Isis, strage in Turchia: donna kamikaze fa decine di vittime

La deflagrazione a Suruc, pochi chilometri da Kobane: si teme un attentato legato al terrorismo jihadista. Fonti locali riferiscono 27 morti e almeno 100 feriti

L'incubo terrorista torna a terrorizzare la Turchia. Una forte esplosione, questa mattina, ha devastato la città di Suruc, a una decina di chilometri dal confine con la Siria.

La deflagrazione è avvenuta in un centro cultura, uccidendo e ferendo diverse persone: si temono decine e decine di vittime. Lo ha riferito l'agenzia di stampa statale "Anadolu". Per ora ci sono ancora state rivendicazioni, ma la vicinanza con il confine di Kobane e le frequenti infiltrazioni islamiste nelle regioni sudorientali della Turchia insinuano il sospetto di un atto legato al jihadismo. Il sito del quotidiano turco Hurryet riferisce che l'attentatrice sarebbe una donna diciottenne kamikaze vicina all'Isis.

L'obiettivo era il ritrovo di un gruppo chiamato "Gioventù Socialista". La televisione privata Ntv riporta almeno 28 morti e cento feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni. Nel primo pomeriggio anche il ministero degli Interni di Ankara ha confermato che si tratti di attentato terroristico. Parole di condanna sono arrivate anche dal presidente Erdogan, che ha "condannato questo atto di brutalità e terrore, di qualunque provenienza sia".

Nel primo pomeriggio un altro kamikaze sarebbe entrato in azione a Kobane, in Siria, agendo con un'autobomba contro un posto di blocco dei peshmerga dell'Ypg. Secondo l'Osservatorio Siriano per i Diritti Umani sarebbero morti due combattenti curdi.

Mappa

Commenti

agosvac

Lun, 20/07/2015 - 12:28

Che strano! Erdogan aveva dato l'impressione di essere un po', forse molto, simpatizzante per l'isis. Ora c'è lo scoppio! Mi sorge un sospetto: questo "gruppo gioventù socialista" era a favore o contro Erdogan?????

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Lun, 20/07/2015 - 13:05

Dell'ipotesi di destabilizzazione della Turchia ne ho più volte parlato, e da tempo, nei miei commenti in questo forum. Tra gli attori interessati i curdi alla ricerca di uno stato nazionale unitario e gli armeni, contro i quali Erdogan ha minacciato nuove persecuzioni. Vedremo con il tempo.

ale.dale

Lun, 20/07/2015 - 13:12

Magari sara' solo fantapolitica, ma secondo me prima o poi la Turchia interverra' contro l' ISIS e finira' per prendersi tutto il loro territorio dalla Siria all' Iraq. (secondo me questa dell'Isis e'come l'impresa dei mille, laddove a teano nasceva l'Italia, qui nascera' un nuovo impero Ottomano per la felicita' di Obama che insieme ad Erdogan, ne e' l'artefice). Chissa'..... d'altronde USA e Turchia non vogliono intervenire: xche'? dove il loro tornaconto? Solo disordine e vendita di armi? e per la Turchia?

Raoul Pontalti

Lun, 20/07/2015 - 13:27

Spiegazione per i bananas alla agosvac: siamo in Medio Oriente, non in Europa, dove nei singoli paesi esiste omogeneità etnica, linguistica e spesso religiosa nei singoli Stati come ad es. in Italia o in Austria e le divisioni, anche feroci, sono su base politico-ideologica. In Medio Oriente, specie laddove ci si trovi dinanzi ai resti di imperi da poco scomparsi, le divisioni sono anche su base etnica, religiosa e persino, per la medesima etnia, alla pregressa o attuale appartenenza ad un diverso impero (è ad es. il caso dei Curdi). Nella fattispecie i socialisti in questione sono curdi, della medesima etnia di quelli che si trovano al di là del confine, a Kobane, ed invisi tanto ai Turchi che agli Arabi di ISIS. Erdogan qui non c'entra nulla se non per culpa in vigilando e si deve fare voti affinché l'episodio non rappresenti un pretesto per un intervento turco in Siria (contro Assad).

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 20/07/2015 - 13:36

Beh il dubbio è venuto anche a me?

Marcolux

Lun, 20/07/2015 - 13:51

La Turkia finanzia e sostiene l'ISIS. E' la stessa razzaccia islamica. Arrangiatevi!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 20/07/2015 - 14:34

Chissà se la tizia era imburquata per nascondere il tritolo. Con microgonna e top succinto difficile occultare alcunchè ma fa molto peccatrice, vero Omar e Pontalti? Se non altro i morti ammazzati avranno gli occhi puri e andranno in paradiso.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 20/07/2015 - 14:58

Chi di ISIS ferisce di ISIS perisce. Peccato che l'attentato non sia stato eseguito nel centro di Ankara. Così Merdogan avrebbe gustato appieno i risultati dei suoi foraggiamenti in armi al Daesh.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 20/07/2015 - 15:46

Maria Galaverna: le donne completamente nude (particolarmente con il caldo che fa) potrebbero nascondere ancora meno di quelle in minigonna. Perché non dai il buon esempio e chiedi alle donne di casa tua (vecchie e giovani, brutte e belle) di andare in giro completamente svestite?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 20/07/2015 - 15:47

Mario Galaverna: e visto che ci siamo, dato che anche gli abiti maschili possono nascondere bombe ed esplosivi incomincia ad andare a giro tutto nudo anche tu.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 20/07/2015 - 15:51

Pontalti è un vero peccato per noi che durante i suoi innumerevoli viaggi, non si trovi mai nel posto giusto e al momento giusto. A Suruc ad esempio. Invece no, sempre a fracassare le gonadi qui la ritroviamo... Ma non dispero...

alby118

Lun, 20/07/2015 - 16:07

Tanti greggi di capre barbute l'un contro l'altro armati. Tanti ignoranti che hanno solo bisogno di un pastore che li tenga calmi con il bastone ( ma tutti i mezzi sono leciti ), la sola lingua che capiscono !!! Che dire di costei, una deficiente assassina ben indottrinata.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 20/07/2015 - 16:09

Si tratta di un caso isolato, notizia di nessuna importanza. L'importante è che anche oggi stanno sbarcando migliaia di "profughi" della stessa religione che vengono ad integrarsi. Manteniamoli tutti e stiamo tranquilli, ci saranno riconoscenti e forse non si faranno esplodere da noi. Se saremo bravi come ci chiedono.

cgf

Lun, 20/07/2015 - 16:32

Provate anche in p.zza Montecitorio ma solo il mercoledì e giovedì perché gli altri giorni fate fatica trovare qualcuno

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 20/07/2015 - 16:41

Omar El Mukhtar. le donne di casa mia vanno vestite normalmente non dovendo accontentare Allah con le sue fisime sessuofobiche. Per poter nascondere la bomba devi per forza occultarla con fogge islamiche arcaiche. Io vesto come tutti gli occidentali, non certo con i sottanoni salafiti che di tritolo, sotto, ne possono portare quintali.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 20/07/2015 - 17:17

Omar il marchettaro non è usanza occidentale, almeno fino a prima del vostro avvento, usare i vestiti come contenitori di esplosivo. Ognuno si tenga e vada fiero delle proprie culture.

chicolatino

Lun, 20/07/2015 - 17:23

pulce nell'orecchio ai beoni sapientoni sinistri alla ben khaled al pontalti che guarda caso sanno gia' tutto pur poltrendo sbragati in poltrona da una vita...a chi giova l'attentato? certamente al Sultano, quindi a me viene invece il dubbio che le cose siano piu' sottili di come dei facili beoni come voi possano immaginiare, pertanto alta probabilita' che siano stati i servizi segreti turchi ad organizzare l'attentato per far ricadere il sospetto sui curdi: che vuoi che siano alcuni turchi come vittime sacrificali pur di allegerire la pressione sul Sultano agli occhi della opinione pubblica e della comunita' internazionale...

Giorgio Rubiu

Lun, 20/07/2015 - 17:39

#ale.dale - Fin che a morire saranno i curdi, la Turchia di Erdogan non muoverà un dito. Anzi...

Raoul Pontalti

Lun, 20/07/2015 - 18:05

sì ciuccolatino, certamente...il modo giusto in Turchia per far sospettare i curdi è quella di...ammazzare curdi. Infatti le vittime erano curde!!! Si trattava di un centro culturale curdo (a Suruç sono sfollati molti curdi siriani) in cui peraltro era giunta una delegazione di associazioni della sinistra truca per partecipare l'indomani alla missione volontaria di ricostruzione della città curda di Kobane strappata nei giorni scorso a ISIS. Subito dopo a Kobane, al posto di frontiera con la Siria, altra esplosione e altri morti ovviamente curdi. Un buon modo secondo il ciuccolatino ripieno di grappa per dare la colpa ai curdi di...suicidi collettivi.

Linucs

Lun, 20/07/2015 - 21:16

Sarà per via della patriarchia.

chicolatino

Mar, 21/07/2015 - 00:21

vedete ben khaled al pontalti bin okuto, classico esempio di sinistroide, mai lavorato un giorno in vita sua (da come scrive di certo di un'azienda forse sa solo come si scrive il termine), sputa verita' dalla sua poltrona a cui e' legato da una vita, che il mondo lo conosce da repubblica e da google earth, arrogante e presuntuoso e appena qualcuno gli smonta la sua balla gli rode gli rode e gli rode...poveretto....sei ancora in tempo a prendere la zappa e andare a lavorare, beone....