVELLO DA GENIO?!.

GGuerrieri

Mer, 16/03/2016 - 14:56

Credo anche io che tirare in ballo Maroni (che certo non ritengo un fulmine di guerra, pur essendo leghista) sia riduttivo. Qualche responsabilità in più l'intero Governo Berlusconi credo l'abbia avuta invece. Ma probabilmente l'essersi piegati ai desiderata delle solite democrazie occidentali si spiega con la speranza di non essere "fatti fuori", come purtroppo è puntualmente avvenuto con il "golpe bianco" dello spread.

uccellino44

Mer, 16/03/2016 - 15:02

Come si fa a darle torto?!

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 16/03/2016 - 15:25

Semplicemente incontestabile

franco-a-trier-D

Mer, 16/03/2016 - 15:34

ebreo e comunista è detto tutto.

idleproc

Mer, 16/03/2016 - 15:39

Parrebbe, invece, che dalle nostre parti non abbiamo un solo politico all'altezza delle esigenze strategiche e tattiche nazionali. E' anche vero che i cugini hanno un vantaggio storico e che non si sono ancora venduti tutta la baracca o non hanno fatto in tempo a vendergliela.

giovanni951

Mer, 16/03/2016 - 16:02

non solo la Francia bensì tutta l'europa....siamo gente senza palle che si fa governare dagli yankee e non rispettare dal resto del mondo. L'europa, anzi l'eurabia, è un nano politico ed un nano militare.

Opaline67

Mer, 16/03/2016 - 16:16

PAROLE SACROSANTE MA ORA VOGLIO VEDERE (ANZI NON VORREI MA CAPITA CHE FINCHE' VIVO VEDRO' MIO MALGRADO)COME FACCIAMO A PORRE RIMEDIO ALL'IMMANE DANNO PROVOCATO E CON CHE GENERE DI RIPERCUSSIONI

linoalo1

Mer, 16/03/2016 - 17:00

Deve essere una Malattia che colpisce i Presidenti Francesi!!!!Hollande è forse diverso da Sarkozy???Perché mai,è solo la Francia ad essere stata colpita,in Europa,dagli ultimi Attentati????

glasnost

Mer, 16/03/2016 - 17:05

Gli americani hanno i dollari e sono, di fatto, comandati dai grandi speculatori finanziari ( dalle banche alla Lehman ai vari Soros). Con questi soldi comprano i governi stranieri servili ( non soltanto quelli progressisti, purtroppo) e questi ultimi prosperano comprandosi il consenso ed arricchendo i loro capataz a spesa dei cittadini che si fanno il culo lavorando. Di fatto scoraggiano e distruggono la classe media produttiva a forza di tasse e tutti quelli che potrebbero far crescere i paesi, ma a loro di questo non gliene frega affatto, perché più la gente è povera e più dipende dalla benevolenza dello stato. Grazie signora Le Pen.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 16/03/2016 - 17:18

Come darle torto. La verità è semplice ma nei capi di Stato permane l'omertà anche se il presidente americano nei giorni scorsi ha balbettato qualcosa contro Sarkozy, la Merkel e Cameron.

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 16/03/2016 - 17:23

La giovane fanciulla ha le idee molto più chiare di certi politicanti di lungo corso, a cominciare dal suo sghignazzante e cafoncello compatriota. – (3° invio)

Gabriele184

Mer, 16/03/2016 - 17:33

La perfetta antitesi, in tutti i sensi, delle varie Bindi, Boldrini, Merkel etc etc...

tuttoilmondo

Mer, 16/03/2016 - 17:36

L'Europa è una polveriera, piena di basi missilistiche americane. I russi le conoscono ed è scontato che siamo perciò diventati target per le atomiche russe. In caso di conflitto i primi, e forse ultimi, schiaffi li prende l'Europa.

AndreaT50

Mer, 16/03/2016 - 17:44

Parole sante, evidenti ed incontrovertìbili ma ci sarà sempre qualcuno con la puzza sotto il naso e l'aria snob da radical chic (ma con uno o forse due ormoni celebrali) che la liquiderà come spazzatura. Quando voteremo?

Keplero17

Mer, 16/03/2016 - 18:07

Vero.

atlante

Mer, 16/03/2016 - 23:34

Grandissima la piccola Le Pen. Cosi giovane ma dice delle cose giustissime. Americani gangsters della scena internazionale. Sarkozy traditore della Francia e dell'Europa. sOLO PER RIGUARDO ALL'iTALIA, che la ospita, NON HA AGGIUNTO CHE un altro sporco traditore della Patria e dell'Europa è stato Giorgio Napolitano, che appoggiò il demenziale attacco francese a Gheddafi. .