I complottisti accusano: "Quella non è Melania Trump"

Melania Trump al centro delle teorie dei complottisti. Per alcuni, la persona che si presenta accanto al presidente in pubblico non è la first lady, ma una sosia

Complottisti e curiosi del web scatenati attorno alla figura di Melania Trump. Quella che per qualcuno rappresenta solo una non credibile voce di corridoio per altri costituisce invece una certezza: la first lady avrebbe litigato col marito tempo fa. E per questo avrebbe smesso di accompagnare The Donald in buona parte delle occasioni. Ma chi sarebbe, allora, ad apparire vicino al magnate?

Sullo sfondo ci sono pure le presunte scappatelle di Trump, quelle emerse durante questi primi anni di mandato alla Casa Bianca. Quelle mediante cui - magari - qualcuno dalle parti dei Democratici sta cercando di far destituire lo chief in Commander. Di questo è sembrato convinto Trump quando, nel discorso tenuto a Washington qualche giorno fa, ha parlato della incosistenza delle accuse mosse contro di lui. Così, il tycoon - a causa dell'indisponibilità sopraggiunta della moglie - sarebbe stato costretto a utilizzare una sosia. La questione è balzata alle cronache tempo fa - come riporta pure l'Huffington Post - soprattutto via social network. Il presidente degli Stati Uniti ha da poco toccato il suolo dell'Alabama ed è in funzione delle foto che sono state scattate in quell'occasione che la tesi sulla sosia di Melania ha ripreso piede.

The Donald, insomma, sarebbe costretto a usare una sorta di fist lady di riserva. Ma è chiaro come la teoria, per poter essere sostenuta, abbia bisogno di qualche elemento in più. Fatto sta che su Twitter è possibile rintracciare l'hashtag #FakeMelania con discreta facilità. Segno di come quello che per ora rimane solo gossip interessi davvero a molti.

Commenti

cgf

Mar, 12/03/2019 - 17:22

poi sono gli stessi che si svegliano una mattina e si accorgono che vi sono guerre, gente che muore di fame... ma nel frattempo guardano il dito anziché la luna