Bruxelles, lo steward italiano: "Sono vivo per miracolo"

Uno steward italiano racconta i tragici momenti dell'attentato: "Abbiamo sentito le bombe nel momento del decollo"

Non si sa ancora né il suo nome né il suo cognome. Si sa solamente che è uno steward italiano atterrato poco fa a Fiumicino di ritorno da Bruxelles. Le sue parole sono quelle di un uomo che ha appena visto la morte in faccia e che trema ancora: "Sono vivo per miracolo, ho ancora le gambe che mi tremano. Proprio nel momento del decollo abbiamo sentito le esplosioni. Sono passato nell'area coinvolta dalle esplosioni solo qualche minuto prima. Siamo terrorizzati".