Libia, Pinotti è pronta a partire: "Interventi mirati per la difesa"

Il ministro della Difesa: "Agire su precisa richiesta di un governo libico legittimo". E fissa le tre condizioni per l'intervento militare

Il governo Renzi inizia a rompere gli indugi sulla Libia. Il ministro della Difesa Roberta Pinotti apre a "interventi di legittima difesa mirati". "In quel caso l'Italia saprà come agire insieme agli alleati, per evitare rischi sul proprio territorio", spiega in un'intervista al Corriere della Sera precisando che il contributo italiano è subordinato a tre condizioni: "Legittimità internazionale, costituzione di un governo e sua richiesta, approvazione del nostro parlamento".

Pur in mancanza di un voto di fiducia del parlamento di Tobruk, il consiglio presidenziale libico guidato da Serraj ha proclamato l'entrata in funzione del governo di unità nazionale e ha chiesto a tutte le altre autorità libiche di "mettersi immediatamente in contatto con il governo di unità per attuare le modalità di passaggio dei poteri in modo pacifico". Poi l'appello "alla comunità internazionale" di "cessare ogni relazione con autorità che non dipendano direttamente dal governo di unità". L'Unione europea e gli Stati Uniti assicurano "totale sostegno" al governo di unità nazionale protagonista del percorso di stabilizzazione previsto per la Libia. Un appoggio che arriva fino a mettere in cantiere "sanzioni a livello europeo", come ha annunciato Paolo Gentiloni, per chi si oppone al tentativo di Fayez Serraj sostenuto dall'Onu. Per la Pinotti "la dichiarazione del Consiglio presidenziale libico apre uno spiraglio significativo che va sostenuto" e l'azione delle nazioni europee può "dare una spinta". "In alcuni Paesi della coalizione c'è chi spinge per un'accelerazione - aggiunge - ma la linea di fondo non è mai stata messa in discussione. La necessità di maggiore determinazione ha sempre riguardato l'azione contro il terrorismo, non quella di una missione strutturata".

Gli interrogativi però permangono. Dopo decenni di dittatura e violenze non sarà una transizione facile. E, come ha già detto Matteo Renzi, anche la Pinotti ci tiene a ribadire che "il tempo non è infinito". "È giusto farlo presente ai libici - incalza - poiché l'espansione dell'Isis in Libia, al momento contenuta, può diventare molto preoccupante". In ogni caso un'eventuale missione internazionale a sostegno della stabilizzazione della Libia è sempre stata immaginata dal governo Renzi come un intervento richiesto dal governo libico. Non ci sono al momento nemmeno i "numeri" della missione. Perché, come spiega la stessa Pinotti, "tutto dipende dal tipo di supporto che verrà chiesto alla coalizione internazionale". "Una cosa è se riguarda solo l'addestramento - conclude - un'altra se comprende anche la sorveglianza di siti sensibili e altre attività".

Annunci

Commenti

Fjr

Lun, 14/03/2016 - 09:48

Insieme alla Pinotti , non si potrebbe fare un bel gruppo vacanze Montecitorio, e insieme a lei inviare anche Boldrini, Don Matteo la Mogherini ,tanto non serve a una cippa,e anche Liprandi, così la finisce di sparare minch..ate sugli antifurto in casa?

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 14/03/2016 - 10:17

Pinotti dixit : "In quel caso l'Italia saprà come agire insieme agli alleati, per evitare rischi sul proprio territorio" – Brava. Per evitare rischi sul proprio territorio basta smetterla di (r)accogliere e importare indiscriminatamente cosiddetti "migranti".

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 14/03/2016 - 10:55

E' da quando è stata nominata ministro della Difesa che la Pinotti pensa alla guerra. Crederà che emulare il guerrafondaio Obama significhi essere sulla cresta dell'onda, a prescindere delle migliaia di morti che ci saranno?

Duka

Lun, 14/03/2016 - 11:02

Bene con questa autentica OCA al comando dell'operazione finiremo di sicuro in una LATRINA.

linoalo1

Lun, 14/03/2016 - 11:24

Figurati alla Pinotti cosa gliene frega della Libia!!!!!Lei,come tutte le Donne Sinistrate,riportano,pari pari,solo ciò che il Marinaio Renzi ha loro insegnato ed obbligato a dire!!!

tormalinaner

Lun, 14/03/2016 - 11:48

Pensare alla Pinotti che va alla guerra mi viene da ridere, con un personaggio da operetta simile è meglio arrendersi prima di partire o moriremo tutti.

jeanlage

Lun, 14/03/2016 - 13:17

Alla Pinotti hanno regalato un dizionario, da cui estrae a caso parole senza senso. Come facciamo a difenderci in Libia,s e non massacrando i nostri nemici che stanno li? Il tempo non è infinito, ma la nostra pazienza nei confronti di questa banda di incompetenti disonesti che si spaccia per governo, quella sì

Ritratto di geco

geco

Lun, 14/03/2016 - 13:22

Spero tanto che i nostri Sodati non vengano mandati allo sbaraglio come per il caso Marò, questi ultimi infatti furono sequestrati in acque internazionali sul territorio italiano, in barba alle leggi internazionali,senza aver avuto la necessaria protezione ne italiana ne internazionale.

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 14/03/2016 - 13:28

Ma in che mani si trova l'Italia, la Pinotti ministro della difesa, ahahahahah, speriamo che l'Italia non sia mai chiamata ad intervenire militarmente, con personaggi del genere sarebbe la Caporetto 2

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Lun, 14/03/2016 - 14:00

qualcuno provi ad informarla che sono già partiti... ecchèdiamine !!!.... un minimo di coordinamento !

Libero1

Lun, 14/03/2016 - 14:04

Povera italia in che mani sei finita.Con un bugiardo presidente del consiglio non eletto dagli italiani che gli che i militari italiani non andranno a combattere in Libia e la pinotti ministro della difesa che dice "pronti a partire".

elpaso21

Lun, 14/03/2016 - 14:10

Marcia avanti - marcia indietro, oggi marcia avanti.

pagu

Lun, 14/03/2016 - 14:20

Fjr, non potevo essere più d'accordo!!!, unica aggiunta al tuo post, allungherei la lista con ancora un po' di decerebrati rossi...

pagu

Lun, 14/03/2016 - 14:21

Pinotti... la gran visir del vuoto pneumatico spinto... il nulla fatto persona!

Ritratto di malatesta

malatesta

Lun, 14/03/2016 - 14:40

I discorsi pinottiani sono sempre espressione di grande intelligenza e capacita' strategica, di saggezza militare, di sicurezza, di autocontrollo, di assenza di pericoli, di rispetto per gli altri(??), insomma, di un grande politico meglio ancora di MacArthur ..non vorrei sbagliarmi ma tutto cio' mi fa pensare in chiave di prossima imminente disfatta...!!Staremo a vedere!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 14/03/2016 - 14:55

Le dicono tutte, una diversa dall’altra, così un giorno potranno dire: "l'avevo detto". La guerra in Libia la vadano a fare i Francesi, dato che Sarkò ha provocato la situazione attuale, forse per invidia verso Silvio, che però poi cedette alle pressioni quirinalizie e si unì irresponsabilmente alla folle avventura, come in tanti abbiamo detto a suo tempo, per una serie di ragioni, inascoltate

Ritratto di llull

llull

Lun, 14/03/2016 - 15:13

Il titolo dice che "Pinotti è prova a partire". Speriamo parta davvero, e subito!!!!

HappyFuture

Lun, 14/03/2016 - 15:33

E... io direi alla ministra Pinotti, al ministro Gentiloni, a Matteo, alla comunità internazionale: ma la vogliamo finire di dire bojate su di un governo "legittimo" in Libia? Anche in VietNam c'era il governo legittimo di Saigon! O forse era un governo "fantoccio"? E qual'è il governo legittimo della Libia: quello a Bengasi o quello a Tripoli? Su, cercate di mettere fine al teatrino. Mettessero a posto il caos in Libia: "chi rompe paga e i cocci sono suoi"!

Lugar

Lun, 14/03/2016 - 16:09

Le notizie che smentivano Renzi ora si capiscono meglio. I 5000 militari sono veramente pronti a partire, è la prima volta dopo 70 anni che l'Italia entrerà in guerra e di nuovo in Libia.

Ritratto di mavi5247

mavi5247

Lun, 14/03/2016 - 16:54

speriamo che parte lei con tutta la banda bassotti al seguito....!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 14/03/2016 - 17:19

Egregia pinotta gli interventi mirati sono per l'offesa non la difesa.

Ritratto di semovente

semovente

Lun, 14/03/2016 - 17:40

Secondo me voleva dire: pronta a partire per le vacanze pasquali.

baio57

Lun, 14/03/2016 - 17:53

I komunisti guerrafondai prima bombardano la popolazione civile di Belgrado,ora tocca alla Libia . Ma il popolo girotondinarcobalenato dei diversamente pacifisti non dice niente ??

moshe

Lun, 14/03/2016 - 17:58

Libia, Pinotti è pronta a partire ... ... ... parti tu! sono disposto a pagarti io il biglietto, ma non mettere più piede in Italia!

Tuthankamon

Lun, 14/03/2016 - 18:31

Non è che i precedenti fossero brillanti in termini di "operazioni militari", ma questo governo è esilarante in certe manifestazioni di volontà politica! Solo per il gusto di porre una domanda: Quando mai a livello ministeriale si fa un'affermazione del genere ... "In quel caso l'Italia saprà come agire insieme agli alleati, per evitare rischi sul proprio territorio"??? Ma si rende conto della gravità di aver detto ciò? Se non rispondesse a verità, nulla da dire. Purtroppo temo che l'abbia detto sul serio!