Kenya, chiusa due giorni nell'armadio: sopravvive alla strage

La 19enne Cynthia Charotich non si fidava nemmeno di soccorritori: è uscita dall'armadio solo stamattina

Due giorni dopo il terribile massacro di 148 studenti cristiani, ammazzati dai sanguinari miliziani di al Shebaab nel college di Harissa, è uscita dall'armadio. Si era nascosta per sfuggire alla furia cieca degli islamisti. E i soccorritori l’hanno scoperta solo questa mattina.

La 19enne Cynthia Charotich si era nascosta sotto un mucchio di vestiti, dentro a un guardaroba, per sfuggire alla furia sanguinaria dei terroristi islamici. Non era uscita nemmeno quando aveva sentito le voci di compagni di classe che erano sopravvissuti alla mattanza dei miliziani di al Shebaab. Anche questa mattina i soccorritori hanno dovuto penare non poco per convincerla che volevano salvarla e che non erano terroristi pronti ad ammazzarla.