In Francia nasce la scuola per cristianizzare i musulmani

Nella Francia di Macron nasce un istituto di evangelizzazione che insegna la lingua e la cultura dei musulmani. Lo scopo? Avvicinare cristiani e musulmani in una sorta di pacificazione tra popoli

È nato a Tolone, in Francia, un istituto di teologia dedicato alla missione evangelizzatrice dei cristiani verso i musulmani.

L'European institute for dialogue and mission ha l'obiettivo di avvicinare le minoranze religiose alla fede cristiana - nell'Europa occidentale si contano 25 milioni di musulmani - attraverso l'insegnamento della storia e dei principi dell'Islam.

Sul sito dell'istituto, come riporta La Verità, si legge che "è più che urgente che una generazione di apostoli missionari sia formata sull' islam, la sua origine, i suoi testi e le sue pratiche".

La formazione è composta da quattro moduli - dalla vita del profeta Maometto fino allo studio vero e proprio dei versetti coranici - e culmina con un viaggio-seminario in Egitto alla scoperta della fede islamica sul campo.

L'iniziativa culturale dovrebbe essere portatice di un incontro fecondo tra il critianesimo e l'islamismo, in una sorta di eterna pacificazione tra i popoli.

A gestire questa mission impossible ci sono vari docenti di alto livello: Giulio Maspero, docente dell' Università della Santa Croce di Roma, Mohamed Rahouma, decano dell' università del Cairo, il più grande ateneo islamico al mondo, e Said Oujibou, un francese di origine marocchina sunnita, autore del best seller Fiero di essere arabo e cristiano (2010).

Commenti

agosvac

Mer, 05/09/2018 - 13:25

Questa è davvero una mission impossible, ma senza l'intervento di Tom Cruise che mette a posto tutto! Anche se gli islamici europei riuscissero ad imparare le lingue europee, molto difficilmente potrebbero accettare il Cristianesimo visto che l'islamismo è un vero lavaggio del cervello, specie per chi nell'islamismo ci nasce. Per quelli che islamici lo diventano, è ancora peggio: rinunciano a pensare con la propria testa!

Aegnor

Mer, 05/09/2018 - 14:16

In realtà, si tratta di un escamotage per fare proseliti pro islam

Ritratto di pietrom

pietrom

Mer, 05/09/2018 - 14:24

Quello che dice il decano dell'università del Cairo non conta nulla. L'islam non e' strutturato come il Cristianesimo, non hanno un Papa, una guida che possa tracciare la strada per i loro credenti. Non ha un'organizzazione gerarchica, ma ognuno, ogni musulmano, e' libero di fare cio' che vuole per diffondere la parola di maometto. Non ci sono punti di contatto. Stiamo sprecando tempo. Servono leggi differenziate in base alla religione, contriubuti alle famiglie Cristiane e Atee, tasse extra per i musulmani, divieto di portare il velo, ... E dobbiamo far leva sulle loro assurde credenze: contaminiamo i nostri acquedotti con carne di maiale cotta!

venco

Mer, 05/09/2018 - 14:27

Ma questa scuola vuole convertire i cristiani all'islam, inconcepibile, roba da pazzi.

Ritratto di hardcock

hardcock

Mer, 05/09/2018 - 14:42

Dall'articolo sembra sia proprio il contrario, ovvero islamizzare i cristiani francesi. Manca solo il pellegrinaggio alla Mecca. Mao Li Ce Linyi Shandong China