"Il fuoco per una saldatura". Così si è scatenato l'inferno a Notre Dame

Iniziano ad emergere alcune indiscrezioni sulle cause del rogo di Notre Dame. Interrogati gli operai e gli addetti alla sicurezza

Il rogo di Notre Dame ha lasciato senza fiato tutta l'Europa. Le immagini di quelle fiamme hanno sconvolto tutti. Già partita la gra di solidarietà per finanziare la ricostruzione che ha raggiunto i 600 milioni in sole 24 ore. Ma dopo l'incendio si cercano ancora le cause di innesco di quel rogo che si è quasi portato via un simbolo monumentale della cristianità. Le indagini vanno avanti senza sosta. La procura di Parigi ha aperto un'inchiesta per "distruzione involontaria attraverso un incendio". L'inchiesta è stata affidata alla direzione regionale delle polizia giudiziaria che in questo momento ha già mobilitato nell'attività di indagine almeno 50 inquirenti. Tra le ipotesi valutate c'è quella di un focolaio di incendio causato da un lavoro di saldatura. A lanciare l'indiscrezione sulla presunta causa dell'incendio è stato Le Parisien.

Nei lavori di restauro erano coinvolte almeno cinque imprese. Da qualche ora sono già partiti gli interrogatori degli operai che lavoravano in questi giorni nel cantiere. Ma in questo momento dagli ambiti investigativi si va avanti con cautela. Infatti servirà mettere la chiesa in sicurezza per poi, successivamente, controllare l'interno di Notre Dame con i rilievi della polizia scientifica. Infatti da questi rilievi potrebbe emergere qualche elemento utile a spiegare la casua del rogo. Il tetto in questo momento è irraggiungibile ed è circodato dalle impalcature che erano state posizionate per il progetto di ristrutturazione nell'estate del 2018. Il portavoce della Cattedrale ha fatto sapere che tutti gli operai avevano lasciato il cantiere intorno alle 18:30. Ma adesso tutti gli addetti alla sicurezza e gli stessi opeari dovranno rispondere alle domande degli inquirenti che finora non hanno saputo dare risposte esaustive sulle cause del terribile incendio. L'unica cosa che resta, al momento, sono tutte quelle falle che hanno portato ad un disastro di queste dimensioni.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 16/04/2019 - 19:19

era forse rumeno quell'operaio? o magari un africano? :-) le famose risorse della sinistra...

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 16/04/2019 - 19:25

Ci ho pensato subito anch'io, anche perche tantissimi anni fa anno domini 1961 ,sono dovuto intervenire con un'estintore quando degli operai che stavano saldando, avevano fatto prendere fuoco in un capannone dove lavoravo e non si erano accorti (essendo su un'impalcatura alta) che molti metri sotto le scintille della saldatrice avevano fatto prendere fuoco a delle assi e cartoni!!! Saludos.

fisis

Mar, 16/04/2019 - 19:30

Se non hanno ancora fatto rilievi scientifici con analisi chimiche e fisiche come fanno a escludere tutte le ipotesi e convalidare invece quella del disastro "involontario"?

oracolodidelfo

Mar, 16/04/2019 - 19:34

Come volerci far credere che Gesù è morto di freddo.

Altoviti

Mar, 16/04/2019 - 19:41

Poco credibile che una saldatura sia all'origine di tutto ciò, chi salda non è mica scemo e sa cosa fa. Per incendiare il legno quercia ci vuole un fuoco continuo e forte e non basta una saldatura fatta male. Il Fuoco avrebbe messo molto più tempo in quel caso perché sarebbe partito da un piccolo punto, invece abbiamo visto che è stato vivace da subito.

moichiodi

Mar, 16/04/2019 - 20:00

Per una saldatura? Ma và? Che delusione, per il giornale.

Vincenzo65

Mar, 16/04/2019 - 20:03

Ma un cantiere sensibile come quello non aveva un presidio di vigilanza dei pompieri durante le operazioni di saldatura o di utilizzo di fiamme libere come cannelli o smerigliatrici ? Gli operai potevano lavorare liberamente inconsapevoli di quello che sarebbe potuto succedere e che purtoppo è accaduto ? Mah !

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 16/04/2019 - 20:09

Ma se non c'era più nessuno, chi manovrava una saldatrice? Il fantasma del Louvre? No... quello abita sempre a Parigi ma da un'altra parte. Chi allora, il fantasma di Quasimodo?

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 16/04/2019 - 20:11

L'unico fatto certo è che non sapremo mai niente sulle reali cause soprattutto se, come pensano in molti, è stato un atto doloso. Ma ammetterlo sarebbe come riconoscere di fronte al mondo intero la propria totale insipienza, e questo non è contemplato dalla grandeur francese.

vecchiomontanaro2

Mar, 16/04/2019 - 20:51

che da una scintilla di una saldatura all' interno di una intercapedine abbia innescato un incendio di una struttura in rovere invecchiato, dopo almeno un due ore, lascia tutti piuttosto perplessi. ma!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 16/04/2019 - 20:56

Ma non avevano detto che gli operai erano usciti? E nessuno se ne è accorto che bruciava qualcosa?

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mar, 16/04/2019 - 21:01

Stavano saldando su un tetto di legno?!?! Complimentissimi! Il saldatore si chiama Moamed?

buonaparte

Mar, 16/04/2019 - 21:03

le saldature si fanno sui metalli e non sul legno. se si salda vicino a del legno è di norma mettere degli stracci bagnati per proteggere il legno dalle scintille e dall'eventuale surriscaldamento . . per me non è possibile o avevano delle persone alle prime armi o molto incapaci e l'addetto alla sicurezza non cera .veramente . cera solo sulla carta . per me se non è un attentato qualcuno degli operai finisce in galera

Jon

Mar, 16/04/2019 - 21:07

Micron ha o l'ordine di bruciarla, per nascondere la sporca guerra in Libia..

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 16/04/2019 - 21:41

Ma quale saldatura. Dietro c'è l'Islam non per niente tutti gli Islamici in rete non fanno altro che esprime la loro gioia per il rogo di Notre Dame considerandolo una lezione data da Allah ai 'crociati'.

roseg

Mar, 16/04/2019 - 22:13

I francofoni sempre pronti a criticare e deridere gli altri...in fatto di sicurezza si sono dimostrati, per usare un eufemismo, un po’ leggerotti.

Divoll

Mar, 16/04/2019 - 22:14

E io ci credo............

Franz Canadese

Mar, 16/04/2019 - 22:38

Ma erano maestranze becere e disattente, o magari in un drammatico conflitto di interesse? Nessuna accusa, solo una domanda legittima..

Ritratto di RedNet

RedNet

Mar, 16/04/2019 - 22:44

Meglio cosi, gia' che il Vaticano non paga tasse le possono bruciare tutte le chiese.

vince50

Mer, 17/04/2019 - 07:51

Una saldatura certo,cosi adesso tutti felici e contenti.

GeoGio

Mer, 17/04/2019 - 08:11

Il mistero del piromane saldatore. E' irrilevante il percome, a cui si sono affrettati a dire che non e' doloso. Quello che salta agli occhi e' che brucia la cultura cristiana, autocombusta dalla stupidita' collettiva delle sinistre buoniste e di un papa che inneggia alla poverta ma sguazza nell ipocrisia secolare

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mer, 17/04/2019 - 08:31

Nell'immediatezza dell'incendio, senza che fossero ancora scattate indagini degne di questo nome, Macaron ha dichiarato che "si è trattato di un incidente". In base a quali rapporti, conoscenze, indagini, ha reso questa dichiarazione? Quali fatti o quali persone sta proteggendo?... Il dubbio che non si voglia dare la notizia di un feroce attacco islamico s'insinua sempre di più nel comune sentire.