"I musulmani non stiano zitti davanti al terrorismo islamico"

Il presidente iraniano condanna l'Isis: "Religione di morte". Mentre Khamenei incontra i cristiani per il Natale

L'Ayatollah iraniano Ali Khamenei

Da Paese dell'asse del male a Nazione in prima linea contro la barbarie dello Stato islamico. È questa, in breve, la parabola dell'Iran sciita degli ayatollah. Fin dagli attentati parigini del 7 gennaio scorso, quelli di Charlie Hebdo, il mondo sciita ha preso le distanze dalle violenze del terrorismo.

Ora il presidente dell'Iran, Hassan Rohani, intervenendo a una conferenza sull'unità islamica a Teheran, ha detto: "I musulmani devono migliorare l'immagine della loro religione, che è stata macchiata dalla violenza di gruppi estremisti come lo Stato islamico. È nostro grande dovere oggi correggere l'immagine dell'islam nell'opinione pubblica mondiale".

Il presidente iraniano ha anche criticato i Paesi musulmani per il fatto che "restano in silenzio davanti alle uccisioni e agli spargimenti di sangue" in Siria, Iraq e Yemen. L'Iran ha interessi in tutti questi Paesi e, non a caso, ha subito schierato il generale Qassem Soleimani, capo della Forza "Al-Qods", le unità speciali dei guardiani della Rivoluzione. Soleimani ha il compito di addestrare e armare le milizie sciite per combattere contro lo Stato islamico. Protagonista di mille conflitti, Soleimani ha avviato una vera e propria "campagna social" per testimoniare il suo impegno (e quello dei suoi uomini) nella lotta contro le bandiere nere.

Rohani, durante la conferenza citata, si è anche chiesto: "Abbiamo mai pensato che, invece dei nemici, sarebbe stato un gruppo appartenente al mondo islamico, benchè minoritario, a presentare l'Islam come la religione della morte, della violenza, della frusta, dell'estorsione e dell'ingiustizia?".

La Guida Suprema dell'Iran, l'ayatollah Ali Khamenei, ha deciso invece di visitare le famiglie cristiane dei "martiri", in occasione del Natale. Il sito ufficiale di Khamenei ha pubblicato una foto di uno degli incontri, in una casa di Teheran, in cui si vede la Guida Suprema guardare un documento, seduto accanto a una donna anziana, dinanzi a un fondale con un piccolo albero di Natale e un ritratto del figlio "martire", ucciso durante la guerra Iran-Iraq (1980-1988). "Lo sforzo dei soldati affonda le radici negli sforzi delle madri", si legge nella foto.

Nonostante i cristiani rappresentino meno dell'1% della popolazione iraniana (che conta 80 milioni circa di persone) non vengono discriminati nella Repubblica Islamica che tollera tutte le minoranze religiose.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Ausonio

Anonimo (non verificato)

Iacobellig

Dom, 27/12/2015 - 17:19

I MUSULMANI CHE SI MOSTRANO DEMOCRATICI LO SONO SOLO PER OPPORTUNITÀ, MA SONO SEMPRE DELLA STESSA PASTA DI QUELLI CHE SONO RIMASTI NELLA LORO TERRA!

Cheyenne

Dom, 27/12/2015 - 17:22

Mandiamo un po' di magistrati e di femministe nostrane in iran per un lungo (eterno) periodo di rieducazione

alberto_his

Dom, 27/12/2015 - 17:26

Una lode al presidente Rohani, al generale Soleimani e a tutti i pasdaran che, insieme a Russi, Curdi, Iraqeni e ad Hezbollah, sta rispedendo all'inferno il Golem creato da NATO-IL-GCC. La visita di Sua Santità l'ayatollah Khamenei, unica autentica ombra del Clemente sulla terra, non fa che confermare la Guida Suprema come uomo di pace e concordia, riverendo i martiri cristiani al pari di quelli musulmani. La memoria dei martiri in Iran è tenuta viva dalle foto che campeggiano all'ingresso di ogni villaggio: chi ha dato la vita per il proprio paese non viene dimenticato.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 27/12/2015 - 17:31

Prlando di ReligioniMonoteiste occorre fare una piccola parentesi sulla Religione Ebraica che, la più Antica di tutte, ha visto alti e bassi e le cause si leggono nella S. Scrittura ma, se vogliamo dirla tutta, da tantissimi secoli, se c'è una persecuzione questa ha riguardato soltanto loro; gli Ebrei. Dicevano che erano gli uccisori di Cristo ma prima? E' un vero mistero e occorre dire che mai gli Ebrei hanno dato fastidio nella loro Diaspora; cosa che non succede con l'Islam. Perché? Shalòm.

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 27/12/2015 - 17:44

Il regime iraniano sarà quel che sarà. I suoi passati uomini forti, da Khomeini ad Ahmadinejad anche loro avranno avuto i loro difetti, ma una cosa é certa: quandoa metà anni '90 sono stato a Teheran, in un ministero ho trovato una funzionaria che assieme al classico chador, obbligatorio per ogni femmina dall'a pubertà in poi, mostrava anche una collana con appesa una croce. Evidentemente non seppi mantenere un imperturbabile contegno perchè la signora mi disse, ed erano presenti altre persone: io sono cristiana. Ovvio che la tolleranza verso altre fedi era evidente. Non confondiamo le persone intelligenti con gli estremisti, presenti in ogni dove.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 27/12/2015 - 17:45

Comunque il primo obbiettivo di questo discorsetto e' far fuori i nemici sunniti. Perche' sa che dopo la Siria tocca a loro. Io non mi fido.

Raoul Pontalti

Dom, 27/12/2015 - 18:09

(secondo invio) Chi conosce l'Iran dà per scontate queste affermazioni, giusto però risaltarle per significare la differenza tra questa nobile Nazione ed altre anche confinanti o dirimpettaie che da un lato si pongono come manutengoli di ISIS e dall'altro discriminano i cristiani.

Totonno58

Dom, 27/12/2015 - 18:12

Importante comunque cogliere messaggi di apertura nel mondo islamico...la convivenza è possibile.

Ritratto di Zagovian

Anonimo (non verificato)

Gaby

Dom, 27/12/2015 - 18:16

tutti la stessa feccia, violenta, intollerante, retrograda.

mariolino50

Dom, 27/12/2015 - 18:25

Adriano Romaldi Gli ebrei si considerano il popolo eletto, gli altri sono inferiori, ebrei non si può diventare e allora a molti questa cosa non è andata giù. Se ti senti in cima alla scala è probabile che qualcuno provi a segarti il piolo.

gian paolo cardelli

Dom, 27/12/2015 - 18:46

Come si puo' credere ad un islamico quando è il Corano stesso a fare della menzogna un'arma di affermazione della religione stessa? (spiacente per Lenin, ma in questo è arrivato secondo)

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 27/12/2015 - 18:54

@stenos:....certo!@bobirons:...anche io ho visitato l'IRAN in quegli anni,ed ho trovato delle splendide persone,intelligenti,colte,e pertanto avulse da ogni eccesso religioso,se non una "morale" di base,sostanzialmente come quella che avevamo "noi",sino a 50 anni fa,e sotto certi aspetti,decisamente migliore della nostra attuale,naufragata nel "progressismo".

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 27/12/2015 - 18:57

Certo,"Giustizia e Ragione",contro "Volontà e Potere"....Che gli intellettuali musulmani,riescano a riscoprire la "razionalità",riprendendo un cammino culturale interrotto da oltre dieci secoli,me lo auguro,ma ne dubito,anche perchè negli ultimi 50 anni,il mondo "cristiano" "OCCIDENTALE"(che poteva servire da guida,su questo cammino),ha progressivamente deviato dai suoi principi,sostituendo "Giustizia e Ragione",con una palude amorale,dove questi principi,sono stati affogati.Per cui,una "religione" ha affogato "Giustizia e Ragione" oltre dieci secoli fa,e dovrebbe "ripescarli",ridando loro la vita,l'altra li ha appena affogati....

Lib72

Dom, 27/12/2015 - 18:58

Capisco che la lotta all'Isis in questo momento è prioritaria e che nel casino mediorientale il nemico di ieri diventa il miglior amico di oggi ma di quì a dipingere Khamenei come un "moderato" e la Repubblica Islamica come il paradiso delle minoranze altrove perseguitate ce ne passa...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 27/12/2015 - 18:58

@mariolino50:.....concordo!!!

otrim046

Dom, 27/12/2015 - 20:06

Non ci sono mussulmani moderati o mussulmani farabbutti. se ci fossero i moderati questi sarebbero i primi a denunciare i farabbutti. I moderati fanno da palo. sono falsi

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 27/12/2015 - 20:52

X otrim046, ciò che hà scritto, condivido al 100X100

Giuse54

Dom, 27/12/2015 - 21:52

mariolino50, che sia questa una delle chavi per capire la secolare persecuzione che subiscono gli ebrei?

Ritratto di Rames

Rames

Dom, 27/12/2015 - 22:31

Ogni islamico che tace di fronte al terrorismo islamico è anch'esso ritenuto complice e dobbiamo fare di tutto per eliminarlo.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 28/12/2015 - 00:09

Non è possibile fidarsi di chi fin dall'abbattimento delle Twin Towers di New York nel settembre 2001 non ha mai preso una posizione di decisa condanna del fondamentalismo islamico. A distanza di 14 anni da quella tragedia siamo qui ancora ad interrogarci sul comportamento ambiguo e viscido DEI MOLTI MUSULMANI CHE IN CASA NOSTRA DIALOGANO SOLO CON LA SINISTRA SENZA PERÒ AVER MAI GARANTITO UN VERO RIFIUTO DEGLI IMAM CHE PREDICANO LA VIOLENZA. Ma quel che è peggio senza che gli ottusi della sinistra l'abbiano chiesto come "CONDICIO SINE QUA NON" alla costruzione di moschee.

Ritratto di jobact

jobact

Lun, 28/12/2015 - 00:12

La nona sura del Corano prevede, oltre all'ordine di uccisione degli infedeli, anche l'utilizzo della dissimulazione come metodo di attesa finché non si sarà abbastanza forti per annientare il nemico. Io sarei cauto sulle aperture iraniane.

Nerone2

Lun, 28/12/2015 - 08:28

Adriano Romaldi, la religione ebraica e' la più antica di tutte le religioni monoteiste? Ma lei lo ha mai aperto un libro della storia e religione egiziana? Il popolo scelto non ha mai dato fastidio a nessuno? LOL .... la Palestina e' l'ultimo esempio... LOL LOL

paolonardi

Lun, 28/12/2015 - 09:37

Allah nel Corano dice espressamente che per combattere gli infedeli ogni mezzo e' lecito compresi la bugia e l'inganno.

Raoul Pontalti

Lun, 28/12/2015 - 14:30

Incidentalmente ricordo che esiste un'altra antica religione monoteistica e che contende il primato a quella ebraica ed è anche l'unica espressa da popoli indoeuropei: il mazdeismo o zoroastrismo predicata da Zarathustra nell'antica Persia e che riconosce come unica divinità Ahura Mazda. Il mazdeismo è tuttora professato in Iran, specialmente nel sud (Yazd).

Villanaccio

Gio, 28/07/2016 - 18:31

Strano....non ho mai visto cortei islamici di rammarico per le stragi e fratellanza ...e se ci sono stati erano 4 gatti spauriti....