Francia, primarie della destra: sì Fillon e Juppè, fuori Sarkò

Al primo turno delle primarie per scegliere il candidato della destra gollista, Les Republicains, alle presidenziali del 23 aprile 2017 (ballottaggio il 7 maggio) secondo primi dati sarebbero passati al secondo turno gli ex premier Francois Fillon e Alain Juppe (26%) mentre sarebbe fuori l'ex presidente Nicolas Sarkozy con il 24,4%.

Francois Fillon saldamente in testa con il 43,7% di preferenze al primo turno delle primarie della destra in Francia, quando sono stati scrutinati 7365 seggi su 10229. Dietro Fillon, Alain Juppé con il 27,8% si giocherà con ogni probabilità la candidatura nel ballottaggio di domenica prossima. Al terzo posto, fuori dalla corsa per l'Eliseo, Nicolas Sarkozy al 21,7%. A seguire, Bruno Le Maire al 2,6%, Nathalie Kosciusko-Morizet al 2,5%, Jean-Frédéric Poisson all'1,4%, Jean-François Copé allo 0,3%.

Se i primi dati delle primarie della destra saranno confermati quello che fino a pochi giorni fa era dato come il terzo incomodo tra Juppè e Sarkozy, Francois Fillon, sarà con ogni probabilità il prossimo inquilino dell'Eliseo. A suo favore giocano le scarse chance di una forte candidatura socialista: il presidente Francois Hollande è il più impopolare della V repubblica e deve ancora decedere se candidarsi. La forte candidatura della leader dell'estrema destra (Front National) Marine Le Pen, data da tutti seconda al primo turno del 23 aprile, ma sconfitta al ballottaggio del 7 maggio 2017, quando si dovrebbe riunire il fronte di tutti i partiti che nel 2002 sbarrarono la strada al padre Jean-Marie, che aveva battuto clamorosamente il premier socialista Lionel Jospin ma venne sconfitto da Jacquse Chirac. Nelle ultime settimane Fillon si è reso protagonista di una forte rimonta, issandosi dapprima a un 22 per cento comunque dignitoso; e poi addirittura sorpassando i rivali in extremis.

Fillon ha alcuni punti a proprio favore, tra cui l'esperienza da premier che anche lui può vantare, ma che è meno datata rispetto quella di a Juppè, il più anziano con i suoi 71 anni. A quest'ultimo serietà e garbo non bastano. Al potere nella seconda metà degli anni '90 con Jacques Chirac (venne condannato a 18 mesi - secondo molti quale capro espiatorio - nel 2004 quando si scoprì che quando era vice di Chirac - tra il 1983 e il 1985 - al comune di Parigi, l'Rpr, la formazione gollista che precedette l'Ump e oggi Les Republicains, usò i fondi del comune di Parigi, per pagare i salari dei suoi impiegati) non ha legami particolari con Sarkozy, odiatissimo da una fetta consistente dell'elettorato, anche di destra. Fillon somiglia molto di più a Sarkò, ne è quasi coetaneo (62 anni contro 61, ma Sarkozy li compirà comunque nel gennaio prossimo), e molti ricordano quanto sapesse tenergli testa, oltre a essere divenuto tanto indispensabile da rimanere in carica per l'intera legislatura, circostanza davvero rara. Dunque, tirando le somme, Fillon può vantare il meglio degli altri due, e dunque presentarsi come davvero alternativo rispetto a loro.

"Mi congratulo con Francois Fillon e Alain Juppe che sono persone che fanno onore alla destra" francese. Così l'ex presidente Nicolas Sarkozy, che ha riconosciuto di essere stato sconfitto, giunto terzo a sorpresa alle primarie della destra, Les Republicains, per le presidenziali del 23 aprile 2017 (ballottaggio 7 maggio). Sarkozy ha ricordato con orgoglio di essere stato lui "a volere le primarie" e ha ingraziato tutti coloro che l'hanno votato, confermando il suo impegno per il candidato che uscirà vincente tra i due rivali dal ballottaggio del 27 novembre. "Bon chance a la France", ha concluso.

Commenti

cgf

Dom, 20/11/2016 - 22:29

Nota curiosa: fino all'apertura delle urne Fillon non era nemmeno considerato terzo. Pare che l'alta affluenza sia data da sostenitori della SX che sono andati a votare contro Sarkozy affinché non prendesse troppi voti.

Gaby

Dom, 20/11/2016 - 22:40

Il nano arrogante si e' preso una bella pedata.... Zitto e a cuccia, lui e Carla.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 20/11/2016 - 23:04

Il ridolini fuori. Giusto così.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Dom, 20/11/2016 - 23:07

Sarkozy chi? Quello che rideva con la Merkel alle spalle di Berlusconi? Quello che ha voluto a tutti i costi la guerra in Libia? Il principe consorte della Carlà, la protettrice di Cesare Battisti? Se i dati saranno confermati, vorrà dire che i francesi sono meno stupidi di quel che pensavo.

abocca55

Dom, 20/11/2016 - 23:56

Per noi Italiani è importante che sia stato sconfitto sarkò e la sua dama anti.italiana, che adesso può ritornare alla sua chitarrina.

MOSTARDELLIS

Lun, 21/11/2016 - 00:32

Sicuramente i francesi non hanno dimenticato (e meno male) che Sarkozy fu l'artefice della guerra in Libia nel 2011, d'accordo con la Clinton Obama. Una parte del problema dei migranti in Europa è colpa loro. I GUERRAFONDAI DEVONO STARE A CASA!!!

19gig50

Lun, 21/11/2016 - 02:21

Mazziato e cornuto.

24agosto

Lun, 21/11/2016 - 02:59

Posso ridere?

Ritratto di luigin54

luigin54

Lun, 21/11/2016 - 05:19

IL BUFFONE ha perso ahahahahahahahaha.....................................

Iacobellig

Lun, 21/11/2016 - 06:04

...COSÌ NON SI VEDRÀ NEPPURE LA MOGLIE.

claudioarmc

Lun, 21/11/2016 - 06:22

Rideva tanto il cretinetti, ora vada in pensione che l' anno prossimo tocca alla culona

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 21/11/2016 - 06:45

Risiedo in Francia da 13 anni, ho moglie francese e partecipo alla vita del piccolo paesino dove abito. Sono stato scelto per operare al seggio elettorale. Che spettacolo questi francesi repubblicani e non. Hanno risposto in massa, hanno fatto la loro scelta con garbo e reciproco rispetto. Ognuno ha espresso il proprio parere e dopo di nuovo uniti per vincere contro una sinistra disastrosa. Chissà se in Italia riusciranno mai a fare lo stesso? Italiani quando diventerete adulti? Crescere, dovete crescere!

ben39

Lun, 21/11/2016 - 07:15

Certo che l-inviato di repubblichella conosce a fondo la Francia avendo combattuto per la legione starniera da mercenario...

Duka

Lun, 21/11/2016 - 07:34

Ecco come votano i francesi popolo intelligente. Castigano duramente e giustamente un soggetto che ha fatto molto male alla Francia e in gran parte a tutta Europa con le scelte sbagliate nei confronti della libia. Vai a casa per sempre Sarko!!!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 21/11/2016 - 07:36

RIDE BENE CHI RIDE ULTIMO !

il sorpasso

Lun, 21/11/2016 - 07:37

Scommetto che non fa più la risatina come quel giorno con la tedescona prendendo in giro Berlusconi: ora la farà Berlusconi la risatina e non solo lui a tanti francesi.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Lun, 21/11/2016 - 08:20

Destra ?? La destra è solo la Le Pen, tutto il resto è la pantomima del Grande Oriente di Francia.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 21/11/2016 - 14:03

Stiamo pagando a caro prezzo le conseguenze del bombardamento della Libia, voluto da Sarkozy, dal Nobel per la pace Obama e dalla segretaria di Stato Hillary Clinton (cervello delle primavere arabe, la destabilizzazione del nord Africa, Ucraina, Siria, delle tensioni al confine russo ed averci portato ad un passo da una guerra nucleare con Mosca). Dovrebbero essere condannati per crimini contro l'umanità altro che ricandidarsi. L'unica cosa passabile di questo pazzo è la moglie.