Manovre navali contro la Corea del Nord nel Mar del Giappone

Seul e Washington lanciano le manovre navali. Impegnate tre portaerei americane

La USS Nimitz in Canada / Archivio

Sono iniziate oggi le manovre navali nel Mar del Giappone, che in un dispiegamento di inusuale portata vedono in mare insieme navi della Corea del Sud e tre portaerei a propulione nucleare statunitensi.

Gli elementi delle due marine sono impegnate in esercitazioni che sono una chiara dimostrazione di forza da inviare alla Corea del Nord, che da mesi lancia segnali preoccupanti e minacce nucleari a Seul e Washington.

Nelle manovre saranno impegnate per quattro giorni la USS Ronald Reagan, la USS Nimitz e la USS Theodore Roosevelt. Accanto alle portaerei sette navi sudcoreane, tra le quali tre cacciatorpediniere. Esercitazioni di questa portata non si vedevano nella regione da almeno un decennio.

Non è certamente casuale il tempismo. Il tutto prende il via poco dopo la partenza del presidente Donald Trump per un tour asiatico con mete Pechino e Seul e sovrastate proprio dalle domande sulla minaccia nucleare di Kim Jong-un. "Trump è un guerrafondaio", ha risposto il dittatore di Pyongyang di fronte al dispiegamento, accusando l'America di voler dar fuoco alle tensioni internazionali.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 11/11/2017 - 08:58

evidentemente gli yankees hanno paura.

Fiorello

Sab, 11/11/2017 - 09:00

Credevo che fosse la Corea del Nord a minacciare da vicino gli USA.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 11/11/2017 - 09:03

I dittatori vanno tolti.Le prove di forza non servono a niente.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Sab, 11/11/2017 - 11:35

Adesso il dittatorello incazzato ammazza un migliaio dei suoi.

Happy1937

Sab, 11/11/2017 - 12:02

Chissa’ mai che i burloni di stoccolma non diano anche a Kim quel Premio Nobel per la Pace che gia’ sprecarono con Obama.

agosvac

Sab, 11/11/2017 - 12:08

Francamente credo che queste dimostrazioni di forza da parte degli USA siano bambinesche e del tutto ridicole! La Corea del nord sa benissimo che gli USA potrebbero distruggerla anche usando "un solo" sottomarino nucleare armato di missili , ma sa anche che gli USA non avranno il coraggio di cominciare perché, se lo facessero, avrebbero contro Russia e Cina e scoppierebbe l'ultima delle guerre!!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 11/11/2017 - 12:17

Non hanno vinto in Vietnam. Non hanno vinto in Afganistan. E ciò nonostante campagne di bombardamenti terroristici criminali specificamente MIRATI AI CIVILI. Le May disse apertamente che fecero quello che li avrebbe condannati come criminali di guerra, se fossero stati processati.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 11/11/2017 - 12:19

Alzare la tensione perché i VASSALLI, ossia Corea del sud e Giappone, comprino le armi. In sostanza... marketing

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 11/11/2017 - 12:20

gianniverde - nessuno è più dittatore della cricca criminale che domina l'occidente e in particolare gli USA

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 11/11/2017 - 12:21

le portaerei peraltro sono ormai mezzi totalmente superati, utili solo contro nazioni del terzo mondo senza alcuna reale capacità militare.

lorenzovan

Sab, 11/11/2017 - 13:08

@certo...ma tutti...senza eccezione tra chi e' amico o nemico...se iniziassimo dai sauditi ???

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 11/11/2017 - 13:27

----occorre vedere chi sono però i veri dittatori---ma non di un solo paese ma del globo terracqueo nel suo insieme----con la scusa della minaccia di ciccio kim ---il trumpone ieri l'altro è riuscito a rifilare al povero presidente coreano del sud contratti miliardari di vendita di armi americane--- quindi trumpone ha bissato il successo di quest'estate quando è riuscito a vendere armi per miliardi all'arabia---più che un presidente sembra un piazzista---e ricordiamo che la povera corea del sud si deve tenere sul groppone pure la presenza di militi yankee nel suo territorio --pari a 40 mila unità ---se non è un'occupazione pacifica questa -come la chiamiamo?--

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Sab, 11/11/2017 - 13:30

Quel pazzo di Kim Jong-un fa paura a tutti e non solo agli yankees. Certo è, che le incensanti provocazioni del coreano hanno costretto Trump all'inevitabile azzardo per mitigare le bizzarrie del coreano.

Ritratto di Opera13

Opera13

Sab, 11/11/2017 - 13:43

Vanno tolti I dittatori Yankee.

cir

Sab, 11/11/2017 - 15:07

sporchi yankees !!

massmil

Sab, 11/11/2017 - 15:46

Ma basta con questa telenovela , con una scoreggia l'America farebbe sparire tre Coree quindi bastaaaaa

massmil

Sab, 11/11/2017 - 15:49

Chissà quale simpatia politica ha il nostro Ausonio???

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Sab, 11/11/2017 - 16:56

God save USA and Trump . The war sarà presto e sarà sunshine . Dopo sarà sunrise . Yeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 11/11/2017 - 18:49

Ausonio a me risulta che anche la Russia se n'è andata dall'afganistan colla coda fra le gambe.E poi a me i dittatori che minacciano non mi sono mai piaciuti,io tanto stimo Trump quanto stimo Putin,se tu la vedi in altro modo padronissimo di farlo.Le mie opinioni sono mie e basta.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 11/11/2017 - 19:01

Ecco il bue che dà del cornuto all'asino!

Marcello.508

Sab, 11/11/2017 - 19:12

n.d.r.: cicciobello con i suoi vettori potrebbe arrivare anche in Europa, un'Europa pavida e in salsa massonica che pensa solo a come spennare i propri abitanti. E' sempre preferibile la via diplomatica, fino allo sfinimento se necessario, però adesso pare che il bulletto voglia fare la parte della vittima. Siamo proprio alle comiche, tenuto conto che gli Usa non sono sicuramente dei santi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 11/11/2017 - 19:44

@Elkid - adesso vuoi sostenere che i ldittatore è Trump e non il ciccio bomba? Inventane un'altra, questa l'hanno già detto i tuoi amici comunisti ai centri sociali. Stai attento a cosa dicono quando li frequenti.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Sab, 11/11/2017 - 22:17

In Italia si dice: Parlare a nuora perché suocera intenda. In politica parole e forme sono una delle espressioni possibili. Un'altra espressione possibile, molto significativa se concreta, sono i gesti! Il senso del gesto coreano è: "Ecchime qua!" "io sono pronto!" "allora?". La domanda è: è espressione rivolta alla sola Korea? Il presidente a Pechino, le navi in Korea! Non è più il tempo di Obama! Obama chi? Resta una delusione enorme. Passi per la politica ai massimi livelli, ma nessuno parla delle condizioni del popolo! Del popolo delle fabbriche e di quello dei laogai! Nessuno nemmeno tra i lettori de il Giornale! Poveri noi ... Sereno anno ... Libertà o cara

Reip

Sab, 11/11/2017 - 22:33

Non capisco il motivo di mostrare i muscoli al dittatore pazzo nord coreano, a parte che consumare durante le esercitazioni quantità esorbitanti di carburante e di armi per il piacere delle multinazionali del petrolio e delle armi statunitensi. Già da sola la armatissima nord corea sarebbe da capace di ridurre in cenere il sud corea. Seul è super popolata ed è troppo vicina ai suoi confini. Considerando poi che dietro c’è la Cina,chiaramente schierata con la corea del nord in caso di aggressione americana. Tra l’altro la stragrande quantità delle armi alla nord corea gli sono state vendute dalla Russia, tutti i carri armati ad esempio. La nord corea è un partner commerciale prezioso per la Russia, cosi come gli USA sono un partner commerciale preziosissimo per la Cina e per le banche cinesi che annualmente prestano miliardi di dollari ad aziende USA, che gli vengono restituiti con tanto di interessi! Insomma una guerra proprio non è auspicabile!

Controcampo

Dom, 12/11/2017 - 00:23

Affinchè non c'è una minaccia reale, gli americano devono stare alla larga per non perdere l'equilibrio della consapevolezza. D'altra parte, però, difronte a un provocatore come Kim non si può stare a dormire. Prevenire non è mai tardi, ma nemmeno a basso costo!

seccatissimo

Dom, 12/11/2017 - 01:05

x elkid Sab, 11/11/2017 - 13:27 Ricordati che in Italia vi sono oltre 110 basi militari americane più o meno grandi ! La potenza militare italiana uguale a zero, la combattività delle nostre truppe uguale a zero, l'efficienza delle nostre forze armate è uguale a zero e se non facesse parte della Nato e se non ci fossero gli americani con le loro basi, anche un paesino come il Brunei riuscirebbe a conquistarci in poche ore !

Controcampo

Mer, 15/11/2017 - 22:53

@seccatissimo 12/11/2017, 01:27 Giusto! ...E non solo quello che Lei ha sostenuto nel suo ultimo commento. Se non ci fossero state le basi americane, probabilmente l'Italia avrebbe fatto la stessa fine della Cecoslovacchia nel 1968. Occupazione da parte dei sovietici e si doveva stare zitti per non andare a funire sull'arcipelago Gulag!