I tornado tedeschi in Siria? Non possono volare di notte

La denuncia del commissario speciale per le forze armate tedesche, Hans-Peter Bartels: "L’esercito tedesco è ridotto ai minimi termini e si ritrova da tempo senza fondi da investire"

“L’esercito tedesco è ridotto ai minimi termini e si ritrova da tempo senza fondi da investire. Le nostre truppe sono impegnate in svariate missioni all’estero contro il terrorismo islamico e sul fronte interno per controllare il flusso dei migranti. Abbiamo raggiunto il massimo delle nostre capacità: non possiamo intraprendere un altro solo intervento”.
È quanto ha dichiarato il commissario speciale per le forze armate tedesche, Hans-Peter Bartels.

Fondata nel 1955, la Bundeswehr contava una forza di 600 mila soldati alla fine della guerra fredda, ridotta poi a 177mila volontari di professione.
“L’esercito è ormai al collasso. La carenza di budget si riflette nei sistemi d’arma che andrebbero sostituiti e nella formazione che manca. Senza contare, infine, che molte delle nostre caserme dovranno essere chiuse perché si stanno sgretolando”.

Il ministro della Difesa Ursula von der Leyen ha promesso un ruolo maggiore della Germania nelle crisi internazionali. Berlino starebbe per rendere noto un piano di 130 miliardi di euro in un programma di riarmo che si dovrà concludere entro il 2030.

“Prima di acquistare nuove armi, dovremmo risolvere i problemi con gli assetti esistenti che necessitano di urgente manutenzione. Le forze armate lamentano scarso approvvigionamento, inefficienze e problemi di gestione”.

L’esempio più eclatante è la missione contro lo Stato islamico.

Berlino ha autorizzato l’invio di caccia Tornado, un aerocisterna, una fregata in supporto alla Charles de Gaulle nel Mediterraneo e 1200 soldati. Il governo tedesco prevede inoltre di inviare altri 500 soldati nel Mali per alleviare le forze francesi impegnate nel Paese dell'Africa occidentale.

L’esercito continua a lamentare problemi con il fucile d'assalto G36. Quest’ultimo, dopo un fuoco prolungato, non consente di colpire bersagli oltre i cento metri. I Tornado, invece, non possono volare in missioni notturne a causa di un problema visivo tra il display principale ed il visore del casco dei piloti.
Il disastro della Luftwaffe

Se scoppiasse una guerra contro la Russia, la Luftwaffe potrebbe anche rischiare di non riuscire a fare alzare i propri caccia. Tagli al bilancio e mancanza di pezzi di ricambio, hanno portato l’aviazione tedesca al minimo storico da quando è stata riformata nel dopoguerra. Nonostante l’impegno di Berlino nel dispiegare alcuni Tornado in Siria (la Germania fornisce già armi ed addestramento per i combattenti peshmerga curdi), la potente Luftwaffe non è riuscita a schierare contro lo Stato islamico più di sei caccia multiruolo Tornado.

Il problema è di natura concettuale. La Germania utilizza tre categorie per catalogare la propria forza aerea. Nella prima sono inseriti tutti gli aeromobili in inventario. Nella gli aerei disponibili (compresi i sistemi attualmente fuori servizio a causa di manutenzione o riparazione) e nella terza gli aerei dispiegabili (quelli cioè pronti per una missione). Il governo tedesco quindi divide la propria forza aerea tra caccia totali, quelli che potrebbero volare e quelli che realmente possono volare.

L’esempio dell’Eurofighter Typhoon tedesco ben si presta. Berlino possiede 109 EFA-2000 in tre diverse varianti. Al 30 settembre dello scorso anno erano 74 gli EFA disponibili, ma soltanto 42 quelli implementabili, secondo un rapporto sull’aviazione tedesca ottenuto da Der Spiegel. Medesima situazione con il Tornado. La Germania lo scorso anno aveva una linea di volo formata da 89 Tornado. 66 erano quelli disponibili, ma soltanto 38 erano quelli implementabili. Lo scorso anno la Luftwaffe era formata complessivamente da una forza caccia multiruolo di 198 velivoli, ma se fosse scoppiata una guerra avrebbe potuto farne alzare sulla carta soltanto 80, meno della metà.

80 caccia potrebbe anche essere un numero considerevole, unito alle altre forze alleate ed a quelle degli Stati Uniti, ma è un numero fuorviante. Il Ministero della Difesa tedesco, infatti, non distingue i caccia disponibili da quelli implementabili. Si scopre quindi che a settembre dello scorso anno, i Typhoon tedeschi pronti al combattimento erano soltanto otto. Nel 2015 il numero dei Tornado tedeschi schierabili è ulteriormente diminuito a 30.

Conti alla mano, se scoppiasse una guerra contro la Russia, i tedeschi potrebbero fare alzare trenta Tornado e da otto a venti (stima in eccesso) Typhoon su un inventario di 198 velivoli.

Commenti

Gaby

Mer, 27/01/2016 - 13:07

La misera fine degli dei della guerra.

Giapeto

Mer, 27/01/2016 - 13:20

C'è un cortocircuito, si fa la guerra all'ISIS insieme alla Russia e poi si conclude: se scoppiasse una guerra contro la Russia.

cgf

Mer, 27/01/2016 - 13:24

come dicono in Mercedes... quello che non c'e non si rompe, su un'auto da 28mila euro i posti dietro hanno i finestrini con la manovella, se li vuoi elettrici, paghi... come tutto poi..

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mer, 27/01/2016 - 13:24

Ma come? Non fanno parte di questa grande macchina da guerra chiamata NATO e che farebbe tanta paura alla Russia??? Ma se siamo invincibili, e adesso dicono che non ci sono i "sordi"!!!!! Strana questa europa e NATO!! Che facciano come i yankees che chiedono prestiti alle banche e pagamenti delazionati ai produttori d'armi. Hahahahah!!!!

Ritratto di cormoranofly

cormoranofly

Mer, 27/01/2016 - 13:50

...ma perche' la guerra contro la Russia?...ma cosa centra la Russia? Meno male che c'e'!!!

demin

Mer, 27/01/2016 - 13:51

Come sappiamo da storia due volte Germania fatto invasione in Russia e dopo che Russia piu pericolo di Germania?? Il tedesco ministro dovrebere stare zitto a non rifozare aereo

Nano Ghiacciato

Mer, 27/01/2016 - 13:55

Nonostante i nostri maggiori impegni internazionali, noi italiani non ce la passiamo meglio. Facendo un paragone col Tornado che da il titolo a questo articolo, noi ne manterremo non più di 40 ammodernati. Cio vuole dire che parti di ricambio e soldi per carburante permettendo, non potremmo schierarne mai più di 10 per un periodo medio/prolungato di impiego operativo. 6 mi sembra sono già in Iraq, per eventuali impegni in Libia se ne potrebbero risicare 4 al massimo 6, e non di più. Pochino...

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mer, 27/01/2016 - 14:26

In ciascuna delle molte decine di battaglie aeronavali ingaggiate nel Pacifico durante la seconda guerra mondiale tra americani e giapponesi, erano perduti centinaia di apparecchi alla volta. Una dotazione complessiva di 80 aerei da combattimento, per una nazione come la Germania è assolutamente ridicola, anche in tempo di pace. È di fatto una rinuncia all'aviazione in qualunque scenario operativo minimamente complesso.

releone13

Mer, 27/01/2016 - 14:51

....forse perché i tedeschi al contrario di noi pensano più a creare posti di lavoro, al welfare, a far star bene il proprio Paese????????????????................e poi......MA PERCHE' DOVREBBE SCOPPIARE UNA GUERRA CONTRO LA RUSSIA????????????????????????????????????????????????????????

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 27/01/2016 - 14:57

La Germania è morta nel 1945. Oggi è solo una squallida colonia degli USA, come il resto di questa Europa decadente e prossima alla sua fine.

dare 54

Mer, 27/01/2016 - 14:57

Consoliamoci: a differenza della Grande Germania, da noi i Tornado sono in linea solo dal 1984. Un'auto sarebbe ... storica! Allora, nessuno grida ancora "NO F35"?

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mer, 27/01/2016 - 15:32

Paventare una ipotetica guerra tra Germania e Russia, in questo momento storico, è ridicolo. Ma occorre considerare che - da un lato - in politica estera non si sa mai cosa può succedere, anche nell'immediato futuro (vedi il cicciobello coreano con fregola nucleare), mentre - dall'altro lato - le forze aeree non si possono improvvisare dalla sera alla mattina. A mio avviso il numero di aerei non deve essere rapportato solo al tipo di impegno militare che una nazione intende assumere in missioni all'estero, ma anche alle eventuali necessità di difesa del territorio nazionale, e 80 aerei operativi, per difendere una nazione grande come la Germania, sono un numero inconsistente.

Nano Ghiacciato

Mer, 27/01/2016 - 15:40

si sbaglia Dare54, anche i Tornado tedeschi (e quelli britannici) sono entrati in servizio nel 1984, ma sono stati ammodernati e dato che i "nemici" dalla fine della guerra fredda non sono potenze militari, vanno bene, fin quando ariveranno i nuovi. Comunque gli F35 ariveranno non ancora "maturi" ci vorranno anni prima che saranno pienaente operativi. Tornado, e per un po anche il fratellino AMX Ghiblie, dovranno volare ancore per diversi anni.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 27/01/2016 - 16:29

Guerra? In Europa? Germania contro Russia? Magari nucleare che ne dite? Vediamo, in Russia l'economia è allo sfascio però ..... caxxo ....hanno i sottomarini superfighi classe "Ammiraglio Staminkiezov"... in Germania invece hanno gli aerei con le pezze al culo però ... stanno da Dio e la Russia, invece che combatterla ..... potrebbero comprarsela! Ai posteri l'ardua sentenza su chi ci avrà visto più lontano tra la "Kulona" e Vladimiro, per il momento di sicuro il russo medio ci rosica "abbestia"!

elpaso21

Mer, 27/01/2016 - 17:00

Vabbè ma tanto la guerra contro la Russia non si farà.

alpaca

Mer, 27/01/2016 - 17:28

meglio così, a questi bisogna sempre stare attenti, la storia insegna.

demin

Mer, 27/01/2016 - 17:48

El Presidente usi droga pesante -"l russo medio ci rosica "abbestia"? Non dice che preocupi di genti in Russia

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 27/01/2016 - 18:02

Non ci posso credere. Che dice Franco da Augusta Treverorum??? Dai facci conoscere il tuo illuminato pensiero.

franco-a-trier-D

Mer, 27/01/2016 - 23:46

OTTIMOABBONDANTE IL MIO ILLUMINATO PENSIERO E QUELLO DEI CITTADINI TEDESCHI è CHE SONO TUTTE BALLE, QUANDO DICO QUESTE NOTIZIE QUI MI PRENDONO PER UN FESSO.

franco-a-trier-D

Gio, 28/01/2016 - 09:32

anche il PD dice che si sta bene in Italia e che ha fatto molto.

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Gio, 28/01/2016 - 09:57

IMHO l'autore del servizio era in crisi di astinenza... Il G36 che ha problemi di surriscaldamento??? Questa mi giunge veramente nuova!!! Il G36 é da diversi anni il miglior fucile leggero d'assalto! È stato "temprato" in ogni angolo del mondo, e se ben tenuto é di gran lunga (insieme a G30 e FAL) il fucile con la rosa piú ristretta al mondo... E che dire dei Tornado? I piloti italiani ed inglesi riescono a volare a 800 Kts a 6mt a visibilitá zero! Meno grappa per l'autore, grazie.