Gazprom blocca gas verso l'Ucraina. E Kiev chiude lo spazio aereo civile

La società russa chiede un pre-pagamento a Kiev. Tensione anche in Crimea, al buio da giorni

Alle otto di questa mattina i rubinetti si sono chiusi. L'Ucraina, che riceve gas dalla compagnia russa Gazprom, da oggi non ne avrà più, se prima non verserà un altro pre-pagamento.

A rendere pubblica la decisione è stato Alexei Miller, il numero uno della società, che ha parlato di "seri rischi" legati al rifiuto di Kiev di comprare il gas russo, che potrebbe portare a conseguenze per il transito verso il resto dell'Europa, ma anche a problemi "per la fornitura di gas ai consumatori ucraini per il prossimo inverno".

La disputa sul gas dura dall'esplodere degli scontri in Ucraina. La questione energetica è tornata alla ribalta negli ultimi giorni, con la penisola di Crimea, che nel marzo 2014 è stata annessa alla Russia dopo un referendum, lasciata al buio per sabotaggi alle linee elettriche, di cui a Mosca accusano uomini vicini al governo di Kiev.

E se la Gazprom dice che non fornirà più gas agli ucraini, il premier Arseny Yatseniuk rivendica una decisione presa a Kiev e sostiene di avere dato ordine a Naftogaz "di smettere di comprare dai russi", in quella che suona parecchio come una ripicca.

Per decisione del primo ministro, nel frattempo, è stato fermato il traffico commercio diretto verso la penisola di Crimea ed è stato bloccato lo spazio aereo ucraino. "Per evitare provocazioni" gli aerei russi, che già da ottobre non possono più atterrare nel Paese, non potranno più neppure sorvolarlo.

Commenti
Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mer, 25/11/2015 - 10:29

Ottimo!!! Fatto bene!!!

Giampaolo Ferrari

Mer, 25/11/2015 - 10:40

Continuano a rompere i cxxxxxxi finchè si stancano e chiudono i rubinetti,sembra molto chiaro da capire. Probabilmente devono fare un inverno al fresco rischiara le idee.

Ritratto di Geppa

Geppa

Mer, 25/11/2015 - 10:48

Forse, anzi di sicuro, molti di voi non seguono la vicenda, l'Ucraina deve diversi milioni alla Russia per il gas e ogni pagamento chiede una proroga, o sconti. Diverse volte lo abbiamo pagato noi, o il fondo monteraio, oppure lo stesso fondo monetario internazionale gli ha deciso di fare sconti o ristrutturare il debito, ma questo va avanti da un anno. Certo che la Russia accetta la cosa sulla base di altri accordi a loro vantaggio.

Mizar00

Mer, 25/11/2015 - 10:53

Solo ora la Russia fa un gesto ostile dopo che ha dovuto sopportare colpi di stato, bombardamenti, black out..

Ritratto di Farusman

Farusman

Mer, 25/11/2015 - 11:22

Capire chi ha torto e chi ha ragione in questo pericoloso ginepraio è un'impresa impossibile. Occorrerebbe azzerare tutto,mettersi attorno a un tavolo ed iniziare a ragionare. le bombe, le ritorsioni, le sanzioni e le ripicche non servono a nulla se non a far soffrire la gente comune. Già, ma questa è utopia : meglio far parlare le armi.

giovanni951

Mer, 25/11/2015 - 12:16

anche a me tagliano il gas se non pago la bolletta... cmq i russi fanno bene e gli ucraini si facciano pagare il gas dall'abbronzato visto che è il responsabile di ciò che accade lì. Ma temo che anche noi dovremo metter mano al borsellino.....

agosvac

Mer, 25/11/2015 - 12:46

Questa è probabilmente la risposta della Russia alle azioni delinquenziali dell'Ukraina che ha fatto saltare i tralicci che fornivano di energia elettrica la Crimea. A farne le spese potrebbero essere i paesi UE che di questo gas hanno estremo bisogno con l'inverno che si avvicina con freddi da record! Comunque chi è causa del suo mal, pianga sé stesso! L'UE se l'è cercata!!! Anzi con tutte le restrizioni che l'UE ha applicato contro la Russia, credo che Putin sia stato fin troppo accomodante.

Blueray

Mer, 25/11/2015 - 12:57

Gazprom non è la pia opera di carità, e quindi, essendo già stata fregata più volte, chiede un anticipo sulle forniture future. Mi pare normale. Perché Terna, Eni, Enel non lo farebbero?

michetta

Mer, 25/11/2015 - 13:59

Chi e' causa del suo mal, pianga se stesso! Gli ukraini, sono stati cattivi, insolenti ed anche presuntuosi. Presumevano cioe', che la signora Europa cosiddetta Unita, si mettesse a fare guerra alla Russia di Putin. Malgrado le prese di posizione, dettate alla Mogherini, il signor Putin, si sente sempre piu' forte e dalla parte della ragione indiscutibilmente. Percio', chiunque sia stato il prepotente di turno, nell'ambito di quel ginepraio, che risponde, all'Europa cosiddetta Unita, se la vada a prendere in quel posto! VAI PUTIN, sei tutti noi!

Libero1

Mer, 25/11/2015 - 14:11

Putin ha fatto bene a mostrare i muscoli sia dopo l'abbattimento dell'aereo russo,come quando ha ordinato di chiudere i rubinetti del gas a l'ucraina.Non passera' molto tempo prima che gli fara' chiudere anche all'europa.Ci sara' poco da ridere per i leccapiatti del guerrafondaio americano.

demin

Mer, 25/11/2015 - 14:21

questo era iniziativa di Ucraina non comprare gas

hansdejaco

Mer, 25/11/2015 - 15:40

Caro FARUSMAN, la situazione è chiarissima: Porochenko, il premier ucraino è istigato dall'abbronzato americano a fare dispetti alla RUSSIA! Un gioco molto pericoloso al quale la nostra scoglio.nata UE, Italia compresa, assiste senza neanche e a dire una parola sottovoce. Quindi prepariamoci al peggio.....

andri75

Mer, 25/11/2015 - 17:12

L'Ucrana è da Maggio 2015 che non compra gas dalla Russia. Ha comprato un tot di gas tecnico necessario per l'Europa alcuni mesi fa e non ha intenzione di comprarne altro. Lo stop dei voli Russi è inoltre stato deciso a Settembre, quindi non è una ritorsione.

andri75

Mer, 25/11/2015 - 17:18

@hansdejaco : fare dispetti ? La Russia ha occupato la Crimea e un terzo di due regioni Ucraine e ogni giorno muoiono degli Ucraini uccisi da armi Russe mai prodotte o importate in Ucraina. Qui non si tratta di un gioco ma di una guerra e mi pare assolutamente normale che l'Ucraina si difenda come può, anche usando le armi economiche. A differenza della Russia non ha mai messo in pericolo la vita dei cittadini dei territori occupati visto che in Crimea e nel Donbass arrivano (gratis nel Donbass) luce, gas e acqua. Le forniture elettriche verso la Crimea non le hanno interrotte gli Ucraini ma i Tatari rifugiati in Ucraina per via della discriminazione razziale che subiscono nei territori occupati (basta leggere i rapporti ONU).

andri75

Mer, 25/11/2015 - 17:21

@Blueray : Gazprom fregata ? Ma lo sa che l'Ucraina è l'unico Paese che paga il gas prepagato ormai da due anni ? Lo sa che l'Ucraina è 6 anni che paga il gas il doppio rispetto a tutti i Paesi Europei (pur non avendo transito) per scelte politiche della Russia che vuole punire la sua scelta di avvicinarsi all'Occidente invece di diventare una dittatura ?

Massimo25

Mer, 25/11/2015 - 17:50

andri ma lei venderebbe merce o impianti a un cliente che risulta inaffidabile a qualsiasi livello a credito???non penso proprio che l'Ucraina paghi il doppio di quello che paga l'Europa..si informi bene..e poi torni

michetta

Mer, 25/11/2015 - 18:03

x andri75 - mi dispiace per te, ma tu e la tua Ucraina, siete rimasti soli! Fatevene una ragione. Da noi, non prenderete alcunche', malgrado Prodi e la sua Shengen....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 25/11/2015 - 18:40

hahahahaha e da chi compra gas il regime americano in Ucraina? Dal Qatar? In volo arriva?

Ritratto di SAXO

Anonimo (non verificato)

cangurino

Mer, 25/11/2015 - 19:21

@andri74. Io sono assolutamente favorevole all'autodeterminazione. Ho approvato le secessioni slovene, croate, bosniache ecc., come lei, immagino, ho approvato coerentemente la secessione della Crimea. Come saprà è sempre stata russofona e la popolazione ha aderito in massa al referendum, anche per scappare dalla "democrazia" ucraina, che di genocidi se ne intende parecchio.

gbuzziferraris

Mer, 25/11/2015 - 19:30

Putin ha ragione ed e' stato fin'ora fin troppo accomodante.L'Europa dovrebbe condannare subito la Turchia e togliere le sanzioni alla Russia

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 25/11/2015 - 21:28

che siano gli USA o meglio i fedeli servitori degli stessi (cioè noi) a pagare, forse stavolta i russi se la sono legata al dito e lasceranno gli ex-amici col culo al freddo. Temo invece che la Russia si prepari al confronto su ben più larga scala con gli Usa e la Nato, un duello che potrebbe sconvolgere il mondo!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 25/11/2015 - 21:56

un colpo di stato ha abbattuto il Presidente ukraino Janukovich con un Phoroshenko golpista finanziato da USA e dalla UE. Ma ora i nodi vengono al pettine e la Russia affila le armi in vista del confronto con gli USA in Medioriente. Stiamone certi che anche gli ukraini verranno nel conto asseme a Polonia , Paesi baltici, e le Repubbliche che hanno voltato le facce alla Russia perché blandite da USA, Fondo Monetario e Germania che speravano di fare il vuoto attorno al ex-impero Sovietico.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 25/11/2015 - 21:58

Degli stati dell' ex-impero sovietico solo la Russia detiene risorse e mezzi infinitamente superiori rispetto agli apostati ex-comunisti che sempre hanno campato sulle sue (della Russia)rimesse . Ma non credo che anche la EU - meglio: i governi attuali della EU- avranno trattamenti migliori rispetto a Ukraina & Co. Cosa che porterà paesi come Italia e Francia o Spagna a sganciarsi dal mortale abbraccio USA che chiede tanto ma nulla dà in cambio.Come dimostra la vicenda ISIS nella quale gli americani sono invischiati fino ai capelli!

andri75

Mer, 25/11/2015 - 22:24

@Massimo25 : ad esempio nel 2012 l'Ucraina pagava il gas Russo 514 USD ogni 1000 metri cubi, la Germania 312 USD. Inaffidabile l'Ucraina ? Ha sempre pagato i suoi debiti in orario e, prima della guerra con la Russa, il suo debito pubblico era pari al 42,5% del PIL, dato migliore di tutta Europa.

andri75

Mer, 25/11/2015 - 22:27

@cangurino : io sono d'accordo sull'autodeterminazione quando nei seggi ci sono degli osservatori internazionali, una Legge elettorale e pari accesso all'informazione, non Life News o RT, uomini armati e carri armati davanti ai seggi e la domanda : volete l'adesione alla Russia o l'indipendenza dall'Ucraina ?

andri75

Mer, 25/11/2015 - 22:29

@Ausonio : l'Ucraina in questo momento compra gas proveniente dai Paesi nordici tramite la Slovenia e la Polonia. Da qualche giorno a questa parte sta comprando anche gas liquefatto Americano e, a partire dal 2017, gas liquefatto del Qatar.

mila

Gio, 26/11/2015 - 03:22

@ andri75 -Durante il referendum erano presenti in Crimea anche dei parlamentari occidentali, per es. della Lega Nord. PS. I poveri Tatari di Crimea, se si sentono perseguitati, perche' non ritornano nelle loro terre d'origine, nell'Asia Centrale?

agosvac

Gio, 26/11/2015 - 12:31

Temo che di questa proibizione di non sorvolo degli spazi aerei ukraini, la Russia se ne farà una ragione quando smetterà di ridere!!!!! Intanto con l'inverno incombente, l'Ukraina dovrà comprare il gas per riscaldarsi da chi??? forse dagli Usa a prezzi tripli di quelli che avrebbe dovuto pagare ai russi senza averlo mai fatto!!!

andri75

Gio, 26/11/2015 - 12:49

@mila : Parlamentari della UE durante il referendum in veste di scrutatori e/o ufficiale non erano presenti. In tutto c'erano 4 Parlamentari UE in veste privata e le elezioni sono state una farsa (conosco personalmente un Italiano che per scherzo con la Posvidka ha votato 3 volte nello stesso seggio, faccia lei). Che poi probabilmente avrebbe vinto ugualmente il si è probabile ma a quel punto, esattamente come in Catalogna, sarebbe stata l'Alta Corte Ucraina a decidere non i Russi con i carri armati. Riguardo ai Tatari in Crimea c'erano ben prima dei Russi. Seguendo il suo ragionamento (per me errato) allora che se ne vadano anche i Russi (che storicamente sono gli ultimi arrivati in Crimea e quelli che ci sono stati d meno). La verità è che nessun popolo deve essere maltrattato e/o deportato per le sole sue origini etniche.

andri75

Gio, 26/11/2015 - 12:54

@zanandrea : le assicuro che l'Ucraina non è per nulla al freddo, ha risorse per tutto l'anno prossimo e sta comprando al 30% in meno di costo il gas da altri Paesi EU in attesa di poterlo comprare dal Qatar a 154 USD per 1000 metri cubi contro i 298 USD che propone la Russia, non appena sarà pronto il terminal di Odessa (sarebbe già pronto a Mariypol se non ci fossero i rischi legati al bombardamento dell'artiglieria Russa). Peraltro l'Ucraina, se non fosse stata invasa, dall'anno prossimo sarebbe stata indipendente e dal 2017 avrebbe iniziato ad esportare verso la UE grazie ai più grandi giacimenti di gas shale d'Europa. Forse non le viene in mente che Putin abbia invaso per quello e non per qualche Ucraino Russofono visto che nel resto del Paese il 40% della popolazione continua tranquillamente a parlare Russo come prima senza discriminazioni di alcun tipo ?

andri75

Gio, 26/11/2015 - 12:59

@zanandrea : la UE paga solo per il gas tecnico che le serve per far arrivare il gas Russo. Tranne quello in 3 anni UE e USA hanno concesso all'Ucraina 2 miliardi di USD avendo in cambio il pagamento puntuale di 5,8 miliardi di USD di crediti che vantavano, con interessi del 7,2% non mi pare un brutto affare. Le ricordo che le risorse Russe sono in prevalenza negli Urali, Caucaso e Siberia che non mi pare si sentano proprio Russi. Golpe in Ucraina ? Io militari non ne ho visti, ho visto un Parlamento eletto che ha votato l'impeachment del Presidente e elezioni che gli stessi osservatori Russi nell'OSCE hanno indicato essere regolari.