L'immigrazione spinge il Brexit. E l'Inghilterra si scopre euroscettica

Londra pronta a far intervenire la Royal Navy nella Manica. Ma il numero di arriva continua ad aumentare. E nel Paese crersce la voglia di Brexit

Un nuovo sondaggio dà gli euroscettici davanti nel referendum sul Brexit. Secondo la rilevazione di Opinium per l'Observer gli euroscettici sono al 43% contro il 40% della campagna "Remain". Il domenicale sottolinea come sia stato proprio l'acceso dibattito sull'immigrazione a spostare molti consensi in favore dello schieramento che vede nell'uscita dall'Unione europea la possibilità di controllare e ridurre drasticamente gli ingressi nel Regno Unito.

La Bank of England sta già approntando un fondo di emergenza da mettere a disposizione delle banche britanniche miliardi di sterline in liquidità per tutelarsi da un eventuale caos finanziario in caso di Brexit. Secondo il sito del Guardian, la prima di tre operazioni di finanziamento sarà lanciata il 14 giugno da Threadneedle Street per permettere agli istituti di affrontare l'incertezza alla vigilia del referendum fissato per il 23 giugno. Intanto due schieramenti si lanciano accuse al veleno in una serie di botta e risposta che rischiano di dilaniare il partito conservatore al governo. In una intervista alla Bbc l'ex premier Tory John Major ha accusato i Tory favorevoli al Brexit di portare avanti una campagna "squallida" ed è fnito col definire, senza mai nominarlo, l'ex sindaco di Londra Boris Johnson "un giullare di corte". Il suo intervento arriva dopo che altre "vecchie glorie" della politica britannica, un gruppo di leader laburisti fra cui gli ex premier Tony Blair e Gordon Brown, hanno lanciato un appello contro l'uscita del Paese dall'Unione europea.

Sono altrettanto forti i toni usati dagli euroscettici. In una lettera pubblicata dal Daily Telegraph Johnson e il ministro della Giustizia Michael Gove, i due Tory protagonisti della campagna "Leave", hanno invitato gli elettori a "non fidarsi" del primo ministro David Cameron sul dossier Europa e, in particolar modo, sull'infondato allarmismo per le "conseguenze economiche disastrose" in caso di divorzio da Bruxelles. Le potenzialità di vittoria dei pro Brexit sono accentuate dal fatto che il 41% degli elettori considera l'immigrazione come uno dei fattori determinanti nella propria decisione sul voto. Nel Regno Unito l'immigrazione netta, cioè il numero di persone che entrano rispetto a quelle che escono, è infatti aumentata nel 2015 a 333mila persone, 10mila in più rispetto all'anno precedente.

Il governo inglese sta cercando di correre ai ripari promettendo di ridurre a 100mila gli arrivi annuali. Non solo. Dopo il recente tentativo di sbarco da parte di un gruppo di immigrati albanesi e l'arresto dei due scafisti inglesi, che cercavano di farli entrare illegalmente nel Regno Unito, la polizia di frontiera britannica ha chiesto l'intervento della Royal Navy per pattugliare il Canale della Manica. Il sempre più vicino intervento della Marina britannica è, tuttavia, destinato a gettare nuova benzina sul dibattito della Brexit.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Dom, 05/06/2016 - 17:09

Speriamo sia la prima crepa per far crollare l'odioso baraccone ue.

Anonimo (non verificato)

FRANZJOSEFVONOS...

Dom, 05/06/2016 - 17:50

B R A V I

fisis

Dom, 05/06/2016 - 18:00

In caso di Brexit gli euro-fondamentalisti prevedono disastri. Certo un disatro per questa maledetta ue antidemocratica che ci sta facendo invadere da torme di islamici che ci odiano e che ci sta afffamando.

Gianni11

Dom, 05/06/2016 - 18:33

Quando Italexit? Non ci possiamo liberare anche noi?

Lotus49

Dom, 05/06/2016 - 18:57

Dicono gli esperti che agli Inglesi non convenga economicamente uscire dalla UE. Se è per questo, economicamente non conveniva nemmeno far la guerra a Hitler.

Anonimo (non verificato)

Linucs

Dom, 05/06/2016 - 19:34

Immigrazione. Diversità. Ma io non vedo diversità: vedo solo orde di negri. Svedesi non ne vedo. Strano, vero?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/06/2016 - 19:40

L'UE va annientata. Costruzione odiosa di stampo sovietico al servizio del mondialismo massonico.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/06/2016 - 19:54

Dubito che il regime che controlla l'UE alzi bandiera bianca.... faranno tutto quel che possono: brogli, ignorare il referendum, rifarlo (come in Irlanda) finché non vincono i loro.... tutto.

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Dom, 05/06/2016 - 20:19

Babilonia, la tua fine è sempre più vicina.

Altoviti

Dom, 05/06/2016 - 21:31

Eppure il reponsabile di quell'ondata di immigrazione è proprio Cameron con la sua guerra in Libia. Quando sarà processato con gli altri dirigenti europei e USA responsabili di questo scempio?

vianprimerano

Dom, 05/06/2016 - 21:53

1/3 dei londinesi e' gay (dati ufficiali), secondo David Icke la regina d'Inghilterra e tutta la famiglia reale e' una massa di rettiliani dediti a pratiche sataniche e sacrifici rituali di bambini, per esperienza invece vi dico che gli inglesi sono degli sporcaccioni che non si lavano, hanno le case piene di vermi, sporche e non conoscono l'igiene...pero' hanno dei prati perfetti nei loro giardini, perche' per loro l'apparenza e quello che pensano gli altri e' piu' importante di quello che veramente si e'. Gli inglesi sono un popolo che non producono un bel niente, solo carta straccia, titoli senza valore che poi vendono agli altri. Sono l'inutilita' piu grande, e di certo non sentiremo la mancanza di questi ipocriti quando non saranno piu' membri dell'UE.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 06/06/2016 - 06:54

F O R Z A B R E X I T

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 06/06/2016 - 06:56

Quando anche in Italia fare un referendum per uscire dall 'UE ?