La lotteria degli orrori dell'Isis: estrazione per scegliere chi stuprare

Human Rights Watch rivela come le donne siano scelte a sorte dai soldati, stuprate e quindi "riassegnate" a nuovi combattenti dopo che si è consumata la violenza. Sostieni il reportage

Donne yazide liberate dall'Isis nei dintorni di Kirkuk, in Iraq

Una lotteria degli orrori che condensa in sé tutte le barbarie pregresse, presenti e future. O almeno le riassumerebbe se ogni giorno il mondo non aprisse i giornali con il terrore di scoprire nuovi, agghiaccianti, crimini.

Protagonisti sono sempre loro, i tagliagole dell'Isis: questa volta, come svela un rapporto di Human Rights Watch, gli osservatori internazionali avrebbero scoperto come i miliziani islamisti siano soliti stuprare sistematicamente le donne e le ragazze prigioniere, sottoposte ad ogni tipo di violenza sessuale. Addirittura, organizzerebbero una perversa estrazione a sorte per decidere quali donne e quali ragazze violentare. Donne e ragazze ma anche bambine, addirittura di otto anni: l'estrazione consente di "assegnare" le varie vittime ai diversi aguzzini, che oltre alla violenza traggono piacere anche dalla tortura psicologica delle malcapitate.

Nei territori iracheni controllati dal sedicente Stato Islamico, in particolare, lo stupro delle prigioniere e delle donne civili sarebbe una triste ma ben nota abitudine, mentre le bambine vengono convertite all'islam a forza e quindi date in sposa ai guerriglieri, che dal matrimonio in poi ne sono proprietari.

Il quotidiano britannico The Daily Mail racconta le storie di diverse donne rapite e violentate, in quello che esse stesse descrivono come un perverso film dell'orrore, con le donne stuprate a turno e quindi consegnate a nuovi torturatori in attesa di affrontare l'ennesimo supplizio: "Gli uomini dell'Isis sono semplicemente delle bestie".

Il foglio londinese riporta in particolare la storia di una dodicenne yazida violentata per giorni da sette miliziani del sedicente Stato Islamico dopo essere stata rapita dalla popria casa: "Li ho supplicati di non toccarmi e di lasciarmi andare - ha raccontato Jalila - Ero solo una ragazzina e ho chiesto loro cosa volevano da me. Mi hanno stuprata per tre giorni."

Commenti

MEFEL68

Ven, 17/04/2015 - 13:14

Volevo commentare, ma non ce la faccio. A tutto c'è un limite.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Ven, 17/04/2015 - 13:25

"Risorse", secondo madama boldrini.

plaunad

Ven, 17/04/2015 - 13:30

Ed i nostri incoscenti, per non dire peggio, governanti continuano ad importare gente da quelle parti con i gravissimi rischi che si possono correre. In casi del genere la prima misura da prendere é blindare le frontiere, altro che andarli a prendere e scortarli fin qui.

Italianoinpanama

Ven, 17/04/2015 - 13:33

sono bestie animali e come tali vanno trattati

Efesto

Ven, 17/04/2015 - 13:37

Europa smetti con questa ignavia la guerra non è di religione, è umana!

moshe

Ven, 17/04/2015 - 13:39

E noi, questi bastardi, grazie all'europa di m...a ed al nostro governo altrettanto di m...a, ce li portiamo in casa!!!!! Tutti i componenti del nostro governo, vanno mandati in galera a vita!!!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 17/04/2015 - 13:43

Ma è tutta colpa di Guantanamo e Abu Graib, vero sinistroidi cretinetti al cubo? E più ci regalano orrori e più ci sono trasmissioni italiche pavloviane che ci insegnano quant'è buono l'Islam ( quello Vero, ergo TEORICO, ergo CEREBRO ONANISTA ). Ieri sera la nostra ministressa, o ministra, ha OSATO DIRE CONVINTA che l'Islam applica i diritti dell'uomo, da palese ignorante.

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 17/04/2015 - 13:44

Gente di sinistra toglietevi il prosciutto dagli occhi. E' nauseante oltre il limite della sopportazione.

igiulp

Ven, 17/04/2015 - 13:45

Lo vuole Maometto?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 17/04/2015 - 13:51

Io vorrei sapere dove sono tutte le femministe, a cominciare dalla 'presidenta ',che esterna solo quando in qualche pubblicità è la madre di famiglia a servire in tavola o per le vocali finali delle parole.Ipocrite, ipocrite, ipocrite.

FRANZJOSEFF

Ven, 17/04/2015 - 13:56

E SE ESTRAGGONO IL NOME LAURA? GLI CANTANO DITE A LAURA CHE L'AMO E CHE DEVO PARTIRE (A ROMA) E VADO DA LEI

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 17/04/2015 - 14:01

#igiulp - 13:45 Certamente. Se non vado errato fu lui il primo ad inaugurare questa "simpatica" usanza impalmando una moglie-bambina. Grandi, grandissime saggezza e civilta dell'Islam!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 17/04/2015 - 14:03

#Omar el Bovar. Tutte bufale, immagino, di pontaltiana memoria..Vero?

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Ven, 17/04/2015 - 14:19

Mi associo a MEFEL68 13,14-

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 17/04/2015 - 14:21

Mettono fra i numeri papabili per l'estrazione anche le nostre komunistoidi? Chissà se forse cominciano a capire la gravità della situazione, altro che "risorse"....... ah ah ah ah ah ah

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 17/04/2015 - 14:34

Poveri cristiani,non hanno la superioritàmorale dei musulmanti. Papa Francesco impari da uell'dell'Isis.così farà contento il compagno Bagnasco ed il suo Dio:il PD.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 17/04/2015 - 14:47

Questi più che gridare alà è grande dovrebbero gridare alà è grosso.

MEFEL68

Ven, 17/04/2015 - 14:49

ASSURDO! Sul Manifesto di oggi c'è un articolo che parla di Zwelithini, attuale Re degli Zulu e della sua campagnia contro gli immigrati che hanno avviato un commercio nel suo Paese. Già ci sono state violenze e morti a colpi di machete. Ebbene, cosa fa il Manifesto? In un titolone in prima pagina titola "Il Salvini africano". Cosa non si fa per denigrare l'avversario. Ma la storia è vecchia...

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 17/04/2015 - 14:53

E pensare che tanta gente crede di campare ancora mille anni o è per questo che prima di passare a miglior vita vogliono godersi le bassezze umane?

beale

Ven, 17/04/2015 - 16:32

se la stampa fosse libera ed obiettiva partirebbe una campagna di stampa per far dimettere Obama. Il caos Iraq targato USA. Armi di distruzione di massa? Oggi spiegato il pugno duro di Saddam. Le armi di distrzione di massa, fatto fuori Saddam, è lo stato islamico.

Mobius

Ven, 17/04/2015 - 16:52

Credevo che di Allah ce ne fosse uno solo. Invece sono due, uno "misericordioso" e l'altro porco.

lamwolf

Ven, 17/04/2015 - 17:50

A questi barbari metterei un palo della corrente elettrtrica in c....per vedere quanto godono....

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 01/02/2016 - 21:12

se queste sono le usanze che la complessata e rincoglionita Donna BOLDRINI ci vuole far imparare e´bene che cominci LÇEI a dare lk´esempio ,poí si vedra