Germania, militare sotto accusa: "È a capo di gruppo neonazista"

Gli alti comandi della Bundeswehr hanno reagito alla pubblicazione dello scoop ribadendo la “natura antinazista” delle forze armate

In Germania, le Ksk Kommando Spezialkräfte, ossia le forze speciali dell’esercito, sono state in questi giorni accusate dai media nazionali di presentare, tra i rispettivi ranghi, soggetti di "fede neonazista". Gli organi di informazione hanno infatti denunciato l'esistenza di una presunta “cellula terroristica di estrema destra” fondata e diretta proprio da un ufficiale di tali reparti d’élite.

Secondo il settimanale Der Spiegel, l’agente speciale a capo della formazione antisistema si chiamerebbe “Andre S”, noto agli ambienti militari con il nome in codice “Hannibal”. Costui sarebbe stato finora molto attivo nel settore del volontariato e avrebbe costituito diverse associazioni intese ad aiutare i reduci di guerra a reinserirsi nella società tedesca. Tuttavia, ad avviso degli autori dell’inchiesta, egli, apparentemente interessato ad attività filantropiche, sarebbe in realtà un “pericoloso terrorista”. “Hannibal” avrebbe infatti dato vita a una “formazione neonazista”, composta da ex membri delle Spezialkräfte e mirante a “eliminare i nemici della nazione”. Il settimanale sostiene che il gruppo estremista avrebbe a disposizione un “notevole arsenale” e avrebbe pianificato l’assassinio di diversi politici tedeschi giudicati “traditori della patria”. Tra le persone minacciate di morte dalla “banda di Hannibal” vi sarebbero anche alcuni ministri socialdemocratici, quali Heiko Maas, titolare degli Esteri, e Franziska Giffey, responsabile delle Politiche familiari. Der Spiegel ha quindi denunciato il fatto che la cellula neonazista non sarebbe stata ancora soppressa dalle autorità perché “protetta” dai vertici militari. Ad avviso degli autori dell’inchiesta, questi ultimi nutrirebbero una “tacita simpatia” nei confronti dei propositi estremistici di “Andre S”.

Gli alti comandi della Bundeswehr hanno reagito alla pubblicazione dello scoop annunciando “rigorosi accertamenti” a carico dell’ufficiale coinvolto nello scandalo e, allo stesso tempo, ribadendo la “natura antinazista” delle forze armate. L’immediata apertura di un fascicolo da parte della magistratura militare sulle “infiltrazioni estremiste” tra i ranghi dell’esercito è stata invece sollecitata dai dirigenti del Partito socialdemocratico. Per il momento, né il ministro della Difesa, Ursula von der Leyen, né la cancelliera Angela Merkel hanno rilasciato commenti ufficiali sulla vicenda.

Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 03/12/2018 - 13:47

un alte kamarade nostalgico: via dalla Busndeswehr

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 03/12/2018 - 16:12

se vanno al governo questi diavoli rimpiangerete la Merkel, ci sarà un exodus italiano di ritorno dalla Germania verso l 'Italia..

Ritratto di Evam

Evam

Lun, 03/12/2018 - 16:50

Per l'exudus nessun problema in quanto come dicono siamo in numero carente e, meglio gli originali che quelli importati dalle profondità del mondo. Per quanto riguarda la notizia, nel caso si confermassero anche anti-UE, io li chiamerei i nuovi partigiani del 3° millennio.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 03/12/2018 - 18:04

@franco-a-trier_DE incluso te

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 05/12/2018 - 10:01

1.La Germania è, è stata e resterà centrale in Europa. E', intanto, il Paese che spende di più in ricerca scientifica, circa 100 miliardi di euro l'anno contro i circa 50 della Francia e circa 20 dell'Italia. Noi non abbiamo una sola industria chimica fra le prime 100 del mondo, la Germania ha la Basf che è la prima del mondo, la Bayer che è la terza e mote altre fra le prime cento. Tutti conosciamo la potenza dell'Industria automobilistica tedesca che controlla quella spagnola, quella ceca e gran parte di quella inglese.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 05/12/2018 - 10:04

2.. Potrei citare giganti come la Siemens o la AEG in campo elettrotecnico. Inoltre il Tedesco è la lingua anche degli Austriaci e della piccola ma potentissima Svizzera Tedesca. E i Tedeschi sono 80 milioni. Devo continuare? Continuiamo: la Germania è guidata da una Merkel con dottorato di ricerca in Fisica, già ricercatrice nel campo della1.La Germania è, è stata e resterà centrale in Europa. E', intanto, il Paese che spende di più in ricerca scientifica, circa 100 miliardi di euro l'anno contro i circa 50 della Francia e circa 20 dell'Italia.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 05/12/2018 - 10:06

3. Noi non abbiamo una sola industria chimica fra le prime 100 del mondo, la Germania ha la Basf che è la prima del mondo, la Bayer che è la terza e mote altre fra le prime cento. Tutti conosciamo la potenza dell'Industria automobilistica tedesca che controlla quella spagnola, quella ceca e gran parte di quella inglese. Chimica quantistica, che parla un perfetto Inglese e conosce molto bene il Russo mentre noi abbiamo due vice premier che non sono nemmeno laureati.