Gaza, colpito ospedale. L'Onu: "Cessate il fuoco"

Prosegue la guerra nella Striscia e si aggrava il bilancio dei morti: almeno 530. Incontro al Cairo tra Kerry e Ban Ki-moon

Shejaiya (Gaza) dopo il bombardamento
Il bilancio delle vittime nella Striscia di Gaza si aggrava di ora in ora. Siamo a 556 morti dopo 14 giorni di offensiva israeliana. Nel conteggio non sono inclusi i militanti palestinesi uccisi in Israele dopo essersi infiltrati attraverso i numerosi tunnel scavati a Gaza. Le vittime israeliane sono invece 27, di cui 25 soldati e due civili. Oggi sono state uccise 39 persone, un terzo delle quali sono bambini. Una cannonata ha colpito un ospedale a Deir al-Balah (quello dei Martiri di al-Aqsa), uccidendo quattro persone e ferendone 70. Dall'inizio delle operazioni terrestri le forze israeliane affermano di aver ucciso 150 terroristi palestinesi. I militari impegnati a Gaza hanno portato alla luce 45 ingressi di 16 tunnel offensivi scavati fino sotto al territorio israeliano. E sempre nella giornata di oggi Hamas ha sparato oltre 50 razzi verso Israele, tra cui due a Tel Aviv, ma i missili non hanno provocato danni né feriti. Dall'inizio dell'operazione "Margine protettivo" a Gaza sono stati lanciati complessivamente quasi duemila razzi.
Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, convocato d'urgenza domenica sera, ha rivolto un appello per "l’immediata conclusione delle ostilità" a Gaza e ha espresso "seria preoccupazione" per l’escalation delle vittime e della violenza. Lo ha reso noto il presidente di turno del Consiglio, il ruandese Eugene Gasana. I 15 membri del Consiglio hanno anche chiesto il rispetto del diritto umanitario internazionale, che chiede la protezione dei civili. Intanto nella Striscia di Gaza prosegue l'operazione "Margine protettivo", lanciata da Israele come risposta al continuo lancio di razzi da parte di Hamas. Intanto il segretario generale delle nazioni Unite, Ban Ki-moon, appena giunto al Cairo per un colloquio con Kerry e con il presidente egiziano al Sisi, ha chiesto che le ostilità tra Israele e Hamas cessino "immediatamente". Dopo i colloqui di Doha la diplomazia internazionale riparte dall'Egitto per cercare di strappare una tregua duratura.
Domenica sera, in tv, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu aveva detto che l'operazione nella Striscia, se necessario, si sarebbe ampliata, spiegando poi che dopo che Israele ha accettato tre offerte di cessate il fuoco, ora ha il sostegno internazionale per l'operazione di terra. Il leader dell’Anp, Abu Mazen, da Doha (Qatar) ha chiesto a tutte le parti coinvolte negli scontri di porre fine alle ostilità e di rispettare il cessate il fuoco proposto dall’Egitto nei giorni scorsi.
A 10 giorni di distanza dal primo intervento, Barack Obama ha ricontattato Netanyahu ribadendogli che si deve ripartire "dall’accordo di cessate il fuoco raggiunto nel novembre del 2012". Si tratta del precedente intervento militare israeliano contro Hamas, l’operazione "Pilastro di Difesa" (14-21 novembre 2012). Fa riferimento all’intesa raggiunta al Cairo dall’allora segretario di Stato Hillary Clinton, grazie alla mediazione dell’ex presidente egiziano Mohamed Morsi, esponente dei Fratelli Musulmani, alleati di Hamas. Oggi però l'Egitto di al Sisi, che continua nell'opera di mediazione, non ha più Hamas come interlocutore privilegiato, avendolo messo fuori legge.
Il gruppo sciita libanese Hezbollah si dice pronto ad aiutare Hamas. Il capo del movimento, lo sceicco Hassan Nasrallah, ha avuto un colloquio telefonico con il capo dell’ufficio politico di Hamas, Khaled Meshaal, per garantire l’appoggio del "Partito di Dio" al movimento palestinese. Lo riferisce l’emittente televisiva libanese "al Maiadin". Nasrallah ha in particolare garantito "una cooperazione e un coordinamento tra i vari gruppi della resistenza anti-israeliana per far
fallire gli attacchi del nemico".
"Deploriamo con fermezza l’attuale posizione americana di avallo al genocidio da parte di Israele contro la popolazione inerme di Gaza", ha dichiarato in conferenza stampa a Ramallah, il segretario generale dell’Olp Yasser Abed Rabbo. "Se
questo è il ruolo che gli Usa vogliono avere - ha continuato Rabbo - devono abbandonare il ruolo di mediatori nel processo di pace".

Il fuorionda di Kerry in tv

Il segretario di Stato Usa ha parlato in tv della crisi di Gaza. Lo ha fatto da cinque diverse emittenti. Tutti interventi misurati i suoi, senza sbilanciarsi troppo. Come si conviene al capo della diplomazia della prima potenza mondiale. Alla fine, però, "scivola" in una frase che gli crea qualche imbarazzo. Durante una pausa pubblicitaria dell’intervista a Fox non si accorge che il suo microfono è ancora "aperto" e, in una conversazione telefonica con un membro del suo staff, si lascia sfuggire ciò che probabilmente pensa davvero dell’offensiva militare d’Israele: "Altro che operazione di precisione. L’escalation è significativa. Dobbiamo andare lì. Dobbiamo andare lì stasera. È pazzesco stare seduti", insiste. Ignaro che la sua telefonata fosse stata registrata, Kerry torna davanti alla telecamere e viene incalzato da Chris Wallace, il giornalista che lo stava intervistando. "Mentre era in camera e con il microfono, ha parlato con una persona del suo staff sulla situazione in Israele. Quando ha detto altro che operazione di precisione si riferiva al fatto che è preoccupato del fatto che Israele possa essersi spinto troppo in là?", chiede Wallace senza giri di parole. Kerry si difende in calcio d'angolo: "In queste situazioni è difficile. Ho reagito ovviamente in un modo comune a tutti quando si tratta di bambini e civili". E ancora: "La guerra è difficile. L’ho detto pubblicamente e lo ripeto". Infine torna istituzionale al 100%: "Difendiamo il diritto di Israele a fare quello che sta facendo".

Commenti

linoalo1

Lun, 21/07/2014 - 08:45

E brava ONU,vorrebbe,un po' come tutto il Mondo, il cessate il fuoco!Ma che strano!Nessuno mai che dica di aumentare il fuoco!Dimostrazione di come l'Ovvietà regni sovrana!Lino.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 21/07/2014 - 09:08

Mah, chissà oggi, come vengono trattati tutti quegli israeliani che lavorano nelle industrie palestinesi? Come? Non ci sono industrie palestinesi con lavoratori israeliani? Allora è vero solo il contrario? E non esistono quasi industrie palestinesi? Invece ci son centomila palestinesi che vanno, soddisfacentemente, a lavorare nelle industrie israeliane? Ogni giorno? E non vengono trucidati? Che strano! Ma, gli israeliani non erano “cattivi”? Allora (forse) qualche giornalista, per errore sicuramente, ha informato male i suoi lettori. Sorge un dubbio: che abbia voluto scherzare?

giovanni PERINCIOLO

Lun, 21/07/2014 - 09:17

Onu, organizzazione totalmente inutile e costosa! A cominciare dal 1948 quando "creo'" lo stato di Israele ma rinuncio' alla contemporanea istituzione dello stato palestinese perché "le nazioni arabe erano contrarie"! Onu = banda di calabraghe opportunisti. Ripeto per gli esegeti adoratori dei "poveri" palestinesi, la Palestina non venne creata per il no dei "fratelli arabi" e la striscia di Gaza, comunemente definita "prigione a cielo aperto", é stata voluta e creata dagli egiziani, altri fratelli musulmani. Che poi hamas usi i bambini e i civili come scudi umani é solo un particolare atto a tenere alta tensione e permettere ai creduloni di condannare sempre e solo Israele.

Bezzicante

Lun, 21/07/2014 - 09:48

L'orrore per le vittime lascia poco spazio all'analisi. Capire la storia (per esempio com'è nata Israele), i reciproci estremismi delle parti, la convenienza che hanno, della guerra, sia Hamas che i sionisti... (http://ilsaltodirodi.com/2014/07/21/il-conflitto-israelo-palestinese-che-non-finira-mai/). Se non cerchiamo di capire resteremo sempre solo a livello emotivo.

james baker

Lun, 21/07/2014 - 10:10

Non servono a niente tutte queste chiacchiere : l'escalation della situazione non offre spazi per accuse reciproche, ma bisogna ricominciare da zero. Cosa voglio dire : l'Egitto, la Giordania, la Siria, il Libano, con una risoluzione comune, diano un pezzo di terra per ciascuno al "" popolo Palestinese "" e depongano questo trattato sotto la garanzia dell'ONU. L'ONU si deve prendere l'obbligo internazionale di garantire a chi si riconosce "" palestinese "" a prendere un passaporto rilasciato da un governo "" palestinese "" eletto secondo leggi democratiche. L'ONU inoltre, deve vietare a TUTTI di fabbricare e fornire le armi a questa gente : invece di spendere i soldi per le armi, si mettano a lavorare, a fabbricare giocattoli, e non questo mercato internazionale di cui tutti i governi del mondo sono responsabili. Se volete continuare a trafficare con le armi, non mettetevi sui giornali, sulle radio, sulle televisioni a fare mille ragionamenti vuoti, perché sapete tutti a priori che non c'é una strada di uscita ai vostri discorsi sensa senso, senza proposte, ma per occupare lo spazio dei media che servono a mille altre cose, e non a questa miseria del Medio Oriente. Obama non ha capito niente, o meglio, questo gioco gli fa comodo. L'America ha fatto centomila guerre in tutto il mondo per "" difendere la democrazia "", ma continua a fornire e spalleggiare le azioni militari di Israele : i conti non tornano. E smettetela di fare confusione sulla testa della gente terrorizzata da morti e morti e stragi e feriti TUTTI I SANTI GIORNI. Per il Medio Oriente, ci vuole LA VOLONTA' che manca a tutti voi che continuate su un argomento che serve soltanto ad alimentare il terrorismo. Siete dei terroristi anche voi con tutte le vostre chiacchiere, chiacchiere, chiacchiere, chiacchiere e chiacchiere. E mangiate vi le chiacchiere e le bombe, MA FATELA FINITA. -james baker-.

Kamen

Lun, 21/07/2014 - 10:11

Ma perchè l'islamico Obama non interviene su Hamas?

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 21/07/2014 - 10:38

Non hanno nememno cominciato che subito volete il cessate il fuoco? Tel Aviv sta realizzando l'unica "strategia" possibile: LA MATTANZA. Lasciate parlare le armi per almeno 6 mesi. Dopo si discute con chi resta.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 21/07/2014 - 10:38

Non hanno nememno cominciato che subito volete il cessate il fuoco? Tel Aviv sta realizzando l'unica "strategia" possibile: LA MATTANZA. Lasciate parlare le armi per almeno 6 mesi. Dopo si discute con chi resta.

james baker

Lun, 21/07/2014 - 11:18

L'Egitto, la Giordania, la Siria, il Libano possono donare un pezzo di terra per ciascuno al "" popolo palestinese "". La "" terra palestinese "" esisteva come "" Palestina "", che non é di nessuno. Una volta, al principio, era una striscia di terra NEUTRA, come un TRATTURO, per agevolare il passaggio delle persone senza il bisogno di frontiere tra le nazioni citate sopra, che TUTTI potevano attraversare e recarsi liberamente dove volevano. Oggi, quando tutti hanno ragione, mille galli a cantare non faranno mai giorno. Con la VOLONTA' invece, si possono fare un miliardo di trattati, uno meglio dell'altro, SE SI VUOLE PORRE FINE AL PROBLEMA. Faccio un esempio : A Nizza parlano Italiano, ed in Corsica pure. Con un trattato, (non mi interessa sapere come e perché, ma in generale), hanno stabilito di dare questi territori, e pure la Savoia se non erro, alla Francia. Ebbene, la situazione é ancora sotto controllo, perché l'Italia e la Francia rispettano quel trattato e tiriamo avanti dal 1800 e rotti fino ad oggi, senza bombe, senza morti, senza feriti tutti i giorni. Se sono riuscito ad esprimervi un esempio semplice e se lo avete capito, tutto il resto é teatro, noia, e chi più ne ha, ne metta ... -james baker-.

Klotz1960

Lun, 21/07/2014 - 11:45

Nel ghetto di Varsavia c'erano poche migliaia di persone, e durante la Seconda Guerra Mondiale, a Gaza sono 1,8 milioni, ed in tempo di pace internazionale. I missiletti di Hamas hanno ucciso meno di 15 israeliani in 20 anni, i bombardamenti israeliani, migliaia di palestinesi. Chi vuol ragionare, ragioni, tutto il resto sono chiacchiere. Mi domando se anche lo sterminio del ghetto di Varsavia e' stato avviato da lancio di sassi, missiletti etc, e se qualcuno avrebbe quindi il coraggio di giustificarlo.

colian

Lun, 21/07/2014 - 11:58

Il cessate il fuoco l'ONU doveva proclamarlo quando Hamas lanciava 140 razzi contro Israele.... adesso per risolvere il problema alla radice è necessario che l'esercito israeliano controlli palmo a palmo la striscia di gaza finché non elimina tutti i covi terroristi, tutte le loro postazioni militari, costi quel che costi.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 21/07/2014 - 12:10

Cavalcavia. Perché non ti ci butti dal cavalcavia???

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Lun, 21/07/2014 - 12:13

Ma Israele non ha l'atomica? Buttate la bomba e finiamola con alibaba e i quarantamila rompicoglioni

Ritratto di apasque

apasque

Lun, 21/07/2014 - 12:28

Una considerazione. Quando a suo tempo vidi che fu eletto il pusillanime Obama, fui preso dallo sconforto: temevo che come il predecessore di partito Jimmy Carter, Obama avrebbe prodotto danni mondiali per la sua condotta incerta e debole. Purtroppo non mi ero sbagliato! Obama è stato incerto in tutte le sue scelte. Dall'Afghanistan, all'Ucraina, ed ora con il Medio Oriente, Obama ha consentito l'esplosione di conflitti enormi. In Ucraina minacciò sproporzionatamente Putin, che si sentì incoraggiato dai suoi urlacci, in Medio Oriente, sia Israele che Hamas hanno alzato il livello delle loro aggressioni (che non considero simmetriche, sono pro Israele) consci della incapacità del Presidente USA..

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 21/07/2014 - 13:27

Mi si permette di essere un poco cinico.Cosa dovrebbero fare gli isreliani in questi casi.Sono oramai quasi 70 anni che si fanno di queste scaramuccie, che escalando finiscono per essere vere e proprie guerre.Sarebbe ora che si scenda a compromessi.Chiaramente non si puo pretendere che solo uno ceda da posizioni anche avendo il coltello dalla parte del manico. Finche tutti i paesi arabi non riconosceranno Israele queste carneficine non finiranno. Perche in Gaza sono affluiti milioni di dollari; miliardi di euro, ma SE non si spernderanno per la popolazione , e non per fare arricchire i capi che li comandano e per comprare armi non ci sara mai una tregua chiamata pace.@apasque - di quelll accrocco chiamato baracca, meglio non parlarne.Non e´ che sia debole , ma solo un incapace.Con buon merito che gli yankey per capirlo dovevano ancora una volta rieleggerlo,in fondo loro hanno perso poco in confronto ai danni fatti in Europa , Asia e Africa, meno male si e salvata Australia.

aquiladellanotte55

Lun, 21/07/2014 - 13:28

Peace and love, l'onu non sa dire altro, d'altronde questi burocrati di merda con la panza e il portafogli pieni oltre a lanciare proclami roboanti (e inutili) altro non sanno fare.

aquiladellanotte55

Lun, 21/07/2014 - 13:29

2° invio,Peace and love, l'onu non sa dire altro, d'altronde questi burocrati di merda con la panza e il portafogli pieni oltre a lanciare proclami roboanti (e inutili) altro non sanno fare.

gian paolo cardelli

Lun, 21/07/2014 - 13:33

klotz1960: secondo lei Hamas tira i razzi "perché tanto non ammazzano nessuno" oppure li tira "nel tentativo di ammazzare qualcuno"?

lorenzovan

Lun, 21/07/2014 - 13:41

come aveva visto giusto GB Vico...con i auoi "cori e ricorsi della storia... 1944 ghetto di varsavia...2014 ghetto di gaza... 1944 gli brei vittime...2014 gli ebrei carnefici... i sioniti...i proisraele in quanto antisinistra..gli antiislamici a prscindere...gli amanti del massacro e dei nuovi pogrom...possono cantare quanto vogliono.. finche non si risolvera' il problema sio-palestinese..non ci sara' pace nel mediooriente..e i fondamentaliti ne trarranno solo vantaggi... non si puo' spingere la gente alla disperazione e sperare che non reagiscano...e dopo chiamarli trroristi...

Benado

Lun, 21/07/2014 - 14:21

Colian, Israele occupa o no territori Palestinesi? I Palestinesi, sono tanto scemi da rivendicare cio' che non è loro?

lorenzovan

Lun, 21/07/2014 - 14:23

perche' Israele non accetta i due stati ??? solo per paura dei problemi ch sorgerebbero con i 500.000 coloni...o ci sono altre ragioni serie ?? iopenso pe entrambi i motivi.. il timore che Hamas prnda il potere pure a Ramallah...nel caso di indipendenza dello tato palestinese e' fondato e reale... la corruzione della dirigenza palestinese..da Arafat in poi e' proverbiale... mentre Hamas nata con scopi assistenziali e' una vera forza vicina al popolo che soffre per miseria e abbandono. e la politica degli insediamenti favorice solo Hamas..non certo Abu Mazen..e cio' e' in contradizione con quello che dovrebbe essere la politica israeliana ..se fosse sincera nel conseguimento dei due stati...dovrebbe favorire lo viluppo economico dei palestinesi di Cisgiordania per immunizzarli dal virus dell'estremismo.. come leggere la ituazione ??? io penso che la dirigenza israeliana cerchi effettuare la stessa manovra che ha avuto relativo successo...con gli arabi israeliani...l'assorbimento graduale nell'unico stato democratico e civile del mediooriente penso pero' che tale operazione sia difficilissima... prnimo per l'odio ormai virale tra le due parti...secondo lo sviluppo demografico dei palestinei di cisgiordania...tale da alterare l'equilibrio politico e religioo nella grande israele in pochi anni

epesce098

Lun, 21/07/2014 - 14:26

Invece l'ONU per le migliaia di morti nel canale di Sicilia se ne frega altamente.

epesce098

Lun, 21/07/2014 - 14:39

Klotz1960 - Allora cosa vorresti che gli israeliani si mettano a ricevere i "MISSILETTI" (come tu li chiami) col cuore allegro, magari sorridendo, senza reagire. Ma tu in un diverbio ti lasceresti massacrare da un pugile? O forse desisteresti dall'importunarlo?

gamma

Lun, 21/07/2014 - 14:44

Le migliaia di razzi lanciati da Hamas hanno fatto pochi danni e ucciso solo poche persone non perchè fosse questo il desiderio di chi li lanciava ma perchè gli israeliani hanno adottato il sistema di difesa antimissile chiamato "Cupola di ferro". Sistema fra l'altro sofisticatissimo progettato e realizzato interamente da aziende israeliane e non dagli Stati Uniti come erroneamente è stato detto da alcuni telegiornali. Se gli isreliani non avessero avuto questa preziosa risorsa difensiva ci sarebbero state moltissime vittime e ingentissimi danni. Ma ci sono stati comunque la paura, la sensazione di essere sempre da settanta anni nel mirino, di dover vivere sempre con il fucile al fianco e con un esercito perennemente in armi e di essere un piccolo popolo circondato da nemici che non lo vorrebbero solo sconfiggere ma annientarlo e distruggerlo.

gian paolo cardelli

Lun, 21/07/2014 - 14:48

spiacente Lorenzovan: chi non ha mai accettato lo stato arabo in Palestina sono sempre stati gli arabi, non gli israeliani, gli stessi arabi che massacrarono i "palestinesi" in Libano ed in Giordania e che stanno accettando, in misura sempre maggiore pare, il diritto di Israele ad esistere. Il resto del suo intervento, basato su gossip e pregiudizi, non vale la pena commentarlo.

@ollel63

Lun, 21/07/2014 - 14:50

troppo comodo per i deficienti di quell'inutile onu, che se ne stanno comodi e al sicuro a migliaia di chilometri di distanza, ordinare il cessate il fuoco a chi deve difendersi ogni giorno dai missili che gli piovono addosso! Sparite.

gian paolo cardelli

Lun, 21/07/2014 - 14:52

Benado, spiacente per lei, ma i "palestinesi" non esistono: esistono degli ARABI che abitano in palestina, e che a suo tempo sono stati presi a cannonate da altri ARABI, non dagli israeliani...

gian paolo cardelli

Lun, 21/07/2014 - 15:11

Integrando le farneticazioni di altri partecipanti lette a commento di articoli precedenti ripeto l'annosa domanda: Israele ha tutti i mezzi per radere al suolo Gaza in quarantott'ore senza ricorrere ad armi NBC, e per giunta ha pure la contingenza politica mediorientale a suo favore (Giordania e Libano che se ne infischiano dei "palestinesi", tutti gli altri stati araboislamici in situazione di guerra civile interna, quindi impossibilitati ad attaccare Israele), PERO' NON LO FA: come mai, se come dicono gli "esperti pro-palestina" è questo il suo obiettivo finale? aspettiamo fiduciosi...

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 15:26

Mi piacerebbe che passasse questo messaggio. Gaza altro non è che un campo di concentramento, il più grande della storia. Da dove un milione e mezzo di persone non può uscire. I "guardiani" sono ebrei. E questo non si può dire. Il resto, è solo dettaglio.

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 15:35

Invito i lettori ad andare ad informarsi sui micidiali missili Quassam che gli abitanti di Gaza - prigionieri lì - lanciano su Israele. Si tratta di petardoni artigianali propulsi da una miscela di zucchero e fertilizzante. La testata di guerra è virtualmente inesistente, non per nulla le perdite israeliane negli anni sono numericamente irrilevanti. Ha comunque una forte valenza psicologica. Gli ebrei, come si può leggere in rete agevolmente, semplicemente lo deridono. Assimilandolo più o meno ad un fuoco artificiale.

gneo58

Lun, 21/07/2014 - 15:39

per GAMMA - ho idea che se gli Israeliani non avessero avuto il sistema antimissile "Iron Dome" dopo 1-2 giorni di missili da parte di Hamas sarebbero entrati a Gaza molto prima e con effetti molto piu' devastanti.

gian paolo cardelli

Lun, 21/07/2014 - 15:41

E' comunque interessante notare quanto importi agli altri stati arabi dei "palestinesi": se infatti costoro attaccherebbero Israele solo in caso di manifesta intenzione a sterminare tutta Gaza, vuol dire che sempre per costoro la morte di qualche migliaio di "palestinesi" non giustifica un intervento contro lo "stato sionista"...ed il bello e' che i pro-palestinesi accusano gli altri di non usare il cervello!

gian paolo cardelli

Lun, 21/07/2014 - 15:45

Dordollo, Gaza confina con l'Egitto, e su quella zona di confine i "guardiani" NON SONO israeliani... Accendere il cervello, proprio no?

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 21/07/2014 - 15:50

Kerry chi ? Il soldato in vietnam con i beatles e rolling stone?Falso trinaciutocattosemiislamitico.

Ritratto di Scassa

Scassa

Lun, 21/07/2014 - 15:50

scassa Lunedì 21 luglio 2014 x giovanniperinciolo lei ha perfettamente ragione ; aggiungo che l'ONU e una inutile associazione a perdere l'enorme quantità di nostro denaro e sa solamente predicare,spesso a sproposito e non è MAI E POI MAI riuscita a sanare un dissidio neanche tra due cammelli incavolati per mancata precedenza in pieno deserto! Dovunque manda i suoi caschi blu,che non possono fare altro che guardare ,ben protetti,le carneficine che avvengono davanti a loro. Quando le cose si complicano,e qualcuno rischia la pelle o è colpito,volta la schiena a amici e nemici,mette la quinta nei tanck e se la da a gambe ,facendo il segno dell'ombrello ,sotto il quale opera con super stipendi ! A questo punto penso che entrambi combattenti stiano tremando per il fermate il fuoco ,pensi che paura avranno entrambi ,guardando l'orizzonte in attesa del profilarsi della ONUPANZER seguita da un cielo imbiancato da migliaia di ONUPARA' armati fino alla cintola ...di pannoloni Saluti Scassa.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 21/07/2014 - 15:56

ONU? Cosa conta l'ONU?

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 15:56

Quella che non capisco è la disonestà intellettuale dei più. E l'ipocrisia. Piacciono gli arabi? NO, e si dica pure. Quanto a Israele, è l'unico stato razziale esistente attualmente al mondo. E non ha legittimità alcuna, piaccia o meno alla Nirenstein. La sua natura ebraica è riportata addirittura nella sua costituzione! Nemmeno la Germania del Reich credo si sia spinta a tanto. E non si può neppure parlare di stato religioso. L'ebraismo non è una religione a cui qualcuno possa aderire: si è ebrei per linea di madre. Ti puoi "fare" cristiano, musulmano, induista, buddista. Ma ebreo mai. E' curioso che questi aspetti non vengano mai citati da alcuno.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 21/07/2014 - 16:02

I Palestinesi devono essere un popolo d'imbecilli. Se loro permettono in casa loro che i terroristi di Hamas tirino i razzi allora devono aspettarsi la doverosa risposta di Israele e che anche i civili (civili?) ne tocchino. Ora Israele non deve fare le cose a metà. Deve cercare di eliminare più terroristi possibile e far saltare tutti i tunnel da cui provengono le armi ai terroristi. Smettere ora di fare il doveroso repulistiil repulisti sarebbe da irresponsabili e da imbecilli.

lorenzovan

Lun, 21/07/2014 - 16:07

mio caro cardelli...sentir tu parlare di farneticazioni e' come sentire il bue chiamre cornuta la lumachina se tu avessi cultura storica...sapreti che israele prepARA ACCURATAMENTE IL MOMENTO QUANDO INTERVENIRE.. nel 56 a rimorchio dell'inavsione NGLO FRANCESE DELL'eGITTO...NEL 67 NELL'IMPASSE USa DEL vietnam....oggi abbiamo a distrarre l'opinione pubblica la crisi della siria..l'abbattimento del boeing malesee... che Israele possa distruggere la palestina nessun dubbio..anche se poi inevitabilmente farebbe la stessa fine...grande fratello USA o no... se non fara' la pace con i vicini...riolvendo in maniera giusta la questione palestinese restera' sempre un corpo estraneo trapiantato nel medio oriente...coi' come erano corpi estranei i califfati di cordova o granada...cosi' come erano corpi estranei i regni occidentali in siria,libano e gerusalemme ai tempi dei crociati... possibile ch lo studio della storia vi sia cosi' ostico ???

giovanni PERINCIOLO

Lun, 21/07/2014 - 16:15

dordolio. Si puo' dire, eccome si puo' dire. Quello che non si dice invece é che il "campo di concentramento" non é stato creato da Israele bensi dall'Egitto e che l'Egitto é il guardiano dell'altro lato del campo! L'altro particolare di cui non si vuole parlare é che nel 1948 l'ONU voleva creare contemporaneamente uno stato israeliano e uno stato palestinese ma chi si oppose alla creazione di uno stato palestinese furono i "fratelli" arabi, cioé le altre nazioni arabe. Questo per la storia, il resto sono ciance!

lorenzovan

Lun, 21/07/2014 - 16:17

ahhhhh cardellino..ma poprio sei incorreggibile !!!! ma chi credi che abbia fomentato la controrivoluzione per deporre quel fanatico di Morsi ??? gli USA...che appoggiano ( a parte l'intervallo Nasser...) da sempe l'esercito egiziano..l'unica fonte di potre in Egitto... da dove pensi che entrassero le migliaia di missili che Hamas possiede ??? dall'Egitto..of corse...coll'acquescienza di Morsi e dei fratelli musulmani...lolololol e svegliati cardellino...hai confessato di essere laureato in scienzze economiche...lol...ma la laurea l'hai prsa in albania o col voto politico ???

giovanni PERINCIOLO

Lun, 21/07/2014 - 16:17

Se quel buono a nulla di Kerry si occupasse delle operazioni "chirurgiche" andate a male agli americani sui vari fronti sarebbe molto meglio.

lorenzovan

Lun, 21/07/2014 - 16:17

ahhhhh cardellino..ma poprio sei incorreggibile !!!! ma chi credi che abbia fomentato la controrivoluzione per deporre quel fanatico di Morsi ??? gli USA...che appoggiano ( a parte l'intervallo Nasser...) da sempe l'esercito egiziano..l'unica fonte di potre in Egitto... da dove pensi che entrassero le migliaia di missili che Hamas possiede ??? dall'Egitto..of corse...coll'acquescienza di Morsi e dei fratelli musulmani...lolololol e svegliati cardellino...hai confessato di essere laureato in scienzze economiche...lol...ma la laurea l'hai prsa in albania o col voto politico ???

CHAIIM

Lun, 21/07/2014 - 16:18

AI BUON PENSANTI, FILO PALESTINESI CI SONO LE FOTOGRAFIE, CHIARE, IN CUI SI VEDE CHE HAMAS LANCIA I SUOI MISSILI DA UN OSPEDALE, DA UN EDIFICIO PUBBLICO E DA UNA MOSCHEA, E DA UN EDIFICIO PIENO DI BAMBINI CHI E' IL CRIMINALE? CHI SI FI SCUDO DI BAMBINI O DI CIVILI, CHE SI NASCONDE ARMATO NELLA AMBULANZE E' ORA DI FINIRE CON QUESTA FALSA PROPAGANDA, I POVERI PALESTINESI COSTRUISCONO GALLERIE PER UCCIDERE O RAPIRE CIVILI, OGNUNA COSTA PIU' DI 100000 EURO !! CHI GLI HA DATO QUESTI SOLDI ? L'EUROPA BUON PENSANTE I MISSILI COSTANO ,CHI GLI PAGA? I BUON PENSANTI L'EUROPA HA DATO AI PALESTINESI 11.95 MILIARDI DI $ DOLLARI DOVE SONO ANDATI A FINIRE ?? BISOGNA GUARDARE LA REALTA' CON OBIETTIVITA' E NON CON FALSI SENTIMENTI GLI ARABI IN ISRAELE HANNO PARTITI POLITICI, SONO AL PARLAMENTO, CI SONO GIUDICI, PROFESSORI, GIOCATORI DI CALCIO NELLA NAZIONALE ISRAELIANA, MISS ISRAELE ERA PALESTINESE ECC ECC SUCCEDE QUESTO CON GLI EBREI NEI PAESI ARABI ?? OGNI GIORNO DECINE DI MIGLIAIA DI PALESTINESI VENGONO A LAVORARE IN ISRAELE!! VENGONO A COMPERARE NEI CENTRI COMMERCIALI, DOVE STA LA DISCRIMINAZIONE ?? I PALESTINESI NEI PAESI ARABI SONO NEI CAMPI PROFUGHI !! PENSATE PRIMA DI PARLARE, ISRAELE COSTRUISCE RIFUGI PER I SUOI CITTADINI HAMAS NON PERMETTE AI SUOI CITTADINI,DONNE E BAMBINI DI LASCIARE LE CASE, VOGLIONO VITTIME !! SONO UTILI PER LA LORO PROPAGANDA MANDA I BAMBINI CON LE CINTURE ESPOSIVE !!!! CHI E' IL CRIMINALE ASSASSINO ?? CHI SONO I SUOI COMPLICI MORALI ??? VOI BUON PENSANTI PSEUDO PACIFISTI !!

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 16:21

Cardelli, non mi faccia dubitare della sua intelligenza (ma c'è?). Da sempre l'Egitto, debole (soprattutto ORA) accondiscende ai desideri israeliani. Ci mancherebbe solo che aprisse le frontiere agli abitanti di Gaza che gli ebrei farebbero loro un mazzo così. Anche questo è stra noto. Ed è così da sempre. Lei sa invece che Gaza è sul mare, ma gli abitanti neppure possono mettere le barche in acqua per pescare? Su, faccia uno sforzo minimo con la tastiera e si informi.

emulmen

Lun, 21/07/2014 - 16:22

@klotz60 - il tuo commento sul massacro del ghetto ebreo di varsavia dimostra una totale ignoranza della storia, da vero antisemita. Per tua conoscenza, gli ebrei di Varsavia dopo la con quista della Polonia vennero ammassati in una parte della città vecchia adibita appunto a ghetto: si trattava di mezzo milione di persone e il progetto nazista era ben chiaro: farli morire di fame, di inedia. Nel 1941 a causa di ciò la popolazione del ghetto si era già ridotta della metà e nel 1942 cominciarono le deportazioni in massa. Nell'aprile 1943 nel ghetto rimanevano poche decine di migliaia di persone, quindi un vero e proprio genocidio. Alcuni ebrei invece di aspettare la deportazione imbracciarono vecchi fucili e spararono sui nazisti venuti lì per un rastrellamento: era scoppiata una vera rivolta. Hans Frank "il boia della Polonia" mandò allora il maggiore SS Stroop per "liquidare" il ghetto: ci entrò con truppe corazzate che sterminarono in un paio di settimane gli ebrei che rimanevano, anche quelli che cercavano di nascondersi nelle fogne. Alla fine di aprile Stroop potà annunciare trionfalmente a Frank che il ghetot non esisteva più...mezzo milione di persone ammazzate, e scusa se è poco... @Dordolio - vai avedere questo sito e poi dimmi cosa ne pensi http://www.tomgrossmedia.com/mideastdispatches/archives/001114.html E poi questi bombardamenti dovrebbero far pensare: possibile che gli israeliani siano mostri assetati di sangue tanto da uccidere pure dei bambini? se sai che stanno per arrivare i caccia-bombardieri israeliani la cosa più logica da fare è andare a nascondersi nei rifugi: ma il numero giornaliero di vittime fa pensare che non ci vanno nei rifugi. Non è che quelli di Hamas costringono tanti a rimanere nelle loro case per dimostrare che gli israeliani sono dei massacratori di famiglie?

gian paolo cardelli

Lun, 21/07/2014 - 16:28

Dordollo come no: infatti la risoluzione ONU del 47 che sanci' la nascita di Israele non e' mai esistita...

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 16:32

Per pura casualità, imbattendomi in foto d'epoca, ho scoperto che la Palestina non era all'epoca della dominazione inglese un luogo di selvaggi. Era la zona più occidentalizzata ed industriosa dell'area. Gli agrumi sulle tavole inglesi arrivavano tutti da lì ad esempio. C'erano scuole ed attività di puro stampo occidentale. E gli ebrei (pochi) e gli arabi (tanti) convivevano benissimo. Poi nel 1948 dei primi ne sono arrivati tantissimi, con armi e denaro. E hanno detto che quella terra doveva essere solo loro perchè così diceva la Bibbia, e il loro dio gliela aveva promessa. Se parti da questa semplice e innegabile osservazione. (assolutamente NON smentibile) tutto quello che è successo dopo appare chiarissimo. Se ti piace Israele non c'è problema....ma devi saper come stanno le cose, e qual'è la legittimità e l'aspetto "morale" dello stato ebraico. E in questo non c'entra nulla ogni personale posizione politica.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 21/07/2014 - 16:34

La MATTANZA, è iniziata. Israele informa ed offre una via di fuga. Chi resta (o costringe minori a restare), desidera immolarsi sotto le bombe ed è quindi accontentato. Lasciar parlare le armi il più a lungo possibile! Lasciare andare Israele alla Crociata!

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 16:42

Rispondo volentieri a Perinciolo Per la questione "confine sud" gli egiziani non hanno alcuna voglia - nè prima nè soprattutto ORA - di inimicarsi Israele (alla faccia della solidarietà tra arabi...). Documentandosi poi si scoprirà che i palestinesi - stremati - sarebbero da parecchio disposti a cedere sulla questione dei "due Stati". Ma a questo punto sono gli ebrei a tergiversare con metodiche ridicole: non stabilendo con certezza QUALI sarebbero i confini di Israele su cui trattare. Questo per chiare ragioni politiche interne: le letture dell'Israele (politico? Biblico? Diplomatico? Storico?) variano assai a seconda delle varie anime ebraiche. Quindi, da decenni si continua a non farne nulla...

Paolo Preti

Lun, 21/07/2014 - 16:45

Israele non ha nessuna intenzione di mettere in atto un qualsiasi processo di pace. Come potrebbero altrimenti eliminare i palestinesi e togliere loro in maniera definitiva la poca terra che gli rimane?

lorenzovan

Lun, 21/07/2014 - 16:48

caro dordolio..nella maggioranza dei casi non e' disonesta' intellettuale.-..e' pura e semplice ignoranza... e come si sa..piu' si e' ignoranti e piu' si parla a vanvera.. basta contare i l numero dei post pubblicati da certa gente

CHAIIM

Lun, 21/07/2014 - 16:52

AI BUON PENSANTI, FILO PALESTINESI CI SONO LE FOTOGRAFIE, CHIARE, IN CUI SI VEDE CHE HAMAS LANCIA I SUOI MISSILI DA UN OSPEDALE, DA UN EDIFICIO PUBBLICO E DA UNA MOSCHEA, E DA UN EDIFICIO PIENO DI BAMBINI CHI E' IL CRIMINALE? CHI SI FI SCUDO DI BAMBINI O DI CIVILI, CHE SI NASCONDE ARMATO NELLA AMBULANZE E' ORA DI FINIRE CON QUESTA FALSA PROPAGANDA, I POVERI PALESTINESI COSTRUISCONO GALLERIE PER UCCIDERE O RAPIRE CIVILI, OGNUNA COSTA PIU' DI 100000 EURO !! CHI GLI HA DATO QUESTI SOLDI ? L'EUROPA BUON PENSANTE I MISSILI COSTANO ,CHI GLI PAGA? I BUON PENSANTI L'EUROPA HA DATO AI PALESTINESI 11.95 MILIARDI DI $ DOLLARI DOVE SONO ANDATI A FINIRE ?? BISOGNA GUARDARE LA REALTA' CON OBIETTIVITA' E NON CON FALSI SENTIMENTI GLI ARABI IN ISRAELE HANNO PARTITI POLITICI, SONO AL PARLAMENTO, CI SONO GIUDICI, PROFESSORI, GIOCATORI DI CALCIO NELLA NAZIONALE ISRAELIANA, MISS ISRAELE ERA PALESTINESE ECC ECC SUCCEDE QUESTO CON GLI EBREI NEI PAESI ARABI ?? OGNI GIORNO DECINE DI MIGLIAIA DI PALESTINESI VENGONO A LAVORARE IN ISRAELE!! VENGONO A COMPERARE NEI CENTRI COMMERCIALI, DOVE STA LA DISCRIMINAZIONE ?? I PALESTINESI NEI PAESI ARABI SONO NEI CAMPI PROFUGHI !! PENSATE PRIMA DI PARLARE, ISRAELE COSTRUISCE RIFUGI PER I SUOI CITTADINI HAMAS NON PERMETTE AI SUOI CITTADINI,DONNE E BAMBINI DI LASCIARE LE CASE, VOGLIONO VITTIME !! SONO UTILI PER LA LORO PROPAGANDA MANDA I BAMBINI CON LE CINTURE ESPOSIVE !!!! CHI E' IL CRIMINALE ASSASSINO ?? CHI SONO I SUOI COMPLICI MORALI ??? VOI BUON PENSANTI PSEUDO

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 21/07/2014 - 16:53

A RAPIRE E A UCCIDERE 3 RAGAZZI INNOCENTI ISRAELIANI, POI SUCCEDE QUESTO. HAMAS HA INIZIATO E ADESSO NE PAGA LE CONSEGUENZE....

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 21/07/2014 - 16:56

MARTELLARLI SENZA SOSTA per la crociata dell'anno 2000! La palestina e i suoi ciabattari deve esser cancellata dalle cartina. BOMBE, BOMBE e BOMBE. E ancora BOMBE fino a fargli scopppiare le orecchie. Questo solo capisce questa faccia. Questo solo merita. FATE PARLARE LE ARMI! MATTANZA TOTALE!

CHAIIM

Lun, 21/07/2014 - 17:04

NON VEDO I MESSAGGI CHE HO INVIATO ? DOVE SONO ANDATI A FINIRE ? AGGIUNGO NUOVAMENTE AI BUON PENSANTI, FILO PALESTINESI CI SONO LE FOTOGRAFIE, CHIARE, IN CUI SI VEDE CHE HAMAS LANCIA I SUOI MISSILI DA UN OSPEDALE, DA UN EDIFICIO PUBBLICO E DA UNA MOSCHEA, E DA UN EDIFICIO PIENO DI BAMBINI CHI E' IL CRIMINALE? CHI SI FI SCUDO DI BAMBINI O DI CIVILI, CHE SI NASCONDE ARMATO NELLA AMBULANZE E' ORA DI FINIRE CON QUESTA FALSA PROPAGANDA, I POVERI PALESTINESI COSTRUISCONO GALLERIE PER UCCIDERE O RAPIRE CIVILI, OGNUNA COSTA PIU' DI 100000 EURO !! CHI GLI HA DATO QUESTI SOLDI ? L'EUROPA BUON PENSANTE I MISSILI COSTANO ,CHI GLI PAGA? I BUON PENSANTI L'EUROPA HA DATO AI PALESTINESI 11.95 MILIARDI DI $ DOLLARI DOVE SONO ANDATI A FINIRE ?? BISOGNA GUARDARE LA REALTA' CON OBIETTIVITA' E NON CON FALSI SENTIMENTI GLI ARABI IN ISRAELE HANNO PARTITI POLITICI, SONO AL PARLAMENTO, CI SONO GIUDICI, PROFESSORI, GIOCATORI DI CALCIO NELLA NAZIONALE ISRAELIANA, MISS ISRAELE ERA PALESTINESE ECC ECC SUCCEDE QUESTO CON GLI EBREI NEI PAESI ARABI ?? OGNI GIORNO DECINE DI MIGLIAIA DI PALESTINESI VENGONO A LAVORARE IN ISRAELE!! VENGONO A COMPERARE NEI CENTRI COMMERCIALI, DOVE STA LA DISCRIMINAZIONE ?? I PALESTINESI NEI PAESI ARABI SONO NEI CAMPI PROFUGHI !! PENSATE PRIMA DI PARLARE, ISRAELE COSTRUISCE RIFUGI PER I SUOI CITTADINI HAMAS NON PERMETTE AI SUOI CITTADINI,DONNE E BAMBINI DI LASCIARE LE CASE, VOGLIONO VITTIME !! SONO UTILI PER LA LORO PROPAGANDA MANDA I BAMBINI CON LE CINTURE ESPOSIVE !!!! CHI E' IL CRIMINALE ASSASSINO ?? CHI SONO I SUOI COMPLICI MORALI ??? VOI BUON PENSANTI PSEUDO

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 21/07/2014 - 17:12

Dire che gli israeliani sono belve e` far torto al Regno Animale. Dire che i suoi sostenitori su questo forum siano somari e` inutile, la loro punizione e` essere cio` che sono.

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 17:34

Lorenzovan, quello che mi indigna è l'ipocrisia. Su, sappiamo tutti come stanno le cose. A chi piacciono gli arabi musulmani che ci stanno tra l'altro invadendo in massa? L'ebreo israeliano invece è bello. Magari è un tuo vicino di casa come te con la doppia nazionalità. E lo invidi: generalmente colto ed evoluto, spesso benestante, si può pure prendere dei "passaggi" in Israele verso il musulmano che vorresti tu...(filmati di angherie ce ne sono a bizzeffe...). Spara e uccide poi senza problema, sempre armatissimo. E Israele può fare qualsiasi cosa: vince quasi tutte le guerre e manda anche sicari per il mondo ad assassinare i suoi nemici! Impunemente poi. Ti identifichi con facilità nel "buono" (che ti somiglia). Se poi però riesci ad astrarre da questa dimensione meschina la realtà la vedi diversa assai. Per migliaia di anni in quella terra sono andati tutti d'accordo. Poi si è costituito lo stato di Israele. Perchè un piccolo popolo ha detto: "vogliamo la terra che il nostro dio ci ha promesso, e ce la prendiamo". Da questo è derivata ogni sciagura.

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 17:43

Non so qui a quanta gente piaccia o sia piaciuto Andreotti. Ma mi fece pensare una sua acuta frase, molto tempo fa. "Se vivessi da decenni in un campo di profughi palestinesi e sapessi che i miei figli non avranno alcun avvenire diventerei anche io un terrorista". Fui qualche anno fa a margine di una trattativa commerciale di fornitura di merci che avrebbero dovuto provenire da Gaza. L'interlocutore era un giovane di bell'aspetto, occidentalizzato e plurilingue. Naturalmente non risultò possibile far uscire NULLA da Gaza. Appresi tra l'altro (e non lo sapevo) che Gaza era famosa...per le sue fragole deliziose (ma guarda tu...). In altri anni erano un'importante fonte di reddito. Ora marciscono chiaramente a terra. Ah, Israele di quel poco di cui consente il passaggio trattiene dazi ecc... che poi non restituisce alla popolazione.

goligo

Lun, 21/07/2014 - 17:45

Come è bello salire sul carro dei vincitori... vecchio vizio italico:complimenti!!!

lorenzovan

Lun, 21/07/2014 - 17:50

chaimmm...guadagni di piu' come funzionario del mossad per la propaganda estera scrivendo in maiuscolo ??? e si ti capisco...anche tu "tieni famiglia"...lololololol

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 21/07/2014 - 17:51

Mr Cavalcavia ha rotto gli ormeggi, qualcuno della sua famiglia chiami la neurodeliri.

emulmen

Lun, 21/07/2014 - 17:55

@Pravda99 - anche dire che gli arabi sono brava gente vuol dire avere la mortadella davanti agli occhi...vai in Iraq e dimmi cosa ne pensi dei massacri dei cristiani che lì si stanno perpetrando, così come in Nigeria e in altri paesi islamici fanatici della sharia..come hod etto prima...logica vuole che se arrivano i cacciabombardieri la gente dovrebbe andare nei rifugi. Ma invece l'alto totale giornaliero dei morti fa pensare che non ci vanno nei rifugi: sono forse costretti da quelli di hamas a rimanere in casa per creare dei "martiri" per la causa palestinese?

gian paolo cardelli

Lun, 21/07/2014 - 17:58

Dordolio, io invece intenzionalmente mi sono imbattuto nella dichiarazione Balfour, negli accordi Sykes-Picot e nelle statistiche demografiche inglesi sulla regione palestinese, nonché nella Risoluzione ONU del 47 e posso quindi affermare che le sue conclusioni "assolutamente non discutibili" sono un cumulo di farneticazioni. Tutte queste cose si trovano facilmente su Internet, se le legga attentamente e poi torneremo a parlare delle sue "conclusioni"...

Ritratto di padania

padania

Lun, 21/07/2014 - 18:06

Obama li incoraggia (e foraggia), Ban Ki Moon dice loro di "moderarsi", come lo si potrebbe dire ad un amico ubriacone il giorno del suo compleanno, al di là degli ipocriti appelli alla pace Netanyahu sta completando il suo massacro. Tutto l'occidente è complice di questo genocidio

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 21/07/2014 - 18:19

ONU, ente inutile, serve solo a succhiare soldi. Male bombardare gli ospedali, però, bisogna anche riconoscere, che i palestinesi, ci nascondono armi.

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 18:22

Emulmen, parlando di Irak e di cristiani lei scivola su una bruttissima buccia di banana... Anni fa (Saddam governante) ero capitato a notte fonda su un documentario tv bellissimo. Chiese rupestri e antiche, arabi devotissimi (cristiani) che le frequentavano.... incredibile. Continuavo a guardare cercando di capire dove mai fosse questo posto straordinario. Era l'Irak, ed essendomi perso la prima parte non lo potevo sapere. Scoprii così che lì - assolutamente indisturbati - ce ne erano settecentomila! Il vice di Saddam (Tarek Aziz mi pare) era cristiano. Analogamente in seguito seppi che mentre Saddam lanciava missili su Israele, a Baghdad le sinagoghe erano regolarmente aperte e frequentate e a nessun ebreo veniva torto un capello. Quando si parla di arabi, accertiamoci DI CHI stiamo parlando, prima...

gigetto50

Lun, 21/07/2014 - 18:28

....il fuorionda di Kerry....ma proprio loro, gli americani, dovrebbero stare superzittissimi su argomento "incursioni chirurgiche" .... Si vergognino per scempi che hanno fatto, seconda guerra mondiale a parte, in Vietnam etc...etc....

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 21/07/2014 - 18:32

Rinfrescatevi un pò la memoria, rivedete i films . Exodus e i Combattenti della notte. Forse li si troveranno diverse risposte.

paco51

Lun, 21/07/2014 - 18:34

la guerra è una brutta cosa! il peggio è farla piccola! Dopo questo scontro così grave non ci si potrà rappacificare in questo secolo! O i due contendenti ci si mettono di impegno a farla come va fatta o è meglio che smettano subito! Serve un vincitore, uno solo su un cimitero! Altrimenti li non si smette!

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 18:36

Cardelli, le foto ci sono e Maurizio Blondet - che su questa testata scriveva - le ha pubblicate tempo addietro. Lei naturalmente pensa - perchè le piace farlo - che la Palestina era un deserto di sabbia e i coloni israeliani l'abbiano trasformato in un giardino. Questa storia me la raccontano dal secolo scorso. Ci ho creduto. Finchè non ho visto le immagini delle infinite barche che trasportavano gli agrumi ai bastimenti alla fonda diretti in Inghilterra. E le foto degli scolari delle scuole tecniche sempre palestinesi. Addirittura una banda scolastica, avevano (e docenti spesso inglesissimi, poi). Lei si bei dei documenti ufficiali e stia sereno. Ignorando - lo ripeto - che L'UNICO stato al mondo dove l'appartenenza ad una religione/popolo è ricordata dalla costituzione (e vi è posta alla base) è Israele. Poi dorma bene.

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 18:39

Ah, un'ultima cosa Cardelli. Siamo tutti democratici o no? Bene, che si voti in Israele. E facciamo votare PROPRIO TUTTI, compresi i milioni di palestinesi cacciati da lì nei decenni scorsi e che ora vivono nei campi profughi (la cosiddetta "Naqba" mi pare). E poi chi vince governa. UN uomo UN voto. Non si può fare? Ah, ecco.....

Anonimo (non verificato)

gigetto50

Lun, 21/07/2014 - 18:43

.....ma é ovvio che Hamas lanci i razzi dall'interno/sotto vari edifici...non potrebbe essere diversamente dal punto di vista logistico visto che Gaza City é un agglomerato urbano dove praticamente non esistono spazi aperti....

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 21/07/2014 - 18:48

emulmen - Scusi, non so se intendeva citare me, ma io non ho espresso nessun parere sugli Arabi, ne' positivo ne' negativo. Le posso pero` dire che ogni atto politico o civile in genere, guidato da motivazioni di natura religiosa, e` generalmente abominevole per natura, di qualunque religione si tratti. Questo vale per tutte le guerre con connotati religiosi, ma anche per qualunque atto di governo (e in Italia l'Oltretevere si e` sempre fatto sentire piu' del dovuto sulla nostra legislazione). Se e` vero, come disse "uno", che la religione e` l'oppio dei popoli, occorre agire sui trafficanti, ossia su coloro che usano la superstizione religiosa della povera gente per macchinazioni ed obiettivi quasi sempre spregevoli. Troppi agiscono "in nome di dio", con dio variabile secondo la geografia. Per finire, se gli Israeliani sono al corrente che i civili sono costretti a rimanere negli edifici bersaglio, direi che sia un'aggravante. Sono solo codardi, e negano l'evidenza di non saper assicurare alla giustizia quelli che ritengono colpevoli. Del resto seguono alla lettera la legge del taglione - E il cerchio si chiude, tornando al mio punto iniziale.

gigetto50

Lun, 21/07/2014 - 18:48

....anni fa erano pochi razzi....oggi sono "missiletti" domani saranno missili con testate di chissa' cosa... D'altra parte è Hamas a non voler riconoscere Israele...e che magari sogna di distruggerlo con l'aiuto di altri..Non é forse vero?

giovanni PERINCIOLO

Lun, 21/07/2014 - 18:50

Dordolio. Ultimo appunto. Non si é mai chiesto come mai, a quanto si dice, una stragrande maggioranza delle truppe di hamas non sono palestinesi??? Facile usare scudi umani palkestinesi quando non lo si é e le famiglie dei "combattenti" sono altrove!

CHAIIM

Lun, 21/07/2014 - 18:51

LORENZOVAN E COMPANY, MENTRE VOI MOSTRATE IL VOSTRO VERO VOLTO , CARICO DI ESPRESSIONI DI ODIO E PREGIUDIZIO, OGGI SONO ANDATO 6 VOLTE NEL RIFUGIO PERCHE' I VOSTRI AMICI INVIAVANO SUI CENTRI CIVILI MISSILI, SONO GLI STESSI AMICI VOSTRI CHE IN ITALIA HANNO UCCISO 11 ITALIANI , NON EBREI , A FIUMICINO, SONO GLI STESSI CHE ASSASSINARONO IL BAMBINO , EBREO ITALIANO STEFANO TACHE' ,MENTRE USCIVA DALLA SINAGOGA DI ROMA, SONO GLI STESSI CHE UCCISERO E GETTARONO IN MARE UN POVERO PARALITICO LA CUI COLPA ERA DI ESSERE EBREO, LEON KLINGOFFER, DA UNA NAVE ITALIANA, QUESTI SONO GLI EROI CHE TI ISPIRANO , DI CUI SEI ORGOGLIOSO E DIFENSORE, SONO SOLTANTO ASSASSINI CON LE MANI SPORCHE DI SANGUE, E VOI SIETE I LORO COMPLICI MORALI PENSA PRIMA DI PARLARE O SCRIVERE, LA STORIA NON SI RIPETE, SONO GLI SBAGLI DEGLI UOMINI CHE SI RIPETONO SHALOM

baio57

Lun, 21/07/2014 - 19:01

@ emulmen (16,22) - Lo sterminio degli ebrei in Polonia è stato perpetrato da Hitler con il benestare di Stalin ,che a sua volta aveva già iniziato l'epurazione in casa propria.Solo per precisare.

Ritratto di padania

padania

Lun, 21/07/2014 - 19:11

I giornalisti dovrebbero essere i cani da guardia del potere politico da noi e da voi sono da compagnia che scodinzolano sotto il tavolo dei politici a servizio dei macellai sionisti aspettando gli avanzi.

Ritratto di padania

padania

Lun, 21/07/2014 - 19:11

I giornalisti dovrebbero essere i cani da guardia del potere politico da noi e da voi sono da compagnia che scodinzolano sotto il tavolo dei politici a servizio dei macellai sionisti aspettando gli avanzi.

Ritratto di padania

padania

Lun, 21/07/2014 - 19:11

I giornalisti dovrebbero essere i cani da guardia del potere politico da noi e da voi sono da compagnia che scodinzolano sotto il tavolo dei politici a servizio dei macellai sionisti aspettando gli avanzi.

Ritratto di padania

padania

Lun, 21/07/2014 - 19:12

Obama li incoraggia (e foraggia), Ban Ki Moon dice loro di "moderarsi", come lo si potrebbe dire ad un amico ubriacone il giorno del suo compleanno, al di là degli ipocriti appelli alla pace Netanyahu sta completando il suo massacro. Tutto l'occidente è complice di questo genocidio

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 19:24

Via Perinciolo, non ho dubbi sul fatto che con Hamas militino anche non palestinesi. Gaza è un "luogo dell'anima" come fu - per gli schieramenti più diversi - la Spagna del 1936! O la Berlino del 1945 dove gli ultimi difensori della Cancelleria furono SS straniere (I Leoni Morti di Saint Paulien)! In anni recenti di passioni politiche (oggi del tutto assenti) penso che giovani di destra e di sinistra sarebbero corsi a frotte a combattere Israele a Gaza.

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 19:32

Caro Chaiim, mi rendo conto delle sue difficoltà lì in Israele. Dal suo punto di vista ha certo ragione. Ma - facendo mia una riflessione di un altro giornalista tutt'altro che comunista letta anni fa - le domando: a parte i petardoni propulsi a zucchero e fertilizzanti che le tolgono la serenità, pensa mai a chi c'era lì da lei solo pochi decenni fa? Ora i fragorosi razzetti di latta di Hamas le tolgono il sonno, ma dormiva bene - prima - pensando a chi legittimamente occupava da duemila anni ciò che ora è suo (nel senso che LEI LO OCCUPA)? Mi tolga questa curiosità, lei che è lì. Lavoro con degli ebrei da sempre, e qualcuno è intimo di casa da me da 20 anni almeno. Non sa darmi un risposta. Lei ci riesce? Grazie. Con preghiera di pubblicazione.

Palermitano

Lun, 21/07/2014 - 19:35

IL POPOLO ITALIANO STA DALLA PARTE DEI PALESTINESI (BASTA ANDARE UN PO IN GIRO NELLE PIAZZE). OCCORRE CHE LA COMUNITA' INTERNAZIONALE E L'ONU PRENDANO PROVVEDIMENTI DURISSIMI E SENZA PRECEDENTI CONTRO ISRAELE E PONGANO FINE ALL'AGGRESSIONE DEL POPOLO PALESTINESE E ALL'INVASIONE DEL TERRITORIO PALESTINESE! PALESTINA AI PALESTINESI! FUORI GLI ISRAELIANI DALLA PALESTINA!

att

Lun, 21/07/2014 - 19:37

@Dordolio: non commento il delirio dei suoi contributi, ma considerata la sua completa ignoranza della storia (viste le fonti della sua informazione non c'è da meravigliarsi!) e considerato il fatto ovvio che ha la possibilità di consultare qualche fonte in rete, le consiglio caldamente queste poche righe, sebbene la fonte lascia desiderare paragonata alla scuola, ma comunque, generalmente ritenuta attendibile: http://it.wikipedia.org/wiki/Storia_degli_ebrei ...se parla di ipocrisia per correttezza deve leggere queste righe e non citare soltanto il documentario, a se tanto caro (e francamente penoso considerata la quantità ENORME di prodotti visivi a contraddire il suo benamato documentario!), diversamente lei stesso non sarebbe semplicemente un ipocrita ma pure uno arrogante.

Palermitano

Lun, 21/07/2014 - 19:40

IO E MOLTI ALTRI CHE NON CI LASCIAMO INFLUENZARE DALLA LOBBY FILOSIONISTA CI CHIEDIAMO: MA QUANTI ALTRI MORTI CIVILI PALESTINESI CI VORRANNO AFFINCHE' LA COMUNITA' INTERNAZIONALE SI SVEGLI, ISOLI E SANZIONI DURAMENTE ISRAELE? QUANTI ALTRI MORTI PALESTINESI SULLA COSCIENZA DOVRA' AVERE ANCORA L'INDIFFERENZA DELL'OCCIDENTE PRIMA DI FARE TERRA BRUCIATA ATTORNO AD ISRAELE E PRENDERE SERI PROVVEDIMENTI? BASTA CON IL COLONIALISMO ISRAELIANO! BASTA CON LE GUERRE ISRAELIANE! BASTA CON LE OCCUPAZIONI ISRAELIANE! PALESTINA LIBERA!

andrea24

Lun, 21/07/2014 - 19:45

Il criminale di guerra Ariel Sharon che fu accolto a Roma affermava già in una intervista che quei luoghi appartengono agli ebrei.Il sionismo è una forza di occupazione,sia in Medio Oriente che fuori dal Medio Oriente.Secondo questa gente,la Palestina e non solo la Palestina, appartiene virtualmente già agli ebrei.Ed è lo stesso motivo per cui gli occupanti entrano a Gaza festeggiando coi girotondi ebraici.Il sionismo è da sempre la forza di Sovversione.Non bisogna dimenticare che anche in Italia,quando ci furono le occupazioni massonico-francesi,che facevano da paravento anche al potere ebraico,gli ebrei volevano comprarsi ed occupare anche i giornali cattolici.

Linucs

Lun, 21/07/2014 - 20:10

In caso tu non ha capito, noi tiene anche Kery per sue pàle. Politico che fa cane obediente ha meno guai di politico che mette se stesso di traverso.

Linucs

Lun, 21/07/2014 - 20:19

Prego tu tolie cazo di maiuscola di tua tastiera!

Palermitano

Lun, 21/07/2014 - 20:28

SEGNALO UN RIASSUNTO DELL'INTERVISTA DI RAI NEWS 24 AL GRANDISSIMO MONI OVADIA CHE ATTACCA ISRAELE, SHARON, L'EMBARGO DI GAZA, IL COLONIALISMO SIONISTA E L'OCCUPAZIONE ISRAELIANA DEI TERRITORI PALESTINESI. QUOTO AL 100% MONI OVADIA! Moni Ovadia: "Israele non vuole la pace" Moni Ovadia denuncia la mancanza di informazione corretta su quanto sta accadendo in Medio Oriente e sottolinea le ragioni reali dell'invasione della Striscia di Gaza. "Israele non vuole la pace" denuncia l'intellettuale ebreo, "i palestinesi vivono in gabbia sotto un assedio continuo e l'America e l'Europa si bevono la comunicazione imperante: 'Ci buttano i missili e noi abbiamo il dovere di difendere la nostra popolazione'. Ma non è così". http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Intervista-telefonica-Moni-Ovadia-6db16bfa-6182-4f71-baa0-be934d24bb30.html

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 21:11

Gentile Att, per contestare il "delirio dei miei interventi" mi rimanda a... Wikipedia? Suvvia, io ho di meglio e di prima mano. Forse in rete lo trova pure lei, il filmato di Sharon che dice testuale testuale: "Questa terra è nostra. Ce l'ha promessa dio, no?" Mi risparmi la triste storia del Piccolo Popolo che ha tanto sofferto. Ci sono stato allevato e la conosco fin nei dettagli di parenti che l'hanno vista di persona. Ma questo non giustifica in nulla e per nulla quello di cui qui stiamo parlando. Lei Att conosce la storia che le piace. Su, allarghi un po' la sua ottica e scoprirà nuovi quanto scomodi orizzonti (non è bello - mi creda - scoprire per quanto ti hanno nascosto certe verità e certi insospettati punti di vista...). E il tutto, le preciso, da una prospettiva affatto filo araba/islamica! E men che meno politica!

Dordolio

Lun, 21/07/2014 - 21:23

Mi scuso con Emulmen di cui solo ora colgo un post interlocutorio. Un servizio del TG5 (non di Telekabul) appena trasmesso risponde alla sua domanda sui bambini uccisi dagli israeliani e - secondo Emulmen - costretti poveretti da Hamas a non servirsi dei rifugi. E i jet israeliani - guidati da nobili cavalieri - che annunciano sempre il loro arrivo. Il giornalista (suppongo berlusconiano) testimonia il bombardamento improvviso senza allarme alcuno di un palazzo dove visibilissimi giocavano bambini sul tetto. Tutti morti, e anche una madre. Non so che altro si voglia per farsi un'idea di come stiano le cose... Poi si può anche avere il prosciutto sugli occhi (o altro, visto che non è kosher...). Il diritto alla personale disinformazione è sempre lecito.

paolonardi

Lun, 21/07/2014 - 21:25

L'occidente ha il vizio non pagante di fare le cose a meta'. Dal 1945 ha intrapreso azioni militari, a difesa della liberta', in molte parti del mondo pero' fermandosi sempre per ragioni umanitarie. Un esempio per tutti: il Vietnam. Erano ad un passo dall'aver cancellato i nordisti quando, si fermarono e si sedettero al tavolo delle trattative di Parigi calandosi le brache e si Sto arrivando! come e' finita. Idem in irak ed Afganistan. La malattia ha contagiato gli israeliani che ciclicamente si trovano sotto la minaccia dell'integralio islamico, per fortuna, anche nostra, reagiscono senza pero' arrivare fino in fondo.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 21/07/2014 - 23:51

La frequenza dei bombardamenti su obbiettivi in cui vengano coinvolti dei bambini è oltremodo sospetta. Mi domando quale genitore incosciente possa mandare dei bambini a "giocare" sul tetto di un edificio mentre infuria una guerra con migliaia di razzi, cannonate e bombardamenti vari. C'È QUALCUNO CHE IL PROSCIUTTO L'HA AVVOLTO TUTTO ATTORNO AL CERVELLO.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 21/07/2014 - 23:54

# Dordolio 21:23 Caro signore, con il mio commento mi riferivo esattamente al suo prosciutto ed al suo diritto di essere disinformato.

magnum357

Mar, 22/07/2014 - 00:31

Hamas vuole la guerra e non smetterà mai di lanciare razzi !! Fatah vuole la pace ma non conta niente xchè Arafat è morto da un pezzo ! Israele che fa ? si difende e attacca

Dordolio

Mar, 22/07/2014 - 07:01

Resto interdetto quando mi imbatto in interventi di totale insulsaggine come quelli di paolonardi. Ma come si fa a rapportare Vietnam, Irak e i fatti di oggi di Gaza? Il Vietnam fu un' effettiva aggressione militare del nord comunista verso il sud. L'Irak è la storia di una nazione retta da un feroce dittatore dove comunque si viveva infinitamente meglio di oggi. Attualmente sono ridotti praticamente all'età della pietra (dopo l'invasione occidentale), prima l'Irak era il Paese (laico poi) più civilizzato dell'area e dove tra l'altro settecentomila cristiani vivevano serenamente. Dire che Israele vive sotto l'attacco dell'integralismo islamico è una sciocchezza. L'Islam è certo un nemico pericoloso, ma in Palestina la faccenda è diversissima. Lì c'è un popolo espropriato della sua terra, costretto all'esilio, che lotta contro uno spietato invasore. Piacciono gli arabi? No. E gli ebrei? Sono come noi. E tra noi da sempre. Ma questo non vuol dire che abbiano ragione. Ci vuole tanto ad elevarsi solo un pochino dal conformismo del pensiero unico e dominante?

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 22/07/2014 - 07:22

Prima cosa fermare chi fornisce di armi i palestinesi, poi parlare di tregua.

Holmert

Mar, 22/07/2014 - 07:44

L'ONU non serve a niente, serve solo a spendere per il suo sostentamneto una vagonata di soldi. Non servì a niente quando fu proclamato lo stato ebraico in Palestina nel 1947 cui la lega araba si rifiutò e mosse guerra al nuovo stato di Israele,naturalmente persa. Non serve a nulla ,come constatiamo continuamente quando ordina di fermare le ostilità,qualunque esse siano. Gli appelli di Obama poi sono da ridere, lui con gli USA guerrafondai di professione, che dice agli altri di fermare le stragi, come se loro lanciassero confetti con i loro aerei. Gli è che tra arabi ed Israele esiste un odio atavico, che nessuno potrebbe medicare; cui solo una soluzione finale porrebbe fine. Molti partecipano per i palestinesi come se Israele fosse andata là a depredarli delle loro terre,ignorando che uno stato paestinese non è mai esistito e che colà vi erano solo beduini senza fissa dimora,salvo qualche sparuto insediamento. Solo il conte Balfour,ministro degli esteri inglese ,durante la dominazione inglese della Palestina, cercò di di tracciare i possedimenti con la spartizione di quelle terre,che andarono per la maggior parte alla Giordania. E nessuno ne reclama la restituzione. Israele rappresenta per gli arabi una spina nel fianco, essi hanno contaminato il suolo sacro di Allah e del suo profeta e quelli sono disposti a tutto pur di scacciare l'infedele. Vallo a togliere dalla testa a questi qua. E se ci sarà tregua, Hamas continuerà imperterrito a lanciare le sue migliaia di razzi contro il nemico giurato. Questa dovrebbe essere la tregua, schiodare dalla mente di certa gente la guerra santa ed il paradiso delle vergini. Io lascerei fare ad Israele e vinca il migliore. Solo se uno dei due contendenti soccombe per sempre si metterà fine a prossime carneficine. Nessuno con le belle parole fermò Hitler quando infornava e gasava milioni di ebrei. Solo la forza delle armi e gli eserciti fecero scomparire per sempre dalla faccia della terra il nazismo e sue teorie nefaste. Altro che tregua. Nessuno chiede la tregua quando i kamikaze fanno saltare per aria centinaia di persone,nemmeno il manifesto.

emulmen

Mar, 22/07/2014 - 07:56

@Dordolio - se hai ben letto i miei post, io non ho mica detto che in Iraq non ci sono mai stati cristiani nè ebrei: ho solo fatto rilevare che lì in Irak ADESSO gli islamisti fanatici stanno facendo un massacro dei cristiani locali per farli sparire e islamizzando con la forza l'Iraq, e di quella strage nessuno ne parla. Per quanto riguarda i raid israeliani io ho detto che non penso che la IAF sia una banda di mostri assetati di sangue che si divertono ad uccidere bambini anzi! io ho fatto notare che la logica vorrebbe che appena senti un allarme o senti il rumore dei jet la gente scappi via nei rifugi. Anche io ho sentito la notizia che haid etto, e secondo te è normale che dei bimbi giochino sul tetto quando senti arrivare gli F16? un padre non andrebbe a prendere il figlioletto per portarlo via da lì? tutto questo fa pensare che quelli di hamas costringono la gente e e soprattutto i bambini a non andare nei rifugi, a rimanere dove sono così dimostrano appunto che gli israeliani sono dei mostri assetati di sangue...a te non vengono dei dubbi su queste cose?

Linucs

Mar, 22/07/2014 - 08:04

Io spero che loro amazza tuti bimbi arabi così poi amazza anche bimbi cristiani peché bimbo arabo e bimbo cristiano non è elèto da siniore idìo

gigetto50

Mar, 22/07/2014 - 08:09

.....fuori gli israeliani dalla Palestina? Ma la Palestina é anche il territorio su cui "siede" Israele.....quindi si vuole semplicemente dire "via lo Stato di Israele da quelle terre", magari distruggerlo, no? E lo si dica chiaramente, allora.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 22/07/2014 - 08:27

Certo che siete " de coccio" a leggervi. I poveri palestinesi lanciano fuochi artificiali detti Kassan per festeggiare gli israeliani e questi s'incazzano travisandone le intenzioni. Dannazione. Hamas è un movimento dciita jihadista. Fa parte della fratellanza musulmana a a cui frega nulla della terra di palestina in quanto produttrice di reddito ma perchè fa parte della umma sacra e Israele è BLASFEMIA CORANICA che deve ESSERE DISTRUTTA A PRESCINDERE da qualsiasi accordo. Anche se prevedesse ogni palestinese NABABBO ALLA ROCKFELLER. Hamas fa parte della galassia degli stragisti di Allah in azione in ogni angolo del pianeta. Hamas sta testando il sistema di difesa missilistico di Israele per conto degli Aiatollah iraniani. Per vedere se ci sono varchi. I palestinesi sono semplicemente cavie sacrificabili in nome di Allah e della follia islamica.

baio57

Mar, 22/07/2014 - 09:02

@ Dordolio - Ma guarda un po' ,anche in questo caso c'era la telecamera pronta ad immortalare(scusate il termine)il tutto.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 22/07/2014 - 09:35

A Chaim. Ti sei dimenticato della strage olimpiadi di Monaco.

Dordolio

Mar, 22/07/2014 - 11:58

Emulmen, mi ha colpito il fatto che la notizia dei bambini morti mentre giocavano sul tetto arrivasse anzitutto dal TG5, allineato solitamente su posizioni filoisraeliane (la Nirenstein vi collabora, moglie mi pare addirittura di un ufficiale israeliano). Se non è ufficialità questa... Quanto al cosa fai tu, o fai fare ai tuoi figli e dove, temo che posto che vai assetti che trovi. Vivessi io lì starei blindato con la famiglia in un sotterraneo per tutta la vita. Ma si può fare? L'impostazione ho notato di molti che vivono costantemente in situazioni limite è di dare comunque un senso di normalità alla propria esistenza, e anche ai propri cari. Mio padre mi raccontava inorridito di quando - ultima guerra - un pilota alleato deliberatamente mitragliò delle giostre uccidendo numerosi bambini. Alla mia domanda sul perchè fossero lì a giocare mi spiegò che TUTTA la vita di allora era su piani diversi. Prendevi il treno che poteva venir mitragliato. Uscivi di casa durante i rastrellamenti. C'era gente che uscita per una commissione banale spariva per sempre. Ma ti imponevi - a suo dire - con ampi margini di rischio di condurre una vita normale. Le testimonianze più recenti (per dire) nella guerra dell'ex Yugoslavia ho scoperto che erano effettivamente tutte di questo tono.

Dordolio

Mar, 22/07/2014 - 12:19

Mi permetto di aggiungere ancora, se posso, lo strano concetto vigente della colpevolizzazione della vittima. Muoiono i bambini palestinesi? La colpa è dei genitori disattenti, o di Hamas che spara i razzi. Vai però a dire ai coloni israeliani che edificano dove il loro stesso governo non vorrebbe: "è colpa tua se ti sparano gli arabi perchè qui non dovresti stare". La guerra di oggi è esplosa per il sequestro e l'uccisione di tre ragazzini ebrei che avevano fatto l'autostop. In Israele gli ebrei hanno nientemeno che STRADE A LORO RISERVATE ed esclusive. Che ci facevano lì? Qualcuno ha sollevato il problema che il loro comportamento sia stato sommamente imprudente? O abbia detto "e i genitori dove erano?". Si può dire che il far giocare dei bambini all'aperto in una zona di guerra non è proprio il massimo, come pure mandare tre adolescenti disarmati in giro in certe zone di Israele non è propriamente salutare? Ma il doppiopesismo impera.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 22/07/2014 - 23:48

# Dordolio 12:19 Caro signore, dalla lettura dei suoi accorati commenti in difesa di assassini terroristi che da anni martirizzano il popolo palestinese, ovvero Hamas ed i suoi vigliacchi seguaci e sostenitori, si evince solo una cosa: LEI È UN OTTIMO ARRAMPICATORE SUGLI SPECCHI. È a causa di gente come lei che i palestinesi non avranno mai pace ma SOLO QUELLA DELLA TOMBA CHE GLI PROCURA HAMAS.