Crollato nei sondaggi, ora Macron fa mea culpa: "Ho fallito"

Il presidente francese, in una lunga intervista a TF1, fa autocritica e dice di non essere riuscito a riconciliare il popolo con la sua classe dirigente

Emmanuel Macron fa "mea culpa". Ed è già una notizia per un presidente come quello francese che non è mai stato particolarmente propenso ad accettare critiche né a fare autocritica. In una lunga intervista all'emittente Tf1 all'interno della portaerei Charles De Gaulle, il presidente francese ha concluso dicendo: "Non sono riuscito a riconciliare il popolo francese con i suoi dirigenti".

Per Macron si tratta di un cambio di comunicazione che è probabilmente frutto del suo crollo di popolarità. Arrivato al picco più basso con un 27% di gradimento, è arrivato il momento di riconoscere i propri errori. Non è proprio la prima volta, visto che lo ha già fatto con il rimpasto di governo e con il suo viaggio nelle Antille. Ma questa volta sembra che l'autocritica sia più profonda.

Il capo dell'Eliseo ha dichiarato di voler dirigere il Paese "in un modo diverso". "Oggi i nostri concittadini vogliono tre cose: essere presi in considerazione, essere protetti e trovare delle soluzioni. Soluzioni non dichiarazioni. Forse di considerazione non ne hanno avuto abbastanza. Considerazione significa ascoltare la gente lamentarsi e rispettare", ha detto Macron. E viste le ultime uscite del presidente, si tratta di un vero e proprio me culpa.

Attenzione anche per quanto riguarda la ultime proteste dei "gilet gialli". "Questa rabbia la condivido con voi, poiché c'è una cosa che non sono riuscito a fare: riconciliare il popolo francese con i suoi dirigenti", ha detto Macron. Il presidente si è impegnato a "riconciliare la base col vertice", assicurando di "battersi al livello mondiale per far abbassare il prezzo del petrolio, responsabile dei tre quarti dell'aumento". E si è detto "impaziente" di ottenere buoni risultati su più fronti.

E sul fronte dei rapporti tra Francia e Stati Uniti dopo lo scontro con Donald Trump, il presidente apre a una fase di distensione. "Ad ogni grande momento della nostra storia siamo stati alleati e tra alleati ci dobbiamo il rispetto. Credo che quello che i francesi si aspettino da me non sono risposte con tweet ma di continuare a portare avanti questa storia importante". E Macron lancia un monito: "Gli Stati Uniti continueranno ad essere un alleato storico, con il quale prendiamo rischi, svolgiamo operazioni complesse, ma essere alleato non significa essere vassallo. Non dobbiamo dipendere da loro".

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Gio, 15/11/2018 - 16:18

bhè.visto che l'hai ammesso,per tentare dinon perdere la faccia,fai..SEPPUKU!!

MOSTARDELLIS

Gio, 15/11/2018 - 16:38

Macron a casa!

papillon50

Gio, 15/11/2018 - 16:39

Spero che i francesi alle europee ti presentino un conto il più salato possibile, caro sig. pervertito.

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 15/11/2018 - 16:43

mea culpa?? certo se non si accontenta dei servizi di cui segnala coi propri gesti quotidiani, l'importanza del' enorme richiesta....

Klotz1960

Gio, 15/11/2018 - 17:10

Tutte ciaccole. Ha fallito in tutto e verra' coperto di sberle alle elezioni dell'Europarlamento. Ma nessuno si illuda: non e' una eccezione, rappresenta perfettamente un buon 30% dei Francesi, che sono come ed anche peggiori di lui. Solo la sinistra italiana non l'ha ancora compreso.

Reip

Gio, 15/11/2018 - 17:12

L’Italia farebbe bene ad aspettarsi il peggio dalla Francia piuttosto! Se c’e’ una nazione in Europa sulla quale la Francia puo’ speculare, approfittare e commettere qualunque tipo di nefandezza economica o commerciale pir di rilanciare il suo governo, quella e’ lItalia!

Ritratto di mailaico

mailaico

Gio, 15/11/2018 - 17:15

hai fallito ? con la vecchia ? sei andato in bianco ? poverino.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/11/2018 - 19:16

Ha sbagliato ad esprimersi: è un fallito.

DRAGONI

Gio, 15/11/2018 - 19:36

TRA POCO SARA' COMPLETAMENTE LIBERO DI DEDICARSI A TEMPO PIENO NELLA CURA DELLA SUA ATTEMPATA MOGLIETTINA

Gianx

Gio, 15/11/2018 - 19:42

Invece di votare la destra, i ridicoli su becchino pure sto troglodita comunsta!

Maura S.

Gio, 15/11/2018 - 20:03

Reip non siamo poi cosi sprovveduti…...anche noi, quando abbisogna, possiamo mostrare le unghie

CALISESI MAURO

Gio, 15/11/2018 - 21:02

personalmente non me importa niente, lui e' il nostro nemico, nemico dell'Italia come i suoi predecessori! Ha problemi in casa?. non riesce a tenere a bada qualche spiritello? Faccia come bamby forse se la cavera'! Una sua maestra la sfidante del trumpone alla fine non stava in piedi dal veleno che aveva in corpo!!!

Divoll

Gio, 15/11/2018 - 22:22

Ora in ginocchio da babbo Rothschild...

lappola

Gio, 15/11/2018 - 22:49

Ma non è capace nemmeno a parlare il linguaggio della politica ... Mai visto un politico anche insignificante, parlare così. Quello vuol fottere non solo i Francesi ma tutti, di certo Trump gli farà uno sberleffo ma la Merkel NO, è nelle sue stesse condizioni. Meglio che vada a farsi consolare dalla nonna.