Iraq, attentato contro militari italiani: ci sono almeno tre feriti gravi

Un ordigno improvvisato ha colpito le forze speciali italiane nel nord dell'Iraq. I feriti sono stati soccorsi da elicotteri Usa

Questa mattina un ordigno esplosivo improvvisato (Ied) è stato fatto saltare al passaggio delle Forze speciali italiane nel nord dell'Iraq, non lontano da Kirkuk. L'esplosione ha provocato almeno cinque feriti (tre incursori del Comsubin e due del Nono reggimento Col Moschin) impegnati nell'addestramento delle forze di difesa irachene. Secondo le informazioni raccolte da ilGiornale.it, due feriti sarebbero in condizioni gravi, ma non in pericolo di vita. Gli elicotteri americani sono intervenuti subito per soccorrere i militari italiani che sono poi stati trasferiti in un ospedale Role 3. Le famiglie dei soldati sono state avvisate.

In una nota, il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha fatto sapere di aver informato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e quello del Consiglio, Giuseppe Conte. Il ministro inoltre ha espresso "la più profonda vicinanza alle famiglie e ai colleghi dei militari coinvolti".

Le condizioni dei militari feriti

Secondo quanto appreso da ilGiornale.it, due incursori del Comsubin sarebbero stati feriti agli arti inferiori e ad uno sarebbe stato amputato un piede. Un altro soldato, invece, avrebbe riportato ferite lievi e fratture. Uno dei due paracadutisti del Nono reggimento Col Moschin è stato colpito da un'emorragia interna, mentre all'altro è stata amputata la gamba all'altezza del ginocchio. Tutti e cinque sono comunque al sicuro e non sono in pericolo di vita.

La missione prima Prima Parthica

Le truppe italiane si trovavano nel Paese mediorientale per addestrare le forze irachene nella lotta contro il Califfato in quella che è stata chiamata missione Prima Parthica, iniziata il 14 ottobre del 2014 (Guarda il reportage si InsideOver).

Come è possibile leggere sul sito della Difesa, l'obiettivo della missione Prima Parthica è quello di fornire "personale di Staff ai Comandi multinazionali siti in Kuwait, e Iraq (Baghdad ed Erbil) nonché assetti e capacità di Training ed Assisting rivolti alle Forze Armate e di polizia irachene".

L'incubo degli Ied

"Quello che temiamo di più sono gli Ied". Basta aver parlato con un veterano della guerra in Iraq o in Afghanistan per aver sentito queste parole. Possono essere nascosti in maniera quasi perfetta e provocare esplosioni anche superiori rispetto a una mina anticarro. Sono stati utilizzati a lungo degli insurgents in Iraq e Afghanistan e, ultimamente, da tutta la galassia jihadista, in particolare dallo Stato islamico.

Commenti

Jon

Dom, 10/11/2019 - 16:16

Ma cosa stiamo a fare in Iraq..!!! Dobbiamo addestrarle noi le loro truppe?? Lo facciano gli Usa che hanno distrutto un Paese senza motivo, con scopi criminali..!! E continuano in Siria..

agosvac

Dom, 10/11/2019 - 16:17

Ma cosa ci stanno a fare le nostre Forze Speciali in Iraq?????

Ezeckiel

Dom, 10/11/2019 - 16:20

Visto i risultati possono tornare a casa!

FD06

Dom, 10/11/2019 - 16:28

Noi italiani all’estero facciamo i grandi ! Invece di pensare a gestire bene il nostro piccolo paese !!!!

maurizio-macold

Dom, 10/11/2019 - 16:33

Purtroppo non sono pochi i militari che chiedono espressamente di essere inviati in missioni pericolose. Alcuni lo fanno per soldi, altri per desiderio di avventura. Ho lavorato in un'azienda che forniva dispositivi per le forze armate e spesso era necessario andare in trasferta in posti come Iraq, Egitto, Turchia, ecc, e c'era la fila per poter partire: i soldi fanno gola a tutti.

PieroBrutto

Dom, 10/11/2019 - 16:50

Cosa stanno facendo gli italiani in Iraq?

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 10/11/2019 - 16:53

tutti a casa e basta con queste storie

marinaio

Dom, 10/11/2019 - 17:05

Ma basta! Sono popoli che da secoli sono lontani da democrazia e civiltà. Lasciamoli al loro destino e non rompessero i guaglioni.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 10/11/2019 - 17:07

Vorrei dire qualcosa a questo "governo",noi mandiamo tanti militari per la pace nel mondo,molti di più di quanti dovremmo in base agli altri paesi europei.Però ultimamente siamo diventati lo zimbello e la discarica peggiore della plastica,e siamo invisi dai due stati che se ne approfittano dei nostri creduloni,che vanno proni al parlamento europeo a lisciare le scarpe senza nulla ottenere.Noi abbiamo ancora un conto da saldare coll'india per i nostri due MARò che contano meno di niente per la sinistra.Quindi se il governo non sa risolvere la situazione e seguita a tiranneggiare il proprio popolo SE NE VADANO A CASA.!!!

manson

Dom, 10/11/2019 - 17:12

Ritirare subito tutti i nostri soldati i militari servono in Italia visto la feccia clandestina che ci circola! Che i maomettani si scannino fra di loro meno ne restano e meglio è

Ezeckiel

Dom, 10/11/2019 - 17:13

Il califfato va bloccato in Turchia e in Arabia Saudita. Che strano,siamo alleati Nato con la Turchia,poi combattiamo sottobosco,con i turchi e le sue milizie Isis, perché?, perché non abbiamo il coraggio di dire che i turchi stanno facendo il triplo gioco.che la Turchia è stata la base per la guerra balcanica che ha smembrato la Jugoslavia,in favore della Porta Sublime. Che strano bisogna andare in Iraq per sentire Viva l'Italia.

ruggerobarretti

Dom, 10/11/2019 - 17:14

Già Jon!!! Anche perché chi queste guerre le organizza, sempre come " animale" ti tratterà e non parlo degli yankee, perché anche loro sono servi. Al solito lettore di repubblica fate sapere che qui non si parla di " mercenari". Le truppe le ha mandate il parlamento.

Dordolio

Dom, 10/11/2019 - 17:21

Solitamente dissento da Macold. Ma qui ha ragione. Ho avuto sinceri amici nell'Esercito e mi confermavano quanto fossero ambite le destinazioni estere per il forte ritorno economico. Anni fa ci fu anche uno scandalo legato appunto a favoritismi proprio per le assegnazioni in questo senso, e ne parlarono (con imbarazzo e in taglio basso) i giornali. Non so poi come la faccenda sia finita.... Tutto questo va detto con la massima serenità e sincerità, per onestà intellettuale.

Ritratto di pensionato.stufo

pensionato.stufo

Dom, 10/11/2019 - 17:29

Ebbbasta ! Tutti a casa propria, soprattutto i maomettani in Italia.

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 10/11/2019 - 17:29

Ma che cavolo ci fanno i nostri soldati all'estero ? Forse sarebbe opportuno ricordare al PdR ed ai governi tutti che la Costituzione, art. 11 - Principi Fondamentali - recita un netto diniego alla guerra come mezzo di risoluzione dei conflitti. Cominciando dal kompagno al ema che inviò l'aviazione a bombardare la Serbia, la storia dei nostri soldati é cosparsa di spese e lutti. A chi fan comodo ? Gli irakeni, o chiunque altro, si ammazzano fra loro ? Bene, ci avvertano quando hanno finito, forse, e dico solo forse, allora potremo mandare i becchini a seppellirli.

Anonimo51

Dom, 10/11/2019 - 17:31

Poveri ragazzi che, pieni di coraggio ed abnegazione, hanno sacrificato parte degli arti per aiutare chi ne ha bisogno. Peccato che lo Stato, con la sua burocrazia, ingrato ed irriconoscente, si dimentichi ben presto di loro e delle loro famiglie, lasciandoli al loro destino. Ora pero',le istituzioni esprimono vicinanza alle famiglie, tra non molto se ne dimenticheranno.......

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 10/11/2019 - 17:33

@ Maurizio-Macold - Si è vero, Pecunia non solo non olet ma fa gola, a destrorsi, centristi, sinistrorsi. Ma questi ultimi, tanto pronti a sbandierare la Costituzione, si rammentano mai che l'Italia ripudia la guerra, per principio ? Ed inviare soldati armati all'estero, cosa altro è se non portare la guerra in casa altrui, anche se non venisse sparato un colpo ?

rossini

Dom, 10/11/2019 - 17:41

Che brutto destino quello dell'Italia. Per avere una grattatina dietro le orecchie, come si fa con i cani da parte degli altri Stati, quelli che contano, mandiamo i nostri militari in giro per il mondo a farsi ammazzare e abbiamo trasformato il nostro paese in un luogo di prima accoglienza per migranti che vengono dall'Africa.

Aleramo

Dom, 10/11/2019 - 17:44

Anche oggi i disfattisti da tastiera hanno dato pieno sfogo ai loro sentimenti antitaliani gettando fango sul sacrificio dei nostri militari. Pazienza, e onore ai nostri soldati che pagando di persona tengono alto nel mondo il nome del nostro sventurato Paese.

Ritratto di Jimmie01

Jimmie01

Dom, 10/11/2019 - 17:45

Jon. E quali sarebbero gli scopi criminali?

Ettore41

Dom, 10/11/2019 - 17:51

Sino ad ora ho letto i soliti commenti superficiali e privi di qualsiasi conoscenza dei motivi per cui i vari governi hanno aderito alle missioni internazionali. L'ignoranza è tuttavia scusabile. Quello che non è scusabile è subdolamente affermare che i nostri soldati stanno li per i soldi. Affermazione gravissima perche' implica motivazioni censurabili. Un grazie ai nostri soldati e un augurio di pronta guarigione.

Lugar

Dom, 10/11/2019 - 17:56

Questi ragazzi rischiano la vita e sono dimenticati dai media. rischiano la vita

Ritratto di saggezza

saggezza

Dom, 10/11/2019 - 18:07

vi sono moltissimi quartieri delle nostre città invivibili ed infrequentabili. Facciamoli rientrare per aiutare le nostre forze dell'ordine insufficienti e quasi indifese a frequentare detti quartieri presidiati da poveri energumeni.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 10/11/2019 - 18:11

Qualcuno lo fa per soldi ed altri lo fanno per soldi.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Dom, 10/11/2019 - 18:13

Quei delinquenti al governo potrebbero fare molto per iniziare a risparmiare miliardi. Ritirare da ogni scenario estero i militari italiani, completamente. E che là fuori si arrangino.

mozzafiato

Dom, 10/11/2019 - 18:21

MAURIZIO MACOLD ci risiamo con le frottole! Mi chiedo come faccia una azienda SERIA che fornisce dispositivi per le forze armate, AD ASSUMERE UN NO GLOBAL SERIALE COME TE! Questa bufala te la potevi risparmiare kompagno! Votresti farmi credera che una ditta impegnata con le FFAA, prima di assumere una persona, NON SI INFORMA SUI SUOI PRECEDENTI? Tu non sei un giovanotto e certamente non sei diventato un accannato black bloc, IN QUESTI ULTIMI TEMPI! L'unica ditta che poteva assumere uno come te poteva essere una azienda costruttrice di fionde, o di mazze da baseball o di passamontagna o di petardi illegali... Su... da bravo MACOLD, fai la persona seria: o va a finire che qualcuno TI MANDA A LAVORARE PER DAVVERO!

Reip

Dom, 10/11/2019 - 18:22

Non voglio pagare per spedire ragazzi italiani a morire in Irak a maggior ragione quando una marea di finti profughi clandestini inclusi migliaia di tagliagole, pedofili, terroristi e avanzi di galera, si abbatte quotidianamente da anni sulle nostre coste! Da anni subiamo passivi un’invasione, costretti inermi e indifesi a minaccie, violenze, stupri, rapine e omicidi! Le forze dell’ordine se non vengono uccise sono umiliate e presi a calci da putridi straccioni e delinquenti in ciabatte, protetti dal sistema di sinistra e dalle mafie che speculano sulla loro presenza illegale! In un contesto del genere cosi drammatico, cosa fa il Governo? Invia l’Esercito, pagato dai contribuenti, in Irak!!! Basta! Dobbiamo ribellarci! La nostra sicurezza e’ prioritaria ed e’ un diritto sacrosanto che lo Stato ci deve garantire! Questi corrotti ladri e incompetenti che sono al Governo, mai eletti dai cittadini, stanno attentando alla vita nostra e dei nostri figli!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 10/11/2019 - 18:29

Quei soldati, in pratica, che avrebbero migliore e più sensata collocazione se dislocati a protezione dei nostri confini...oppure l'idea è eccessivamente "sovranista"?

Ritratto di Fralabbate

Fralabbate

Dom, 10/11/2019 - 18:29

Io direi, prima di sentenziare "cosa ci facciamo noi li", di valutare cosa succederebbe a lasicare quei paesi al loro destino, dopo che qualche criminale, molto in alto, ha deciso di destabilizzare tutti i paesi mediorientali e islamici (portiamogli la democrazia, era il leit motif). Probabilmente, finirebbero in mano ai più cattivi e aggressivi, ovvero i vari califfati, che dopo un pò di rafforzamento, in qualche anno punterebbero dritto sull'europa. Con attentiati, o proprio guerra. Quindi impedire questo, forse, ha un senso. Detto da uno che come voi ha solo informazioni motlo parziali, ovvio.

mozzafiato

Dom, 10/11/2019 - 18:36

MAURIZIO MACOLD mi piacerebbe sapere PER DAVVERO chi ti fornisce le informazioni relative ai militari "che chiedono espressamente di essere inviati in missioni pericolose"... o lo hai letto sul ciclostile del centro sociale "stalin per sempre"? Parrebbe che, secondo i tuoi reportage, un militare si presenta al suo comando e chiede di essere inviato in missioni pericolose ? Ma dove vivi kompagno quando esci dal centro sociale? Non sai che i militari sono TUTTI PROFESSIONISTI E NON SONO LORO A SCEGLIERE DOVE VETRANNO INVIATI I LORO REPARTI, SPECIE QUANDO SI TRATTA DI CORPI DI ÉLITE COME IN QUESTO CASO? Oppure sul ciclostile c'è scritto che un para' del "col. Moschin", si arruola per fare la calza o preparare le ciambelle della nonna invece che "partecipare a missioni pericolose" ?

ruggerobarretti

Dom, 10/11/2019 - 18:36

Si OK Dordolio, ma quello è il secondo livello. Se non si da il via libera alla partecipazione il problema non esiste.

Aleramo

Dom, 10/11/2019 - 18:37

Dordolio tu invece in vita tua hai sempre lavorato gratis, vero? Magari anche rischiando la tua vita come i nostri soldati, giusto?

Ritratto di alex274

alex274

Dom, 10/11/2019 - 18:38

Onore e rispetto per i nostri soldati.

Dordolio

Dom, 10/11/2019 - 18:43

Aleramo... non se se lei parli di me, citando i disfattisti. Se legge i miei post avrà capito agevolmente in quale parrocchia politica io preghi... Mi indispone comunque la mancanza di obiettività, onestà e sincerità con cui vengono presentate le nostre "missioni di pace" all'estero. Abbiamo un Esercito che viene appellato solo così: "quello delle missioni di pace"... Salvo poi - e accadrà certo anche in questo caso - trovarci con perdite conseguenti a VERI conflitti a fuoco. E le decorazioni e i riconoscimenti - poi - saranno solo di natura CIVILE. Perchè i Nostri non erano lì a fare la guerra.... Ma solo a fare al massimo i consulenti e gli istruttori, pagatissimi. Se questo è il senso dell'Esercito, beh non è il mio.

mozzafiato

Dom, 10/11/2019 - 18:47

AGOSVAC purtroppo i tagliagole dell'ISIS in irak come in siria, ci sono ancora e continuano ad ammazzare la gente, così come a pianificare attentati e a raccogliere logistica, per ammazzare anche in occidente! Ora accantonando le demenziali teorie del MACOLD qui, i nostri corpi speciali, non sono inviati in quelle zone ad altissimo rischio "PER FAR LORO GUADAGNARE DEI BEI SOLDONI" , BENSÌ PER COMBATTERE (non a chiacchiere) CHI VUOLE ATTENTARE ALLE VITE ANCHE DEGLI ITALIANI. Non sta scritto da nessuna parte che l'Italia debba star fuori dalla partecipazione ad operazioni (magari in ambito NATO)per le ragioni di cui sopra.

Dordolio

Dom, 10/11/2019 - 18:48

Ettore41... Io vado a combattere PER L'ITALIA e ci vado gratis. NON VADO pagatissimo a fare il "combattente per la pace" a tutela di interessi che NON SONO non dico DEL MIO PAESE, ma uso la parola forte... DELLA MIA PATRIA. Le è chiaro il concetto?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 10/11/2019 - 18:50

a casa dovete restare poi vi lamentate se loro vengono in Italia..

cir

Dom, 10/11/2019 - 18:50

Jon Dom, 10/11/2019 - 16:16 e no !! dobbiamo paertecipare al grande progetto....possiami mica starne fuori !! https://www.lintellettualedissidente.it/esteri-3/israele-sionismo-stato-nazione/

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 10/11/2019 - 18:50

che cxxxo ce ne frega a noi dei curdi?

Dordolio

Dom, 10/11/2019 - 18:56

Ancora per lei, Ettore41. Sappiamo tutti - se lo vogliamo sapere - il perchè di certe missioni internazionali. Imposte dall'America. Nel caso specifico per provare a mettere una pezza al disastro epocale causato dagli USA che vollero una guerra (evitabilissima) che devastò una intera area. E la morte di un numero incredibile di persone. A tutela poi degli interessi di Paesi petroliferi e di Israele, che temeva l'Irak come ora teme l'Iran (non sono ammessi da Tel Aviv vicini potenti, che ne minaccino l'egemonia in quell'area nonostante sia una potenza nucleare con centinaia di testate). Il resto - mi consenta - è fuffa propagandistica.

Ritratto di adl

adl

Dom, 10/11/2019 - 18:58

L'Itala che ripudia le guerre, è socia della NATO che le provoca.

ruggerobarretti

Dom, 10/11/2019 - 19:04

Si chiama imperialismo, Jimmie. Ma anche guerra per procura. A favore di chi??? Vedi tu!!! Di certo non nostro.

killkoms

Dom, 10/11/2019 - 19:07

mau/rizio-manigold,invece li poveri (sedicenti) migranti che pagano fior di soldi a dei criminali per giungere illegalmente in europa,vanno bene?

DRAGONI

Dom, 10/11/2019 - 19:08

CE' DA CHIEDERSI SE ERA PRESENTE L'AUTOMEZZO DI SCORTA PER LE CONTROMISURE ELETTRONICHE CONTRO GLI IED!!

Reip

Dom, 10/11/2019 - 19:10

Questa e’ follia! Abbiamo due ragazzi ITALIANI uno senza una gamba, e l’altro senza un piede.. E per cosa? Migliaia di finti profughi clandestini inclusi tagliagole, pedofili, terroristi e avanzi di galera, ci invadono, e a centinaia di migliaia dall’Africa sono pronto a partire! Da anni subiamo un’invasione, costretti inermi e indifesi a minaccie, violenze, stupri, rapine e omicidi! Le forze dell’ordine se non vengono uccise sono umiliate e presi a calci da putridi straccioni e sporchi delinquenti in ciabatte, protetti dal sistema di sinistra e dalle mafie che speculano sulla loro presenza illegale! In un contesto del genere cosi drammatico, cosa fa il Governo? Invia l’Esercito, pagato dai contribuenti a morire in Irak! Basta! La nostra sicurezza e’ prioritaria ed e’ un diritto sacrosanto che lo Stato ci deve garantire! Questi corrotti ladri e incompetenti che sono al Governo, mai eletti dai cittadini, stanno attentando alla vita nostra e dei nostri figli!

mozzafiato

Dom, 10/11/2019 - 19:22

Caro ETTORE 41 quando in ballo ci sono certi argomenti, in questo paese ED IN QUESTE SEDI, è quasi inevitabile che l'ignoranza e la tracotanza diventi subdola dei propri ideali politici. Si leggono qui, le peggiori stupidaggini (scritte anche da persone perbene): quella regina ci riferisce che L'ITALIA (DI SX O DI dio DX) " VA A FARE LA GUERRA IN IRAQ E/O IN SIRIA PER FAR ARRICCHIRE I MILITARI AVIDI DI DENARO"! E poi, giù pistolotti e arrampicate sugli specchi per cercare di mettere una toppa a siffatte autentiche scemenze! Personalmente non disquisisco ORA, su scelte fatte lustri orsono, ma mi soffermo esclusivamente sul "recente" CHE CI MOSTRA UNA POTENZA DI PAZZI SCATENATI SANGUINARI (l'ISIS) CHE INTENDEVA COLPIRE E CHE TUTT'ORA COLPISCE ANCHE GLI ITALIANI. E noi dovremmo invece, agire fottendocene di tutto e di tutti, perché certe scelte del passato, probabilmente non erano corrette?

ilrompiballe

Dom, 10/11/2019 - 19:27

Non sono mai stato favorevole all'invio dei nostri militari nelle presunte missioni di pace, dalle quali abbiamo ricevuto solo morti e feriti. Il prestigio dell'Italia non ha bisogno di questo, ma di gente capace al governo della nazione. L'America, che ha provocato tutti questi casini, si sta ritirando (saggiamente): facciamo altrettanto.

scorpione2

Dom, 10/11/2019 - 19:27

torno a ripetere, RITIRARE TUTTI I SOLDATI SPARSI PER IL MONDO CHE NON SERVONO AD UN CxxxO, SPERIAMO CHE NON RITORNINO AVVOLTI NELLA BANDIERA. FORZA RAGxxxI

scorpione2

Dom, 10/11/2019 - 19:29

CI PENSASSERO GLI AMERICANI, CHE HANNO FATTO UNA FIGURA BECERA COME IN VIETNAM.

Aleramo

Dom, 10/11/2019 - 19:34

Dordolio, lei non sarà un disfattista, ma non deve gettare fango sui nostri soldati facendo intendere che sono personaggi equivoci avidi di denaro. Sono professionisti che svolgono benissimo il loro dovere, e che come tutti noi vivono del loro lavoro, appunto "il mestiere delle armi", come Ettore Fieramosca ma al servizio della Patria. Come tali tengono alto il nome dell'Italia nel mondo e vanno rispettati e onorati. Se poi il potere politico che li ha mandati è insipiente, non è certo colpa loro.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Dom, 10/11/2019 - 19:42

Il diritto di rappresaglia è sancito dalle convenzioni di Ginevra. Prendetevela con qualche apollayatollà...

Dordolio

Dom, 10/11/2019 - 19:44

Aleramo, si risparmi le sue scempiaggini. Non so quanto siano pagati i nostri soldati, spero molto bene. Ma il problema emerge quando per le missioni estere "il soldo" viene moltiplicato innumerevoli volte. E le giuro che non credevo che questo aspetto fosse così pregnante fino a che anni fa non esplose lo scandalo delle "assegnazioni su raccomandazioni" di cui ho parlato. E un amico - ora generale in pensione - mi descrisse certi aspetti delle missioni che mi amareggiarono parecchio. Per la cronaca: negli USA è ESATTAMENTE L'OPPOSTO. I militari lì hanno paghe importanti e opportunità (di qualificazione professionale, studio ecc..) IN TEMPO DI PACE. Ma quando fanno il loro VERO mestiere e vanno realmente a combattere il tutto si azzera. E sapete perchè? Si assume il logico concetto che VANNO A COMBATTERE PER LA PATRIA, e la cosa non deve ricevere un premio economico, per puri motivi etici. Ci arriva ora Aleramo o devo farle i disegnini?

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Dom, 10/11/2019 - 19:47

Vedete, se voi italiani foste stati neutrali come noi svizzeri queste cose non sarebbero mai successe. Invece siete stupidi, chini a 90 gradi a tutte le richieste degli USA (il braccio armato del criminale Governo Ombra Mondiale) e per cosa? Per spendere ancora più soldi, quelli del popolo italiano, senza aver mai chiesto democraticamente agli italiani se erano d'accordo con i vari governi nel partecipare a guerre che non riguardavano il vostro paese ma servivano solamente per ingrossare l'ego di certi burattini politici e il portafoglio di quella élite che sta alla sommità di quella piramide di potere internazionale e il cui vero nome è proprio "Governo Ombra Mondiale". Mi dispiace, perché in fondo io voglio molto bene all'Italia.

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 10/11/2019 - 19:48

Qualcuno mi sa spiegare cosa ci fanno là le nostre truppe? E quelle al confine col Libano, mandate là "per disarmare ezbollah", chi hanno disarmato e cos'hanno concluso? Ditemi un solo buon motivo per cui dovremmo continuare a spendere miliardi e a far massacrare i nostri ragazzi in giro per il mondo islamico!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 10/11/2019 - 20:07

Sono lì per addestrare!!! Uhm!! E quanto ci vuole per addestrarli? Ma da quando è finita la guerra in Ieaq! E sono ancora lì? Ma che, gli iracheni sono lungo di comprendonio?

silvano45

Dom, 10/11/2019 - 20:21

Come paese siamo indebitati milioni di famiglie in miseria altri paesi ben più ricchi si sono sottratti ma i nostri compagni hanno sempre voluto e mantenuto queste missioni mi domando chi ci guadagna cosa ci guadagnano perchè non lo fanno certo per nessun altro motivo?

Ritratto di ichhatteinenKam.

ichhatteinenKam.

Dom, 10/11/2019 - 20:41

quanto ci costano le missioni all'estero ?quanto ci costano i capricci dei VINCITORI poi mi fermo xche' non ho diritto a nessuna scorta

steluc

Dom, 10/11/2019 - 20:47

Erano anni e anni che ai nostri non succedeva niente. Arriva questo governo è zac! Attentato. Ovviamente, nessun rapporto causa effetto, ma di sicuro portano rogna. Anche in patria ( Ilva, Wirlpool, Alcoa.....)

Dordolio

Dom, 10/11/2019 - 21:01

Aleramo, non si permetta nemmeno di attribuirmi la falsa affermazione di "gettare fango" sui nostri soldati. Ma io cito fatti antipatici e a me particolarmente odiosi. Ma reali. E per fortuna sono un uomo libero e anche se le mie idee politiche NON sono certo politicamente corrette non sono per questo intellettualmente disonesto. La realtà di traffici per poter andare all'estero (per guadagnare molto, cosa diversa dal falsificare la data di nascita per arruolarsi volontari come accadeva in altre epoche nobili) è cosa che mi ha avvilito. Come il fatto che ci si vada poi per tutelare interessi di TERZI, nonostante ci si arrampichi sugli specchi per definirli in fondo "nostri". Rimasi di sale, quando un ufficiale mi disse pari pari "non vedo la differenza con un contractor". Sì, mi disse proprio così.

Sempreverde

Dom, 10/11/2019 - 21:05

Il mio orgoglio per i nostri eroi surge alto quanto il dolore per il loro sacrificio. Senza meritarvi e così lontano dal vostro valore voglio ringraziarvi tutti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 10/11/2019 - 21:25

molti dei commenti contro questa presenza di militari all'estero dimostra che non hanno capito affatto nulla! le nostre forze stanno addestrando le forze irachene perchè loro un domani dovranno necessariamente andare avanti senza italiani e senza americani, ma, cosa importantissima, potranno ridurre le occasioni offerte ai terroristi di fare danni in europa! vi ricordate quello che facevano gli americani con noi ex fascisti nell'immediato dopoguerra? esattamente! ci addestravano perchè fossimo in grado di contrastare una eventuale invasione sovietica in tutta europa! ora, sia pure a fatica, riusciamo a difendere i nostri confini da paesi ostili.....perciò le vostre critiche sono insensate e inutili! non ci capite niente finchè non ci state dentro fino al collo!

Aleramo

Dom, 10/11/2019 - 21:27

Dordolio lei offende anche me oltre che i nostri soldati, quindi sono in buona compagnia. Che i soldati americani non ricevano la paga quando vanno in guerra è una barzelletta. Che i nostri debbano andare in guerra senza ricevere paga è un'altra freddura. Mio padre nella Seconda Guerra Mondiale riceveva la paga, perchè adesso non dovrebbero riceverla i nostri soldati? E poi, scusi, lei quante volte è andato in guerra gratis per difendere la Patria?

Ritratto di saggezza

saggezza

Dom, 10/11/2019 - 21:36

comunque al di la di qualsiasi commento, speriamo che quei ragazzi possano riprendersi quanto prima. Un dolore immenso per chi ha subito l'amputazione.

killkoms

Dom, 10/11/2019 - 21:38

friulanodoc,gli ayatollah non sono capi di stato!non rappresentano nemmeno se stessi!

Ritratto di saggezza

saggezza

Dom, 10/11/2019 - 21:47

Purtroppo ricordo che quando vi fu l'attentato a Nassirya e vi trovarono la morte i nostri militari, le bestie figlie della sinistra gridarono 10, 100, 1000 Nassirya. Sono fatti da non dimenticare. Quella sinistra che ancora oggi ha fatto gli onori a chi ha speronato i finanzieri. Ecco con chi conviviamo in questo nostro stivale.

Ritratto di vincenzo69

vincenzo69

Dom, 10/11/2019 - 22:04

L'esercito Italiano deve andarsene da quelle Terre e ritornare in Patria per difendere i loro connazionali non i cittadini di Paesi esteri e ostili..

Rinascimento33

Dom, 10/11/2019 - 22:59

ONORE ai nostri soldati feriti, ma adesso è ora che tutti ritornino a casa, magari a pattugliare le strade, le coste, le città e i porti!!! W l'Italia e gli Italiani

ruggerobarretti

Dom, 10/11/2019 - 23:11

Mi sembra di capire che il ragionamento di Dordolio non è stato capito. Poi c' è un commentatore che dice che chi critica la presenza dei nostri militari in queste missione non capisce nulla. Libero di pensare ciò che vuole, però tirare fuori la lotta al terrorismo fa tenerezza. Credere alle panzane giudaico, anglo- neocon yankee non è che elevi più di tanto. E non è il caso di affibbiare patenti di sinistrosita' o destrosita' in situazioni del genere.

ruggerobarretti

Dom, 10/11/2019 - 23:24

Mozzafiato, credo che per combattere isis o al quaeda si debba operare in contesti un po più occidentali. O se di vuole restare in area mediorientale spostare il tiro su aree talmudiche o dalle parti dei salman.

Dordolio

Dom, 10/11/2019 - 23:51

Aleramo non giochi sulle parole facendo finta di non capire ciò che intendo dire! E' chiaro che CHIUNQUE è pagato. Ma il soldato americano - che ha notevoli privilegi economici, professionali e non solo, quando in guerra non ci va - cambia questo status quando combatte. Per le ragioni che ho citato. E questo stesso quotidiano dedicò alla faccenda degli articoli. Io personalmente lo ignoravo, lo appresi da queste pagine e la cosa mi venne poi confermata dalla moglie italiana di un soldato USA che è di base qui vicino. Evidentemente - nella sua posata e voluta finta ignoranza - lei altro non è che uno dei soliti pomposi finti patrioti che si cibano solo di vuota retorica. I peggiori. E se lo tenga per detto.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Lun, 11/11/2019 - 07:34

VIA DALL'IRAQ-VIA DALL'IRAQ-VIA DALL'IRAQ.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 11/11/2019 - 07:49

Truppe italiane fornite di blindati di carta velina. Nessuno lo dice. Dato che da quelle parti si usa mettere delle bpombe, bene sarebbe usare mezzi appropriati.

Ezeckiel

Lun, 11/11/2019 - 08:29

Franco a trier , Non capisci una beata mxxxxxa,i curdi come gli ebrei hanno resistito alla conquista islamica e alla assimilazione ,contrariamente a a molte altre popolazioni preislam che sono state distrutte, oppure come i cristiani che si sono lasciati conquistare ,e hanno preso lingua e costumi degli occupanti. Aiutare i nemici dei miei nemici è un buon investimento.studia Franco studia

Ezeckiel

Lun, 11/11/2019 - 09:19

Killkoms non hai cognizione di ciò che dici,gli ayatollah hanno un potere enorme, possono ordinare la guerra e ordinare attacchi suicida e omicidi in tutto il mondo.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 11/11/2019 - 10:13

i curdi mica si interessano del nostro governo di mierda che abbiamo in Italia.

cir

Lun, 11/11/2019 - 11:32

Dordolio Dom, 10/11/2019 - 19:44 : 6000 euroro netti mensili...DA fonte sicurissima! ..

ruggerobarretti

Lun, 11/11/2019 - 12:36

"possono ordinare la guerra": esatto e' dal 2001 che sfacciatamente e' stata scatenata una guerra per procura. I mandanti??? Boh....senno' la kommissione....

cir

Lun, 11/11/2019 - 15:23

mortimermouse Dom, 10/11/2019 - 21:25 : tu , che ci sei dentro fino al collo , cosa aspetti a tirare la catenella ??