L'ambasciatore Usa in Cina lascia in polemica con Trump sul clima

L'ambasciatore americano ad interim in Cina, David Rank, in diplomazia da 27 anni, si è dimesso, in polemica con la decisione del presidenteUsa Donald Trump di ritirarsi dall'accordo di Parigi sul clima

Tensione a Washington, con l'ambasciatore americasno in Cina che lascia il proprio incarico in polemica con le posizioni di Trump sul clima. Non è certo un novellino David Rank, in diplomazia da 27 anni, che si è dimesso in polemica con la decisione del presidente degli Stati Uniti di ritirarsi dall'accordo di Parigi sul clima. Il dipartimento di Stato si è limitato a confermare l'addio del diplomatico senza entrare nel merito delle ragioni. "Ha lasciato la carriera - ha detto Anna Richley-Allen, portavoce di Foggy Bottom per il dipartimento Asia dell'Est - Rank ha preso una decisione personale. Apprezziamo gli anni che ha dedicato al servizio". Ovviamente non si tratta solo di una decisione personale.

L'esperto di questioni cinesi John Pomfret, citando non meglio precisate fonti, ha scritto che Rank si è dimesso perché non può sostenere la decisione di Trump sul ritiro da Parigi, annunciata
giovedì scorso e, parlando ieri con lo staff dell'ambasciata, ha spiegato di non poter consegnare al governo cinese la nota diplomatica per informarlo della decisione americana.

Tuttavia Rank sarebbe rimasto al suo posto ancora per poco. Per l'ambasciata Usa di Pechino, infatti, il Senato ha già confermato la nomina dell'ex governatore dell'Iowa, Terry Branstad, che dovrebbe arrivare in Cina entro il mese di giugno.

Commenti

Albius50

Mar, 06/06/2017 - 08:49

Non è un NOVELLINO ma è il solito seguace DEM.

luigiMis

Mar, 06/06/2017 - 08:59

Mi domando: chi fa i titoli legge l'articolo? che un ambasciatore dell'amministrazione Obama non sia d'accordo con Trump non mi sembra una notizia. Lo sarebbe se fosse d'accordo. Già in campagna elettorale Trump aveva designato il gov dello IOwa come ambasciatore della Cina, uomo d'affari che conosce molto bene quel paese. Il ritardo è dovuto al boicottaggio dei dem nelle approvazioni al Congresso. Il nuovo ambasciatore spiegherà ai cinesi il concetto di "rapporti equilibrati, giusti, corretti cioè "fair", come li intende Trump. Forse glielo spiegherà in mandarino, facendo anche un disegnino.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Mar, 06/06/2017 - 09:09

Ma guarda, un ambasciatore di chiare simpatie democratiche messo lì da Obama fa polemica con Trump. Che strano.

lento

Mar, 06/06/2017 - 09:22

QUESTO CI MANGIA COL CLIMA ..ANCHE PARECCHIO !

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 06/06/2017 - 09:29

Insomma,che lasci in polemica è scontato,visto che "lascia",perchè è stato sostituito!!!!

schiacciarayban

Mar, 06/06/2017 - 09:30

Capisco che per un ambasciatore USA dire: cari Cinesi voi rispettate gli accordi di Parigi mentre noi ce ne sbattiamo alla grande e ci facciamo i caxxi nostri insieme a Siria e Nicaragua non sia facile...

Jon

Mar, 06/06/2017 - 10:02

Ha fatto il Figo..tanto fra 15 gg il suo mandato era scaduto..!!! Che sguardo intelligente..!! sembra quello della Clinton..!

frabelli1

Mar, 06/06/2017 - 10:12

Ad iterim quindi in attesa? Amen ne invieranno un altro

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 06/06/2017 - 10:31

Più si va avanti con questo "protocollo di Parigi" e più la faccenda puzza.

timba

Mar, 06/06/2017 - 10:50

Sapeva che gli stava arrivando il benservito e quindi ha solamente anticipato i tempi. Tra l'altro, dimettendosi in polemica, sicuramente diventerà il paladino di tutti i sinistrati proletari con il portafoglio a destra (ad iniziare dalla Ciccone che prometteva servizietti o De Niro che avrebbe lasciato gli USA... tra l'altro... dov'è finito?). Quindi inizierà ad essere invitato un po' dappertutto per farci capire quanto "siamo stupidi". Vedi l'abbronzato o Blair che guadagnano di più ora a fare interventi su qualsiasi cosa. L'abbronzato in Italia ha parlato del cibo. Domanda: ma che ne sa lui del cibo? mah... Ma c'erano file di pecoroni belanti ed estasiati ad ascoltarlo... D'altronde è stato l'unico premio Nobel a prescindere...

Nonlisopporto

Mar, 06/06/2017 - 10:51

questi sistemi di delegittimazione ...

MARCO 34

Mar, 06/06/2017 - 10:54

Il suo avvicendamento, evidentemente poco gradito, è il vero motivo della sua(?) decisione.

challant

Mar, 06/06/2017 - 10:57

Immagino che adesso andra' a fare il cassiere part-time da Walmart. O forse sara' assunto da una delle aziende 'private' consociate del Deep State a un paio di milioni di dollari all'anno?

greg

Mar, 06/06/2017 - 11:03

E' la guerra del partito democratico contro chi ha vinto regolarmente le elezioni del 2016, cioè Donald Trump. Sarebbe bello sapere quanti milioni di dollari vennero pagati dal governo cinese al sig. Barrack H. Obama perchè non trovasse nulla da ridire sul più gigantesco inquinamento da polveri sottili e CO2 che quotidianamente la Cina rossa riversa nell'atmosfera, paese che è diventato il più grande importatore E CONSUMATORE di carbone del mondo (l'85% della produzione di elettricità in Cina rossa viene generata da centrali a carbone) per verifica, cercare in rete le foto, scattate negli ultimi mesi, delle grandi città cinesi, dove la visibilità impedisce quasi di vedere da un lato all'altro della strada, tanta è la cortina di smog nell'aria)

heinrich

Mar, 06/06/2017 - 11:06

27 anni...quindi era già ambasciatore durante il periodo Bush, arcinoto democratico

Cheyenne

Mar, 06/06/2017 - 11:09

gli ambasciatori dovrebbero solo obbedire

liberoromano

Mar, 06/06/2017 - 11:14

ZVAKKID: Obama? Era diplomatico da 27 anni...

Marcello.508

Mar, 06/06/2017 - 11:49

Jon - Appunto!

carpa1

Mar, 06/06/2017 - 11:54

Della serie "tutti pronti a servire il pae.., pardon, il partito (semper fidelis)". Esattamente come in Italia, o quasi, perchè qui esiste anche la serie "cambiamo casacca, tanto quel che conta è magnà".

cgf

Mar, 06/06/2017 - 12:49

@heinrich@liberoromano Sapeva di aver FINITO la sua carriera, ha sollevato polvere sperando che qualcuno lo noti.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Mar, 06/06/2017 - 13:04

Caro Liberoromano sveglia, essere diplomatico da 27 anni non significa essere l'ambasciatore di Cina da 27 anni nè essere stato messo lì da Bush.

MorrisGe

Mar, 06/06/2017 - 13:32

....la Botteri inviata della Rai in Obamaland ne farà uno speciale TG1!!!!

Ritratto di gianky53

gianky53

Mar, 06/06/2017 - 14:06

Ipocrita sinistro che si dimette il giorno prima di venire sostituito. Buffone!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 06/06/2017 - 14:36

@timba:...questi,appena perdono un posto,ne trovano subito un'altro,per continuare a fare danni!!!

Ritratto di VladoGiulio

VladoGiulio

Mar, 06/06/2017 - 14:48

PER FARLA BREVE QUESTO PERSOANAGGIO NON E' ALTRO CHE UN ROTTAMATO SENZA FUTURO. PER FARE UN PARAGONE E COME SE ANGELINO ALFANO USCISSE OGGI DAL GOVERVO GENTILONI MINACCIANDO DI ALLEARSI CON SALVINI E LA MELONI !!

bobots1

Mar, 06/06/2017 - 14:52

Siamo alle solite: si può non essere d'accordo con il presidente ma da ambasciatore americano non può sollevare un polverone contro quello che comunque è il tuo capo democraticamente eletto. Obama è stato un dei peggiori presidenti americani eppure ancora oggi lo complimentano in Italia (Sala gli ha dato le chiavi di Milano) come fosse un illuminato...colui che ha fatto bombardare la Libia e che è la causa maggiore dell'attuale invasione immigratoria in Italia. Che schifo, che ipocrisia!

agosvac

Mar, 06/06/2017 - 15:32

Facile dimettersi quando si sa di essere già stati dimessi!!!!!!! Tra l'altro chissà cosa ne può mai sapere dei problemi climatici questo ambasciatore!!!