Ecco perché l'Isis ha conquistato Palmira

Che interesse ha l'Isis per prendere Palmira? Cosa è successo? Come mai è caduta in pochi giorni?

Che interesse ha l'Isis per prendere Palmira? Cosa è successo? Come mai è caduta in pochi giorni? Il primo motivo è geopolitico: controllare Palmira equivale a controllare tutta la parte nord est della Siria e a permettere un collegamento attraverso il deserto con Raqqa, la capitale dell'Isis oltre a controllare la strada desertica che arriva fino al Ramadi in Iraq. In pratica, l'Isis con questa mossa domina piu del 30% del teritorio siriano. Inoltre, conquistare Palmira permette all'Isis di collegare il deserto con la periferia di Homs, di Hama e con Aleppo.

Il secondo motivo è economico: a Palmira ci sono tanti giacimenti di petrolio e di gas e c'è anche la miniera piu grande di fosfato. Il terzo è un motivo storico: Palmira è ricca di storia e di reperti archeolgici, è stata chiamata la "sposa del deserto" e risale al secondo millenio prima di Cristo, il suo museo contiene un numero notevole di statue. Non dimentichiamo che a Palmira c'è la famosa prigione dove ci sono detenuti numerosi islamisti filo Al Qaeda.

Cosa è successo? Una settimana fa l'Isis ha potuto prendere una cittadina di nome Al-Sukhnah che si trova sulla strada tra Raqqa e Palmira, questa cittadina è pro Isis ed è sempre stata filo Al Qaeda. Da questa cittadina sono partiti in tanti per andare a fare la guerra santa (Jihad) in Iraq con gli americani. Quindi Al-Sukhnah è diventata una base per l'Isis.

Palmira è caduta in pochi giorni per tanti motivi: ha due città, quella archeologica che è molto distesa e si affacia su un enorme oasi da cui l'Isis aveva tentato di entrare la prima volta quattro giorni fa, e quella nuova, abitata da varie tribù, che ha tanti ingressi ed era difficile controllarla.

Infatti, l'Isis è riuscita nell'intento quando ha cambiato tattica ed è penetrata dalla città nuova trovando l'appoggio di alcune tribù pro-Isis. Tra di loro c'è Luai, ex venditore di datteri a Palmira, che è diventato un combattente Isis e gira ora coi terroristi per indicare loro chi faceva la resistenza o chi lavorava per il governo di Damasco. Ora Palmira è sotto coprifuoco e non è certo cosa ne farà l'Isis. Ciò che è sicuro è che i reperti di Palmira andranno in giro per il mondo. Addio Palmira. Addio Zenobia.

Commenti

alberto_his

Gio, 21/05/2015 - 19:28

"Ciò che è sicuro è che i reperti di Palmira andranno in giro per il mondo." cioè spunteranno come funghi nelle collezioni di facoltosi occidentali

Dako

Gio, 21/05/2015 - 19:36

Perchè l`isis ha conquistato Palmira? Semplice perchè qualcuno crimilale - criminali quanto loro (quelli dell`isis) ha interessi che le cose vadano così, e quando avranno disrtutto tutto, creato emigrazioni forzate di dimensioni incalcolabili allora ci saranno gli interventi (tardivi) militari obbligatori con il consenso... dell`ONU e di tutte le altre istituzioni mondiali... ridicole (chi tace acconsente!)

Antonio43

Gio, 21/05/2015 - 23:50

Certo è che prima di Maometto di cose belle ne esistevano laggiù. Questi pazzi non vogliono sapere neanche da dove vengono, mai potranno andare lontano. Comunque è difficile non credere che tutto quanto sta succedendo in Iraq e Siria specialmente, non sia voluto. Chi lo sa se sapranno poi fermarli. Chi se la ride per me è la Cina, l'abbronzato e il tappo francese hanno fatto male i calcoli e noi intanto subiamo le conseguenze con l'immigrazione selvaggia.

erasmetto

Ven, 22/05/2015 - 08:18

Al di là delle contingenti vicende belliche di resistenza all Isis, mi sembra purtroppo che si stia aprendo un nuovo ed antico capitolo di storia; forze etniche ben motivate e che non hanno niente da perdere, stanno scardinando un sistema geopolitico opulento ed "anziano" che non ha la forza di fare sacrifici per difendersi e perciò sceglie di ignorare la realtà. Siamo all inizio della della caduta dell impero romano e si pensa solo all accoglienza di legioni di persone il cui credo, piu o meno confessato, e' quello di sterminare l avversario. Questo e' il già annunciato suicidio della civiltà occidentale.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 01/07/2015 - 00:15

Quando ai politici nostrani avranno tagliato la gola e finito così di raccontare le solite "manfrine soporifere" alla cannabis all'ora capiremmo perché si è perso tanto tempo ad ascoltare le balle mediatiche che hanno "intrappolato" le menti e soggiogato le naturali ispirazioni di milioni di persone.

Ritratto di kanamara

kanamara

Ven, 10/07/2015 - 13:17

Che bello! il coprifuoco significa che di notte NON si sente nemmeno 1 rumore (e le persone dormono)e, sopratutto le televisioni NON trasmettono nessun programma (tipo "Porta a Porta")