L'accusa di FoxNews: "Pressioni anti-Trump sulla stampa"

Il commentatore di FoxNews Bill O'Reilly parla di minacce di licenziamenti per i giornalisti che non avessero "distrutto" Donald Trump

"Ci sono almeno tre grandi corporations dei media hanno diramato istruzioni ai propri giornalisti, anche se in modo non ufficiale, di distruggere Donald Trump": l'accusa, pesantissima, giunge da un autorevole commentatore delle primarie Usa, l'anchorman di Fox News Bill O'Reilly.

Il commento è arrivato all'indomani del secondo dibattito fra i due candidati alle presidenziali, in cui, secondo O'Reilly "Trump ha dominato nella prima mezz'ora, prima che il dibattito diventasse inconcludente". Secondo la ricostruzione del popolare commentatore, i giornalisti che non avessero attaccato sistematicamente il candidato repubblicano sarebbero andati incontro a pesanti penalizzazioni nella carriera o addirittura al licenziamento immediato.

"È una situazione complicata, ma credo che chiunque possa concordare con la mia teoria - ha spiegato O'Reilly in tv - Non posso dire chi siano esattamente queste persone perché non le ho inchiodate, ma sono convinto al 100%. Hanno avvertito i propri dipendenti, non ufficialmente ma tramite il passaparola: se fate attenzione potete accorgervi anche voi di chi sto parlando".

Accuse poco circostanziate, è vero, ma comunque molto pesanti. La denuncia di O'Reilly è stata ripresa dal Wall Street Journal con toni sarcastici, come una teoria complottista di cui tenere poco conto. Tuttavia, ricorda The Wrap, nonostante il giornalista di Fox e Trump siano personalmente amici, è anche vero che O'Reilly non abbia mancato di incalzare il candidato repubblicano quando riteneva che avesse torto su determinate questioni. Il panorama dei media americani, dunque, resta in attesa di una conferma.

Commenti

Happy1937

Mer, 12/10/2016 - 13:23

A me Tramp non piace, Hillary e Obama ancora di meno. Purtroppo gli americani non riescono più a trovare un vero Presidente da almeno 16 anni.

Ritratto di scriba

scriba

Mer, 12/10/2016 - 14:20

AMERICA ADDIO. Ieri Nixon, repubblicano, dovette dimettersi perché qualcuno aveva spiato il quartier generale democratico. Oggi nessun democratico (Obama il moro, la Clinton cervo. il giullare DeNiro...) si dimette per aver posto in essere la dittatura dell' informazione e il genocidio della verità mediatica. Americani dotati di cervello svegliatevi o addio libertà.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 12/10/2016 - 14:27

I democratici USA. Stessa democrazia italiana, alla marchese del grillo, perchè io so io e non non siete un....o

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 12/10/2016 - 15:13

E' la classica censura di sinistra. In Italia non é la stessa cosa col referendum? e prima ancora con Berlusconi?

Eraitalia

Mer, 12/10/2016 - 15:15

Ecco da chi ha preso consiglio renzi

Arch_Stanton

Mer, 12/10/2016 - 15:28

Killary Clinton potrebbe prendere un fucile e sparare alla gente in mezzo alla strada, ma i media non darebbero la notizia.

routier

Mer, 12/10/2016 - 15:29

Ma l'America non è il Paese democratico per antonomasia?

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 12/10/2016 - 16:38

La mentalità falsa ed ottusa ed il buonismo dei sinistri, cosiddetti democratici, nel mondo, sta portando ad una rovina totale dell'umanità. Falsi ed ipocriti, altro che democratici.

VittorioMar

Mer, 12/10/2016 - 17:01

..anche i Giornali ed i giornalisti non sono più quelli "INDIPENDENTI" di un tempo!!...peccato,sono sempre stati di esempio,ora:INDOTTRINATI INQUADRATI E COMPATTI!! wwwLA DEMOCRAZIA AMERICANA!!

m.nanni

Mer, 12/10/2016 - 17:02

Trump ha dominato la scena e la Clinton è oramai fuori oltre che di testa, di gioco. la Clinton ora parla di apocalisse che di per se è delirio dei perdenti.

Ritratto di Avvocato66

Avvocato66

Mer, 12/10/2016 - 17:12

La verità sta venendo a galla ! Bene per Trump!!

VittorioMar

Mer, 12/10/2016 - 17:19

....scusate,ho un dubbio,siccome non si parla di PROGRAMMI ELETTORALI,su che cosa devono esprimersi gli americani:SULLE DONNE DI TRUMP o sulle DONNE DEI CLINTON?? basta questo per diventare PRESIDENTE??

nem0

Mer, 12/10/2016 - 17:34

Guarda la Clinton e vedi Renzie, la doppia morale dei dem (democratici o dementi...o democratici dementi ) è un marchio di fabbrica.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mer, 12/10/2016 - 17:36

la "libera" stampa americana, si sa, è di proprietà e controllo della Lobby giudaica e sionista. Trump è un bifolco, ma è molto inviso a questa Lobby perché indipendente

venco

Mer, 12/10/2016 - 18:07

La massoneria dei grandi capitali non pilota solo i governi in Usa ma pure i mass-media.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 12/10/2016 - 18:12

E questa sarebbe la domocrazia USA. Spero vinca Trump.

Martinico

Mer, 12/10/2016 - 18:13

Happy 1937 h 13,23 Io andrei anche un poco più indietro, visto che nel 1989 si installò alla presidenza un certo George Bush, figlio di Prescot Bush e padre di....lasciamo stare.... Signori studiatevi la storia di tale Prescot Bush, ma non quella semplice di Interne o libri diseducativi. Questa è la così tanto osannata democrazia che l'America vuole esportare in tutto il mondo. A suon di bombardamenti. Che Dio protegga... gli altri.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

alox

Gio, 13/10/2016 - 00:31

Ormai a parte un 35% di votanti che qualsiasi cosa Trump dice o fa', lo osannano comunque (they are "Drinking the Kool-Aid" come si dice qua) ...molti leader repubblicani non daranno il voto a Trump di recente John McCain ha tolto l'endorsement, ma anche i Bush, i Romney etc etc questo la dice tutta sulla pericolosita' (dovuta all'ignoranza e incapacita') di Donald Trump.

alox

Gio, 13/10/2016 - 00:36

E molta gente non lo molla...sembra incantata, "fatta" dalla volgarita' e assurdita' dalla m.erda che esce dalla bocca di questo scimmione..come i Crucchi ai tempi di Hitler o "Noi" gli Italiani al tempo del duce! Vergogna USA vergogna non ribellarsi alle stupidate di questo buffone.

alox

Gio, 13/10/2016 - 00:55

Difficile a destra o a sinistra difendere Trump: non ha un opinione costante se non l'insiulto e la volgarita'! Inoltre e' talmente pieno di se' che non accetta nessuna critica ed e' pronto a difendere anche spietati dittatori solo se dicono che ha un bel ciuffo!