Isis distrugge un monastero del IV secolo

Il complesso di Mar Behnam, in Iraq, è stato fatto saltare con l'esplosivo dai miliziani. Sostieni il reportage

È una vera e propria campagna di bonifica quella messa in atto dai miliziani dello Stato islamico. Bonifica contro qualsiasi idea o religione non si confaccia alla visione distorta che il gruppo dà dei dettami dell'islam e che ha già portato alla distruzione di chiese, moschee e santuari di ogni tipo.

Vittime dei bulldozer e dell'esplosivo dei miliziani sono finiti i templi sufi in Libia, le moschee sciite in Iraq, i lamussu assiri a Mosul. E ora anche il monastero di Mar Behnam, un complesso a pochi chilometri da Mosul che resisteva dal IV secolo, ma che nulla ha potuto contro la follia degli uomini del sedicente Califfo.

Se non è chiaro quanto l'attacco sia stato compiuto, le foto che lo documentano sono state pubblicate negli ultimi giorni dagli account di simpatizzanti dell'Isis. Il monastero, si legge online, conteva una delle biblioteche siriache più di valore al mondo.

La distruzione di Mar Behnam è l'ultimo di una serie di edifici devastati dal gruppo islamista. Di recente sono state diffuse anche fotografie che mostrano gli uomini dell'Isis in azione, nella stessa area, nel monastero di San Giorgio, risalente al X secolo. In questo caso si sono "limitati" a distruggere croci, campane e statute. Un atto che in nessun modo si può giustificare, ma che non ha danneggiato oggetti di particolare valore.

Commenti

opinione-critica

Sab, 21/03/2015 - 15:16

Devono distruggere la memoria, così l'egemonia culturale avrà vita lunga. Gli esperti del dialogo non hanno niente su cui discutere con questi islamici?

ales_6312

Sab, 21/03/2015 - 15:17

MA CHE ASPETTIAMO?

Pelmo76

Sab, 21/03/2015 - 15:57

La vera domanda da farsi è: Ma se compissero un attentato del genere in Europa, davvero l'Europa continuerebbe a stari li a guardare, oppure scenderebbe finalmente in capo militarmente contro queste forze ostili?

rudyger

Sab, 21/03/2015 - 16:47

non parlate più male delle Crociate!

rudyger

Sab, 21/03/2015 - 16:51

SI, staremo a guardare. europei, esseri abbietti amebe.

fjrt1

Sab, 21/03/2015 - 17:08

Commentare questi atti barbarici e' superfluo. E' come pensare di insegnare a leggere ad un asino.

antares47

Sab, 21/03/2015 - 17:54

gli uomini non imparano mai dalla storia, e commettono ciclicamente gli stessi errori.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 21/03/2015 - 17:56

Però gli piace di usare l'esplosivo e i telefonini inventati da quei miscredenti degli occidentali!

Joe Larius

Sab, 21/03/2015 - 18:02

È di poche ore fà la notizia NASA che il sole presenta estese macchie di materia oscura. Ciò non deve sorprendere. Dopo miliardi di anni durante i quali ha irrorato l'energia necessaria a promuovere e migliorare la vita sul nostro pianeta, visto che la razza umana che, da lui vitalizzata, ha raggiunto un invidiabile stato di benessere e di intelligenza non fa nulla per evitare la distruzione delle vestigia che testimoniano le tappe del suo cammino, è possibile che si stia chiedendo se vale ancora la pena di bruciare miliardi di tonnellate di materia per permettere di vivere a quella massa di mezze calzette nella quale fa di tutto per trasformarsi.

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 21/03/2015 - 18:16

E distruggere la Kaaba, la Pietra Nera della Mecca ? Forse si darebbero una raddrizzata i cosiddetti moderati che sotto sotto - e non tanto - li sostengono

Alessio2012

Dom, 22/03/2015 - 12:43

Fermiamoli!

agosvac

Dom, 22/03/2015 - 13:40

Leggo "sé dicente califfo". Infatti, secondo me, è questo il problema. Costui non è un califfo perché storicamente i califfi erano "designati" non si "autoproclamavano". Sarebbe ora di chiamarlo nel modo giusto e cioè un delinquente che si è assunto un potere che non gli spettava!!! Chi conosce un po' di storia sa benissimo che i veri califfi del passato avevano grande rispetto sia per le religioni altrui sia per i monumenti relativi alle civiltà del passato! Quando l'Islam invase tutta l'Africa del Nord e mezza Europa del Sud si guardò bene dal distruggerne i monumenti. Un esempio eclatante è quel che successe in Egitto dove la civiltà egizia fu non solo conservata ma anche protetta. Questi attuali sono solo delinquenti comuni, non sono esponenti di una religione che, ben diversa dal cristianesimo, l'ha, purtuttavia ,rispettato.