Figuraccia F-35: sconfitto da un vecchio F-16 in un test di guerra

Nel rapporto diffuso oggi il pilota che ha guidato l'F-35 lo ha dichiarato "inadatto al combattimento ravvicinato"

Doveva essere il caccia bombardiere di quinta generazione. Migliore, quindi, di tutti quelli che lo hanno preceduto. Il Joint Strike Fighter, il cui programma completo costerà 350 miliardi di dollari, è stato sconfitto in un combattimento aereo da un vecchio F-16, progettato negli anni '70 ed ancora in forza nella maggioranza delle forze armate occidentali.

In particolare, l'F-35 è risultato inadatto al combattimento ravvicinato. Nel caso in cui il caccia dovesse entrare in contatto con altro aereo da guerra, rischia di essere abbattuto con facilità. Vero è che, in teoria, l'F-35 dovrebbe essere dotato di un sistema che lo rende invisibile ai radar nemici. Ma non si può escludere a priori che i nuovi caccia non arrivino mai al contatto ravvicinato con il nemico.

Secondo quanto riferisce il Daily Mail, "la più costosa arma da guerra della storia americana, durante un test di 'dogfight' (combattimento aerea a vista testa a testa) sull'Oceano Pacifico vicino alla base Edwards in California si è rivelato troppo lento" rispetto al più collaudato F-16. La simulazione ha visto i due caccia scontrarsi a distanza ravvicinata tra i 3mila e i 10mila metri di quota. Nello scontro i piloti hanno cercato di abbattersi a vicenda, ovviamente senza utilizzare armi vere.

Ma il rapporto del pilota messo alla guida dell'F-35 non lascia molto spazio all'immaginazione: "Il jet - ha scritto - si è dimostrato completamente inadatto al combattimento ravvicinato" ed ha "problemi aereodinamici". Il caccia, infatti, alza troppo lentamente il muso durante il combattimento, un particolare che rende difficile colpire l'avversario in volo. Non solo. L'F-35 è anche "troppo ingombrante per evitare di farsi colpire".

A lasciare sbigottito il pilota è stato anche il nuovo casco messo a disposizione, un oggetto da 500mila dollari che dovrebbe permettere di avere una visuale a 360 gradi. "Troppo ingombrante - ha detto il pilota - e non pemette di muoversi agilmente nell'abitacolo". In questo modo, l'16 è riuscito ad avvicinarsi alle spalle dell'F-35 senza essere notato, "abbattendolo".

Anche l'Italia, nonostante le polemiche, per bocca del ministro Pinotti ha confermato l'acquisto di 90 caccia. I dubbi sul programma dell'azienda Lockheed Martin sono sempre più grosso. E sullo sfondo si presenta il riarmo russo, che invece pare aver iniziato la produzione di un jet da combattimento migliore sia dell'F-35 che del vecchio F-16.

Commenti

cgf

Mer, 01/07/2015 - 13:28

Non fatelo sapere a PSG1-a1 & Ricale, potrebbero stare male oppure getteranno Me..nta sull'articolo.

gian paolo cardelli

Mer, 01/07/2015 - 13:30

E secondo quale logica si possono paragonare due aerei concepiti per missioni differenti? l'F35 è stato concepito per missioni prioritarie di attacco al suolo, mentre l'F16 è un caccia da superiorità aerea con vocazione secondaria di attacco al suolo: tanto valeva paragonare un capace autocarro ad una Ferrari...

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 01/07/2015 - 13:57

Personalmente credo che l'F-35 sia un pacco colossale e poco utile alla nostra aeronautica, tuttavia bisogna essere onesti e precisare che non è nato per il combattimento ravvicinato, per quello abbiamo l'ottimo Typhoon, ma è un aereo per appoggio e bombardamento tattico.

Ritratto di giordano

giordano

Mer, 01/07/2015 - 13:57

il progettista dell' F16, in un'intervista, elenca tutti i difetti dell'F35 e arrivando alla conclusione, lo paragona ad un " mattone ". Gianni e Pinotti quanti ne hanno acquistati? 90 ? 93? Forse era meglio andare sull'usato sicuro e risparmiare un po' di soldi per i pensionati.

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 01/07/2015 - 14:28

E' una constatazione pazzesca. In pratica abbiamo acquistato dei ferrivecchi inutili all'atto pratico. Quando si acqustano armamenti strategici di vitale importanza, bisogna essere onesti e pratici, sia da parte dei politici che dei militari perchè tali armi riguardano la nostra sicurezza militare. Egr. gian paolo cardelli, capisco la sua differenziazione tecnica ma qui a noi non abbisognano aerei per attaccare al suolo ma per difenderci, se saremo attaccati, senza contare che anche in caso di attacco al suolo di altri, gli aerei debbono sapersi difendere da soli, altrimenti si dovrebbe fare come nella 2° Guerra Monidale, mandare dietro ai Bombardieri dei veri caccia per la difesa degli stessi, un assurdità totale ai tempi odierni.

aquiladellanotte55

Mer, 01/07/2015 - 14:43

l'f35 abbatte l'f16 a 90 km di distanza senza bisogno di un combattimento ravvicinato e il pilota dell'f16 non sa neppure chi lo ha abbattuto. vi ricordate indiana Jones contro i due super addestrati armati di scimitarra, li ammazza con due colpi di pistola, senza bisogno di essere un esperto di sciabole.

mauro50

Mer, 01/07/2015 - 14:53

Datemi uno dei nuovi Sukhoi Su-35 russi e vedete come va a finire. E poi è brutto come la fame, i cinesi l'hanno copiato e il loro modello è bellissimo.

Ritratto di PSG1-a1

PSG1-a1

Mer, 01/07/2015 - 14:59

@cdf... Ancora una volta, ci hai dimostrato la tua completa ignoranza! L'F-35 deve sottostare a rigidi dettami aerodinamici PER NON PERDERE L'INVISIBILITA': QUESTO NE LIMITA FORTEMENTE LE PRESTAZIONI AERODINAMICHE! L'F-16, è insieme allo JAS-39 il miglior caccia a corto raggio. L'F-35 è un caccia bombardiere da "intrusione Stealth". UN COMBATTIMETO REALE TRA I DUE AEREI, NON AVVERREBBE MAI, PERCHE' GIA' A 70 Km DI DISTANZA L'F-35 SGANCEREBBE I SUOI MISSILI, TOTALMENTE NON VISTO DALL'F-16!

Ritratto di PSG1-a1

PSG1-a1

Mer, 01/07/2015 - 15:10

L'ignoranza dei soliti "CRITICATUTTO ROSSI", è incredibile!!! Non sanno neanche come è fatto un aereo, e parlano di "quanto è brutto"... "Il Su-35 farebbe questo o quello"... Nemmeno sanno che I COMBATTIMENTO A CORTO RAGGIO NON ESISTONO PIU' DA ALMENO 10 ANNI... Oggi per combattimento "ravvicinato" si intende a 20/30 Km di distanza! Oltretutto si paragonano 2 velivoli con CARATTERISTICHE DIAMETRALMENTE OPPOSTE! Ma questo, i "CRITICATUTTO-ROSSI" neanche se lo immaginano, perchè vivono nell'ignoranza più totale e postano su tutto al solo fine di gettare cacca nel ventilatore che li rinfresca.

Ritratto di PSG1-a1

PSG1-a1

Mer, 01/07/2015 - 15:16

Sicuramente i "CRITICATUTTO-ROSSI", NEMMENO RICORDANO I FAMOSI F-104... Se li ricordassero, sicuramente comincerebbero a ricoprirli di cacca, dicendo che erano dei pessimi caccia, e ancor peggio ricognitori... Peccato fossero I MIGLIORI INTERCETTORI PURI DELLA STORIA MODERNA! Solo quei pezzenti dei ranghi militari italiani, potevano usarli come "caccia"... Ancora oggi, in meno di 8 min. metterebbero il sale sulla coda a qualunque bombardiere.

mariolino50

Mer, 01/07/2015 - 15:55

PSG1-a1 I missili li ha anche l'f16, e a volte finiscono, allora resta solo la mitragliatrice e l'occhio del pilota. Parla dell f104, intercettore vuol dire caccia o no, cosa avrebbe dovuto intercettare se non altri aerei. Come mai il vero caccia stealth F22 non lo hanno venduto a nessuno, neanche ad Israele. Se poi quando intrude o dovrebbe farlo non è in grado di difendersi gli altri fanno il tiro al piccione, magari con vecchie mitragliatrici.

pol

Mer, 01/07/2015 - 16:19

@giordano: se parla di Pierre Sprey, il personaggio e' al quanto controverso a partire che dal fatto che non sia stato il progettista dell'F16 e A10 ma abbia contribuito a definire le specifiche; dal fatto che abbia scarsa considerazione dell'F15 (in pratica di tutti i velivoli che non siano F16 e A10...) e di qualunque cosa sia associata all'elettronica / avionica / ecc. (in pratica si combatte ancora come nella seconda Guerra mondiale a colpi di mitragliatrici e cannoncini...). Che poi l'F35 sia un programma un po' complesso per usare un eufemismo, includendo i costi molto elevati, siamo tutti d'accordo (a partire dal voler farne tre versioni dove quella VTOL / STOVL ha creato sicuramente problematiche all'intero progetto)

epc

Mer, 01/07/2015 - 16:23

Ma che discorso è? La dottrina di impiego dell'F-35 non è mica quella di fare combattimenti ravvicinati.....

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 01/07/2015 - 16:26

c'era da aspettarselo che gli yankees ci vendessero merce avariata e superata. mica sono scemi!

Noidi

Mer, 01/07/2015 - 16:40

@PSG1-a1: Un paio di domande, visto che se ne intende: Perchè allora effettuano ancora i dogfight se tanto i combattimenti ravvicinati da 10 anni non esistono più?? Perdono tempo? E perchè gli stessi americani avevano soprannominato l'F104 "The Widowmaker" se era tanto buono?

gian paolo cardelli

Mer, 01/07/2015 - 16:44

Ricordo agli "esperti da bar" che chiacchierano solo per sentito dire che gli USA ne acquisteranno 2.400, di questi "bidoni": prima di scrivere che "ci vendono merce avariata" occorrerebbe quel minimo di umiltà che ci porta a documentarsi su qualche rivista DEL SETTORE, non limitandosi ai soli titoli dei giornaili NON specializzati...

giampiroma

Mer, 01/07/2015 - 16:54

e noi che siamo succubi degli americani dobbiamo comprarli. e poi per difenderci da chi? visto che gli unici aggressori al mondo sono gli americani.....

magnum357

Mer, 01/07/2015 - 17:04

F35 ? Soltanto dei deficienti al Ministero potrebbero fare un ordine di questi cessi di aerei !!!!

pol

Mer, 01/07/2015 - 17:08

@Noidi: l'F104 era tanto buono per decollare, salire in quota con ratei elevatissimi e volare a velocita' superiori al Mach 1 per intercettare i velivoli nemici. Poi se invece di fargli fare quello iniziavano a fargli fare dog-fighting a velocita' basse, voli radenti, manovre a velocita' basse, ecc... con l'alto carico alare che si ritrovava la storia cambiava totalmente. Il modo di utilizzo diverso da quello di progetto era parte della ragione di tanti incidenti oltre ad alcune problematiche del progetto in se (vibrazioni, carichi sulle superfici di controllo, vite piatta ad alti angoli di attacco), ma d'altronde era un mezzo missile con sopra un pilota...cioe' fallo andare su dritto per dritto con prestazioni notevoli ad intercettare il velivolo nemico; la versatilita' non era poi la sua migliore dote.

franco-a-trier-D

Mer, 01/07/2015 - 17:09

PERCHè COSA SIAMO IN GUERRA CON LA RUSSIA?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 01/07/2015 - 17:19

@Cardelli .... Credo che i suoi dati siano ..... datati, infatti 2400(43 per l'esattezza ) è la commessa prevista nel 2010 e da allora i numeri si sono ridimensionati di parecchio. Siamo nel 2015 e ancora si parla degli stessi limiti individuati nei test iniziali (visibilità del casco, ecc.). Gli USA ne compreranno perché di fatto hanno un buco per certi impieghi con la flotta attuale, ma tutti sanno che lo riempie male. Col senno di poi il progetto F-35 oggi non vedrebbe la luce ed è su questo che OGGI (non 5-10 anni fa) dovrebbe confrontarsi chi intende dotarsene.

cgf

Mer, 01/07/2015 - 17:41

@PSG1-a1 ci avrei giurato! io non ho rimarcato nessuna differenza [inutile farmelo notare, io non l'ho scritto] ho solo detto che ci sarebbe stato male e gettato me..nta. Vede come si agita? Si calmi, lo so che ha l'aria confezionata, ma potrebbe venire in black-out nella sua zona e non è bello agitarsi quando fa caldo, la salute ne potrebbe risentire, tutti vogliono che lei stia bene.... provi a tirare fuori i Lego, magari si rilassa.

gian paolo cardelli

Mer, 01/07/2015 - 18:04

El Presidente, anche se datati, la risposta di PSG1-a1 ha già sopperito: col senno di oggi non si sarebbe mai dovuto costruire l'F105 Thunderchief, ed invece... stesso discorso per l'F111, che il fu Gheddafi invece ricorda benissimo... i mezzi militari si valutano sul campo, non sui quotidiani scandalistici.

cgf

Mer, 01/07/2015 - 18:11

aria conDIzionata, correttore automatico di me..nta

gian paolo cardelli

Mer, 01/07/2015 - 18:20

Noidi cc PSG1-a1, perchè lei parla per sentito dire, appunto: 1) test del genere sono noti come "stress test": si provano anche le condizioni più improbabili per verificare l'esistenza di elementi che potrebbero dare problemi in altre circostanze (se lo ricorda l'F117 abbattuto in Serbia da un missile "vecchio"?); 2) perchè l'F104 era un caccia intercettore spinto al limite, ed appena fuori dal suo spettro di missioni previste diventava pericoloso... va avanti ancora con la sua fede nell'informazione "di sinistra", o vuole cominciare a pensare all'ipotesi che l'hanno presa sistematicamente per i fondelli?

mariolino50

Mer, 01/07/2015 - 18:25

pol E poi cosa faceva f104 se il velivolo da intercettare scappava ed era armato anche lui, se non poteva manovrare bene era una ciofeca come dicevano, inutile andare forte ma solo dritto, va bene solo per fare i record di velocità, ma per vincere le corse devi essere anche agile.

Ettore41

Mer, 01/07/2015 - 18:25

Mi piacerebbe leggere il rapporto del pilta dell'F35 e non lo stralcio di un paragrafetto. Il Dogfight e' un tipo di combattimento che andava bene sino alla Guerra di Corea, oggi parlare di Doghfight fa solo ridere. Leggo che F35 non ha difesa. Per 30 anni l'europa ha utilizzato l'F104 in versione cacciabombardiere mentre in effetti questo velivolo era stato concepito come intercettore puro. Come cacciabombardiere non aveva difesa alcuna fatta eccezione per un cannone Vulcan che serviva piu' come attacco al suolo che per difesa. Similmente l'F35 e' un cacciabombardiere puro che deve arrivare sull'obiettivo distruggerlo e tornare indietro. In altre parole si possono paragonare le patate con le mele?

zackspeed

Mer, 01/07/2015 - 18:26

http://www.difesaonline.it/index.php/it/13-notizie/mondo/3518-f-35-primo-combattimento-a-10-e-f-16-abbattuti-nessuna-perdita Evidentemente non era un gran pilota quello di questo articolo!

santecaserio55

Mer, 01/07/2015 - 18:27

Ma a chi dobbiamo sparare con gli F35 a cammelli nel deserto o a Sauditi e Turchi che finanziano lo Stato Islamico ?

Ettore41

Mer, 01/07/2015 - 18:39

@Noidi 16:40...... Le rispondo io: Per lo stesso motivo per cui si continua a mettere in vita l'aeroplano e cioe' per controllarne l'inviluppo di volo.

Ritratto di Ausonio

Anonimo (non verificato)

gian paolo cardelli

Mer, 01/07/2015 - 18:53

santecaserio55, i suoi "padri politici" dicevano la stessa cosa del Tornado... prima o poi capirete che quello che vi hanno insegnato serve a distruggere una società, non a costruirla...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 01/07/2015 - 18:54

PSG1-a1 - falso. Hanno già lamentato che l'F35 neppure è sufficientemente invisibile. Il Sukhoi più avanzato è molto, molto più efficiente. Ha un'impronta radar più piccola.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 01/07/2015 - 18:56

gian paolo cardelli - perché lei crede che gli USA ci possano dire "è un bidone, interrompiamo il programma"? ovviamente no, cercano di portare avanti ed è un bene così buttano altri soldi e si svenano.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 01/07/2015 - 18:57

Magari sono tutte balle dette dagli USA per farsi sottovalutare... i cowboys sono capaci di tutto.

Dordolio

Mer, 01/07/2015 - 19:08

Come qualcuno ha fatto notare: storia vecchia. Il F 104 (su cui ho letto libri interi) era un velivolo stupendo quanto a prestazioni di punta. Ma inadatto al combattimento manovrato: come fu scritto nero su bianco "poteva battersi solo con un altro F 104..." Con i concetti dell'epoca doveva essere solo vettore di missili. Bisogna vedere se oggi il combattimento manovrato (dogfight) ha ancora un senso. Se sì - come penso - il F 35 sono soldi buttati.

gian paolo cardelli

Mer, 01/07/2015 - 19:28

Ausonio, sono argomenti già sentiti innumerevoli volte: gli aerei "bidone" si sono poi dimostrati molto meno "bidone" di quanto i fanatici antiamericani hanno voluto far credere e gli USA stanno sempre là, mentre tutti quelli che hanno aderito alle ideologie assassine del Ventesimo Secolo sono scomparsi... una piccola forma di "revisionismo", proprio no?

gian paolo cardelli

Mer, 01/07/2015 - 19:31

Dordolio, se scorre la storia del Vietnam scoprirà che si registrarono persino abbattimenti di Mig21 ad opera di F105 Thunderchief, cosa teoricamente impossibile secondo gli stessi "concetti" che portano oggi a stigmatizzare un evento limite come questo...

Dordolio

Mer, 01/07/2015 - 19:49

Ettore 41: lessi meraviglie sui Tornado. Poi ci facemmo abbattere anche dalla scalcagnata contraerea irakena... Saltò fuori che tutte le teorie alla base del suo impiego non funzionavano e il velivolo era vulnerabilissimo addirittura al fuoco da terra (senza nemmeno armi tecnologicamente avanzate). Sospetto che un attacco a bassa quota tuttora paghi pegno con avversari a terra armati di vecchi cannoncini Flak tedeschi dell'ultima guerra, con personale sufficientemente addestrato.

Ettore41

Mer, 01/07/2015 - 20:08

@Dordolio. Complimenti ha letto libri interi sull'F104 e pensa che il Dogfighting sia ancora attuale? Ma se oggi ho la possibilita' di abbattere un velivolo nemico a molte miglia di distanza, mi dica lei a cosa serve il combattimento ravvicinato? I tempi dei "Cavalieri del cielo" sono finite con Baracca e con il Barone Rosso.

Ritratto di pensieroindipendente

pensieroindipendente

Mer, 01/07/2015 - 20:27

ke articolo demente.Intanto l'F35 ha un ruolo completamente diverso rispetto al F16.2)ha delle caratteristiche stealth,ke incidono sulla aerodinamicità e prestazioni.3)nn sono stati ordinati dalla Pinotti,ma dai governi precedenti(e in numero doppio alla commissione attuale).4)si abbattono gli aerei nemici a decine di km di distanza.Gli americani abbattevano con i loro caccia quelli sovietici degli iracheni a 50 km di distanza,in virtù della loro supremazia tecnologica (radar).Gli iracheni prima di rendersi conto di essere stati inquadrati erano già morti.5)Gli americani hanno l'F22 superiore al F35 e a qualsiasi altro aereo al mondo.E non lo esportano,perchè top secret e tecnologicamente all'avanguardia.6)Dei nuovi aerei e carri russi sono solo prototipi e nn si sa niente,a parte qualke voce di propaganda fatta trapelare ad arte dai russi,ma è sul campo ke si mostra la validità di un progetto,non a parole.

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 01/07/2015 - 21:01

Tutti i più famosi aerei da combattimento in qualsiasi epoca nacquero con problemi più o meno gravi che poi furono risolti sotto la spinta delle esigenze belliche, anche il tipo di impiego, se diverso da quello di progetto può far valutare negativamente un mezzo eccellente, l'esempio più famoso è costituito dal North American P51 Mustang che fu giudicato una ciofeca dai sovietici che ne comperarono un numero limitato di esemplari, mai resi operativi e poi risultò uno dei migliori caccia della WW2.

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 01/07/2015 - 21:35

Non capisco perchè qualcuno esalti l'F 104. I piloti si riferivano a lui come la "bara volante", perhè di tanto in tanto accoppava i suoi piloti.

Dordolio

Mer, 01/07/2015 - 21:39

Il discorso è anche economico. Non conosco nel dettaglio i prezzi, ma ho l'impressione che se al prezzo di UN aereo ULTRA moderno se ne possono avere diversi semplicemente moderni, nel cambio la seconda opzione è da scegliere. Si punta (e non da ora si intende) sul velivolo assoluto che non ha rivali. Che non sembra poter esistere (anche costosissimo). Se ne scopre infatti velocemente un qualche tallone d'Achille e allora si realizza che il gioco non valeva la costosissima candela.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Gio, 02/07/2015 - 00:08

Bisogna anche dire che la 'F16 atterra agevolmente sxx Ponte dell'incrociatore 'GARIBALDI" e che l'Harrier in combattimento ravvicinato gli fa un cxxo tanto all'F16.?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 02/07/2015 - 01:06

Non sono un esperto di combattimenti aerei però in un simile fiasco dell'F-35 si dovrebbe tener conto anche del livello di abilità del pilota "abbattuto" dall'altro pilota sull'F-16.

ferventZ

Gio, 02/07/2015 - 01:51

c e un documento dei Joint Chiefs of Staff USA. che CONDANNNA SENZA APPELLO l intero progett come un enorme truffa ai danni dell erario USA in quanto DISEGNATO NON INTORNO AD REALI ESIGENZE MILITARI MA ALLE NECESSITA DI VENDERE PROGETTI DI MANUTENZIONE A LUNGO TERMINE ,!!!!

Dordolio

Gio, 02/07/2015 - 07:40

Basta leggere la stampa specializzata per capire molte cose. Nelle guerre recenti faceva MOLTA differenza chi stava ai comandi dei jet. I piloti arabi e africani erano scadentissimi per addestramento. Pare che i libici addirittura non sapessero/volessero volare di notte. Gli israeliani li fregarono sempre, meno quando ai comandi si trovarono piloti sovietici. Che ufficialmente NON dovevano naturalmente esserci. Li scoprirono perchè nella concitazione del combattimento si mettevano a parlare alla radio in russo.... Succedeva anche nella guerra di Corea e Vietnam, a quanto pare.

Dordolio

Gio, 02/07/2015 - 07:46

Stock, chi l'ha pilotato ha bei ricordi del F 104 perchè offriva ai piloti (sicuramente appassionati) sensazioni uniche quanto ad accelerazione, velocità ecc... Come un patito per le auto che ti parlasse della Ferrari che ha guidato. Però era pericolosissimo, effettivamente in Germania venne chiamato "Fabbrica di vedove". Mi pare che addirittura vi morì il figlio di chi in quel Paese ne aveva caldeggiato l'adozione. Storia tristissima.

Ritratto di PSG1-a1

PSG1-a1

Gio, 02/07/2015 - 08:07

@mariolino... Tutt'oggi l'F 104 é sicuramente l'aereo migliore oltre mach 1... La sua manovrabilità ad alta velocità é tutt'ora INEGUAGLIATA! Sui bordi delle ali, Ci si può quasi fare la barba... SONO STATI CONCEPITI CON UN SOLO SCOPO: DECOLLARE IN MENO DI 5min SALIRE IN QUOTA A MACH2, ABBATTERE I VECCHI Tu-95 in meno di 10 min... Anche la migliora F1, DIVENTA UNA BARA VOLANTE SU UNA PISTA DI MOTOCROSS!

pol

Gio, 02/07/2015 - 08:37

@mariolino50: la manovrabilita' non faceva parte delle specifiche per cui era ottimizzato e nel caso di un attacco da parte di un velivolo nemico, la velocita' era la sua arma di evasion. Anche l'A10 e' ottimizzato per il supporto delle truppe a terra e se lo si manda ad intercettare un velivolo diventa problematico (o se preferisce puo' prendere l'SR71 facendolo manovrare a bassa velocita' e bassa quota). @stock47: vada a leggere come I tedeschi usavano l'F104 (che aveva gia' dei problemi di suo rimanendo all'interno del profilo di missione per cui era stato progettato) e vedra' perche' sono quelli che hanno subito il maggior numero di perdite di piloti (gli spagnoli non ne persero uno), e' come prendere una macchina di F1 e mandarla a fare la Parigi-Dakar lamentandosi che si sfascia o che non va sulla sabbia.

Raynolds

Gio, 02/07/2015 - 09:29

Premesso che l'F-35 è obiettivamente un aereo che suscita diffidenza e ha un rapporto qualità/prezzo a dir poco discutibile, il clamore della notizia che sta facendo il giro del pianeta è totalmente infondato. Andando e a recuperare i documenti ufficiali e le parole di David Nelson e Rod Cregier inerenti il test (che risale al Gennaio 2015), si scopre stanno utilizzando la cellula definitiva per quanto riguarda i fattori di carico, ma stanno lavorando sul software di volo per ampliarne l'inviluppo e dare un po' più di agilità al velivolo(fonte aviatioweek...non novella2000). Ciò detto, è assolutamente ovvio che anche dopo averlo reso più manovrabile,l'F-35 non eccellerà mai e poi mai nel combattimento ravvicinato perché possiede altre caratteristiche fin dall'origine del progetto,giusto o sbagliato che fosse.

Ritratto di PSG1-a1

PSG1-a1

Gio, 02/07/2015 - 11:05

@ausonio... É inutile che continui a tirare in ballo il Su-35! Quell'aereo seppur bello, sarebbe abbattuto in un istante da 70/80 Km di distanza SENZA CHE IL PILOTA NEMMENO SAPPIA DA CHI... gli USA hanno giá MIGLIAIA DI AEREI STEALTH, COMPRESI BOMBARDIERI STRATEGICI E SOPRATTUTTO ECM! I RUSSI NON HANNO UN SINGOLO, DICO UN SINGOLO AEREO STEALTH IN SERVIZIO EFFETTIVO! I caccia USA abbatterebbero i Tu-95 ECM in un secondo e senza copertura farebbero il tiro al piccione con i tuoi bei Tu-95...

Ritratto di PSG1-a1

PSG1-a1

Gio, 02/07/2015 - 11:16

E senza aerei STOVL la pomposa "portaerei" Cavour ritornerebbe ad essere quella che é: Una portaelicotteri! Per questo l'Italia ha un bisogno disperato del progetto F-35...