Libia, il presidente del Parlamento: "L'Isis è un pericolo per l'Italia"

L'allarme di Tobruk: "È un pericolo per Roma". Gentiloni: "Faremo la nostra parte". Sostieni il reportage

"L’Italia è nel mirino dei combattenti delllo Stato Islamico". Lo ha ribadito Aqila Saleh, il Presidente del parlamento libico di Tobruk, sostenendo che il nostro Paese"Gioca un ruolo importante" in un eventuale pattugliamento del Mediterraneo per impedire che armi giungano a gruppi terroristici.

All’Ansa ha confermato che "l’Isis e Al Qaida possono passare dalla Libia all’Italia e ciò è un grande pericolo visto che molti terroristi sono in Libia". Per questo motivo ha chiesto che "L’Italia tolga l’embargo imposto all’esportazione legale di armi verso la Libia. Deve sostenerla nell’addestramento del suo esercito e assicurarele sostegno militare", ricordando agli italiani che "siamo vicini, ci separano solo 300 chilometri di mare. L’immigrazione clandestina è un motivo di inquietudine per il popolo libico e rappresenta un problema per quello italiano perché può costituire un problema di sicurezza per l’Italia. Creeremo un nuovo Stato, democratico, e formeremo un governo di unità nazionale transitorio e sarà la Camera dei rappresentati che darà la fiducia all’esecutivo, come avviene in tutti i paesi democratici. (...) Rifiutiamo che il nostro paese divenga un 'teatro' per il terrorismo e che le ricchezze del popolo libico siano trafugate", ha affermato Saleh sottolineando che "L’Italia e la Libia sono unite da storici rapporti di amicizia".

Sul punto è intervenuto il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, promettendo che "l’Italia farà la sua parte" e che "sarà in prima linea nel sostenere" il governo di unità nazionale "dal punto di vista del monitoraggio, del sostegno alla sicurezza e della cooperazione economica". E lo farà perché "ne va dell’interesse della sicurezza nazionale".

Saleh, riconosciuto dalla Comunità internazionale, prenderà parte al negoziato guidato dall’inviato dell’Onu, Bernardino Leon che ripartirà giovedì prossimo a Rabat, con l'obiettivo di contribuire alla nascita di un governo di unità nazionale in Libia.

E, per la prima volta dopo 10 anni, a Bruxelles i ministri degli esteri europei hanno deciso di occuparsi della "dimensione esterna" dei problemi dell’immigrazione, strettamente collegati alla crisi in Libia, Siria e Iraq, e hanno messo nero su bianco che "non appena ci sarà un accordo" tra le fazioni libiche, la Ue è "pronta ad aumentare il suo sostegno alla Libia" con "tutti i suoi strumenti".

Spetta a Federica Mogherini il compito di presentare "proposte di possibili attività di politica di sicurezza e difesa" a sostegno delle "misure di sicurezza" necessarie per stabilizzare il paese, "in stretta collaborazione" con le Nazioni Unite, con lo stesso governo che dovesse nascere a Rabat e con "i partner regionali". Una formula che implica una serie di opzioni, comprese missioni civili e militari, che però dovrebbero in ogni caso essere concordate con le Nazioni Unite. La proposta finale della Ue, promette Mogherini, sarà sul tavolo del Consiglio esteri entro il 20 aprile.

Commenti

GiovannixGiornale

Mar, 17/03/2015 - 10:46

Non vedo l'ora. Mi aumenteranno l'IVA per pagargli la sistemazione in albergo, ma ne varrà la pena. Anche Bindi e Boldrini troveranno la mise giusta per valorizzare la loro bellezza: burka nero integrale, con retina fitta fitta davanti agli occhi. Non vedo loro, venite amici venite, ho già pronto il tappettino per le cinque preghiere (finte) giornaliere.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 17/03/2015 - 10:55

Come??? Faremo la nostra parte???? Contro l'ISIS, già a casa NOSTRA??? Ecco lo schieramento anti sfondamento modello testuggine: Sig. RENZI, ALFANO, GENTILONI, BOLDRINI. Chi mette le riserve??? Fate proprio ridere; CERTO, OVVIO che si è pronti, a differenza Vostra l'ITALIANO tiene all'ITALIA ma a quale prezzo??? Prevenire no???

plaunad

Mar, 17/03/2015 - 10:57

Gentiloni: "faremo la nostra paerte" Cioé vale a dire: "caleremo subito le brache"

Rossana Rossi

Mar, 17/03/2015 - 11:01

Tranquilli, come vedono gentiloni se la daranno a gambe..........

beowulfagate

Mar, 17/03/2015 - 11:04

Caro Giovanni,se permette il cous cous e il Kebab li porto io o,se preferisce,una bella pecora cotta come si usa nei deserti del medio oriente.Gradirei che lei mettesse le bevande,tanto le mie 5 mogli si accontenteranno di poco,basterà un po' d'acqua e latte di cammella.Se le consorti avranno da ridire provvederò immediatamente a frustarle.Le raccomando di riservare il posto d'onore a Omar El Mukthar il quale,prima e dopo la preghiera,ci spiegherà il Corano permettendoci così di essere dei veri musulmani devoti.Salaam.

hectorre

Mar, 17/03/2015 - 11:11

ahahah....neanche l'armata brancaleone(chiedo venia a Monicelli e Gassman per l'accostamento)di prodiana memoria era cosi ridicola....ma questo pseudoministro pensa di riconoscerli guardandoli negli occhi????...gentiloni la sua parte l'ha gia fatta, foraggiando con 12 milioni di dollari coloro che probabilmente ci attaccheranno,con metodi non convenzionali(cambia poco)e che sono pronti a morire per la causa....mi raccomando renzi tu pensa all'italicum!!!!...che vergogna!!!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mar, 17/03/2015 - 11:23

Ma la Venere di Cirene, che abbiamo sconsideratamente restituito a Gheddafi, che fine ha fatto? O che fine sta per fare?

giovanni PERINCIOLO

Mar, 17/03/2015 - 11:23

Gentiloni: "Faremo la nostra parte". Come?? porgendo le chiappe??

Roberto Casnati

Mar, 17/03/2015 - 11:37

Faremo la nostra parte? Si come con i marò? Oppure ci sarà una "una tantum" (= una semper come per il terremoto dell'Irpinia) per pagare alloggi, telefonini, sigarette,vitto e diaria ai "clandestini" gestiti dal marito mafioso della Kienge in combutta con il PD?

Roberto Casnati

Mar, 17/03/2015 - 11:43

S'invoca la Mogherini? Ma se quella l'unica cosa che fa (male) è di curarsi il "look" e provare l'espressione migliore da usare in pubblico! Una bambocciona radical-chic totalmente incapace.

Tuthankamon

Mar, 17/03/2015 - 11:49

La nostra ""leadership"" (si fa per dire) politica non e' in grado di attuare misure drastiche e concrete!! Questo continuo cigolio di Gentiloni e Mogherini, ""l'Europa faccia la sua parte"", ""e' anche un problema europeo"", "bisogna incrementare FRONTEX (per farci che??), eccetera, non porta da nessuna parte. L'italia deve fare indipendentemente da quello che fanno gli altri, e deve FAR SAPERE che lo fa. Questa attesa e' uno stillicidio aspettando che succeda qualcosa. Purtroppo succedera', e' inevitabile!

rigadritto

Mar, 17/03/2015 - 12:00

non bisogna aver paura di questi quattro pecorai con la scimitarra ma bisogna averne, e molta, dell'allegra inefficienza italica nel gestire i clandestini presenti sul suolo patrio

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Mar, 17/03/2015 - 12:08

TRANQUILLI ADESSO INTERVIENE IL BAMBOLO SPARA AI LIBICI UNA TELEVENDITA DI BALLE DA LASCIARLI TRAMORTITI PER 20 ANNI...

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 17/03/2015 - 12:09

Io invece mi auguro che gli islamici comincino a colpire in Italia... così finirà per sempre questo velo ipocrita tra islam moderato ed islam estremista e così finalmente si comincerà a vivere tutti nel terrore, sia loro (gli islamici) che noi. À la guerre comme à la guerre... E così finalmente, tanto abbiamo i nomi e le azioni fatte in questi anni, si comincerà a fare una bella repulisti di tutti i collaborazionisti nostrani che, con la scusa degli aiuti umanitari e ben protetti da onlus, coop, caritas e quant'altro hanno favorito l'ingresso di tutta questa immondizia nella nostra nazione. Non vedo l'ora di cominciare a menar le mani...

glasnost

Mar, 17/03/2015 - 12:32

Gent.mo presidente del parlamento libico, mi sa che lei non ha capito che razza di paese sia diventato l'Italia! Il coraggio e l'onore sono scomparsi dai suoi pensieri, per far posto solo alla speculazione ed al guadagno.Italo Balbo è scomparso da tempo ed ora comandano SERVI della massoneria euro-americana senza un briciolo di coraggio. Per carità, molto politicamente corretti, ma senza coraggio.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 17/03/2015 - 13:37

Se l'Isis si impegna a votare per il PD, il governo Renzi ai talebani precari, li fa diventare tutti italiani di ruolo. Così il califfo ISIS lo manda in magistratura democratica ad affiancare il marchese Bruti Liberati. Così almeno la focosa Boccassini, quand'è senza marchese, andrà fuori di testa per il beduino "bello e impossibile, con gli occhi neri dal sapor medio-orientale".

buri

Mar, 17/03/2015 - 15:46

Faremo la nosrra parte! cosa vuole dire Gentiloni? intanto il nostro governo, gente illuminata £dei riflettori della stampa) riduce le spese per le forze dell'ordine che sono anche bistrattate, c'è chi propone di tidure le spese per la difesa, la Libia brucia sull'uscio di casa nostra ma Renzi frena sull'intervento, temo che la nostra parte sia quella di fare discorsi inconcludenti come al solito

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 17/03/2015 - 16:53

In effetti pare che la notizia sia vera. I servizi sanitari dell'Isis sono mobilitati per vaccinare i combattenti che dovrebbero sbarcare in Italia. Temono un'epidemia di "corruttivite" acuta.

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mar, 17/03/2015 - 21:03

ditemi in che punto sbarcano li porterò a conoscere Marino.Franco_1 ma quale testuggine quello schieramento l ofacevano le legioni rimane con politici e ufficiali con le palle non con quelli che hai scritto quelli possono avere le corna e senza pallle.Perinciolo loro non vogliono le chiappe ma la testa.Le chiappe le avete già date ai vostri politici PD sinistra italiana.

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mar, 17/03/2015 - 21:03

ditemi in che punto sbarcano li porterò a conoscere Marino.Franco_1 ma quale testuggine quello schieramento l ofacevano le legioni rimane con politici e ufficiali con le palle non con quelli che hai scritto quelli possono avere le corna e senza pallle.Perinciolo loro non vogliono le chiappe ma la testa.Le chiappe le avete già date ai vostri politici PD sinistra italiana.,,

pastello

Lun, 20/04/2015 - 18:24

Il " bomba " sta per scoppiare.