La figlia del diplomatico di Kim presa e spedita in Nord Corea

La figlia dell'ex ambasciatore rimandata in patria il 15 novembre scorso. Lo annuncia l'agenzia di Seul Yonhap

Sarebbe stata rimpatriata a forza. La figlia di Jo Song-gil, ex ambasciatore nordcoreano in Italia, lo scorso novembre sarebbe stata rimpatriata a forza dall'Italia mentre cercava di ricongiungersi con i genitori. Lo ha riferito Yonhap, un'agenzia di stampa sudcoreana, citando Thae Yong-ho, ex collega del funzionario. Jo Song-gil avrebbe disertato per chiedere asilo politico a un Paese occidentale. Ad oggi non è dato sapere dove si trovi l'ex ambasciatore.

Era stato lo stesso Thae, poco più di un mese fa, a chiedere al governo sudcoreano di proteggere Jo, al quale aveva chiesto di trasferirsi a Seul per lavorare insieme "alla riunificazione delle Coree". "Le punizioni imposte ai familiari di quanti sono fuggiti in Corea del Sud sono incomparabilmente maggiori a quelle riservate a coloro la cui famiglia è fuggita verso altri paesi", ha spiegato Thae, aggiungendo pertanto di non poter più esortare il suo ex collega a raggiungerlo a Seul.

Secondo quanto riferiscono fonti qualificate all'AdnKronos, la figlia di Jo Song Gil sarebbe tornata in patria il 15 novembre scorso e l'ambasciata avrebbe comunicato il rientro della ragazza alla Farnesina. Come riporta l'agenzia, "la ragazza, come risulterebbe anche al ministero degli Esteri, avrebbe chiesto di tornare dai nonni ed il 15 novembre sarebbe stata prelevata dal personale dell'ambasciata, portata in aeroporto a Roma e riportata a Pyongyang, secondo quanto comunicato anche dalla stessa rappresentanza alla Farnesina".

La stessa Farnesina ha spiegato che l'avvicendamento degli ambasciatori nordcoreani era già stato programmato e che la figlia di Jo Song-gil è tornata volontariamente in Corea.

Commenti

MOSTARDELLIS

Mer, 20/02/2019 - 14:28

Mah, è poco credibile che la ragazza sia tornata di sua spontanea volontà. Cosa fanno i nostri servizi?

greg

Mer, 20/02/2019 - 14:46

Quindi sembrerebbe una cosa abbastanza complicata, ma è grasso che cola per i grillini, abituati a sguazzare nel caos, fra piattaforme Rousseau interpretabili a seconda degli interessi del Grillo o del Casaleggio e votazioni in rete con risultati plebiscitari, basati su 50.000 sfigati che dicono di votare a nome di 60.000.000 di italiani...

faman

Mer, 20/02/2019 - 15:14

Ma Salvini non ne sapeva niente? Invece di occuparsi solo di migranti per raccattare voti e fare selfie, non sarebbe compito suo vigilare e controllare l'operato dei nostri servizi? Non è che faccia parte del piano di rimpatrio degli extracomunitari? Se invece si tratta di un normale rientro in patria è Salvini che deve spiegarlo in Parlamento.

faman

Mer, 20/02/2019 - 15:15

Se è vero, abbiamo i servizi segreti di un paese "veramente Komunista" che operano indisturbati in Italia, e poi polemizziamo sull'operato dei gendarmi francesi nelle zone di confine.

Ritratto di wciano

wciano

Mer, 20/02/2019 - 15:18

Proteggere una ragazzina che è evidentemente un obiettivo sensibile da parte di militari di uno stato straniero. Fallito. Il nostro ministro degli interno è un totale incompetente.

Libero 38

Mer, 20/02/2019 - 15:33

Quanto scommettiamo che ora i giudici rossi accuseranno salvini di aver fatto scappare la figlia del diplomatico di Kim.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 20/02/2019 - 15:43

Magari se invece d ifare gli invasati comunisti pro korea, aveste letto l'ultimo capitoletto, capireste quale bufala hanno montato in piedi i vosrti amici comunisti, come al solito. E voi babbei ci credete sempre. Ecco perchè gl iitaliani non v ivogliono più. Avete stufato e detto miliardi di palle.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mer, 20/02/2019 - 16:19

Qui mi sempre che molti siano pronti a gettare la croce addosso a Salvini. Era stato messo al corrente della fuga improvvisa dell'ambasciatore? Se no, come poteva prevedere il susseguirsi degli avvenimenti? La responsabilità di provvedere alla figlia ricade chiaramente sulla potenza che ha provveduto a dare ospitalità al padre.

PerQuelCheServe

Mer, 20/02/2019 - 16:25

Certo che se le rassicurazioni ce le dà Antonio Razzi possiamo PROPRIO stare tranquilli. Mi chiedo da sempre come sia riuscito a capire qualcosa della sua visita in Nord Corea, dato che non mi risulta parli altre lingue a parte l'abruzzese.

agosvac

Mer, 20/02/2019 - 16:44

Così, tanto per curiosità, vorrei sapere perché il nostro Ministro dell'Interno avrebbe dovuto proteggere la figlia di un diplomatico straniero. Mi sembra che non rientri nei suoi compiti.

Massimo Bernieri

Mer, 20/02/2019 - 16:47

Se i figli e parenti di un diplomatico godono della "immunità diplomatica" credo che possano lasciare un paese senza limiti,essere perquisiti,bloccati ecc.

odisseus

Mer, 20/02/2019 - 17:03

Notevole la ignoranza delle procedure da parte di chi aspetta di trovare impronte digitali di Salvini sui chiodi della Croce. Il soggiorno dei figli dei diplomatici in Italia, non essendo, nel loro status, anagraficamente registrati, é competenza del Ministero Degli Affari Esteri, quindi a rispondere in Parlamento eventualmente é Moavero.

Ritratto di falso96

falso96

Mer, 20/02/2019 - 17:18

Avanti !!! E la prossima ? Quale sarà? Via una subito un'altra è così che vorrebbero TUTTI I SINISTRI GIALLI E ROSSI non far governare . A questo mirano, impedire il governo a forza di magistrature e problemi INESISTENTI!! L'ARTE DI INSINUARE DUBBI!! Secondo loro la luna è ancora vergine .... ... L'insinuare dei dubbi è una vecchia tattica forse la prima "ma è così che ha detto , non mangiate quel frutto?"

faman

Mer, 20/02/2019 - 17:35

agosvac-Mer, 20/02/2019 - 16:44: se è vero, sottolineo "se", il ministro degli interni deve impedire che servizi esteri agiscano impunemente e senza controllo sul nostro territorio.

Mborsa

Mer, 20/02/2019 - 17:35

La cosa più stupefacente di questa vicenda è il sottosegretario agli esteri (Di Stefano): rilascia dichiarazioni al buio senza neppure avere l'avvertenza di informarsi presso il suo ministero. Per il suo senso della carica, era meglio fosse sottosegretario ai Beni Forestali!

sparviero51

Mer, 20/02/2019 - 18:08

CON QUESTA ACCOLITA DI SBANDATI AL GOVERNO ,IN ITALIA TUTTO È POSSIBILE !!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 20/02/2019 - 18:24

Tanto semplice, e noi con Di Battista abbiamo dovuto aspettare che cambiasse il Governo in Brasile altrimenti non ne saremmo venuti a capo. Qualcuno impari come si fa ad esportare chi vuole da un altro Stato.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 20/02/2019 - 18:25

Se lo facessero anche gli altri servizi segreti africani, che vengono qui e si portano via tutti i clandestini.

cir

Mer, 20/02/2019 - 18:49

faman .. bene , cominciamo con PUNTA RAISI , BNA , ITALICUS ...e se vogliamo andare un po' indietro il caso MATTEI ...

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 20/02/2019 - 18:57

Così litigheremo anche con la Corea del Nord . Non ci facciam mancare nessun nemico.

investigator13

Mer, 20/02/2019 - 20:30

è stata mandata in Italia non sappiamo esattamente il motivo, però adesso è ora di tornare a casa

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 20/02/2019 - 20:50

E' chiaro che la ragazza è stata rapita contro la sua volontà e il nostro Ministero degli Esteri e anche quello degli Interni più i Servizi (!) hanno fatto una figura barbina. Si sono fatti fregare dai Nord-Coreani. Figurarsi se la ragazzina voleva tornare nel campo di concentramnento e di sterminio che è la Corea del Nord.

de barba rossano

Mer, 20/02/2019 - 22:26

il controllo dei servizi segreti non spetta al ministro degli interni. l' autorita' nazionale per la sicurezza dipende dal presidente del consiglio dei ministri che a sua volta delega in cascata su tutti i dipartimenti. DIS, AISI, AISE, ecc.

faman

Mer, 20/02/2019 - 22:46

cir-Mer, 20/02/2019 - 18:49: se altri non lo hanno fatto, non è certo un buon motivo per continuare, anzi....

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 21/02/2019 - 07:29

Non ci sono più gli Stati canaglia come una volta ... chiedetelo a Latorre e Girone, Regeni, i vari cittadini italiani spariti o sparati nei vari Stati in cui soggiornavano, Kassoggi docet, e via compagnia cantando e ci preoccupiamo di chi esce dal nostro Bel Paese con un regolare biglietto d'aereo.