Egitto, esplode un'auto contromano: 19 morti e 30 feriti

Una vettura lanciata a folle velocità uccide almeno 19 passanti e ferisce 30 persone. Il Paese è in stato d'allerta

Un boato improvviso ha sconquassato la notte del Cairo, in Egitto. Il dramma è andato in scena in una manciata di secondi, quando un'auto si è lanciata contromano nella via che porta all'Istituto nazionale per il cancro, il più importante centro oncologico della capitale. Prima il boato e poi le fiamme. E l'incubo terrorismo che torna, con il nome di Fratelli musulmani, almeno secondo quanto affermato dalla polizia egiziana.

Secondo quanto riferito dal mistero della Sanità, Hala Zayed, i morti sarebbero almeno 19 mentre i feriti 30. Ma il bilancio potrebbe tragicamente aumentare. Tra i feriti, infatti, ce ne sarebbero almeno cinque in gravi condizioni.

I pazienti dell'istituto sono stati evacuati negli altri ospedali del Cairo mentre il ministero dell'Interno ha ordinato lo stato di allerta "per gestire la situazione e assicurare la migliore assistenza possibile alle persone coinvolte", come riferisce l'agenzia Mena. Il ministro della Sanità, dopo aver visitato i feriti in ospedale, ha annunciato di aver creato una unità di crisi per "gestire ogni possibile sviluppo della tragedia".

Un testimone, invece, ha raccontato quei tragici momenti ha riferito di aver "sentito un'esplosione e il vetro dell'entrata della banca è stato frantumato".

Nelle prime ore si era parlato di un semplice incidente. Un'ipotesi che, però, non era convincente in quanto, secondo quanto riporta Al Jazeera, sul luogo dell'esplosione sono arrivati subito gli artificieri. Nel pomeriggio di oggi, lunedì 5 agosto, sono emersi nuovi dettagli che hanno portato le autorità egiziane a seguire una via precisa: quella del terrorismo.

A indicarla è innanzitutto il ministro dell'Interno, che afferma: "Il veicolo era diretto a un'altra destinazione per trasferire l'esplosivo, che sarebbe stato utilizzato per attacchi terroristici". Opinione condivisa subito anche dal presidente Abdel Fattah al Sisi. Ma non solo. Le indagini preliminari puntano il dito contro il movimento Hasm, una formazione jihadista che si è fatta conoscere al mondo proprio il 5 agosto di quattro anni fa, quando rivendico l'uccisione dell'ex Gran Muftì Ali Gomaa, e che è legata ai Fratelli musulmani.

In un messaggio affidato a Twitter Al Sisi ha detto: "Porgo le mie sincere condoglianze al popolo egiziano e alle famiglie delle vittime, rimaste uccise in un attacco terroristico codardo, e auguro pronta guarigione a tutti i feriti". E poi: "Lo Stato egiziano è determinato con tutte le sue istituzioni ad affrontare e sconfiggere il terrorismo".

Commenti

ilcapitano1954

Lun, 05/08/2019 - 08:07

i sinistri diranno: attenti è colpa di Salvini

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Lun, 05/08/2019 - 08:16

Un motivo in più per cacciare via tutti gli islamici dall'Italia.

VittorioMar

Lun, 05/08/2019 - 08:22

.Risultati della FAMOSA PRIMAVERA ARABA ???

cgf

Lun, 05/08/2019 - 08:33

la stupidità del genere umano è misurabile anche con il grado di esaltazione di poter prevalere su altri. A certe persone basta un pugnale o un kalashnikov o un mezzo imbottito di esplosivo. Il TOP è la giustificazione del fine, le vergini, altro che martiri.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Lun, 05/08/2019 - 08:47

Che razza di bestie sono coloro che fanno esplodere un'auto imbottita di tritolo dinnanzi ad un ospedale? Quanto odio vogliono seminare?

cgf

Lun, 05/08/2019 - 09:20

la stupidità del genere umano è misurabile anche con il grado di esaltazione di poter prevalere su altri. A certe persone basta un pugnale o un kalashnikov o un mezzo imbottito di esplosivo per pagarsi il biglietto verso le... vergini.

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Lun, 05/08/2019 - 09:41

quello che non mi spiego è l'elevato numero di turisti che ancora visita i paesi governati da stati islamici, l'attentato del Bardo, quello a Sharm el-Sheikh, in Sri Lanka, nelle Filippine, ma se cercano vacanze emozionanti che vadano in un mercato di Baghdad. Sono posti da escludere per mete turistiche, che affoghino senza il denaro europeo fino a quando non avranno cancellato i terroristi di casa loro.

LorisDalPoz

Lun, 05/08/2019 - 09:48

ilcapitano 1954... sei serio o sei un boot?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 05/08/2019 - 12:06

@LorisDalPoz - più che serio. Appena un moscerino sorreggia in Nuova Zelanda, i sinisrti tuoi amici danno subito la colpa a Salvini. Se il governo non fa bene, la colpa è di Salvini, non di Di Maio e Conte, vero? Vai a lavorare invece di scrivere fesserie.

cgf

Lun, 05/08/2019 - 12:12

@Paolo_Trevi ripassi un poco la geografia, le Filippine sono in grande maggioranza di religione cattolica e sono governate da un ATEO. [La Repubblica Democratica Socialista dello] Sri-Lanka è in netta maggioranza buddista, oltre il 70%, 15% induista. L'Egitto vive di turismo, in pratica la sola entrata, i turisti sono molto più salvaguardati che a Nizza, Londra, Berlino, Parigi... soprattutto Parigi, [vado a memoria] almeno 5 attentati di matrice islamica certificata negli ultimi 4 anni. La capitale più visitata al mondo? no + turisti?

istituto

Lun, 05/08/2019 - 22:57

Paolo Trevi 09:41@ pienamente d'accordo con il suo post. É' quello che penso io ogni qualvolta succedono fatti del genere. Quello che mi viene da pensare è che questi turisti siano orientati politicamente a sinistra per cui vivono in un altro mondo.