Ecco i segnali per capire se un soggetto è a rischio jihadismo

Il governo francese lancia un nuovo sito per combattere il terrorismo islamico. Per comprendere il fenomeno, prevenirlo e distruggerlo

La Francia risponde al terrorismo islamico non solo bombardando l'Isis in Siria, ma anche con una grande mobilitazione su Internet. Perché ormai è certo che i miliziani dell'Isis si servono della Rete per reclutare le nuove forze e propagandare le loro "gesta" con video e minacce farfneticanti. Il governo francese ha lanciato un nuovo sito internet (stop-djihadisme.gouv.fr) che punta prima di tutto a informare i cittadini, per potersi meglio difendere e, al contempo, aiutare le forze dell'ordine a individuare e colpire i terroristi. Oltre a Facebook e Twitter il sito mette a disposizione anche un call center, per fornire ogni tipo di riposta o raccogliere segnalazione.

Il sito è strutturato su quattro grandi filoni tematici:

1) comprendere la minaccia terroristica; 2) agire (l'azione dello Stato); 3) decriptare la propaganda jihadista; 4) la mobilitazione.

L'analisi dei mezzi di propaganda dell'Isis, soprattutto sui social network, le "false promesse" fatte ai giovani, la menzogna umanitaria, le tecniche di manipolazione. Il sito messo in piedi dal governo francese è una vera e propria bussola che permette di addentrarsi nei meccanismi mentali sui cui fanno leva i terroristi per fare proseliti. In nove punti, inoltre, si fornisce una sorta di vademecum per cercare di capire se un proprio familiare o amico rischia una deriva jihadista.

I segnali preoccupanti (ovviamente da analizzare nel loro complesso) che possono nascondere un potenziale jihadista sono questi:

1) il soggetto prende le distanze e non si fida più dei vecchi amici, considerati "impuri";
2) disconosce o si allontana dai membri della propria famiglia;
3) smette di mangiare certi cibi, cambiando drasticamente le proprie abitudini alimentari;
4) lascia la scuola perché l’insegnamento cui è sottoposto farebbe parte del "complotto";
5) non ascolta più la musica perché lo distrae da una missione molto più importante;
6) non guarda più la tv e non va più al cinema per evitare di vedere immagini "proibite";
7) non pratica più sport perché le attività sono promiscue (maschi e femmine);
8) cambia abbigliamento in modo drastico. Le ragazze tendono a nascondere il corpo;
9) trascorre diverso tempo su siti o social network considerati a forte contenuto estremistico.

Commenti

scarface

Mar, 24/11/2015 - 09:59

Cari cugini francesi penso sia sufficiente una sola indicazione: Non accetta quanto scritto nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Fjr

Mar, 24/11/2015 - 10:15

Punto tre,cavolo ho un'amico che è' diventato vegano e adesso?

alberto_his

Mar, 24/11/2015 - 11:20

Vademecum semplicemente ridicolo. Che l'intelligence faccia il suo mestiere senza reclutare delatori improvvisati.

java

Mar, 24/11/2015 - 11:27

Hanno dimenticato la cosa piu' importante. E' politicamente collocato a sinistra con annessi e connessi (anti americano, anti israeliano) e definiscono gli immigrati 'risorse'.

little hawks

Mar, 24/11/2015 - 11:35

Anche la Costituzione Italiana contiene gli stessi principi della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo (ratificata dall'Italia ma non accettata da alcun paese mussulmano), eppure noi abbiamo almeno un deputato islamico. Perché nessuno controlla? Perché ci fidiamo di questa gente senza prendere precauzioni? Ricordiamo come fu ricambiato chi prese la serpe intirizzita e se la pose in seno per riscaldarla!

giuliana

Mar, 24/11/2015 - 11:53

Di seguito trascrivo (avevo fatto copia-incolla) le parole usate dagli stessi musulmani in un centro culturale islamico di Ravenna (sito chiuso dopo le proteste di un politico).Sapete che cosa si insegna ai BAMBINI, nei "diritti del fanciullo dell'islam"? Ai più piccoli viene insegnato a considerare legittima la pena di morte -e quindi gli omicidi in nome di allah- "Il corpo umano è sacro ed inviolabile e solamente nei casi previsti dalla Legge divina l'uomo perde il diritto di vivere (Corano Sura 5 ayah 32), perdita che rende legittima l'esecuzione capitale, con cui viene inflitta la morte corporale." In più -sempre rivolti ai bambini- si legittima la DISUBBIDIENZA alle nostre leggi: "ogni persona ha diritto: 1) di essere trattata sole ed esclusivamente in conformità alle norme della Sciarì'ah ........ 4) di disobbedire a qualsiasi ordine contrario alla Sciari'ah da chiunque esso sia dato.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 24/11/2015 - 12:04

Il mio vicino di casa è diventato vegano da due anni, non parla più con la famiglia, ha lasciato l'università perchè si sentiva emarginato, non fa più sport (faceva danza ma ora troppo grasso!), si veste da donna e si fa chiamare Samantha. Mi devo preoccupare pure io oppure esistono delle deroghe al vademecum???

giovauriem

Mar, 24/11/2015 - 13:01

per accertare se uno è un terrorista basta chiedergli di che religione è , se risponde islamico allora è sicuramente un terrorista .

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 24/11/2015 - 13:24

I mussulmani studiano il Corano, ma di dividono in due categorie: gli ignoranti che hanno letto solo le prime dodici sure e quelli che hanno provato a studiare anche le altre centodue. Infatti si tratta di un percorso conversione dalla violenza primordiale alla misericordia. Per riconoscere gli ignoranti dodecasuri basta vedere se vanno d'accordo coi "democratici". Se simpatizzano col PD dei miei stivali sono Jihadisti. Invece se si tengono alla larga dalla Boldrini e compagnia bella, sono persone normali di religione musulmana.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 24/11/2015 - 13:57

Io, ho una esperienza 40ennale con i mussulmani, é a me mi basta parlare con uno di loro per 5 minuti, é io gia só con chi ho a che fare, é mi dispiace dirlo ma il 99% di loro sono tutti fanatici dell,islam.

venco

Mar, 24/11/2015 - 15:06

Lo scopo dei musulmani è terreno, non divino, vogliono eliminarci per appropriarsi dei nostri beni, delle nostre terre e nostre donne, niente altro. Per questo non si deve fare assolutamente accoglienza.