Francia, Macron vuole status e soldi per Brigitte: una petizione per impedirlo

Emmanuel Macron vuole ufficializzare lo status della première dame: ufficio all'Eliseo, staff e budget, ma una petizione per impedirlo ha già raccolto quasi 200mila firme

Il neoeletto presidente francese vuole istituzionalizzare il ruolo di sua moglie Brigitte Macron facendo di lei la prima "Première Dame" ufficiale di Francia.

Si tratta di una misura annunciata già durante la campagna elettorale e ribadita a poche ore dall'elezione come ottavo presidente della V Repubblica. "Dobbiamo mettere fine a una forma di ipocrisia - aveva detto ad aprile l’allora candidato di En Marche! in un’intervista al canale Tf1 - bisogna dare uno status ufficiale alla première dame o al premier homme, insomma al partner del presidente”.

Benché spesso la consorte del presidente sia impegnata pubblicamente, con compiti istituzionali e impegni soprattutto in campo umanitario, il ruolo della moglie del presidente francese non è né scritto nella Costituzione né è previsto da nessun protocollo. Ora Emmanuel Macron vuole cambiare le cose conferendo alla première dame uno status ufficiale e riconoscendo quindi a pieno titolo il suo impegno, come qualunque altro incarico all’Eliseo.

La proposta

La proposta di Macron per creare un ruolo ad hoc per la consorte del presidente prende come modello quello americano della "First Lady" e si basa su tre punti: uno statuto, un ufficio all’Eliseo e un budget per i collaboratori. Non è prevista una retribuzione, quindi, per i compiti svolti dalla moglie del presidente, ma dovrà essere previsto un budget per le sue spese e per pagare i suoi collaboratori fissi, un ufficio all'Eliseo e uno staff.

D'altronde, prima di Brigitte Macron, che attualmente ha un paio di segretarie e due collaboratori, anche Carla Bruni Sarkozy ha avuto uno staff di 8 persone, mentre Valérie Trierweiler, la prima compagna di Hollande aveva 5 collaboratori. Dal punto di vista diel neo presidente, dunque, si tratterebbe insomma di ufficializzare una situazione già esistente, ma non tutti sono d'accordo.

Gli oppositori

C'è chi pensa che in Francia venga eletto un presidente e non una coppia presidenziale, chi ritiene che il modello della First Lady americano sia contrario ai valori francesi e chi, in un periodi di tagli ai fondi pubblici, trova contrario alla moralità pubblica e ai tagli imposti agli eletti della Repubblica conferire un budget alla première dame. E infatti, la proposta di Macron, che arriva proprio mentre all’Assemblée Nationale si dibatte di moralizzazione della vita pubblica e si vieta per legge il conferimento di incarichi di assistenti o segretari ai parenti dei parlamentari, ha sollevato diverse proteste.

Due settimane fa Thierry Paul Valette, il fondatore del movimento "L’Égalité nationale", ha lanciato una petizione on-line, per opporsi alla proposta di Macron, che ha già raccolto 90 mila firme tra sabato e domenica e altre 70 mila nelle ultime ore. “Non vi è alcuna ragione perché la moglie del capo dello Stato possa ottenere un budget con dei fondi pubblici”, si legge nel testo della petizione pubblicata sulla piattaforma change.org. “Non siamo negli Usa, dove da diverso tempo la first lady ha un ruolo ufficiale. Siamo in Francia, dove abbiamo i nostri valori, che funzionano”, ha spiegato poi all’Express il promotore, che ha anche detto di voler raccogliere fino a mezzo milione di firme.

Inoltre, secondo alcuni sondaggi recenti, citati da il Fatto Quotidiano, pare che il 68% dei francesi sia contrario alla creazione di uno statuto che assegni nuove prerogative a Madame Macron.

I sostenitori

Ma c’è anche chi, invece, è d'accordo con Macron e difende la proposta, come l’editorialista politico Dominique de Montvalon, secondo il quale la première dame ha già di fatto compiti istituzionali e impegni soprattutto in campo umanitario, quindi sarebbe ipocrita negare un inquadramento ufficiale del suo ruolo. Nello specifico, Brigitte Macron è attiva nel campo della cultura, dell’educazione e del sostegno ai bimbi autistici.

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Lun, 07/08/2017 - 14:14

Non per nulla molti francesi parlano di macron come di novello "napoleon" senza poi dimenticare che a quanto pare l'unica consigliera e padrona di macron é la sua cougar!

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 07/08/2017 - 14:23

Tipico caso di gerontofilia; come Carlo e Camilla. Per lui i luoghi di Parigi con il più alto tasso erotico sono le case di riposo per anziani. Invece che al Moulin rouge o nei night club, quando ha voglia di concedersi qualcosa di proibito e trasgressivo, va a visitare ospizi.

esaurito

Lun, 07/08/2017 - 14:36

Appunto visto che è impegnata in campo umanitario ( e cioè volontariato vuol dire non retribuito)

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 07/08/2017 - 14:44

Il maccherone che ha sposato nonna Abelarda. Povero bamboccio.

roberto.morici

Lun, 07/08/2017 - 15:47

Come si dice: la mamma è sempre la mamma...

Marcello.508

Lun, 07/08/2017 - 16:03

Finché non scassano i cabbasisi oltralpe .. chi se ne frega!

qualunquista?

Lun, 07/08/2017 - 16:08

Per chi è nel mondo dello sport Macron è da anni un marchio di abbigliamento sportivo molto apprezzato. Considerarlo marchio di un politicante è poco serio

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Lun, 07/08/2017 - 16:16

No è mai troppo tardona.

istituto

Lun, 07/08/2017 - 16:45

Come SEMPRE i COMPAGNI le SPESE poi le fanno pagare al POPOLO.

Ritratto di Marotta2

Marotta2

Lun, 07/08/2017 - 17:15

Questo Macron vedrete se non sarà un problema ! Holland notevole x la sua inettitudine , Macron notevole per arroganza e prepotenza ! Brutta gente !

Divoll

Lun, 07/08/2017 - 17:41

Prendi uno e paghi due...

Nordici o Sudici

Lun, 07/08/2017 - 18:12

i soliti KKKomunisti

19gig50

Lun, 07/08/2017 - 18:14

Si occuperà delle case di riposo.

Trinky

Lun, 07/08/2017 - 18:20

ah ah ah...peggio della bxxxxxxxa!

Klotz1960

Lun, 07/08/2017 - 18:48

Che faccia da schiaffi! E' Presidente proprio perche' Fillon aveva provveduto di fatto a dare un ruolo alla moglie....ora vuol fare una legge per dare un ruolo alla sua....niente stipendio, certo, solo un budget per tutte le spese....che includeranno proprio tutto, ovviamente..

Klotz1960

Lun, 07/08/2017 - 18:51

Che lo chiamino piccolo Napoleone, e' esilarante...non combinera' nulla e finira' peggio di Sarkozy

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 07/08/2017 - 19:25

può portarla alla fiera dell'antiquariato ad Arezzo....

stefano erbonio

Lun, 07/08/2017 - 19:26

Firmerei anch'io. Macron è arrogante e ogni sua azione ben simboleggia l'arroganza del potere. Se poi aggiungi che è francese trovi spiegazione a tante cose.

Dolcevita1960

Lun, 07/08/2017 - 19:47

A Divoll BEN DETTO !!!!!

venco

Lun, 07/08/2017 - 20:01

Macron, sara stato un prodigio ma è rimasto un bambino.

cgf

Lun, 07/08/2017 - 21:54

la MAMMA è sempre la MAMMA.

Frank90

Lun, 07/08/2017 - 23:52

I francesi si meritano questo ed altro. Hanno deliberatamente scelto il sistema, il putridume sinistrato del politically correct; ora se lo tenessero.

Italiano-

Mar, 08/08/2017 - 00:01

Nel merito del riordino dei conti uno stipendio in più comporta una spesa maggiorata. Lo sconsiglierei. Madame però dispone di uno staff, regolarmente retribuito, che non ha inciso minimamente nei conti dello Stato.

Ritratto di robergug

robergug

Mar, 08/08/2017 - 01:40

Lui vuole che sua mamma sia orgogliosa della propria situazione. E' un normale desiderio per ogni figlio incestuoso.

Dordolio

Mar, 08/08/2017 - 07:16

Al ridicolo evidentemente non c'è alcun limite.

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 08/08/2017 - 07:16

(2)In teoria non sono affatto contrario. Bisogna solo vedere se ció prevede un staff con molti collaboratori (più dell'usuale); solo in questo caso si potrebbe parlare di parassitismo e sprechi, specialmente, in un periodo di crisi come quello che viviamo. Infine, una domanda sorge spontanea: gli attuali collaboratori sono a spese del presidente o dello stato? E perché la primiere dame dovrebbe fare delle attività che sembrano più una propaganda al marito che utilità per il popolo?

Massimo Bocci

Mar, 08/08/2017 - 08:11

Anche lui da vero compagno (merendero) spartisce sempre quello che non è suo, vecchio detto comunista,il mio è mio, con il tuo o lo si sequestra o al massimo si fa a mezzo.