L'allarme che scuote la Germania: "20 milioni di migranti nei prossimi 5 anni"

La previsione del presidente dei Comuni bavaresi: "Con il ricongiungimento familiare ogni immigrato verrà raggiunto da almeno quattro altri parenti"

Venti milioni di immigrati potrebbero riversarsi in Germania entro il 2020: a sostenerlo è il presidente dell'Associazione Bavarese dei Comuni (Bayerische Gemeindetag), il signor Uwe Brandl.

Brandl, che è anche esponente di punta dei Cristiano-sociali bavaresi (Csu) alleati di governo di Angela Merkel, lo ha affermato il 14 ottobre scorso a Norimberga durante l'annuale kermesse per amministratori locali "Kommunale". Sindaci e governatori erano riuniti per discutere di sistemi energetici e urbanistica, ma Brandl ha deciso di portare la discussione su un tema che era non si poteva non toccare: quello dell'arrivo in massa dei richiedenti asilo.

Un tema scottante particolarmente in Baviera, dove gli arrivi dei migranti si contano ormai nell'ordine delle migliaia ogni giorno. Come riporta il sito bavarese Bayern Depesche, Brandl ha sottolineato in particolare il pericolo della moltiplicazione degli arrivi attraverso la norma che regola il ricongiungimento familiare, calcolando in quattro persone la media di familiari che ci si aspetta raggiungano la Germania per riunirsi ai parenti già in territorio tedesco.

Una moltiplicazione esponenziale contro cui non si può fare nulla: Brandl ha calcolato in venti milioni il numero di stranieri che potrebbe riversarsi in Germania entro i prossimi cinque anni. "Una famiglia di rifugiati che conti quattro persone - ha spiegato il presidente dell'associazione dei Comuni bavaresi - può contare su 1200 euro al mese per i trasferimenti. Inoltre ci sono da conteggiare i costi per il vitto e l'alloggio."

"Questo - prosegue Brandl - in tempi in cui una famiglia tedesca con il capofamiglia disoccupato dopo magari trent'anni di lavoro. Non si tratta di razzismo o di estremismo di destra: i cittadini semplicemente ci chiedono se questo sia giusto".

Il politico bavarese ha attaccato frontalmente il cancelliere Merkel, domandandosi se si sente ancora legata al giuramento che ha prestato al momento dell'entrata in carico. Il rischio, ha avvertito, è quello che il centrodestra moderato tedesco perda elettori a vantaggio dell'estrema destra di NPD e Alternative Fur Deutschland, con il pericolo collegato di un aumento dell'astensionismo.

"La pretesa di non porre alcun limite all'accoglienza - ha concluso durissimo - non mette solo in pericolo la pace sociale ma rischia di condurre questo Paese a schiantarsi contro un muro."

Le preoccupazioni dell'esponente della Csu, peraltro, trovano conferma anche in alcuni rapporti dei servizi di sicurezza federali pubblicati nei giorni scorsi da Die Welt. Preoccupazioni per la sicurezza interna sono state espresse a diversi livelli sia negli ambienti dell'intelligence che nelle varie agenzie per la Protezione della Costituzione e degli alti ranghi della polizia. "L'altissimo afflusso di immigrati - afferma un alto funzionario citato dal quotidiano tedesco - porterà instabilità al Paese. Stiamo già importando degli estremisti islamici, anti-semiti arabi, conflitti etnici e nazionali tutti interni a realtà che non sono quella tedesca."

Problemi ulteriormente aggravati da una circostanza preoccupante: il grande numero di arrivi impedisce una reale integrazione e favorisce la crescita di società parallele che si sviluppano al di fuori del quadro democratico e costituzionale.

Commenti

Renee59

Lun, 02/11/2015 - 11:57

E' soltanto la fine dell'Europa, tranquilli. Un'Europa che non vale assolutamente nulla. Meno del niente.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 02/11/2015 - 11:58

La Germania al bivio. PEGIDA o ISIS?

Ritratto di libere

libere

Lun, 02/11/2015 - 12:00

Dopo l'intossicazione da politically correct, e gli eccessi della dieta obbligatoria a base di accoglimento-integrazione, anche le devastate meningi dei teutonici ritrovano un pallido principio di funzionamento. Non so se basterà a salvare la Germania e l'Europa.

linoalo1

Lun, 02/11/2015 - 12:08

E' ovvio!!!Finchè li accogliamo,l'Invasione continuerà!!!A proposito,come procede l'Invasione in Australia????

Royfree

Lun, 02/11/2015 - 12:11

Mi viene da pensare che la Merkel è una Aliena o una sosia islamica sostituita da un complotto atto a destabilizzare l'Europa. Altrimenti non trovo nessuna spiegazione plausibile per quello che sta facendo. E' singolare che i Tedeschi non l'hanno presa ancora a calci.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 02/11/2015 - 12:33

tra 10-15 anni sarà solo afrika aahahahah. auguri non per voi, ma per i vostri figli!sperate di finire in una qualche riserva

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 02/11/2015 - 12:39

POI CHE KAZZATE STA SCRIVENDO Royfree, LUI NON SA CHE LA VOTERANNO ALLE PROSSIME ELEZIONI...

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Lun, 02/11/2015 - 12:40

Vabhé, i tedeschi hanno già esperienza su come risolvere certi problemi!

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 02/11/2015 - 12:44

Se l`Australia, avesse avuto la Merkel a capo del governo, l`Austalia sarebbe stata invasa dall`Asia, questo grazie all`istruzione del premier australiano avuta nelle scuole inglesi. Mentre la canceliera? CRESCIUTA NELLA GERMANIA,OCCUPATA DAL COMUNISMO E DA UN PADRE, PASTORE PROTESTANTE??? """CAPITE ORA IL PERCHÈ L`INGHILTERRA HÀ MOLTO DA DIRE NELL`UNIONE EUROPEA, PERÒ, USA ANCORA LA STERLINA E TIENE LA GUIDA SULLA SINISTRA"""!!! Non voglio far fraintendere, che la nazione che hà colonizzato mezzo mondo, sia migliore dei paesi europei, però gli inglesi, sono molto più disciplinati degli Europei e sopatutto degli Italiani, che la disciplina, non sanno dove stia di casa!!!

alox

Lun, 02/11/2015 - 13:12

Sono compresi anche gli Italiani?

Blueray

Lun, 02/11/2015 - 14:13

Il signor Brandl ha perfettamente ragione anche se però è da dire che le leggi si possono cambiare in un lampo, basta volerlo. Solo che la Germania e anche l'Europa intera non lo vogliono, per questo si schianteranno contro un muro, pur avendo ancora la possibilità di evitarlo. Se questo è il prezzo da pagare per continuare ad avere un'Ue allora credo che questa non interessi più proprio a nessuno.

moshe

Lun, 02/11/2015 - 14:32

"20 milioni di profughi nei prossimi 5 anni" ... ... ... c'è solo una cosa da dire, è il risultato dell'idiozia della UE e del vaticano.

Raoul Pontalti

Lun, 02/11/2015 - 14:44

I ricongiungimenti familiari sono un diritto per l'immigrato (vale anche per gli italiani residenti all'estero) e quindi correlativamente un obbligo per lo Stato ospite. Ma il diritto implica il dovere: di essere in regola e quindi se si è profughi bisogna essere tali ufficialmente, ossia riconosciuti. Dubito che il riconoscimento effettivo secondo le norme ONU possa essere concesso a più del 10% dei migranti attraversi i Balcani e giunti in Germania.

MEFEL68

Lun, 02/11/2015 - 14:51

Beh dov'è il problema? 1.000.000 di immigrati verrà distribuito fra i vari Paesi UE. La piccola frangia di 19.000.000 verrà mandata in Italia; Paese ospitale che ha il culto dell'accoglienza e dove perfino la Presidenta della Camera sbava al solo pensiero di vivere in una società multietnica e riconoscente.

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 02/11/2015 - 16:17

Prima o poi andrà a casa questo maledetto governo fatto solo di ignoranti e falsi e ipocriti personaggi, poi vedremo quanti ne prenderemo ancora e/o quanti ne rispediremo fuori dall'Italia. Alla facciaccia della boldrini & co.

elena34

Lun, 02/11/2015 - 16:28

Nessun problema ,l'Italia e' un paese accogliente li assorbira' tutti , siamo ricchi e poi c'e' la terza carica dello stato che li accogliera' nei vari scali aerei . Che gioia sara' la societa' futura !

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 02/11/2015 - 16:42

Quanto scrive il Prof nel suo postato delle 14e44 puo essere vero e come tale APPLICATO in Germania, ma NON in ITALIA, in Italia cani e porci vengono riconosciuti PROFUGHI e se non lo vengono hanno diritto (in virtu della Turco Napolitano) a fare ricorso fino al terzo grado (GRATIS paghiamo noi) quindi aspettatevi di TUTTO. Io intanto sto qui in Nicaragua dove NON fanno entrare nessuna RISORSA!!!lol lol

Antares-60

Lun, 02/11/2015 - 17:02

Per la Boldrini ciò sarebbe inaccettabile, la sua proposta sarà quella di accoglierne 40 milioni in Italia, poi...Italia, nome che andrebbe rivisto e cambiato, anche l'inno...meglio se fosse su "arie" gitane o arabeggianti!

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 02/11/2015 - 17:17

Venti milioni ? siete ottimisti,In Africa esiste qualche centinaia di milioni di disperati e più ne arrivano più ne arriveranno chiamati dai primi arrivati.La classe politica Europea sta consegnando l'Europa a migranti che dalla loro hanno solo il coraggio della disperazione proprio di chi non ha nulla e quindi non ha nulla da perdere.E' solo un problema di tempo e saremo colonizzati a casa nostra.

venco

Lun, 02/11/2015 - 17:23

Questi non sono profughi ne immigrati sono invasori islamici, sono la nostra fine

baio57

Lun, 02/11/2015 - 17:24

Antares hai ragione ,già me lo immagino il nuovo inno:" ..suona suona per meeee o violino tziganoooooo......"

giottin

Lun, 02/11/2015 - 18:16

Come mi piace questa notizia: 20 milioni diviso 5 anni fanno 4 milioni all'anno, ovvero quasi 11 mila al giorno. Mettiamo pure che qualcuno naufraga, però mi sa che dovremo potenziare la nostra forza navale, altrimenti come faremo a salvarli?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 02/11/2015 - 19:25

eppure continuiamo a vendere le armi agli Stati stranieri. Agi italiani dovreste venderle. Ma non i classici fuciletti da 2 colpi.

acam

Lun, 02/11/2015 - 19:38

adesso veremo se effettivamente sono in grado di risolvere o faranno lager con relativo smaltimento