India sotto choc: giovane dichiarato morto si risveglia al funerale

Un 21enne era stato ricoverato in una clinica privata dopo un incidente stradale. Quando la famiglia ha spiegato di aver finito i soldi, il ragazzo è stato dichiarato morto

Stavano ultimando i preparativi per il suo funerale, quando Mohammad Furqan, 20enne indiano, si è risvegliato. Il giovane era stato dichiarato morto lo scorso 21 giugno dai medici di un ospedale privato, così tutti i parenti si erano messi a preparare la cerimonia funebre.

All'improvviso però il giovane ha aperto gli occhi e ha inziato a muoversi. "Ci stavamo preparando per la sepoltura, quando alcuni di noi hanno visto che aveva aperto gli occhi. Lo abbiamo subito portato in ospedale dove i dottori hanno detto che era vivo e lo hanno subito soccorso", ha spiegato ancora incredulo il fratello del giovane alla stampa locale. La storia ha lasciato l'India sotto choc.

"Il paziente è in condizioni critiche - hanno dichiarato i medici -, ma sicuramente non è cerebralmente morto. Ha polso, pressione sanguigna e i suoi riflessi stanno funzionando".

Il giovane era stato ricoverato in una clinica privata dopo un incidente stradale. Quando la famiglia del 21enne ha spiegato all'ospedale di aver più soldi per pagare le cure, il ragazzo è stato dichiarato morto e rimandato a casa in ambulanza. "Quando abbiamo detto loro che avevamo finito i soldi, hanno dichiarato Furqan morto", hanno tuonato i parenti. Sul caso è stata aperta un'indagine.

Commenti

manfredog

Mer, 03/07/2019 - 20:42

...e poi dicono che i soldi non fanno resuscitare i morti!! mg.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 03/07/2019 - 21:25

Non lasciamoci ingannare dal fatto che ciò sia accaduto in India. Con la sirena dell’eutanasia, in Europa potrebbe succedere anche di peggio. Uno è vivo fin quando il suo cuore batte e respira, sia pure con gli aiuti degli strumenti che la scienza mette a disposizione. Di conseguenza, in tanti casi, è morto quando lo hanno ucciso.

Ritratto di Sniper

Sniper

Mer, 03/07/2019 - 21:47

"Lo abbiamo subito portato in ospedale dove i dottori hanno detto che era vivo". Non so se sono piu` cime i dottori o i familiari.

ilcapitano1954

Gio, 04/07/2019 - 08:27

anche in India come in molti paesi del mondo, se non hai soldi e/o assicurazione niente cure. In italia giustamente la sanità italiana cura tutti,ma penso che chi non è italiano e non ha assicurazione e/o non può pagare, deve andare a curarsi nel proprio paese.