Domenica di sangue in Egitto: due attentati contro le chiese copte: 47 morti

Duplice attentato in Egitto, nella domencia delle Palme. Colpite le chiese di Tanta, nel delta del Nilo, e Alessandria d'Egitto. Al Sisi proclama 3 mesi di stato di emergenza

L'attentatore poco prima dell'esplosione

Tristissima domenica di sangue in Egitto, con due attentati kamikaze compiuti contro altrettante chiese copte nella domenica delle Palme. Il bilancio reso noto dal ministero della Salute parla di 47 vittime. Gli attacchi hanno preso di mira una chiesa nella città di Tanta, nel delta del Nilo, dove si contano 29 vittime e 71 feriti e alla chiesa di San Marco ad Alessandria, la seconda città più popolosa del paese, con 18 morti. In quest’ultima chiesa stava celebrando il patriarca copto Teodoro II. I poliziotti hanno bloccato il terrorista suicida vicino all’edificio religioso dove l'uomo si è fatto esplodere. A Tanta colpita la chiesa di San Giorgio gremita di fedeli.

Il sedicente Stato islamico ha rivendicato gli attacchi. Gli estremisti hanno anche fornito le identità dei militanti che si sarebbero fatti esplodere: Abu Al-Baraa Al-Masri ad Alessandria e Abu Ishaaq Al-Masri a Tanta.

Intanto il presidente egiziano Fattah al-Sisi in una dichiarazione tv ha annunciato lo stato di emergenza per tre mesi. "Verranno intraprese una serie di misure, la più importante delle quali è l'annuncio dello stato di emergenza per tre mesi dopo aver effettuato i dovuti passaggi legali".

La tv di Stato egiziana ha diffuso un video, ripreso dalle telecamere della sicurezza fuori dalla cattedrale di Alessandria, in cui si vede l'uomo che sarebbe il kamikaze che si è fatto esplodere all'ingresso. Le immagini mostrano un uomo con una felpa blu, che tenta di entrare nella chiesa, ma viene indirizzato verso il metal detector. Tenta di passare, poi fa un passo indietro. A quel punto lo schermo viene coperto dal fumo causato dalla detonazione (guarda il video).

Commenti

buri

Lun, 10/04/2017 - 09:38

fchissà che ginalmemte Papa Francesco si convincerà che cpmbattiamo una guerra di religione e lasverà perdere ò'ecimenismp èpliyocamente vorrettp

pierodeola

Lun, 10/04/2017 - 10:13

Non capiscocome mai questi criminali musulmani uccidono giornalmente musulmani e cristiani e non colpiscono mai quelli che tutti dicono essere i loro nemici storici e attuali ebrei. Ho un'idea,che siccome i terroristi sono aiutati e finanziati nonchè addestrati anche da USA e Israele ricevano mandato per interesse ad eliminare i concorrenri religiosi dei finanziatori.

Ritratto di Rames

Rames

Lun, 10/04/2017 - 10:45

La domanda che sorge spontanea è,ma che senso ha?Sapete che vi dico, lasciate perdere le religioni, pregate a casa vostra e chiudete tutte le chiese e moschee.

beowulfagate

Lun, 10/04/2017 - 11:14

Peccato che tra i cristiani d'Egitto nessuno prenda le armi.I cristiani libanesi lo hanno fatto e,guarda caso,nessuno va più a rompergli le scatole.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 10/04/2017 - 11:22

Bisogna cominciare il "porta a porta" con gli islamici in Europa... ed è gia abbastanza tardi.

SAMING

Lun, 10/04/2017 - 12:20

A PIERODEOLA: il tuo ragionamento è pasticciato ed infarcito di nozioni stravaganti. I mussulmani uccidono i cristiani perchè sono loro concittadini ed indifesi. Vorrebbero uccidere anche gli ebrei, solo che non possono perchè vivono in un altro stato e non sono indifesi. Ti ricordo che moltissimi anni fa 200 milioni di arabi armati di tuto punto assalirono il minuscolo stato di Israele con l'intento di cancellarlo dalle carte geografiche ma furono sonoramente battuti . E da allora non ci provano più.Evidentemente sei stato indottrinato ma adopera il TUO cervello e non parlare per bocca di altri ignoranti o in mala fede.